Covid: il Mov. Ippocrate risponde ad attacchi e bufale su Ivermectina.

  • Ultimi post
  • Ultime notizie
.

Dexter

Senior Member
Mi dite una cosa? Che c'è di normale nel fare una guerra contro chi sta provando a salvare vite? Ripeto: parliamo di medici, non di stagnari novelli Dr House. Anche una sola vita salvata in più è un successo straordinario considerata la situazione. E, come detto, pare non stiano ammazzando nessuno. Altrimenti le cause, e la gogna mediatica, fioccherebbero.

Siamo in un'era talmente folle che se uno, per provare a salvare qualche vita in più, prova ad andare oltre tachipirina, vigile attesa e sfiatamento in casa, viene visto come il male da combattere. Non ci sono davvero più parole.
Dipende tutto da chi voti. Le persone obiettive la pensano tutte alla stessa maniera. Casualmente, chi vota Movimento o PD la pensa diversamente. Sta tutto lì. Ripeto, le persone intelligenti condividono TUTTE gli stessi dubbi. Chi è che non ne ha? Gli elettori dei fantastici partiti citati invece sono fermamente convinti che porsi delle domande sia da complottisti...e sapete perché? Per politica. Perché tifano il partitino come la squadra del cuore.
 

sunburn

Member
Bravo.

Se mi posso permettere, tutta la questione dà adito alle polemiche per il solito vecchio discorso, che è stato anche discusso qui dentro pochissimo tempo fa e che richiamo: la medicina si basa sulla scienza, ma non una è scienza veramente esatta, forse non lo sarà mai, perché non siamo fatti con lo stampino. Che alcuni medicinali abbiano effetto al 99.9% non significa niente, ce ne sono altri che assolutamente non vanno bene per taluni soggetti, etc etc etc.

Ho letto un po' di tutto in quell'occasione, onestamente in pochi, secondo me, hanno una concezione corretta della scienza medica. E' esattamente questa caratteristica che genera responso non unanime e non completamente dimostrabile, e che quindi consente di nascondere opportunamente ciò che non conviene o infilarci altre robe nel mezzo.

Alcune decisioni prese dal mainstream medico sono quindi pesantemente dipendenti da certe opinioni e certe polarizzazioni. Basta esserne coscienti e non urlare subito di cialtroneria se esistono anche altre strade.

Ma come ovviamente succede in questa faccenda, dove impera l'ideologia, chi non è schierato al 100% con l'ufficialità viene allora bollato come sciamano a prescindere.
Certamente la medicina si basa su conoscenze scientifiche che si esprimono sempre in termini probabilistici, sebbene spesso con percentuali estremamente alte. Ma si tratta, per l’appunto, di conoscenze scientifiche.
L’Umanità ha messo a punto una procedura per poter selezionare le varie “conoscenze” ed elevarle al rango di conoscenze scientifiche.
Sicuramente ognuno di noi conosce qualcuno del segno zodiacale X che corrisponde in larga parte alla descrizione che gli astrologi fanno delle persone di quel segno zodiacale, ma l’astrologia non fornisce, né si basa su, conoscenze scientifiche. Eppure, oh, Tizio è proprio preciso spiaccicato a quello che gli astrologi dicono di quelli del suo segno…

Chiunque voglia che una propria intuizione assurga al rango di conoscenza scientifica non deve far altro che seguire la procedura di cui ho parlato all’inizio. Questo vale per qualunque ambito, in quello della salute a maggior ragione.
 

gabri65

BFMI-class member
Certamente la medicina si basa su conoscenze scientifiche che si esprimono sempre in termini probabilistici, sebbene spesso con percentuali estremamente alte. Ma si tratta, per l’appunto, di conoscenze scientifiche.
L’Umanità ha messo a punto una procedura per poter selezionare le varie “conoscenze” ed elevarle al rango di conoscenze scientifiche.
Sicuramente ognuno di noi conosce qualcuno del segno zodiacale X che corrisponde in larga parte alla descrizione che gli astrologi fanno delle persone di quel segno zodiacale, ma l’astrologia non fornisce, né si basa su, conoscenze scientifiche. Eppure, oh, Tizio è proprio preciso spiaccicato a quello che gli astrologi dicono di quelli del suo segno…

Chiunque voglia che una propria intuizione assurga al rango di conoscenza scientifica non deve far altro che seguire la procedura di cui ho parlato all’inizio. Questo vale per qualunque ambito, in quello della salute a maggior ragione.

Sebbene non ho capito la morale, anzi diciamo non ho capito proprio niente, potrei dire di essere d'accordo su certe cose.

Mi sembra di capire che siamo d'accordo che la medicina si basa su conoscenze scientifiche. Questo è chiaro, poichè quando hai conoscenze provate e certe, che trovano riscontro in teorie dimostrabili e le quali previsioni sono invariabilmente confermate, le usi a tuo vantaggio per ovvii motivi. Mi sembra idiota osservare che spari satelliti in orbita con conoscenze scientifiche e non con le carte del tempo degli astrologi, figuriamoci quando devi curare vite umane.

A margine, rammentiamo che le teorie scientifiche sono ritenute corrette fino a prova contraria, e che nessuna teoria, anche la più evidente e duratura, è veramente non confutabile. Ma queste cose riguardano magari mondi come l'infinitamente piccolo e l'infinitamente grande, limitiamoci a roba ormai normale che cade sotto i nostri sensi.

Il punto fondamentale è che la medicina si occupa di miliardi di persone differenti, geneticamente uguali al 99.9%, ma estremamenti differenti in termini di crescita, espressione ereditaria, ambiente e quant'altro. L'organismo umano è praticamente uguale in tutti questi esseri, il funzionamento è sufficientemente conosciuto, tuttavia esistono minime differenze tra uno e un altro. Ci sono miliardi di variabili, come avevo già osservato in un precedente post. A me può dar noia bere vino (tanto), ad un altra persona no. Se un chirurgo fa un intervento che è reputato corretto come procedura, può comunque incorrere in un soggetto che reagisce, sotto determinate condizioni, non come previsto. Non è colpa del chirurgo, semplicemente quell'organismo non ha sopportato la cosa a causa di una serie di eventi che non possono essere preventivati.

Da questo punto di vista la medicina è più molto più vicina alla meccanica statistica che non alla meccanica newtoniana, poichè si rifiuta in partenza di trattare il singolo soggetto e si formulano teorie "grossolane" che riguardano un agglomerato sufficientemente grande di persone. L'intervento chirurgico è teoricamente adeguato e funziona con la maggioranza delle persone. Qualcuno però ogni tanto ci può rimettere la pelle.

Solito discorso per vaccini e cure per il Covid. Siamo d'accordo che il vaccino teoricamente è uno strumento potente, ma non potrà mai e poi mai essere efficace al 100%. Certo se lo è anche solo all'80% è un ottimo successo. Ogni tanto qualcuno però qualcuno non sopravvive.

Parallelamente, alcune cure possono invece avere successo. L'importante è usare conoscenze il più possibile precise. E' il risultato che poi non potrà mai essere veramente preciso. Se un medicinale, tramite vie traverse, abbassa l'eccessivo responso immunitario dovuto al vairuz e che è responsabile del collasso finale, potrebbe essere un candidato per salvare la vita del paziente, e non ci vedo niente di male se usato con perizia. Poi magari non è sufficiente e non funziona, ma di certo non mi sembra proprio una procedura da sciamano. Oh, all'ultimo, in preda alla disperazione, le provi un po' di tutte, eh. Anche quando ti si pianta il computer, che è la cosa fondata sulla logica più predicibile e banale del mondo, spengi e riaccendi e ti fai il segno della croce.

Se quindi qualcuno ha messo a punto una cura non vaccinale, ma basata comunque su considerazioni scientifiche, ben venga secondo me, contribuisce ad allargare la conoscenza e l'esperienza.

Poi un'altra cosa. La cura non vaccinale può essere usata in soggetti che sono malati di Covid e rischiano sul momento. Il vaccino no. Perciò certe polemiche ovviamente strumentali, ideologiche e politiche, le trovo quantomeno inopportune. Non si tratta di fare il tifo per il cortisone o per la Pizzer. Purtroppo a me sembra che queste polemiche costituiscano il piatto forte, e vengono sfruttate faziosamente e in maniera vergognosa dal mainstream.

D'altro canto chi continua a vedere la cosa solo ed esclusivamente dal lato scientifico è per me non credibile, quello che sta accadendo è sotto gli occhi di tutti, e negare l'evidenza non fa altro che rinforzare questo sensazione di poca trasparenza all'alto livello. Quanto concorre l'interesse poi è da valutare, sicuramente c'è interesse in ogni attività umana, ma rimane da vedere in quale misura è tollerabile o no. Secondo me, a sensazione, siamo pericolosamente vicini alla soglia del rigetto se non oltre.

Non mi rimetto a fare le solite battutine sulla malafede, che mi sono stancato pure io. Stranamente chi non concepisce la malafede viene trovato incredibilmente a scrivere post complottisti per i nostri infortuni (citando addirittura gli staff MEDICI), il sistema juve e i providers TV che ti hanno dato la fregatura.

Letta tutta questa pappardella, mi chiedo se sei ancora sveglio. Guarda che c'è la partita tra poco.
 
Ultima modifica:
Alto
head>
AdBlock Detected

We get it, advertisements are annoying!

Sure, ad-blocking software does a great job at blocking ads, but it also blocks useful features of our website. For the best site experience please disable your AdBlocker.

I've Disabled AdBlock    No Thanks