Donnarumma, la mental coach:"I fischi di San Siro...".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,079
Reaction score
29,205
La mental coach di Donnarumma alla GDS:"Lui è legatissimo al Milan e a Milano, quindi io sapevo che sarebbe stata una grande sofferenza questa reazione da parte di quelli che sono stati i suoi tifosi per sei anni. Quello che feci capire a Gigio prima della partita di Milano è che tanto più quei tifosi sarebbero stati arrabbiati, tanto più avrebbe voluto dire che gli volevano bene. Era la reazione di chi si era sentito tradito. Gli dissi di prendersi il suo pezzo di responsabilità rispetto a questo e di accogliere quella reazione. Questo ha cambiato completamente la sua percezione, in quella situazione“.

Le parole di Donnarumma:"Buffon? La nostra è un'amicizia vera. Gigi non ha invidia, anche quando ero il suo vice mi dava suggerimenti e mi ha spinto a crescere. L'ho sempre preso a modello. Ho ammirato la tecnica, lo stare in porta, la tranquillità che aveva. Una cosa importante per un portiere è il non farsi sovraccaricare dalle emozioni. Anche quando ero nel settore giovanile del Milan e facevo il raccattapalle a San Siro mi mettevo sempre dietro la sua porta".


"Le critiche? Che la gente parli è un diritto, ma non può essere un parere a definire il valore di un portiere. Io resto tranquillo. Anche, soprattutto, dagli errori si migliora. Ho imparato a gestire gli sbagli e anche i successi dalla mia mental coach Nicoletta Romanazzi. La ringrazio perché mi aiuta a restare concentrato su me stesso e non pensare agli elementi esterni. Non è una debolezza chiedere aiuto, al contrario rende più forti. Il ruolo del portiere è uno dei più difficili, ma anche il più bello. Uno dei miei punti di forza è rimanere concentrato nonostante qualche errore, se ci pensi su sei morto".


Altre news di giornata:


—)
Donnarumma, la mental coach:"I fischi di San Siro...".


—) Sacchi:"Milan - Roma: chi passa? Cosa conterà...".


—) Milan: 15,2 mln agli agenti. Inter in testa.


—) Milan: Theo talismano. Quando non c'è sono guai.


—) Milan: a Firenze per blindare la CL. La formazione.


—) Milan: 100 mln per Theo, Maignan, Calabria Adli e co


—) Milan: Fofana, Zirkzee e Adarabioyo o Brassier.
 

Djici

Senior Member
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
27,366
Reaction score
6,771
La mental coach di Donnarumma alla GDS:"Lui è legatissimo al Milan e a Milano, quindi io sapevo che sarebbe stata una grande sofferenza questa reazione da parte di quelli che sono stati i suoi tifosi per sei anni. Quello che feci capire a Gigio prima della partita di Milano è che tanto più quei tifosi sarebbero stati arrabbiati, tanto più avrebbe voluto dire che gli volevano bene. Era la reazione di chi si era sentito tradito. Gli dissi di prendersi il suo pezzo di responsabilità rispetto a questo e di accogliere quella reazione. Questo ha cambiato completamente la sua percezione, in quella situazione“.

Le parole di Donnarumma:"Buffon? La nostra è un'amicizia vera. Gigi non ha invidia, anche quando ero il suo vice mi dava suggerimenti e mi ha spinto a crescere. L'ho sempre preso a modello. Ho ammirato la tecnica, lo stare in porta, la tranquillità che aveva. Una cosa importante per un portiere è il non farsi sovraccaricare dalle emozioni. Anche quando ero nel settore giovanile del Milan e facevo il raccattapalle a San Siro mi mettevo sempre dietro la sua porta".


"Le critiche? Che la gente parli è un diritto, ma non può essere un parere a definire il valore di un portiere. Io resto tranquillo. Anche, soprattutto, dagli errori si migliora. Ho imparato a gestire gli sbagli e anche i successi dalla mia mental coach Nicoletta Romanazzi. La ringrazio perché mi aiuta a restare concentrato su me stesso e non pensare agli elementi esterni. Non è una debolezza chiedere aiuto, al contrario rende più forti. Il ruolo del portiere è uno dei più difficili, ma anche il più bello. Uno dei miei punti di forza è rimanere concentrato nonostante qualche errore, se ci pensi su sei morto".

01hdgb3yx1ynhj8414n8.jpg

Pure la mental coach gli ha detto che e un tradimento.
Più di così...
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
60,487
Reaction score
26,301
La mental coach di Donnarumma alla GDS:"Lui è legatissimo al Milan e a Milano, quindi io sapevo che sarebbe stata una grande sofferenza questa reazione da parte di quelli che sono stati i suoi tifosi per sei anni. Quello che feci capire a Gigio prima della partita di Milano è che tanto più quei tifosi sarebbero stati arrabbiati, tanto più avrebbe voluto dire che gli volevano bene. Era la reazione di chi si era sentito tradito. Gli dissi di prendersi il suo pezzo di responsabilità rispetto a questo e di accogliere quella reazione. Questo ha cambiato completamente la sua percezione, in quella situazione“.

Le parole di Donnarumma:"Buffon? La nostra è un'amicizia vera. Gigi non ha invidia, anche quando ero il suo vice mi dava suggerimenti e mi ha spinto a crescere. L'ho sempre preso a modello. Ho ammirato la tecnica, lo stare in porta, la tranquillità che aveva. Una cosa importante per un portiere è il non farsi sovraccaricare dalle emozioni. Anche quando ero nel settore giovanile del Milan e facevo il raccattapalle a San Siro mi mettevo sempre dietro la sua porta".


"Le critiche? Che la gente parli è un diritto, ma non può essere un parere a definire il valore di un portiere. Io resto tranquillo. Anche, soprattutto, dagli errori si migliora. Ho imparato a gestire gli sbagli e anche i successi dalla mia mental coach Nicoletta Romanazzi. La ringrazio perché mi aiuta a restare concentrato su me stesso e non pensare agli elementi esterni. Non è una debolezza chiedere aiuto, al contrario rende più forti. Il ruolo del portiere è uno dei più difficili, ma anche il più bello. Uno dei miei punti di forza è rimanere concentrato nonostante qualche errore, se ci pensi su sei morto".


Altre news di giornata:


—)
Donnarumma, la mental coach:"I fischi di San Siro...".


—) Sacchi:"Milan - Roma: chi passa? Cosa conterà...".


—) Milan: 15,2 mln agli agenti. Inter in testa.


—) Milan: Theo talismano. Quando non c'è sono guai.


—) Milan: a Firenze per blindare la CL. La formazione.


—) Milan: 100 mln per Theo, Maignan, Calabria Adli e co


—) Milan: Fofana, Zirkzee e Adarabioyo o Brassier.
Gentaglia.
Non nominate più il milan.
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
21,317
Reaction score
16,234
La mental coach di Donnarumma alla GDS:"Lui è legatissimo al Milan e a Milano, quindi io sapevo che sarebbe stata una grande sofferenza questa reazione da parte di quelli che sono stati i suoi tifosi per sei anni. Quello che feci capire a Gigio prima della partita di Milano è che tanto più quei tifosi sarebbero stati arrabbiati, tanto più avrebbe voluto dire che gli volevano bene.

Fantastica. Grande trollata.

Il fesso ci crederà pure, purtroppo, avendo un cervellino da tre neuroni al massimo.

Hai capito, c'ha bisogno della "mental cocce", il mentecatto che ha stravinto di tutto e di più al Piesgè.
 

sampapot

Junior Member
Registrato
17 Agosto 2019
Messaggi
3,406
Reaction score
667
toh....ha scoperto l'acqua calda!! spero che marcisca (calcisticamente parlando) dove si trova
 
Alto
head>