Governo e regioni a lavoro per super green pass prima Immacolata. Salvare la stagione dello sci

Io il green pass me lo immaginavo, lo avevo previsto. Arrivare al green pass obbligatorio al lavoro con percentuale alta di vaccinati e al super green pass no...inimagginabile anche per me.
Sono misure preventive ragazzi, pertanto difficili da comprendere e giustificare oggi, così come è stato per il primo green pass ma i numeri guardandoci intorno in Europa dicono che a qualcosa è servito, tant'è che altri paesi lo stanno introducendo o re-introducendo.

Io capisco perfettamente che per accettare certe misure che sembrano assurde si debba avere fiducia totale in chi sta al timone e comprendo parzialmente la diffidenza nei confronti della politica, la verità però è che solo tra 6-8 mesi potremo giudicare se quello che viene deciso oggi avrà avuto effetti positivi o meno, il resto sono pregiudizi che si traducono oggi magari in eccessiva fiducia da parte di alcuni o per altri in diffidenza totale.
 

Andris

Senior Member
Io capisco perfettamente che per accettare certe misure che sembrano assurde si debba avere fiducia totale in chi sta al timone
cosa che ovviamente non si può avere, non per pregiudizio bensì per giudizio postumo alle loro azioni.
conosciamo già tutte le persone in prima linea, non c'è nessuna faccia nuova
se io distruggo casa tua e poi mi pongo come salvatore della stessa non credo di essere credibile ai tuoi occhi.

comunque il coordinamento dei sindacati di polizia ha diffidato Draghi con netto no al vaccino obbligatorio.
 

Divoratore Di Stelle

Junior Member
comunque il coordinamento dei sindacati di polizia ha diffidato Draghi con netto no al vaccino obbligatorio.

Figurati cosa importa a draghi,nessuno osa "opporsi" al tiranno.
Questi sindacati stanno alzando la voce per risultare un minimo credibili e operativi agli occhi dei loro iscritti,poi zitti zitti accetteranno di buon grado questa ulteriore imposizione.
 
finestra di Overton: spostare sempre più in avanti il limite di ciò che viene definito accettabile dalla massa.
il problema più grave, come dissi ieri, è che post pandemia non rimetterai le lancette al 2019 ma rimarranno molti lasciti di questa situazione.
oltre a quelli psicologici anzi psichiatrici, è proprio la società che si sta plasmando diversamente.
a questo non pensano i conformisti oggi, se ne accorgeranno e sarà troppo tardi
ovviamente mi riferisco a chi ha davanti una vita, non gli stravecchi che muoiono per le loro patologie in questo lasso di tempo

finchè la maggior parte di persone si limita all'indifferenza, perchè non sono concordi stile nordocoreano ma semplicemente ignavi non essendo toccati da nuove restrizioni così come nel fascismo se avevi la tessera del partito potevi far tutto in larga parte gratuitamente e pazienza per gli altri, davvero è solo un fatto di opportunità politica o fattibilità esimersi da qualche provvedimento altrimenti potenzialmente in un clima di emergenza protratto sine die tutto sarebbe possibile
Scusami ma questa è una narrazione della storia, poi c'è anche l'altra... ora ti faccio una domanda, tu non reputi accettabile la situazione per i tuoi sacrosanti motivi ok e così altri come te, non so quantificare esattamente quante persone ma presumiamo stando larghi un 20% della popolazione siano pressochè del tuo parere.. ora il restante 80% o 70 se preferisci della popolazione non trova accettabile che in piena pandemia ci si rifiuti di vaccinarsi, rischiando di far collassare nuovamente il sistema sanitario con tutti i costi economici e disagi reali per gli utenti che ricadono sulla collettività... da questo punto di vista chi sta spostando a oltranza il limite è chi non vuole vaccinarsi.. quindi che si fa? A me non sembra un quadro tale da prefigurare una deriva autoritaria o una violenza nei confronti della cittadinanza.. capisco che la pensiate diversamente ma siete davvero una minoranza dei cittadini.
 

Andris

Senior Member
Scusami ma questa è una narrazione della storia, poi c'è anche l'altra... ora ti faccio una domanda, tu non reputi accettabile la situazione per i tuoi sacrosanti motivi ok e così altri come te, non so quantificare esattamente quante persone ma presumiamo stando larghi un 20% della popolazione siano pressochè del tuo parere.. ora il restante 80% o 70 se preferisci della popolazione non trova accettabile che in piena pandemia ci si rifiuti di vaccinarsi, rischiando di far collassare nuovamente il sistema sanitario con tutti i costi economici e disagi reali per gli utenti che ricadono sulla collettività... da questo punto di vista chi sta spostando a oltranza il limite è chi non vuole vaccinarsi.. quindi che si fa? A me non sembra un quadro tale da prefigurare una deriva autoritaria o una violenza nei confronti della cittadinanza.. capisco che la pensiate diversamente ma siete davvero una minoranza dei cittadini.
quindi, seguendo il tuo ragionamento, nei paesi in cui si sono vaccinati pochi allora la maggioranza non vaccinata ha diritto a pressarli e farli sentire come estranei al vivere comunitario.
non è che poi dici che nei paesi dove si vaccinano per esempio 10-20-30% questi sono gli illuminati e gli altri i ciechi.
e non sto parlando dei paesi dove sono pochi perchè mancano i vaccini

che si fa ?
si lasciano le persone libere di scegliere senza pressarle continuamente.
ognuno saprà come agire in base alla sua condizione di vita, semplicissimo, e le conseguenze saranno frutto della scelta libera delle persone ergo accettate più serenamente non imposte dalla politica.
scelta libera che presuppone adeguata informazione

quella percentuale che citi dovrebbe prima domandarsi perchè mettere tutti quei miliardi sul vaccino e non sulla cura, non limitarsi a prendere ciò che viene loro offerto.
le malattie non si evitano solamente, si curano con i farmaci perchè succede di prenderle per i motivi più disparati.
i medici che non sanno curare sono come i pornoattori che non hanno erezioni, inutili
 

Raryof

Senior Member
Più passano i mesi e più si accetta incondizionatamente che l'asticella si alzi sempre di più.
E sono anche contenti :facepalm:
Comunque sono cose previste da mesi, non pensate 3 giorni fa.. vanno avanti seguendo delle date e anche senza il supporto dei dati stanno "sperimentando" alcune nuove e "bizzarre" privazioni di libertà personale, è un virus stagionale ma gli strumenti sono per sempre, poi la logica dice che col supporto della stagione e delle festività sarà sempre abbastanza semplice fare dei calcoli e rimandare ogni cosa per il bene di nessuno, purtroppo si creerà il precedente, i fessi capiranno che quando arriva dicembre si va ko e bisogna salvare il Natale, novembre diventa il mese in preparazione di questo, il nemico è sempre lo stesso e la maggior parte delle persone accetterà di essere perennemente controllato senza poter stabilire, secondo le sue intenzioni personali se fare, se pensare da adulto e non da vecchio da salvare, o come cittadino incapace di potersi registrare in questo nuovo mondo eslusivo, purtroppo questi precedenti faranno male, la società è stata plasmata, nei paesi come l'Italietta è stato più semplice perché molta gente è ignorante, tantissimi i vecchi, le piccole imprese vanno avanti allo sbaraglio e si vedono privati della stagione invernale, vengono uccisi, per il bene della scienza e perché secondo qualcuno dobbiamo avere dati migliori di altri per permettere a questo 75 enne banchiere con la faccia di un satanista di andare a fare il presidente della R. dopo aver distrutto l'Italia per l'ennesima volta, nel nome del dio siero che ha salvato vecchi senza futuro per cambiare totalmente l'immagine della politica che è diventata predominante e che si è dimostrata niente popodimeno che la mano armata di chi ha l'interesse a tenere come ostaggi quelli che sono consumatori ma anche persone con attività, magari piccole, che non possono più esistere, siamo in un mondo globalizzato non c'è più spazio per le piccole attività, non c'è più molto spazio per l'Italietta, non c'è margine di manovra, le persone devono essere smussate in una certa maniera in modo che possano sentirsi, nuovamente, europei e non italiani, parte di un qualcosa che ci controlla, mi fa ridere il fesso vecchietto banchiere quando parla di migranti, questi sbarcano in ITALIA ma lui dice che l'UE dovrebbe intervenire, perché non è più Italia, è un paese finito che dovrà perdere non solo i propri principi su cui si è fondato il paese ma pure tutto il resto, cultura, tradizioni, non c'è più sagra che non abbia bisogno dell'ok scientifico (per le ATP finals a Torino chiedevano di aumentare la capienza del 7,5%... ditemi voi), è tutto telecomandato da comitati, chi da quello scientifico chi da quello europeo, siamo già sotto green pass "europeo" da un pezzo ma per il piacere di altri, il cittadino deve consumare, essere tecnlogico, o così o morte, il telefonino quando è rotto va cambiato, se il cittadino non è vaccinato va cambiato o ucciso, o aggiustato, se non vuole si può sempre spegnere.
La cosa che fa più paura è che la politica ha svoltato, ha cambiato marcia, ha inglobato tutto, degli asini che si sono mangiati un buon 80% di popolazione infarcita di melma nella testa da quasi 2 anni gli sono andati dietro volenti o nolenti, loro eseguono gli ordini e si spingeranno oltre i limiti perché non c'è pezza, la vita è ora, gli interessi pure, la gente è stupida e si farà fare di tutto pur di prendersela con qualcosa e stare comunque al gioco, perché c'è la paura, c'è l'incoscienza di doversi sentire a posto, protetto, senza nemmeno il desiderio di informarsi o capire, è tutto fatto di fretta come la fase 3 di Pfizer, chissene degli effetti collaterali o se certe fasce di età non avrebbero rischiato la morte nemmeno se buttati nell'acido, si deve marciare per ampliare la questione, perché sarebbe stato ridicolo vaccinare solamente chi era più a rischio, gente che lo stato vuol far crepare il prima possibile, bisognava andare oltre per distruggere proprio tutto, per terrorizzare, per prendere una strada e percorrerla a 300 all'ora, cinquantenni trentenni bimbetti, nessuno si sarebbe salvato, perché questi virus dureranno a vita e sarebbe stato stupido fare business mettendo in sicurezza solamente i vecchi, agli inizi sì, ma poi si doveva andare oltre e arrivare ad una situazione di sblocco mentale in cui non solo si esibiscono finti obblighi e minacce tanto tanto europee ma si aspetta pure la mazzata per darle quindi l'ufficialità, ormai per rendere ufficiale qualcosa basta la chiacchiera, due media ne parlano ed è partito tutto, poi si discute e si esegue, fine, con questo nuovo meccanismo di fare in cui il popolo è semplicemente succube passerà qualsiasi altra cosa, sempre a seconda del tempo fuori, delle feste, delle stagioni, non c'è scampo, fa ridere che nessuno contesti e non voglia capire il marcio che c'è dietro, perché il sieretto inutile è l'ultimo dei problemi, è lo strumento che viene portato avanti il vero problema e col virus non c'entra nulla; un grosso calcio nel culo pure ai lobotomizzati dei media che rendono "generiche" certe decisioni, quasi giuste, come dire, stretta su questo stretta su quello e vai col titolone, ma arriverà anche la vostra ora, marmaglia lercia.
 

Clarenzio

Senior Member
Il governo al lavoro per escludere le persone non vaccinate dai luoghi di ritrovo come palestre, cinema, teatri, bar (permesso solo andare al bancone, pare) e ristoranti.

L'ala rigorista dai soliti PD e Speranza vede aggiungersi anche FI, probabilmente anche IV, vorrebbe anche in zona bianca le discriminazioni verso i non vaccinati.
Dunque non conta la situazione sanitaria, bisogna penalizzare a prescindere.

I restanti invece vogliono legarlo al cambio di colori, quindi almeno da zona gialla.

I governatori del Nord premono per la salvare la stagione invernale dello sci che porta molto introiti.
Chiedono persino controlli alle frontiere, ma questo è un problema europeo e il governo non può muoversi autonomamente

Allo studio altre ipotesi come il calo della durata dei tamponi e l'obbligo vaccinale per altre categorie del lavoro pubblico (militari, forze dell'ordine, insegnanti)


Repubblica
Al di là della questione politica, non si sta sottolineando la stupidità di questo provvedimento dal punto di vista scientifico (nessuna base, anche solo statistica, a supporto dell'introduzione del super green pass) e più in generale a livello gestionale (il rischio di ritrovarci con i centri vaccinali stracolmi in concomitanza delle vacanze estive).
La maggior parte dei vaccinati relativamente a rischio dai 30 a 50 anni, ha concluso il primo ciclo vaccinale tra fine agosto ed inizio settembre ottenendo un green pass che scadrebbe a fine maggio/giugno. Ora, qualcuno mi potrebbe spiegare la necessità di obbligare queste persone a fare un richiamo entro la prossima estate (tarda primavera) quando il virus starà verosimilmente andando in letargo? Un richiamo prima di entrare in una stagione che rende il covid più inoffensivo di qualsiasi palliativo medico a che pro?
 
Alto
head>
AdBlock Detected

We get it, advertisements are annoying!

Sure, ad-blocking software does a great job at blocking ads, but it also blocks useful features of our website. For the best site experience please disable your AdBlocker.

I've Disabled AdBlock    No Thanks