Cruciani:"Cortellesi, vai a fare in ****".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
204,680
Reaction score
27,799
Giuseppe Cruciani risponde così alle follie della nuova paladina del patronato, Cortellesi:"La LUISS, un’università prestigiosissima che fa parte di questo gruppo editoriale, Confindustria-Sole24ore, che cosa fa? Invita per l’inaugurazione dell’anno accademico Paola Cortellesi. E fin qui, benissimo. Ma Paola Cortellesi fa un discorso sull’inclusività. Ma voi vi rendete conto? La favola di Biancaneve ridotta a una favola sessista secondo questa signora che di nome fa Paola e di cognome fa Cortellesi. Cosa ha detto? “Siamo sicuri che se Biancaneve fosse stata una cozza, il cacciatore l’avrebbe salvata? Le favole sono piene di luoghi comuni che costruiscono l’immaginario collettivo delle donne. L’unica dote delle protagoniste è quella di essere belle mentre il potere salvifico è affidato agli uomini, specie se potenti come il principe azzurro mentre Biancaneve faceva la colf ai sette nani. Le donne sono personaggi negativi come la Strega”. Pure la Strega ha messo in mezzo per il sessismo! Io durante quel discorso mi sarei alzato se fossi stato lì presente e avrei detto: “Vaffanc*lo!”. Questo bisognava dire. Un “vaffanc*lo” alla Beppe Grillo d’un tempo. Roba da pazzi".
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
204,680
Reaction score
27,799
Giuseppe Cruciani risponde così alle follie della nuova paladina del patronato, Cortellesi:"La LUISS, un’università prestigiosissima che fa parte di questo gruppo editoriale, Confindustria-Sole24ore, che cosa fa? Invita per l’inaugurazione dell’anno accademico Paola Cortellesi. E fin qui, benissimo. Ma Paola Cortellesi fa un discorso sull’inclusività. Ma voi vi rendete conto? La favola di Biancaneve ridotta a una favola sessista secondo questa signora che di nome fa Paola e di cognome fa Cortellesi. Cosa ha detto? “Siamo sicuri che se Biancaneve fosse stata una cozza, il cacciatore l’avrebbe salvata? Le favole sono piene di luoghi comuni che costruiscono l’immaginario collettivo delle donne. L’unica dote delle protagoniste è quella di essere belle mentre il potere salvifico è affidato agli uomini, specie se potenti come il principe azzurro mentre Biancaneve faceva la colf ai sette nani. Le donne sono personaggi negativi come la Strega”. Pure la Strega ha messo in mezzo per il sessismo! Io durante quel discorso mi sarei alzato se fossi stato lì presente e avrei detto: “Vaffanc*lo!”. Questo bisognava dire. Un “vaffanc*lo” alla Beppe Grillo d’un tempo. Roba da pazzi".

Enorme. Enorme. E schifoso il kippatoh lacchè del potentato.

 
Registrato
2 Maggio 2015
Messaggi
6,623
Reaction score
1,614
Giuseppe Cruciani risponde così alle follie della nuova paladina del patronato, Cortellesi:"La LUISS, un’università prestigiosissima che fa parte di questo gruppo editoriale, Confindustria-Sole24ore, che cosa fa? Invita per l’inaugurazione dell’anno accademico Paola Cortellesi. E fin qui, benissimo. Ma Paola Cortellesi fa un discorso sull’inclusività. Ma voi vi rendete conto? La favola di Biancaneve ridotta a una favola sessista secondo questa signora che di nome fa Paola e di cognome fa Cortellesi. Cosa ha detto? “Siamo sicuri che se Biancaneve fosse stata una cozza, il cacciatore l’avrebbe salvata? Le favole sono piene di luoghi comuni che costruiscono l’immaginario collettivo delle donne. L’unica dote delle protagoniste è quella di essere belle mentre il potere salvifico è affidato agli uomini, specie se potenti come il principe azzurro mentre Biancaneve faceva la colf ai sette nani. Le donne sono personaggi negativi come la Strega”. Pure la Strega ha messo in mezzo per il sessismo! Io durante quel discorso mi sarei alzato se fossi stato lì presente e avrei detto: “Vaffanc*lo!”. Questo bisognava dire. Un “vaffanc*lo” alla Beppe Grillo d’un tempo. Roba da pazzi".
Magari a volte un pò troppo sopra le righe, ma perfortuna esiste Cruciani e anche chi lo fa parlare

Ora mi aspetto una Lucarelli o una nuova Murgia pronte ad attaccarlo
 

Swaitak

Senior Member
Registrato
22 Aprile 2019
Messaggi
23,702
Reaction score
14,793
Giuseppe Cruciani risponde così alle follie della nuova paladina del patronato, Cortellesi:"La LUISS, un’università prestigiosissima che fa parte di questo gruppo editoriale, Confindustria-Sole24ore, che cosa fa? Invita per l’inaugurazione dell’anno accademico Paola Cortellesi. E fin qui, benissimo. Ma Paola Cortellesi fa un discorso sull’inclusività. Ma voi vi rendete conto? La favola di Biancaneve ridotta a una favola sessista secondo questa signora che di nome fa Paola e di cognome fa Cortellesi. Cosa ha detto? “Siamo sicuri che se Biancaneve fosse stata una cozza, il cacciatore l’avrebbe salvata? Le favole sono piene di luoghi comuni che costruiscono l’immaginario collettivo delle donne. L’unica dote delle protagoniste è quella di essere belle mentre il potere salvifico è affidato agli uomini, specie se potenti come il principe azzurro mentre Biancaneve faceva la colf ai sette nani. Le donne sono personaggi negativi come la Strega”. Pure la Strega ha messo in mezzo per il sessismo! Io durante quel discorso mi sarei alzato se fossi stato lì presente e avrei detto: “Vaffanc*lo!”. Questo bisognava dire. Un “vaffanc*lo” alla Beppe Grillo d’un tempo. Roba da pazzi".
Per fortuna qualche "cane pazzo" esiste ancora
 
Registrato
9 Maggio 2017
Messaggi
13,351
Reaction score
1,618
Giuseppe Cruciani risponde così alle follie della nuova paladina del patronato, Cortellesi:"La LUISS, un’università prestigiosissima che fa parte di questo gruppo editoriale, Confindustria-Sole24ore, che cosa fa? Invita per l’inaugurazione dell’anno accademico Paola Cortellesi. E fin qui, benissimo. Ma Paola Cortellesi fa un discorso sull’inclusività. Ma voi vi rendete conto? La favola di Biancaneve ridotta a una favola sessista secondo questa signora che di nome fa Paola e di cognome fa Cortellesi. Cosa ha detto? “Siamo sicuri che se Biancaneve fosse stata una cozza, il cacciatore l’avrebbe salvata? Le favole sono piene di luoghi comuni che costruiscono l’immaginario collettivo delle donne. L’unica dote delle protagoniste è quella di essere belle mentre il potere salvifico è affidato agli uomini, specie se potenti come il principe azzurro mentre Biancaneve faceva la colf ai sette nani. Le donne sono personaggi negativi come la Strega”. Pure la Strega ha messo in mezzo per il sessismo! Io durante quel discorso mi sarei alzato se fossi stato lì presente e avrei detto: “Vaffanc*lo!”. Questo bisognava dire. Un “vaffanc*lo” alla Beppe Grillo d’un tempo. Roba da pazzi".
è un idiota mondiale.. un ******* che avalla tutte le porcherie che fanno passare.. ma almeno certe volte i ******* come quello che stato promosso a la 7 servono a qualcosa di giusto.. purtroppo è una rarità è sposa tesi da dementi come lui e il suo compare di trasmissione 🙈
 

nybreath

Member
Registrato
19 Ottobre 2016
Messaggi
2,382
Reaction score
623
la cortellesi ha voluto copiare in malo modo la lotta stupida fatta da Rachel Zegler contro il sessismo inesistente di Biancaneve, senza considerare che la stessa attrice ha fallito e mandato al cesso tutto il marketing del film

inoltre dimostrano una profonda ignoranza dell intera storia e del significato di una storia che non ha nulla a che vedere con queste lotte idiote di oggi e porta avanti un messaggio senza tempo...
 

Rudi84

Junior Member
Registrato
26 Ottobre 2020
Messaggi
2,071
Reaction score
1,955
Giuseppe Cruciani risponde così alle follie della nuova paladina del patronato, Cortellesi:"La LUISS, un’università prestigiosissima che fa parte di questo gruppo editoriale, Confindustria-Sole24ore, che cosa fa? Invita per l’inaugurazione dell’anno accademico Paola Cortellesi. E fin qui, benissimo. Ma Paola Cortellesi fa un discorso sull’inclusività. Ma voi vi rendete conto? La favola di Biancaneve ridotta a una favola sessista secondo questa signora che di nome fa Paola e di cognome fa Cortellesi. Cosa ha detto? “Siamo sicuri che se Biancaneve fosse stata una cozza, il cacciatore l’avrebbe salvata? Le favole sono piene di luoghi comuni che costruiscono l’immaginario collettivo delle donne. L’unica dote delle protagoniste è quella di essere belle mentre il potere salvifico è affidato agli uomini, specie se potenti come il principe azzurro mentre Biancaneve faceva la colf ai sette nani. Le donne sono personaggi negativi come la Strega”. Pure la Strega ha messo in mezzo per il sessismo! Io durante quel discorso mi sarei alzato se fossi stato lì presente e avrei detto: “Vaffanc*lo!”. Questo bisognava dire. Un “vaffanc*lo” alla Beppe Grillo d’un tempo. Roba da pazzi".
92 minuti di applausi
 
Alto
head>