FPF: i cambiamenti temporanei per l'emergenza Covid.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
160,267
Reaction score
10,632
La Uefa nella mattinata odierna ha introdotto dei cambiamenti temporanei al Fair Play Finanziario. Ecco il comunicato diffuso dalla stessa Uefa, sulle nuove misure che mirano a:

• garantire flessibilità e assicurare allo stesso tempo che i club continuino ad adempiere puntualmente ai loro obblighi riguardanti trasferimenti e stipendi;
• dare ai club più tempo per quantificare e contabilizzare le perdite di fatturato non previste;
• neutralizzare l'impatto negativo della pandemia consentendo ai club di adeguare il calcolo del pareggio di bilancio per le mancate entrate registrate nel 2020 e nel 2021, proteggendo allo stesso tempo il sistema da potenziali abusi;
• garantire la parità di trattamento dei club in cui l'impatto del COVID-19 possa aver influito in più periodi di rendicontazione a causa di scadenze fiscali diverse e diversi calendari dei campionati nazionali;
• affrontare il problema attuale della carenza di entrate dovuta all'emergenza COVID-19 e non a una cattiva gestione finanziaria;
• mantenere lo spirito e l'intento del fair play finanziario per la sostenibilità a lungo termine del calcio.

I punti chiave coperti dall'integrazione riguardano:

Debiti scaduti – valido per la stagione 2020/21
• tutte le società che partecipano alle competizioni UEFA devono dimostrare entro il 31 luglio (invece del 30 giugno) e il 30 settembre di non avere debiti scaduti per trasferimenti, dipendenti ed enti socio-fiscali legati a pagamenti da liquidare rispettivamente al 30 giugno e al 30 settembre;
• tutti i club che partecipano alle competizioni UEFA devono comunicare le informazioni relative ai movimenti per i trasferimenti al 30 giugno e al 30 settembre, in modo da consentire la verifica incrociata tra le informazioni e i debiti di altri club.

Regola di pareggio di bilancio – valido per la stagione 2020/21 e 2021/22
• la valutazione dell'esercizio 2020 è rinviata di una stagione e sarà valutata insieme all'esercizio finanziario 2021;
• il periodo di monitoraggio 2020/2021 è ridotto e copre solo due periodi di rendicontazione (esercizi finanziari che terminano nel 2018 e nel 2019);
• il periodo di monitoraggio 2021/2022 è esteso e copre quattro periodi di rendicontazione (esercizi finanziari che terminano nel 2018-2019-2020 e 2021). • gli esercizi finanziari 2020 e 2021 sono valutati come un unico periodo;
• l'impatto negativo della pandemia viene neutralizzato facendo la media del deficit combinato del 2020 e del 2021, nonché consentendo ulteriori aggiustamenti specifici legati al COVID-19.

Finestra di mercato sincronizzata
Il termine ultimo per la registrazione dei giocatori alla fase a gironi delle competizioni per club UEFA 2020/21 è stato fissato al 6 ottobre 2020. Di conseguenza, il Comitato Esecutivo UEFA ha invitato tutte le federazioni affiliate ad adottare una data finale compatibile per la prossima finestra di trasferimento estiva, con questa data fissata al 5 ottobre 2020.
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
46,151
Reaction score
11,835
La Uefa nella mattinata odierna ha introdotto dei cambiamenti temporanei al Fair Play Finanziario. Ecco il comunicato diffuso dalla stessa Uefa, sulle nuove misure che mirano a:

• garantire flessibilità e assicurare allo stesso tempo che i club continuino ad adempiere puntualmente ai loro obblighi riguardanti trasferimenti e stipendi;
• dare ai club più tempo per quantificare e contabilizzare le perdite di fatturato non previste;
• neutralizzare l'impatto negativo della pandemia consentendo ai club di adeguare il calcolo del pareggio di bilancio per le mancate entrate registrate nel 2020 e nel 2021, proteggendo allo stesso tempo il sistema da potenziali abusi;
• garantire la parità di trattamento dei club in cui l'impatto del COVID-19 possa aver influito in più periodi di rendicontazione a causa di scadenze fiscali diverse e diversi calendari dei campionati nazionali;
• affrontare il problema attuale della carenza di entrate dovuta all'emergenza COVID-19 e non a una cattiva gestione finanziaria;
• mantenere lo spirito e l'intento del fair play finanziario per la sostenibilità a lungo termine del calcio.

I punti chiave coperti dall'integrazione riguardano:

Debiti scaduti – valido per la stagione 2020/21
• tutte le società che partecipano alle competizioni UEFA devono dimostrare entro il 31 luglio (invece del 30 giugno) e il 30 settembre di non avere debiti scaduti per trasferimenti, dipendenti ed enti socio-fiscali legati a pagamenti da liquidare rispettivamente al 30 giugno e al 30 settembre;
• tutti i club che partecipano alle competizioni UEFA devono comunicare le informazioni relative ai movimenti per i trasferimenti al 30 giugno e al 30 settembre, in modo da consentire la verifica incrociata tra le informazioni e i debiti di altri club.

Regola di pareggio di bilancio – valido per la stagione 2020/21 e 2021/22
• la valutazione dell'esercizio 2020 è rinviata di una stagione e sarà valutata insieme all'esercizio finanziario 2021;
• il periodo di monitoraggio 2020/2021 è ridotto e copre solo due periodi di rendicontazione (esercizi finanziari che terminano nel 2018 e nel 2019);
• il periodo di monitoraggio 2021/2022 è esteso e copre quattro periodi di rendicontazione (esercizi finanziari che terminano nel 2018-2019-2020 e 2021). • gli esercizi finanziari 2020 e 2021 sono valutati come un unico periodo;
• l'impatto negativo della pandemia viene neutralizzato facendo la media del deficit combinato del 2020 e del 2021, nonché consentendo ulteriori aggiustamenti specifici legati al COVID-19.

Finestra di mercato sincronizzata
Il termine ultimo per la registrazione dei giocatori alla fase a gironi delle competizioni per club UEFA 2020/21 è stato fissato al 6 ottobre 2020. Di conseguenza, il Comitato Esecutivo UEFA ha invitato tutte le federazioni affiliate ad adottare una data finale compatibile per la prossima finestra di trasferimento estiva, con questa data fissata al 5 ottobre 2020.

I ragionieri si devono aggiornare.
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
46,151
Reaction score
11,835
Che ansia il "tifoso ragioniere".

Secondo me seguono il calcio con lo stesso interesse col quale io in estate in spiaggia mi gusto con un ghiacciolo in mano i tornei femminili di beach volley.
Si scherza ovviamente.
Se hanno messo ragioneria dentro al calcio ovviamente l'offerta aumenta.
 

Mika

Senior Member
Registrato
29 Aprile 2017
Messaggi
10,209
Reaction score
3,135
La Uefa nella mattinata odierna ha introdotto dei cambiamenti temporanei al Fair Play Finanziario. Ecco il comunicato diffuso dalla stessa Uefa, sulle nuove misure che mirano a:

• garantire flessibilità e assicurare allo stesso tempo che i club continuino ad adempiere puntualmente ai loro obblighi riguardanti trasferimenti e stipendi;
• dare ai club più tempo per quantificare e contabilizzare le perdite di fatturato non previste;
• neutralizzare l'impatto negativo della pandemia consentendo ai club di adeguare il calcolo del pareggio di bilancio per le mancate entrate registrate nel 2020 e nel 2021, proteggendo allo stesso tempo il sistema da potenziali abusi;
• garantire la parità di trattamento dei club in cui l'impatto del COVID-19 possa aver influito in più periodi di rendicontazione a causa di scadenze fiscali diverse e diversi calendari dei campionati nazionali;
• affrontare il problema attuale della carenza di entrate dovuta all'emergenza COVID-19 e non a una cattiva gestione finanziaria;
• mantenere lo spirito e l'intento del fair play finanziario per la sostenibilità a lungo termine del calcio.

I punti chiave coperti dall'integrazione riguardano:

Debiti scaduti – valido per la stagione 2020/21
• tutte le società che partecipano alle competizioni UEFA devono dimostrare entro il 31 luglio (invece del 30 giugno) e il 30 settembre di non avere debiti scaduti per trasferimenti, dipendenti ed enti socio-fiscali legati a pagamenti da liquidare rispettivamente al 30 giugno e al 30 settembre;
• tutti i club che partecipano alle competizioni UEFA devono comunicare le informazioni relative ai movimenti per i trasferimenti al 30 giugno e al 30 settembre, in modo da consentire la verifica incrociata tra le informazioni e i debiti di altri club.

Regola di pareggio di bilancio – valido per la stagione 2020/21 e 2021/22
• la valutazione dell'esercizio 2020 è rinviata di una stagione e sarà valutata insieme all'esercizio finanziario 2021;
• il periodo di monitoraggio 2020/2021 è ridotto e copre solo due periodi di rendicontazione (esercizi finanziari che terminano nel 2018 e nel 2019);
• il periodo di monitoraggio 2021/2022 è esteso e copre quattro periodi di rendicontazione (esercizi finanziari che terminano nel 2018-2019-2020 e 2021). • gli esercizi finanziari 2020 e 2021 sono valutati come un unico periodo;
• l'impatto negativo della pandemia viene neutralizzato facendo la media del deficit combinato del 2020 e del 2021, nonché consentendo ulteriori aggiustamenti specifici legati al COVID-19.

Finestra di mercato sincronizzata
Il termine ultimo per la registrazione dei giocatori alla fase a gironi delle competizioni per club UEFA 2020/21 è stato fissato al 6 ottobre 2020. Di conseguenza, il Comitato Esecutivo UEFA ha invitato tutte le federazioni affiliate ad adottare una data finale compatibile per la prossima finestra di trasferimento estiva, con questa data fissata al 5 ottobre 2020.

Non ho capito una mazza di quello che c'è scritto qui. Mi mancano gli anni 80 dove il proprietario di un Club se voleva buttare soldi poteva farlo benissimo. Che comunque fanno sta porcata del FPF per "dare la possibilità a tutti di competere" e poi i campioni li possono prendere solo le solite 4/5 squadre che poi si giocano sempre loro la CL. Invece per evitare che un procuratore chieda 5 milioni di commissione per un ventenne (Koussie) non fanno nulla.
 
Alto
head>