Emilia e Campania: sì ad allenamenti dal 4 maggio.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
159,959
Reaction score
10,463
Tramite le rispettive ordinanze regionali, Emilia Romagna e Campania hanno detto alla riapertura dei centri sportivi, e quindi alla ripresa degli allenamenti individuali, dal prossimo 4 maggio. Se il Governo non bloccherà le medesime ordinanze, dunque, Parma, Spal, Bologna, Sassuolo e Napoli potranno tornare ad allenarsi.
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
46,083
Reaction score
11,771
Tramite le rispettive ordinanze regionali, Emilia Romagna e Campania hanno detto alla riapertura dei centri sportivi, e quindi alla ripresa degli allenamenti individuali, dal prossimo 4 maggio. Se il Governo non bloccherà le medesime ordinanze, dunque, Parma, Spal, Bologna, Sassuolo e Napoli potranno tornare ad allenarsi.

Veramente se non ho capito male la regioni non possono prendere decisioni in autonomia che sconfessano il protocollo scientifico su base nazionale.
Bisogna partire da quelle ordinanze e vigilare per capire se tutto sta filando liscio ma non si possono fare passi in avanti o che vanno in netto contrasto con gli step nazionali.
I sindaci pare abbiano semmai potere in fase di chiusura ma molto meno con le aperture.
In calabria per lo meno è successo questo : la Santelli aveva deciso di aprire bar, ristoranti e pizzerie e Conte ha dichiarato non idoneo quel decreto a tal punto che ora regna la confusione.
Incidente diplomatico che sarebbe stato meglio evitare.

Vedremo in questo caso cosa accadrà, il protocollo per ora prevedeva solo allenamenti individuali ma non nei centri sportivi , che poi era quello che chiedeva la serie A per una parziale ripartenza.
 

Jino

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
51,829
Reaction score
1,274
Veramente se non ho capito male la regioni non possono prendere decisioni in autonomia che sconfessano il protocollo scientifico su base nazionale.
Bisogna partire da quelle ordinanze e vigilare per capire se tutto sta filando liscio ma non si possono fare passi in avanti o che vanno in netto contrasto con gli step nazionali.
I sindaci pare abbiano semmai potere in fase di chiusura ma molto meno con le aperture.
In calabria per lo meno è successo questo : la Santelli aveva deciso di aprire bar, ristoranti e pizzerie e Conte ha dichiarato non idoneo quel decreto a tal punto che ora regna la confusione.
Incidente diplomatico che sarebbe stato meglio evitare.

Vedremo in questo caso cosa accadrà, il protocollo per ora prevedeva solo allenamenti individuali ma non nei centri sportivi , che poi era quello che chiedeva la serie A per una parziale ripartenza.

La serie A chiede di aprire i centri sportivi per allenamenti individuali. Che si possono però fare all'aperto ma non al chiuso. In soldoni, i calciatori si possono allenare in un prato, ma non possono entrare in un centro sportivo anche solo per cambiarsi.
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
46,083
Reaction score
11,771
La serie A chiede di aprire i centri sportivi per allenamenti individuali. Che si possono però fare all'aperto ma non al chiuso. In soldoni, i calciatori si possono allenare in un prato, ma non possono entrare in un centro sportivo anche solo per cambiarsi.

Esatto.
Sembra un passaggio banale ma non lo è : se il fine è allenarsi comunque da soli allora ti alleni da solo ma senza aprire un centro sportivo, pratica questa che inevitabilmente porta più persone a muoversi, aggregarsi, incrociarsi.
 

Jino

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
51,829
Reaction score
1,274
Esatto.
Sembra un passaggio banale ma non lo è : se il fine è allenarsi comunque da soli allora ti alleni da solo ma senza aprire un centro sportivo, pratica questa che inevitabilmente porta più persone a muoversi, aggregarsi, incrociarsi.

Però un club a questo punto dice, un mio tesserato corre più rischi ad uscire di casa per andare a correre nel parco piuttosto che dentro al nostro centro blindato dove è tutto sotto controllo. E non gli si può dare torto... ad ogni modo, la situazione sta diventando grottesca.
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
46,083
Reaction score
11,771
Però un club a questo punto dice, un mio tesserato corre più rischi ad uscire di casa per andare a correre nel parco piuttosto che dentro al nostro centro blindato dove è tutto sotto controllo. E non gli si può dare torto... ad ogni modo, la situazione sta diventando grottesca.

Non è grottesca, è coerente.
Credo sia lo stesso trattamento riservato per le società di atletica solo che i calciatori pensano che al mondo esistono solo loro.

In serie B, C e via a scendere certe strutture nemmeno le hanno per rispettare dei protocolli ma la serie A se ne sbatte altamente.
Ora siamo nella fase degli sport individuali e degli allenamenti individuali, se ne facciano una ragione.
Al limite possono sfidarsi da casa in gare di palleggi, questo passa in convento.
 
Alto
head>