Le due facce di Pioli: pro e contro.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
159,964
Reaction score
10,463
Come riportato dalla GDS in edicola oggi, 21 giugno, domani contro il Lecce Stefano Pioli festeggerà il girone completo sulla panchina del Milan.

Il tecnico a due facce: per quanto riguarda i pro, ha esaltato Bennacer e Theo ed ha saputo gestire il gruppo. Meriti sia sportivi che aziendali. Ha saputo riconoscere la leadership di Ibra ed ha dato un'organizzazione difensiva alla squadra.

I contro: rendimento non costante, pessimo ruolini di marcia contro le big, non è riuscito a risolvere il rebus Paquetà. Inoltre, il Milan non riesce mai a dominare la partita ed a fare gol.
 

A.C Milan 1899

Bannato
Registrato
7 Aprile 2019
Messaggi
21,708
Reaction score
1,445
Come riportato dalla GDS in edicola oggi, 21 giugno, domani contro il Lecce Stefano Pioli festeggerà il girone completo sulla panchina del Milan.

Il tecnico a due facce: per quanto riguarda i pro, ha esaltato Bennacer e Theo ed ha saputo gestire il gruppo. Meriti sia sportivi che aziendali. Ha saputo riconoscere la leadership di Ibra ed ha dato un'organizzazione difensiva alla squadra.

I contro: rendimento non costante, pessimo ruolini di marcia contro le big, non è riuscito a risolvere il rebus Paquetà. Inoltre, il Milan non riesce mai a dominare la partita ed a fare gol.

L’anno scorso invece con Atalanta, Lazio e Roma eravamo in vantaggio negli scontri diretti, facendo con ognuna di queste squadre un pareggio e una vittoria. Ma almeno non mettiamo il pullman davanti alla porta quest’anno, vuoi mettere?
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
46,083
Reaction score
11,771
Come riportato dalla GDS in edicola oggi, 21 giugno, domani contro il Lecce Stefano Pioli festeggerà il girone completo sulla panchina del Milan.

Il tecnico a due facce: per quanto riguarda i pro, ha esaltato Bennacer e Theo ed ha saputo gestire il gruppo. Meriti sia sportivi che aziendali. Ha saputo riconoscere la leadership di Ibra ed ha dato un'organizzazione difensiva alla squadra.

I contro: rendimento non costante, pessimo ruolini di marcia contro le big, non è riuscito a risolvere il rebus Paquetà. Inoltre, il Milan non riesce mai a dominare la partita ed a fare gol.

Nel giro di pochi mesi siamo passati da Gattuso a Giampaolo a Pioli.
Cambiamenti troppi drastici non accompagnati nemmeno da operazioni di mercato consone al tipo di calcio che si voleva perseguire.
Gattuso non ha mai avuto le punte capaci di ribaltare il fronte offensivo, Giampaolo non ha mai avuto ritmo e qualità in mezzo al campo/sulla trequarti, Pioli è solo un traghettatore in attesa dell'ennesima rivoluzione.
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
46,083
Reaction score
11,771
L’anno scorso invece con Atalanta, Lazio e Roma eravamo in vantaggio negli scontri diretti, facendo con ognuna di queste squadre un pareggio e una vittoria. Ma almeno non mettiamo il pullman davanti alla porta quest’anno, vuoi mettere?

Atalanta-Milan doveva essere la partita della nostra consacrazione, quella che ci avrebbe aperto un'autostrada verso la champions.
Quella vittoria per 1-3, se ricordi bene, ci ha fatto letteralmente esaltare.
Il milan viaggiava con il vento in poppa e sembrava fosse arrivato il momento buono per la svolta.
Arrivare nei primi 4 ci avrebbe permesso di aumentare il fatturato, puntellare la rosa e iniziare la nostra ascesa.
La vigilia del derby invece è iniziato un incubo senza fine, il derby ha sentenziato l'inizio della fine.
Siamo incappati in un periodo nerissimo nel quale abbiamo dilapidato tutto il vantaggio nei confronti di inter e atalanta(10pti), eravamo infatti prima di quella maledetta stracittadina la terza forza del campionato.
Gattuso aveva trovato un equilibrio abbassando il baricentro e donando copertura a una squadra che faceva una maledetta fatica a campo aperto.
Cosa è successo nella vigilia di quel derby e nelle settimane successive lo sanno solo i protagonisti ma in quelle settimane si sono decisi il futuro glorioso dell'atalanta e il nostro declino che ci ha portato alla situazione attuale.
 

A.C Milan 1899

Bannato
Registrato
7 Aprile 2019
Messaggi
21,708
Reaction score
1,445
Atalanta-Milan doveva essere la partita della nostra consacrazione, quella che ci avrebbe aperto un'autostrada verso la champions.
Quella vittoria per 1-3, se ricordi bene, ci ha fatto letteralmente esaltare.
Il milan viaggiava con il vento in poppa e sembrava fosse arrivato il momento buono per la svolta.
Arrivare nei primi 4 ci avrebbe permesso di aumentare il fatturato, puntellare la rosa e iniziare la nostra ascesa.
La vigilia del derby invece è iniziato un incubo senza fine, il derby ha sentenziato l'inizio della fine.
Siamo incappati in un periodo nerissimo nel quale abbiamo dilapidato tutto il vantaggio nei confronti di inter e atalanta(10pti), eravamo infatti prima di quella maledetta stracittadina la terza forza del campionato.
Gattuso aveva trovato un equilibrio abbassando il baricentro e donando copertura a una squadra che faceva una maledetta fatica a campo aperto.
Cosa è successo nella vigilia di quel derby e nelle settimane successive lo sanno solo i protagonisti ma in quelle settimane si sono decisi il futuro glorioso dell'atalanta e il nostro declino che ci ha portato alla situazione attuale.

Già. E se ricordi nel derby fece giocare la squadra in maniera innaturalmente alta e baldanzosa, col risultato che Vecino ci spaccò letteralmente la faccia e fece il bello e il cattivo tempo. La mia idea (non solo mia, anche se magari non esatta) è che sia stato Leonardo a far pressioni affinché si giocasse in maniera diversa, e ne abbiamo pagato le conseguenze. Un pareggio in quel maledetto derby e sarebbe stata Champions.

Quel derby iniziò anche la parabola discendente di Piatek. Ricordo che uscii preoccupato dallo stadio per la sua prestazione persino più che per la prestazione della squadra. Completamente annullato da Skriniar.
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
46,083
Reaction score
11,771
Già. E se ricordi nel derby fece giocare la squadra in maniera innaturalmente alta e baldanzosa, col risultato che Vecino ci spaccò letteralmente la faccia e fece il bello e il cattivo tempo. La mia idea (non solo mia, anche se magari non esatta) è che sia stato Leonardo a far pressioni affinché si giocasse in maniera diversa, e ne abbiamo pagato le conseguenze. Un pareggio in quel maledetto derby e sarebbe stata Champions.

Non penso un allenatore si possa far condizionare nella preparazione della partita.
In quel periodo comunque qualcosa è successo ( ricordi le dichiarazioni di gattuso?) e quel qualcosa ha cambiato il nostro destino.
Ci hanno sabotato dall'interno, per l'ennesima volta.
In un momento in cui si doveva remare tutti dalla stessa parte e compattarsi col solo fine di centrare un obiettivo finale noi ci siamo fatti male da soli.
 

A.C Milan 1899

Bannato
Registrato
7 Aprile 2019
Messaggi
21,708
Reaction score
1,445
Non penso un allenatore si possa far condizionare nella preparazione della partita.
In quel periodo comunque qualcosa è successo ( ricordi le dichiarazioni di gattuso?) e quel qualcosa ha cambiato il nostro destino.
Ci hanno sabotato dall'interno, per l'ennesima volta.
In un momento in cui si doveva remare tutti dalla stessa parte e compattarsi col solo fine di centrare un obiettivo finale noi ci siamo fatti male da soli.

Per me ci sono state pesanti frizioni tra Leonardo e Rino, sbaglierò...

Anche perché le gole profonde come Montolivo erano state già individuate e isolate. Per me i dissapori tra Rino e l’interista brasiliano sono stati la nostra rovina.
 
Alto
head>