Griezmann all'Atletico in prestito con obbligo.

  • Ultimi post
  • Ultime notizie
.

Buciadignho

Member
Il Barca per anni comprava tanto per, pur di non restare immobile...si è dimenticato quello che lo aveva reso grande, ossia dare fiducia al settore giovanile e credere nei giovani...ora dovranno tornare alle origini.
Rakitic:"Oggi il Barca non da più fiducia al settore giovanile perché non é più quello di 15 anni fa, ora c'é più competitività e i giovani non trovano spazio".

Ragionamento che ci sta, ma chissà come sarebbe cambiata la storia senza Coutinho, Dembelé e Griezmann. Messi impone una certa competitività ed un certo mercato, ma é veramente insensato quello che hanno fatto.
 
Ultima modifica:

Jino

Senior Member
Rakitic:"Oggi il Barba non da più fiducia al settore giovanile perché non é più quello di 15 anni fa, ora c'é più competitività e i giovani non trovano spazio".

Ragionamento che ci sta, ma chissà come sarebbe cambiata la storia senza Coutinho, Dembelé e Griezmann. Messi impone una certa competitività ed un certo mercato, ma é veramente insensato quello che hanno fatto.
Hanno deciso di mettere l'individualità davanti al collettivo. E non ha pagato. Come a Parigi, Leonardo non ha capito niente, non ha capito che se non diventano squadra non vinceranno mai.
 

ilPresidente

Active member
Griezmann è una delle migliori seconde punte al mondo secondo me. L'Atletico sta facendo uno squadrone.

Certo non so se tornerà ai suoi livelli. Però non è ancora vecchio. 3 anni al top può farli.

Magari l'anno prossimo se le cose si mettono bene potremmo tentare Felix.
Chissà.

Sono curioso anche delle cifre di Griezmann , lo volevo al Milan e ipotizzavo un prestito con obbligo intorno ai 50. Dipende anche da come si sono accordati per l'ingaggio

magari Felix
 

Pit96

Senior Member
Sky: Griezmann ad un passo dal ritorno all'Atletico (avversario del Milan in CL) in prestito con obbligo di riscatto.
Il Barcellona è il club che peggio ha operato negli ultimi anni. Dopo aver perso Neymar hanno fatto un errore dopo l'altro. Dembele e Coutinho a più di 100 milioni, Griezmann che non c'entrava niente a 100. Suarez dato via per niente. Pjanic preso a 60 per fare una super plusvalenza con Arthur. Ora ce l'hanno sul groppone e tra un po' lo davano alla juve in prestito pagandogli pure parte dello stipendio. Più tutta una serie di altri acquisti insensati che non ricordo (ma c'erano Boateng e Malcolm per esempio).
Si sono affondati da soli, devono sperare in Pedri e Ansu Fati (che viene da un brutto infortunio) e ricostruire
 

Buciadignho

Member
Hanno deciso di mettere l'individualità davanti al collettivo. E non ha pagato. Come a Parigi, Leonardo non ha capito niente, non ha capito che se non diventano squadra non vinceranno mai.
Che poi se non hai giocatori cresciuti nella società (epopea Milan e Barca) difficilmente puoi permetterti di far giocare tante stelle insieme, il PSG poi esaspera il concetto. Ci sono equilibri che saltano, perché ognuno a suo modo pensa e vuole essere la star del gruppo, nascono gelosie e sabotaggi interni ed ala prima difficoltà tutto si spacca. Guarda le interviste di Mbappe o il caso Donnarumma-Navas.

Guardiamo il Chelsea come gioca, o il Bayern o il City. Non é solo una questione di soldi spesi, é soprattutto una questione di coerenza e capacità di assemblare una squadra che si definisce tale. Bene cosi ;)
 

Route66

Junior Member
Quando era all'Atletico parte prima mi piaceva ed aveva un suo perché poi è diventato campione del Mondo con la Francia e li sono iniziati i primi atteggiamenti da pagliaccio con delle esultanze idiote durante i festeggiamenti che me lo hanno fatto andare di traverso.
Infine il Barca ha fatto l'ennesimo tentativo (riuscito...) di suicidio pagando la mega clausola e una volta li probabilmente si è convinto di essere più bravo di Messi ed è stato l'inizio della discesa....
Ora noi poveri sfigati (nel sorteggio) ce lo ritroviamo pure contro in CL... speriamo di trovarlo sempre più in versione pagliaccio!
 

rossonero71

Senior Member
Che poi se non hai giocatori cresciuti nella società (epopea Milan e Barca) difficilmente puoi permetterti di far giocare tante stelle insieme, il PSG poi esaspera il concetto. Ci sono equilibri che saltano, perché ognuno a suo modo pensa e vuole essere la star del gruppo, nascono gelosie e sabotaggi interni ed ala prima difficoltà tutto si spacca. Guarda le interviste di Mbappe o il caso Donnarumma-Navas.

Guardiamo il Chelsea come gioca, o il Bayern o il City. Non é solo una questione di soldi spesi, é soprattutto una questione di coerenza e capacità di assemblare una squadra che si definisce tale. Bene cosi ;)
Architetti e muratori.....
 
Alto
head>
AdBlock Detected

We get it, advertisements are annoying!

Sure, ad-blocking software does a great job at blocking ads, but it also blocks useful features of our website. For the best site experience please disable your AdBlocker.

I've Disabled AdBlock    No Thanks