Marotta:"No incedibili ma vogliamo evolverci"

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
209,925
Reaction score
31,220
Marotta a Il Foglio

Come le sono sembrate le reazioni del mondo del calcio?
"Le attestazioni sono gratificanti per tutti, dobbiamo riconoscere il ruolo importante dell'allenatore e della squadra. Avevano alle spalle una società forte, non ci sono vittorie senza tutto questo. Sono orgoglioso di rappresentare un modello vincente come il nostro".
Adesso il futuro e il mercato?
"Vogliamo continuare il processo evolutivo. Simone Inzaghi non si discute e ci siederemo, su indicazione del presidente Zhang, per allungare il contratto. Non faremo rivoluzioni, penseremo sempre all'obiettivo sostenibilità, cercando di raggiungere altri traguardi".

Il ciclo è appena iniziato?
"Non proprio, avevamo già vinto alcuni trofei. Ci sono margini di miglioramento e vogliamo restare protagonisti come negli ultimi anni".
Il rinnovo di Lautaro e Barella sono vicini?
"Non parliamo di rinnovo ma prolungamento, non ci sono ansie perché nessuno è in scadenza. Parleremo insieme ad Ausilio e Baccin per creare uno zoccolo duro di giocatori che hanno senso di appartenenza".
Eventuali acquisti che prevedono un esborso di denaro dovranno essere dettati per forza dalle uscite?
"Non ci precludiamo niente. Intanto mantenere questo organico sarebbe importante. Due acquisti li abbiamo praticamente già ufficiosamente fatti. Ausilio è un bravissimo direttore sportivo e lavoreremo per puntellare un organico già forte".
Che qualche giocatore veramente incedibile?
"Nel mondo del calcio penso che non si debba mai parlare di incedibilità. Le società non sono padrone dei giocatori e il destino è in testa dei calciatori ma tutti qui hanno espresso la volontà di restare. Siamo l'Inter, meglio di qua dove si può andare".



01h0axeds56ngqzr2rxp.jpg
 
Ultima modifica:

iceman.

Senior Member
Registrato
28 Agosto 2012
Messaggi
21,216
Reaction score
3,610
Marotta a Il Foglio

Come le sono sembrate le reazioni del mondo del calcio?
"Le attestazioni sono gratificanti per tutti, dobbiamo riconoscere il ruolo importante dell'allenatore e della squadra. Avevano alle spalle una società forte, non ci sono vittorie senza tutto questo. Sono orgoglioso di rappresentare un modello vincente come il nostro".
Adesso il futuro e il mercato?
"Vogliamo continuare il processo evolutivo. Simone Inzaghi non si discute e ci siederemo, su indicazione del presidente Zhang, per allungare il contratto. Non faremo rivoluzioni, penseremo sempre all'obiettivo sostenibilità, cercando di raggiungere altri traguardi".

Il ciclo è appena iniziato?
"Non proprio, avevamo già vinto alcuni trofei. Ci sono margini di miglioramento e vogliamo restare protagonisti come negli ultimi anni".
Il rinnovo di Lautaro e Barella sono vicini?
"Non parliamo di rinnovo ma prolungamento, non ci sono ansie perché nessuno è in scadenza. Parleremo insieme ad Ausilio e Baccin per creare uno zoccolo duro di giocatori che hanno senso di appartenenza".
Eventuali acquisti che prevedono un esborso di denaro dovranno essere dettati per forza dalle uscite?
"Non ci precludiamo niente. Intanto mantenere questo organico sarebbe importante. Due acquisti li abbiamo praticamente già ufficiosamente fatti. Ausilio è un bravissimo direttore sportivo e lavoreremo per puntellare un organico già forte".
Che qualche giocatore veramente incedibile?
"Nel mondo del calcio penso che non si debba mai parlare di incedibilità. Le società non sono padrone dei giocatori e il destino è in testa dei calciatori ma tutti qui hanno espresso la volontà di restare. Siamo l'Inter, meglio di qua dove si può andare".

Uguale a Cuck 2.0 GPT e Scaccaroni.
 

Tifo'o

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
37,030
Reaction score
5,931
Marotta a Il Foglio

Come le sono sembrate le reazioni del mondo del calcio?
"Le attestazioni sono gratificanti per tutti, dobbiamo riconoscere il ruolo importante dell'allenatore e della squadra. Avevano alle spalle una società forte, non ci sono vittorie senza tutto questo. Sono orgoglioso di rappresentare un modello vincente come il nostro".
Adesso il futuro e il mercato?
"Vogliamo continuare il processo evolutivo. Simone Inzaghi non si discute e ci siederemo, su indicazione del presidente Zhang, per allungare il contratto. Non faremo rivoluzioni, penseremo sempre all'obiettivo sostenibilità, cercando di raggiungere altri traguardi".

Il ciclo è appena iniziato?
"Non proprio, avevamo già vinto alcuni trofei. Ci sono margini di miglioramento e vogliamo restare protagonisti come negli ultimi anni".
Il rinnovo di Lautaro e Barella sono vicini?
"Non parliamo di rinnovo ma prolungamento, non ci sono ansie perché nessuno è in scadenza. Parleremo insieme ad Ausilio e Baccin per creare uno zoccolo duro di giocatori che hanno senso di appartenenza".
Eventuali acquisti che prevedono un esborso di denaro dovranno essere dettati per forza dalle uscite?
"Non ci precludiamo niente. Intanto mantenere questo organico sarebbe importante. Due acquisti li abbiamo praticamente già ufficiosamente fatti. Ausilio è un bravissimo direttore sportivo e lavoreremo per puntellare un organico già forte".
Che qualche giocatore veramente incedibile?
"Nel mondo del calcio penso che non si debba mai parlare di incedibilità. Le società non sono padrone dei giocatori e il destino è in testa dei calciatori ma tutti qui hanno espresso la volontà di restare. Siamo l'Inter, meglio di qua dove si può andare".

"Vorrei vincere ogni tanto qualche derby"
































Ah no scusate ho sbagliato..
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
21,703
Reaction score
17,053
Marotta a Il Foglio

" ... per creare uno zoccolo duro di giocatori che hanno senso di appartenenza".

Noi invece li mandiamo via, quello che vogliamo sono tutti low-cost stranieri che non abbiano identità, così non c'è affetto, tutto è più distaccato e gestibile.

Eh, una volta il concetto espresso da questo criminale si chiamava in un certo modo, poi i miei stessi fratelli di tifo mi hanno detto che è 'na schifezza improponibile, obsoleto e che porta a guai e basta.

Certo che fa effetto sentirlo proprio da questo qui, eh.
 
Alto
head>