Dallera:"Cardinale, il momento delle decisioni è arrivato".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,193
Reaction score
29,278
Daniele Dallera dal CorSera in edicola:"La Roma ha risolto ogni problema a suo tempo affidando la squadra a De Rossi. Non è stato facile smontare il totem Mourinho, ma non c’è dubbio che De Rossi, oltre a dare un nuovo volto tattico e tecnico alla Roma, ha reso tutti più sereni, regalando certezze e cancellando ogni isteria, condizione questa troppo frequente, persino contagiosa, con il vate portoghese, apparso ormai prigioniero del suo personaggio. Il Milan non ha cambiato allenatore, ha dato fiducia a Stefano Pioli, anche quando tirava un’aria pessima (il ritornello festoso «Pioli is on fire» con scarsa fantasia era cambiato in «Pioli is fired»: licenziato) e ha fatto bene: il secondo posto, seppur lontano anni luce dal primato presto tricolore dell’Inter, il sorpasso sulla Juve hanno dato ragione alla dirigenza del Milan. Ma adesso ci risiamo, l’eliminazione dall’Europa League, la doppia sconfitta con la Roma, riaprono sicuramente una ferita e danno fiato all’opposizione, come sempre più rumorosa di chi governa. I toni alti spesso creano confusione e questo invece è il momento della riflessione, di costruire un’idea, che guardi al futuro, non quello immediato, non certo quindi a lunedì, quando si giocherà un derby che per l’Inter potrebbe anche voler dire festa grande, scudetto, seconda stella. Meglio che il Milan non ci pensi, non sono affari suoi, il tricolore dell’Inter arriverà, è scontato, se non sarà lunedì, basterà aspettare. Per il Milan c’è una Champions da difendere, da rilanciare, generosa, la prossima stagione con 5 squadre italiane, uno stato di grazia europeo che deve essere riconoscente anche all’Atalanta (e Fiorentina) capace di domare il Liverpool. Ma c’è bisogno di un Milan che sappia prendere decisioni illuminate, vediamo se radicali, il momento è arrivato: spazio a Cardinale, Scaroni, Furlani e Ibra".
 

Brotherhedo

Well-known member
Registrato
6 Marzo 2020
Messaggi
529
Reaction score
1,278
illuminanti le ultime parole: "Ma c’è bisogno di un Milan che sappia prendere decisioni illuminate, vediamo se radicali, il momento è arrivato: spazio a Cardinale, Scaroni, Furlani e Ibra"

Direi che sanciscano la fine di tutto, la fine di ogni speranza, rimanendo con questo assetto societario e proprieta`.

Come dico spesso, siamo arrivati a questo punto con solo 18 mesi di operato del dream team (gellato+mummia+team integrato).
Pensate lasciando carta bianca a questi criminali per un'altra stagione, a che punto arriveremo a Maggio 2025 (anche se gia` da Ottobre/Novembre 2024 vedremo come il fallimento, ennesimo, sara` totale).

Ma tanto vabbe`, abbiamo il cash flow positivo, e poi non serve piu` arrivare quarti, basta essere quinti :bandiera:
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,193
Reaction score
29,278
illuminanti le ultime parole: "Ma c’è bisogno di un Milan che sappia prendere decisioni illuminate, vediamo se radicali, il momento è arrivato: spazio a Cardinale, Scaroni, Furlani e Ibra"

Direi che sanciscano la fine di tutto, la fine di ogni speranza, rimanendo con questo assetto societario e proprieta`.

Come dico spesso, siamo arrivati a questo punto con solo 18 mesi di operato del dream team (gellato+mummia+team integrato).
Pensate lasciando carta bianca a questi criminali per un'altra stagione, a che punto arriveremo a Maggio 2025 (anche se gia` da Ottobre/Novembre 2024 vedremo come il fallimento, ennesimo, sara` totale).

Ma tanto vabbe`, abbiamo il cash flow positivo, e poi non serve piu` arrivare quarti, basta essere quinti :bandiera:

Scaroni. LOL

Continuano pure a nominarlo quel pupazzo. Ieri a che ora si sarà addormentato? Alle 21:02?
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,193
Reaction score
29,278
Daniele Dallera dal CorSera in edicola:"La Roma ha risolto ogni problema a suo tempo affidando la squadra a De Rossi. Non è stato facile smontare il totem Mourinho, ma non c’è dubbio che De Rossi, oltre a dare un nuovo volto tattico e tecnico alla Roma, ha reso tutti più sereni, regalando certezze e cancellando ogni isteria, condizione questa troppo frequente, persino contagiosa, con il vate portoghese, apparso ormai prigioniero del suo personaggio. Il Milan non ha cambiato allenatore, ha dato fiducia a Stefano Pioli, anche quando tirava un’aria pessima (il ritornello festoso «Pioli is on fire» con scarsa fantasia era cambiato in «Pioli is fired»: licenziato) e ha fatto bene: il secondo posto, seppur lontano anni luce dal primato presto tricolore dell’Inter, il sorpasso sulla Juve hanno dato ragione alla dirigenza del Milan. Ma adesso ci risiamo, l’eliminazione dall’Europa League, la doppia sconfitta con la Roma, riaprono sicuramente una ferita e danno fiato all’opposizione, come sempre più rumorosa di chi governa. I toni alti spesso creano confusione e questo invece è il momento della riflessione, di costruire un’idea, che guardi al futuro, non quello immediato, non certo quindi a lunedì, quando si giocherà un derby che per l’Inter potrebbe anche voler dire festa grande, scudetto, seconda stella. Meglio che il Milan non ci pensi, non sono affari suoi, il tricolore dell’Inter arriverà, è scontato, se non sarà lunedì, basterà aspettare. Per il Milan c’è una Champions da difendere, da rilanciare, generosa, la prossima stagione con 5 squadre italiane, uno stato di grazia europeo che deve essere riconoscente anche all’Atalanta (e Fiorentina) capace di domare il Liverpool. Ma c’è bisogno di un Milan che sappia prendere decisioni illuminate, vediamo se radicali, il momento è arrivato: spazio a Cardinale, Scaroni, Furlani e Ibra".
.
 

Davide L

Junior Member
Registrato
24 Maggio 2018
Messaggi
552
Reaction score
75
Daniele Dallera dal CorSera in edicola:"La Roma ha risolto ogni problema a suo tempo affidando la squadra a De Rossi. Non è stato facile smontare il totem Mourinho, ma non c’è dubbio che De Rossi, oltre a dare un nuovo volto tattico e tecnico alla Roma, ha reso tutti più sereni, regalando certezze e cancellando ogni isteria, condizione questa troppo frequente, persino contagiosa, con il vate portoghese, apparso ormai prigioniero del suo personaggio. Il Milan non ha cambiato allenatore, ha dato fiducia a Stefano Pioli, anche quando tirava un’aria pessima (il ritornello festoso «Pioli is on fire» con scarsa fantasia era cambiato in «Pioli is fired»: licenziato) e ha fatto bene: il secondo posto, seppur lontano anni luce dal primato presto tricolore dell’Inter, il sorpasso sulla Juve hanno dato ragione alla dirigenza del Milan. Ma adesso ci risiamo, l’eliminazione dall’Europa League, la doppia sconfitta con la Roma, riaprono sicuramente una ferita e danno fiato all’opposizione, come sempre più rumorosa di chi governa. I toni alti spesso creano confusione e questo invece è il momento della riflessione, di costruire un’idea, che guardi al futuro, non quello immediato, non certo quindi a lunedì, quando si giocherà un derby che per l’Inter potrebbe anche voler dire festa grande, scudetto, seconda stella. Meglio che il Milan non ci pensi, non sono affari suoi, il tricolore dell’Inter arriverà, è scontato, se non sarà lunedì, basterà aspettare. Per il Milan c’è una Champions da difendere, da rilanciare, generosa, la prossima stagione con 5 squadre italiane, uno stato di grazia europeo che deve essere riconoscente anche all’Atalanta (e Fiorentina) capace di domare il Liverpool. Ma c’è bisogno di un Milan che sappia prendere decisioni illuminate, vediamo se radicali, il momento è arrivato: spazio a Cardinale, Scaroni, Furlani e Ibra".
Proprio quelli che hanno fatto fallire le ultime due stagioni del Milan...
 

Milanismo

Well-known member
Registrato
4 Dicembre 2022
Messaggi
3,086
Reaction score
2,281
illuminanti le ultime parole: "Ma c’è bisogno di un Milan che sappia prendere decisioni illuminate, vediamo se radicali, il momento è arrivato: spazio a Cardinale, Scaroni, Furlani e Ibra"

Direi che sanciscano la fine di tutto, la fine di ogni speranza, rimanendo con questo assetto societario e proprieta`.

Come dico spesso, siamo arrivati a questo punto con solo 18 mesi di operato del dream team (gellato+mummia+team integrato).
Pensate lasciando carta bianca a questi criminali per un'altra stagione, a che punto arriveremo a Maggio 2025 (anche se gia` da Ottobre/Novembre 2024 vedremo come il fallimento, ennesimo, sara` totale).

Ma tanto vabbe`, abbiamo il cash flow positivo, e poi non serve piu` arrivare quarti, basta essere quinti :bandiera:
Quando ho letto "gellato+ mummia+team integrato" me la sono quasi fatta addosso 🤣🤣🤣
 

Similar threads

Alto
head>