Leao: il Milan offre 5 mln e saldo debito. Lui ne vuole 7 ma...

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
168,578
Reaction score
13,620
GDS: Maldini per Leao ha già in mente una trama precisa: aiutareil portoghese a saldare il debito con lo Sporting e offrirgli un quinquennale da cinque milioni all’anno. Più dei 4,5 della proposta precedente, non i 7 che desidera Rafa. Ma in mezzo c’è un altro protagonista di primo piano: lo Sporting, o meglio ancora, il credito che i portoghesi vantano su Leao e il Lilla. Un totale, interessi compresi, di 19 milioni e mezzo. Il Milan proporrà al giocatore di sostenerlo nel pagamentodellaquotacheglicompete, circa la metà del totale. Di fatto, offrirà di sostituirsi a Rafa: non potrà porsi come interlocutore dello Sporting Lisbona (il Milan non è coinvolto direttamente nella vicenda legale) ma appoggerà Leao moralmente e, soprattutto, economicamente. Potrebbe coprire l’intera quota deldebitoepoilimitarsiadalzare di cinquecentomila eurol’ultima proposta d’ingaggio: da 4,5 a 5 milioni netti a stagione. C’è semmai un tema fiscale:il Milan e Leao partono da una condizione di favore per il rinnovo grazie ai benefici del Decreto Crescita. Per intendersi: un effettivo accordo sulla base di 5 milionidi euro netti comporterebbe per il Milan un esborso al lordo da 6,5 milioni: nella normalità dei casi sarebbero quasi 10. Il Milan ha fiducia. L'incontro avverrà martedì o mercoledì. Maldini incontrerà l'avvocato francese che rappresenta Leao. E questo summit può essere determinante. Il desio di continuare insieme sembra essere sia del Milan che di Leao.

Tuttosport sul futuro di Leao: le parole di Paolo Maldini sulla questione del rinnovo di Rafael Leao sono state chiare: «Vorremmo farlo prima del Mondiale, anzi volevamo farlo un anno fa e sei mesi fa. Poi ci devono essere le condizioni per farlo. L'idea è di farlo prima della sosta per il Mondiale, vedremo cosa succederà» e in questa direzione, da mesi, stanno lavorando lui e Ricky Massara per trovare un accordo che soddisfi tutti. Il Milan vuole trattenere Leao, il ragazzo a Milano sta bene e non ha manifestato la volontà di andare via, ma vuole un ingaggio da 7 milioni netti a stagione. I rossoneri cercheranno di avvicinarsi, in tutti i modi, a quella cifra che consentirebbe al portoghese di affrontare, con maggior serenità, il “lodo Sporting” che nelle scorse ore ha vissuto di un nuovo capitolo. Il tribunale federale svizzero, infatti, ha respinto il ricorso del Lille confermando le sentenze del Tas e del Tribunale del lavoro portoghese che impongono il regime di solidarietà nel pagamento del risarcimento da circa 19 milioni. Di fatto, 9.5 milioni a testa e la controversia dovrebbe finire anche davanti alla Fifa che potrebbe inasprire la pena ai danni del Lille, che in tutto questo procedimentoviene visto come il colpevole primario non avendo sanato la sua posizione con lo Sporting dopo aver messo sotto contratto, a parametro zero, Leao. Una situazione, quella del risarcimento, che turba inevitabilmente il giocatore con il Milan che, anche volendo, non può surrogarsi al suo tesserato nella posizione di debitore verso il club biancoverde. Insomma, si lavora per arrivare al rinnovo e se questo non dovesse arrivare, in via Aldo Rossi attendono per la prossima estate una maxi offerta che possa rimpinguare le casse societarie e dare un range opeativo più ampio a Maldini e Massara sul mercato. Rimanendo in tema di rinnovi di contratto, le prossime settimane potrebbero vedere una svolta per quel che riguarda i nuovi accordi di Ismael Bennacer e Pierre Kalulu. Accordo che verrà sicuramente trovato per prolungare ulteriormente il contratto di Stefano Pioli, attualmente in scadenza a giugno 2023 con opzione di rinnovo fino al 2024 ma la sensazione è che le parti troveranno una comunione d’intenti che vada oltre un nuovo biennale, per proseguire insieme un lavoro che sta dando ottimi frutti.

CorSport: Il Milan prova ad accelerare sul rinnovo di Rafa Leão e una mano può arrivare dal tribunale federale svizzero che ha confermato la decisione del Tas: anche il Lilla dovrà contribuire al risarcimento a favore dello Sporting Lisbona. La multa da pagare dovrà essere divisa in percentuali tra l’attaccante rossonero e il club francese, che mensilmente vede il suo ingaggio pignorato del 20%. Nello specifi co i 18 milioni che spettano alla società di Lisbona dopo la risoluzione unilaterale del contratto eff ettuata nel 2008 dal giocatore non verranno versati solamente da Leão. Nel frattempo il Milan spera di strappare la fi rma sul rinnovo entro l’inizio del Mondiali come ammesso da Paolo Maldini, e in questi giorni si proverà ad entrare più nel vivo con gli agenti del portoghese.
 
Ultima modifica:

Solo

Senior Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
11,197
Reaction score
3,075
GDS: Maldini per Leao ha già in mente una trama precisa: aiutareil portoghese a saldare il debito con lo Sporting e offrirgli un quinquennale da cinque milioni all’anno. Più dei 4,5 della proposta precedente, non i 7 che desidera Rafa. Ma in mezzo c’è un altro protagonista di primo piano: lo Sporting, o meglio ancora, il credito che i portoghesi vantano su Leao e il Lilla. Un totale, interessi compresi, di 19 milioni e mezzo. Il Milan proporrà al giocatore di sostenerlo nel pagamentodellaquotacheglicompete, circa la metà del totale. Di fatto, offrirà di sostituirsi a Rafa: non potrà porsi come interlocutore dello Sporting Lisbona (il Milan non è coinvolto direttamente nella vicenda legale) ma appoggerà Leao moralmente e, soprattutto, economicamente. Potrebbe coprire l’intera quota deldebitoepoilimitarsiadalzare di cinquecentomila eurol’ultima proposta d’ingaggio: da 4,5 a 5 milioni netti a stagione. C’è semmai un tema fiscale:il Milan e Leao partono da una condizione di favore per il rinnovo grazie ai benefici del Decreto Crescita. Per intendersi: un effettivo accordo sulla base di 5 milionidi euro netti comporterebbe per il Milan un esborso al lordo da 6,5 milioni: nella normalità dei casi sarebbero quasi 10. Il Milan ha fiducia. L'incontro avverrà martedì o mercoledì. Maldini incontrerà l'avvocato francese che rappresenta Leao. E questo summit può essere determinante. Il desio di continuare insieme sembra essere sia del Milan che di Leao.
5 più pagamento debito è poco rispetto a quanto gli offrirebbero all'estero.

Dubito firmi a quelle condizioni.
 

Super_Lollo

Senior Member
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
40,075
Reaction score
3,208
5 più pagamento debito è poco rispetto a quanto gli offrirebbero all'estero.

Dubito firmi a quelle condizioni.
Se vuoi rimanere al Milan ci rimani, ha 23 anni e tutto il tempo per andare a prenderne anche 20 di milioni.
Altrimenti puoi sempre fare come chi è andato via a zero, ma non è andata benissimo.
 

Milanoide

Junior Member
Registrato
9 Agosto 2015
Messaggi
2,461
Reaction score
591
In realtà mi par di capire che gli stiano dando sostanzialmente i 7 e più che vuole ma in una maniera camuffata e mirante a trattenerlo con un vincolo.
Il camuffamento serve ad evitare la corsa allo sportello a battere cassa degli altri giocatori.
Il vincolo è io faccio questo per te finché tu stai con me.
Sempre che sia tutto vero
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
168,578
Reaction score
13,620
Tuttosport sul futuro di Leao: Le parole di Paolo Maldini sulla questione del rinnovo di Rafael Leao sono state chiare: «Vorremmo farlo prima del Mondiale, anzi volevamo farlo un anno fa e sei mesi fa. Poi ci devono essere le condizioni per farlo. L'idea è di farlo prima della sosta per il Mondiale, vedremo cosa succederà» e in questa direzione, da mesi, stanno lavorando lui e Ricky Massara per trovare un accordo che soddisfi tutti. Il Milan vuole trattenere Leao, il ragazzo a Milano sta bene e non ha manifestato la volontà di andare via, ma vuole un ingaggio da 7 milioni netti a stagione. I rossoneri cercheranno di avvicinarsi, in tutti i modi, a quella cifra che consentirebbe al portoghese di affrontare, con maggior serenità, il “lodo Sporting” che nelle scorse ore ha vissuto di un nuovo capitolo. Il tribunale federale svizzero, infatti, ha respinto il ricorso del Lille confermando le sentenze del Tas e del Tribunale del lavoro portoghese che impongono il regime di solidarietà nel pagamento del risarcimento da circa 19 milioni. Di fatto, 9.5 milioni a testa e la controversia dovrebbe finire anche davanti alla Fifa che potrebbe inasprire la pena ai danni del Lille, che in tutto questo procedimentoviene visto come il colpevole primario non avendo sanato la sua posizione con lo Sporting dopo aver messo sotto contratto, a parametro zero, Leao. Una situazione, quella del risarcimento, che turba inevitabilmente il giocatore con il Milan che, anche volendo, non può surrogarsi al suo tesserato nella posizione di debitore verso il club biancoverde. Insomma, si lavora per arrivare al rinnovo e se questo non dovesse arrivare, in via Aldo Rossi attendono per la prossima estate una maxi offerta che possa rimpinguare le casse societarie e dare un range opeativo più ampio a Maldini e Massara sul mercato. Rimanendo in tema di rinnovi di contratto, le prossime settimane potrebbero vedere una svolta per quel che riguarda i nuovi accordi di Ismael Bennacer e Pierre Kalulu. Accordo che verrà sicuramente trovato per prolungare ulteriormente il contratto di Stefano Pioli, attualmente in scadenza a giugno 2023 con opzione di rinnovo fino al 2024 ma la sensazione è che le parti troveranno una comunione d’intenti che vada oltre un nuovo biennale, per proseguire insieme un lavoro che sta dando ottimi frutti.
 
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
28,814
Reaction score
827
GDS: Maldini per Leao ha già in mente una trama precisa: aiutareil portoghese a saldare il debito con lo Sporting e offrirgli un quinquennale da cinque milioni all’anno. Più dei 4,5 della proposta precedente, non i 7 che desidera Rafa. Ma in mezzo c’è un altro protagonista di primo piano: lo Sporting, o meglio ancora, il credito che i portoghesi vantano su Leao e il Lilla. Un totale, interessi compresi, di 19 milioni e mezzo. Il Milan proporrà al giocatore di sostenerlo nel pagamentodellaquotacheglicompete, circa la metà del totale. Di fatto, offrirà di sostituirsi a Rafa: non potrà porsi come interlocutore dello Sporting Lisbona (il Milan non è coinvolto direttamente nella vicenda legale) ma appoggerà Leao moralmente e, soprattutto, economicamente. Potrebbe coprire l’intera quota deldebitoepoilimitarsiadalzare di cinquecentomila eurol’ultima proposta d’ingaggio: da 4,5 a 5 milioni netti a stagione. C’è semmai un tema fiscale:il Milan e Leao partono da una condizione di favore per il rinnovo grazie ai benefici del Decreto Crescita. Per intendersi: un effettivo accordo sulla base di 5 milionidi euro netti comporterebbe per il Milan un esborso al lordo da 6,5 milioni: nella normalità dei casi sarebbero quasi 10. Il Milan ha fiducia. L'incontro avverrà martedì o mercoledì. Maldini incontrerà l'avvocato francese che rappresenta Leao. E questo summit può essere determinante. Il desio di continuare insieme sembra essere sia del Milan che di Leao.

Tuttosport sul futuro di Leao: le parole di Paolo Maldini sulla questione del rinnovo di Rafael Leao sono state chiare: «Vorremmo farlo prima del Mondiale, anzi volevamo farlo un anno fa e sei mesi fa. Poi ci devono essere le condizioni per farlo. L'idea è di farlo prima della sosta per il Mondiale, vedremo cosa succederà» e in questa direzione, da mesi, stanno lavorando lui e Ricky Massara per trovare un accordo che soddisfi tutti. Il Milan vuole trattenere Leao, il ragazzo a Milano sta bene e non ha manifestato la volontà di andare via, ma vuole un ingaggio da 7 milioni netti a stagione. I rossoneri cercheranno di avvicinarsi, in tutti i modi, a quella cifra che consentirebbe al portoghese di affrontare, con maggior serenità, il “lodo Sporting” che nelle scorse ore ha vissuto di un nuovo capitolo. Il tribunale federale svizzero, infatti, ha respinto il ricorso del Lille confermando le sentenze del Tas e del Tribunale del lavoro portoghese che impongono il regime di solidarietà nel pagamento del risarcimento da circa 19 milioni. Di fatto, 9.5 milioni a testa e la controversia dovrebbe finire anche davanti alla Fifa che potrebbe inasprire la pena ai danni del Lille, che in tutto questo procedimentoviene visto come il colpevole primario non avendo sanato la sua posizione con lo Sporting dopo aver messo sotto contratto, a parametro zero, Leao. Una situazione, quella del risarcimento, che turba inevitabilmente il giocatore con il Milan che, anche volendo, non può surrogarsi al suo tesserato nella posizione di debitore verso il club biancoverde. Insomma, si lavora per arrivare al rinnovo e se questo non dovesse arrivare, in via Aldo Rossi attendono per la prossima estate una maxi offerta che possa rimpinguare le casse societarie e dare un range opeativo più ampio a Maldini e Massara sul mercato. Rimanendo in tema di rinnovi di contratto, le prossime settimane potrebbero vedere una svolta per quel che riguarda i nuovi accordi di Ismael Bennacer e Pierre Kalulu. Accordo che verrà sicuramente trovato per prolungare ulteriormente il contratto di Stefano Pioli, attualmente in scadenza a giugno 2023 con opzione di rinnovo fino al 2024 ma la sensazione è che le parti troveranno una comunione d’intenti che vada oltre un nuovo biennale, per proseguire insieme un lavoro che sta dando ottimi frutti.
.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
168,578
Reaction score
13,620
Tuttosport: Il Milan prova ad accelerare sul rinnovo di Rafa Leão e una mano può arrivare dal tribunale federale svizzero che ha confermato la decisione del Tas: anche il Lilla dovrà contribuire al risarcimento a favore dello Sporting Lisbona. La multa da pagare dovrà essere divisa in percentuali tra l’attaccante rossonero e il club francese, che mensilmente vede il suo ingaggio pignorato del 20%. Nello specifi co i 18 milioni che spettano alla società di Lisbona dopo la risoluzione unilaterale del contratto eff ettuata nel 2008 dal giocatore non verranno versati solamente da Leão. Nel frattempo il Milan spera di strappare la fi rma sul rinnovo entro l’inizio del Mondiali come ammesso da Paolo Maldini, e in questi giorni si proverà ad entrare più nel vivo con gli agenti del portoghese.
 
Alto
head>