Milan: Hojlund, Kudus Broja Kiwior e Amian per il 2023.

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
165,049
Reaction score
12,154
E' partita la caccia al nuovo centravanti. Il Milan ha già ben chiara in testa la strategia che seguirà per il prossimo mercato, non tanto quello di gennaio, quando si agirà per coprire eventuali emergenze, quanto in estate. Maldini e Massara hanno individuato da tempo il primo obiettivo per la squadra ’23-24, ovvero il centravanti che dovrà prendersi il posto da titolare, un po’ sulla falsariga di quanto successo nell’ultima estate con De Ketelaere per il ruolo di trequartista. In molti hanno pensato che il Milan avrebbe dovuto acquistare una punta già nel mercato appena trascorso, ma i dirigenti una volta ingaggiato a parametro zero Origi, hanno deciso di destinare il grosso del budget a disposizione sul fantasista belga, avendo già in organico Giroud, Rebic e il giovane Lazetic, oltre ovviamente a Ibrahimovic. I recenti infortuni hanno ridotto le scelte di Pioli e riacceso la spia sul ruolo di attaccante, ma già dopo la sosta il tecnico dovrebbe recuperare Origi e Rebic e avere così maggiori opzioni. E dunque, la caccia al “9” ripartirà per l’estate 2023 quando per esempio Ibrahimovic al 99% smetterà e Giroud - il cui contratto scadrà proprio al termine di questa annata (discorsi già avviati per il rinnovo) - avrà quasi 37 anni. E’ vero, siamo solamente a settembre, l'ultimo mercato è finito da tre settimane, ma il club rossonero in queste annate ha sempre impostato il proprio lavoro per tempo, basti pensare che i primi ragionamenti su De Ketelaere erano iniziati nella primavera del 2021. E proprio quanto accaduto con l’ex giocatore del Bruges rappresenta un po’ il faro da seguire per quello che accadrà per il centravanti: il Milan sta infatti cercando un profilo simile, dunque un Under 22-23 con una buona esperienza ad alti livelli e un costo che si aggiri al massimo fra i 35 e i 40 milioni

Per esempio, in vista del futuro, il Milan a luglio aveva sondato il terreno con Sesko del Salisburgo, ma il 2003 sloveno è stato trasferito dalla RedBull alla casa madre Lipsia per 24 milioni (operazione che verrà concretizzata nell'estate 2023). Un profilo simile, per età e caratteristiche fisiche - seppur mancino di piede a differenza di Sesko, destro - è quello di Rasmus Hojlund, appena giunto all’Atalanta dove si è già imposto con un gol e un assist in 4 presenze. Hojlund era stato proposto da alcuni intermediari, ma, per le premesse già spiegate prima, il Milan ha scelto di non investire i 17 milioni che ha invece speso l’Atalanta per acquistare il danese dallo Sturm Graz. Hojlund - da molti paragonato ad Haaland - però piace molto e verrà monitorato durante la stagione così come la nuova rivelazione dell’Ajax, il 22enne ghanese Mohammed Kudus. Dopo due stagioni da comprimario in cui è stato utilizzato in ruoli diversi, spesso a centrocampo, si è preso il posto da titolare in attacco nella squadra di Schreuder e ha realizzato 7 gol nelle prime 10 partite della stagione, comprese due reti in altrettante gare di Champions. Kudus è un altro giocatore non nuovo per il Milan, visto che il suo nome era finito sul taccuino degli osservatori rossoneri già nel 2020 quando giocava ancora in Danimarca nel Nordsjaelland. Hojlund e Kudus sono in cima alla lista dei dirigenti ma, con una lunga stagione davanti, non gli unici da tenere sotto osservazione. Per esempio piace molto il 2001 albanese Armando Broja del Chelsea. Cresciuto nell'Academy dei Blues e maturato con i prestiti al Vitesse e Southampton, Broja finora è stato un'alternativa con Tuchel, anche se il neo tecnico Potter potrebbe concedergli maggiori chance. Chelsea che, è bene ricordarlo, rimane al momento il corteggiatore più interessato di un certo Leao

Il Milan in estate si era interessato a Kiwior, non tanto per metterlo subito a disposizione di Pioli, quanto per bloccarlo in vista dell’estate 2023. E le indiscrezioni di ieri provenienti dalla Polonia vanno in questo senso, con conferme raccolte da persone vicine al giocatore e al suo entourage. Kiwior che, va sottolineato, in questi giorni si trova in patria, convocato dalla sua nazionale per le gare di Nations League contro Olanda e Galles. L’operazione non è ancora definita, ma il Milan ha ottenuto dallo Spezia una sorta di diritto di prelazione (anche sul terzino destro francese Amian, attualmente infortunato) e valuterà attentamente il giocatore durante i Mondiali.

CorSport: Nelle ultime ore è tornato di moda il nome di Armando Broja del Chelsea, attaccante albanese già accostato ai rossoneri nei mesi passati. Si tratta di un 21enne che in Premier conoscono bene poiché ha indossato la maglia del Southampton segnando l’anno scorso sei gol. Alto 1,91 cm, Broja è il tipico attaccante forte fisicamente che riempie a perfezione l’area di rigore. Il prezzo chiesto dal Chelsea al momento si aggira attorno ai 35 milioni di euro, ma i buoni rapporti tra le proprietà americane potrebbe fare la differenza.
.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
165,049
Reaction score
12,154
E' partita la caccia al nuovo centravanti. Il Milan ha già ben chiara in testa la strategia che seguirà per il prossimo mercato, non tanto quello di gennaio, quando si agirà per coprire eventuali emergenze, quanto in estate. Maldini e Massara hanno individuato da tempo il primo obiettivo per la squadra ’23-24, ovvero il centravanti che dovrà prendersi il posto da titolare, un po’ sulla falsariga di quanto successo nell’ultima estate con De Ketelaere per il ruolo di trequartista. In molti hanno pensato che il Milan avrebbe dovuto acquistare una punta già nel mercato appena trascorso, ma i dirigenti una volta ingaggiato a parametro zero Origi, hanno deciso di destinare il grosso del budget a disposizione sul fantasista belga, avendo già in organico Giroud, Rebic e il giovane Lazetic, oltre ovviamente a Ibrahimovic. I recenti infortuni hanno ridotto le scelte di Pioli e riacceso la spia sul ruolo di attaccante, ma già dopo la sosta il tecnico dovrebbe recuperare Origi e Rebic e avere così maggiori opzioni. E dunque, la caccia al “9” ripartirà per l’estate 2023 quando per esempio Ibrahimovic al 99% smetterà e Giroud - il cui contratto scadrà proprio al termine di questa annata (discorsi già avviati per il rinnovo) - avrà quasi 37 anni. E’ vero, siamo solamente a settembre, l'ultimo mercato è finito da tre settimane, ma il club rossonero in queste annate ha sempre impostato il proprio lavoro per tempo, basti pensare che i primi ragionamenti su De Ketelaere erano iniziati nella primavera del 2021. E proprio quanto accaduto con l’ex giocatore del Bruges rappresenta un po’ il faro da seguire per quello che accadrà per il centravanti: il Milan sta infatti cercando un profilo simile, dunque un Under 22-23 con una buona esperienza ad alti livelli e un costo che si aggiri al massimo fra i 35 e i 40 milioni

Per esempio, in vista del futuro, il Milan a luglio aveva sondato il terreno con Sesko del Salisburgo, ma il 2003 sloveno è stato trasferito dalla RedBull alla casa madre Lipsia per 24 milioni (operazione che verrà concretizzata nell'estate 2023). Un profilo simile, per età e caratteristiche fisiche - seppur mancino di piede a differenza di Sesko, destro - è quello di Rasmus Hojlund, appena giunto all’Atalanta dove si è già imposto con un gol e un assist in 4 presenze. Hojlund era stato proposto da alcuni intermediari, ma, per le premesse già spiegate prima, il Milan ha scelto di non investire i 17 milioni che ha invece speso l’Atalanta per acquistare il danese dallo Sturm Graz. Hojlund - da molti paragonato ad Haaland - però piace molto e verrà monitorato durante la stagione così come la nuova rivelazione dell’Ajax, il 22enne ghanese Mohammed Kudus. Dopo due stagioni da comprimario in cui è stato utilizzato in ruoli diversi, spesso a centrocampo, si è preso il posto da titolare in attacco nella squadra di Schreuder e ha realizzato 7 gol nelle prime 10 partite della stagione, comprese due reti in altrettante gare di Champions. Kudus è un altro giocatore non nuovo per il Milan, visto che il suo nome era finito sul taccuino degli osservatori rossoneri già nel 2020 quando giocava ancora in Danimarca nel Nordsjaelland. Hojlund e Kudus sono in cima alla lista dei dirigenti ma, con una lunga stagione davanti, non gli unici da tenere sotto osservazione. Per esempio piace molto il 2001 albanese Armando Broja del Chelsea. Cresciuto nell'Academy dei Blues e maturato con i prestiti al Vitesse e Southampton, Broja finora è stato un'alternativa con Tuchel, anche se il neo tecnico Potter potrebbe concedergli maggiori chance. Chelsea che, è bene ricordarlo, rimane al momento il corteggiatore più interessato di un certo Leao

Il Milan in estate si era interessato a Kiwior, non tanto per metterlo subito a disposizione di Pioli, quanto per bloccarlo in vista dell’estate 2023. E le indiscrezioni di ieri provenienti dalla Polonia vanno in questo senso, con conferme raccolte da persone vicine al giocatore e al suo entourage. Kiwior che, va sottolineato, in questi giorni si trova in patria, convocato dalla sua nazionale per le gare di Nations League contro Olanda e Galles. L’operazione non è ancora definita, ma il Milan ha ottenuto dallo Spezia una sorta di diritto di prelazione (anche sul terzino destro francese Amian, attualmente infortunato) e valuterà attentamente il giocatore durante i Mondiali.

CorSport: Nelle ultime ore è tornato di moda il nome di Armando Broja del Chelsea, attaccante albanese già accostato ai rossoneri nei mesi passati. Si tratta di un 21enne che in Premier conoscono bene poiché ha indossato la maglia del Southampton segnando l’anno scorso sei gol. Alto 1,91 cm, Broja è il tipico attaccante forte fisicamente che riempie a perfezione l’area di rigore. Il prezzo chiesto dal Chelsea al momento si aggira attorno ai 35 milioni di euro, ma i buoni rapporti tra le proprietà americane potrebbe fare la differenza.

.
 
Registrato
26 Febbraio 2018
Messaggi
4,827
Reaction score
1,490
E' partita la caccia al nuovo centravanti. Il Milan ha già ben chiara in testa la strategia che seguirà per il prossimo mercato, non tanto quello di gennaio, quando si agirà per coprire eventuali emergenze, quanto in estate. Maldini e Massara hanno individuato da tempo il primo obiettivo per la squadra ’23-24, ovvero il centravanti che dovrà prendersi il posto da titolare, un po’ sulla falsariga di quanto successo nell’ultima estate con De Ketelaere per il ruolo di trequartista. In molti hanno pensato che il Milan avrebbe dovuto acquistare una punta già nel mercato appena trascorso, ma i dirigenti una volta ingaggiato a parametro zero Origi, hanno deciso di destinare il grosso del budget a disposizione sul fantasista belga, avendo già in organico Giroud, Rebic e il giovane Lazetic, oltre ovviamente a Ibrahimovic. I recenti infortuni hanno ridotto le scelte di Pioli e riacceso la spia sul ruolo di attaccante, ma già dopo la sosta il tecnico dovrebbe recuperare Origi e Rebic e avere così maggiori opzioni. E dunque, la caccia al “9” ripartirà per l’estate 2023 quando per esempio Ibrahimovic al 99% smetterà e Giroud - il cui contratto scadrà proprio al termine di questa annata (discorsi già avviati per il rinnovo) - avrà quasi 37 anni. E’ vero, siamo solamente a settembre, l'ultimo mercato è finito da tre settimane, ma il club rossonero in queste annate ha sempre impostato il proprio lavoro per tempo, basti pensare che i primi ragionamenti su De Ketelaere erano iniziati nella primavera del 2021. E proprio quanto accaduto con l’ex giocatore del Bruges rappresenta un po’ il faro da seguire per quello che accadrà per il centravanti: il Milan sta infatti cercando un profilo simile, dunque un Under 22-23 con una buona esperienza ad alti livelli e un costo che si aggiri al massimo fra i 35 e i 40 milioni

Per esempio, in vista del futuro, il Milan a luglio aveva sondato il terreno con Sesko del Salisburgo, ma il 2003 sloveno è stato trasferito dalla RedBull alla casa madre Lipsia per 24 milioni (operazione che verrà concretizzata nell'estate 2023). Un profilo simile, per età e caratteristiche fisiche - seppur mancino di piede a differenza di Sesko, destro - è quello di Rasmus Hojlund, appena giunto all’Atalanta dove si è già imposto con un gol e un assist in 4 presenze. Hojlund era stato proposto da alcuni intermediari, ma, per le premesse già spiegate prima, il Milan ha scelto di non investire i 17 milioni che ha invece speso l’Atalanta per acquistare il danese dallo Sturm Graz. Hojlund - da molti paragonato ad Haaland - però piace molto e verrà monitorato durante la stagione così come la nuova rivelazione dell’Ajax, il 22enne ghanese Mohammed Kudus. Dopo due stagioni da comprimario in cui è stato utilizzato in ruoli diversi, spesso a centrocampo, si è preso il posto da titolare in attacco nella squadra di Schreuder e ha realizzato 7 gol nelle prime 10 partite della stagione, comprese due reti in altrettante gare di Champions. Kudus è un altro giocatore non nuovo per il Milan, visto che il suo nome era finito sul taccuino degli osservatori rossoneri già nel 2020 quando giocava ancora in Danimarca nel Nordsjaelland. Hojlund e Kudus sono in cima alla lista dei dirigenti ma, con una lunga stagione davanti, non gli unici da tenere sotto osservazione. Per esempio piace molto il 2001 albanese Armando Broja del Chelsea. Cresciuto nell'Academy dei Blues e maturato con i prestiti al Vitesse e Southampton, Broja finora è stato un'alternativa con Tuchel, anche se il neo tecnico Potter potrebbe concedergli maggiori chance. Chelsea che, è bene ricordarlo, rimane al momento il corteggiatore più interessato di un certo Leao

Il Milan in estate si era interessato a Kiwior, non tanto per metterlo subito a disposizione di Pioli, quanto per bloccarlo in vista dell’estate 2023. E le indiscrezioni di ieri provenienti dalla Polonia vanno in questo senso, con conferme raccolte da persone vicine al giocatore e al suo entourage. Kiwior che, va sottolineato, in questi giorni si trova in patria, convocato dalla sua nazionale per le gare di Nations League contro Olanda e Galles. L’operazione non è ancora definita, ma il Milan ha ottenuto dallo Spezia una sorta di diritto di prelazione (anche sul terzino destro francese Amian, attualmente infortunato) e valuterà attentamente il giocatore durante i Mondiali.

CorSport: Nelle ultime ore è tornato di moda il nome di Armando Broja del Chelsea, attaccante albanese già accostato ai rossoneri nei mesi passati. Si tratta di un 21enne che in Premier conoscono bene poiché ha indossato la maglia del Southampton segnando l’anno scorso sei gol. Alto 1,91 cm, Broja è il tipico attaccante forte fisicamente che riempie a perfezione l’area di rigore. Il prezzo chiesto dal Chelsea al momento si aggira attorno ai 35 milioni di euro, ma i buoni rapporti tra le proprietà americane potrebbe fare la differenza.
Se ci si lavora su bene, Broja è destinato a diventare un top top.

E' potente e poderoso ma ha anche una buona accelerazione, non gioca a testa bassa, ha dribbling ed è agonisticamente cattivo. Quando parte palla al piede è difficilmente contenibile.
Se il Chelsea lo molla per 40 milioni, andrei dritto su di lui.
 
Registrato
1 Agosto 2017
Messaggi
11,351
Reaction score
1,080
E' partita la caccia al nuovo centravanti. Il Milan ha già ben chiara in testa la strategia che seguirà per il prossimo mercato, non tanto quello di gennaio, quando si agirà per coprire eventuali emergenze, quanto in estate. Maldini e Massara hanno individuato da tempo il primo obiettivo per la squadra ’23-24, ovvero il centravanti che dovrà prendersi il posto da titolare, un po’ sulla falsariga di quanto successo nell’ultima estate con De Ketelaere per il ruolo di trequartista. In molti hanno pensato che il Milan avrebbe dovuto acquistare una punta già nel mercato appena trascorso, ma i dirigenti una volta ingaggiato a parametro zero Origi, hanno deciso di destinare il grosso del budget a disposizione sul fantasista belga, avendo già in organico Giroud, Rebic e il giovane Lazetic, oltre ovviamente a Ibrahimovic. I recenti infortuni hanno ridotto le scelte di Pioli e riacceso la spia sul ruolo di attaccante, ma già dopo la sosta il tecnico dovrebbe recuperare Origi e Rebic e avere così maggiori opzioni. E dunque, la caccia al “9” ripartirà per l’estate 2023 quando per esempio Ibrahimovic al 99% smetterà e Giroud - il cui contratto scadrà proprio al termine di questa annata (discorsi già avviati per il rinnovo) - avrà quasi 37 anni. E’ vero, siamo solamente a settembre, l'ultimo mercato è finito da tre settimane, ma il club rossonero in queste annate ha sempre impostato il proprio lavoro per tempo, basti pensare che i primi ragionamenti su De Ketelaere erano iniziati nella primavera del 2021. E proprio quanto accaduto con l’ex giocatore del Bruges rappresenta un po’ il faro da seguire per quello che accadrà per il centravanti: il Milan sta infatti cercando un profilo simile, dunque un Under 22-23 con una buona esperienza ad alti livelli e un costo che si aggiri al massimo fra i 35 e i 40 milioni

Per esempio, in vista del futuro, il Milan a luglio aveva sondato il terreno con Sesko del Salisburgo, ma il 2003 sloveno è stato trasferito dalla RedBull alla casa madre Lipsia per 24 milioni (operazione che verrà concretizzata nell'estate 2023). Un profilo simile, per età e caratteristiche fisiche - seppur mancino di piede a differenza di Sesko, destro - è quello di Rasmus Hojlund, appena giunto all’Atalanta dove si è già imposto con un gol e un assist in 4 presenze. Hojlund era stato proposto da alcuni intermediari, ma, per le premesse già spiegate prima, il Milan ha scelto di non investire i 17 milioni che ha invece speso l’Atalanta per acquistare il danese dallo Sturm Graz. Hojlund - da molti paragonato ad Haaland - però piace molto e verrà monitorato durante la stagione così come la nuova rivelazione dell’Ajax, il 22enne ghanese Mohammed Kudus. Dopo due stagioni da comprimario in cui è stato utilizzato in ruoli diversi, spesso a centrocampo, si è preso il posto da titolare in attacco nella squadra di Schreuder e ha realizzato 7 gol nelle prime 10 partite della stagione, comprese due reti in altrettante gare di Champions. Kudus è un altro giocatore non nuovo per il Milan, visto che il suo nome era finito sul taccuino degli osservatori rossoneri già nel 2020 quando giocava ancora in Danimarca nel Nordsjaelland. Hojlund e Kudus sono in cima alla lista dei dirigenti ma, con una lunga stagione davanti, non gli unici da tenere sotto osservazione. Per esempio piace molto il 2001 albanese Armando Broja del Chelsea. Cresciuto nell'Academy dei Blues e maturato con i prestiti al Vitesse e Southampton, Broja finora è stato un'alternativa con Tuchel, anche se il neo tecnico Potter potrebbe concedergli maggiori chance. Chelsea che, è bene ricordarlo, rimane al momento il corteggiatore più interessato di un certo Leao

Il Milan in estate si era interessato a Kiwior, non tanto per metterlo subito a disposizione di Pioli, quanto per bloccarlo in vista dell’estate 2023. E le indiscrezioni di ieri provenienti dalla Polonia vanno in questo senso, con conferme raccolte da persone vicine al giocatore e al suo entourage. Kiwior che, va sottolineato, in questi giorni si trova in patria, convocato dalla sua nazionale per le gare di Nations League contro Olanda e Galles. L’operazione non è ancora definita, ma il Milan ha ottenuto dallo Spezia una sorta di diritto di prelazione (anche sul terzino destro francese Amian, attualmente infortunato) e valuterà attentamente il giocatore durante i Mondiali.

CorSport: Nelle ultime ore è tornato di moda il nome di Armando Broja del Chelsea, attaccante albanese già accostato ai rossoneri nei mesi passati. Si tratta di un 21enne che in Premier conoscono bene poiché ha indossato la maglia del Southampton segnando l’anno scorso sei gol. Alto 1,91 cm, Broja è il tipico attaccante forte fisicamente che riempie a perfezione l’area di rigore. Il prezzo chiesto dal Chelsea al momento si aggira attorno ai 35 milioni di euro, ma i buoni rapporti tra le proprietà americane potrebbe fare la differenza.
Hojlund se fa bene l'atalanta te lo fa pagare 50 milioni.
Kudus non è una punta ma pià una mezzala/trequartista
Broja non mi fa impazzire.
A noi non solo serve un bomber da 20 goal minimo a stagione ma anche un centravanti che sappia far reparto da solo, giocare spalle alla porta..
Io guarderei in Francia, Wahi e Moffi su tutti
 

Franco

Active member
Registrato
22 Giugno 2022
Messaggi
304
Reaction score
206
Non sanno più cosa inventarsi. La balla dei 300 milioni già stanziati per il mercato dagli arabi non è bastata. Pensano di vendere più giornali inventandosi le notizie e invece perdono sempre più credibilità.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>