Contributi fondo perduto PMI

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
33,964
Reaction score
10,114
Da ieri al 13 agosto 2020 sarà possibile far richiesta all'Agenzia delle Entrate per ottenere un finanziamento a fondo perduto.
Per gli eredi che fanno domanda dopo aver rilevato l’attività di un parente deceduto la richiesta si presenta invece dal 25 giugno al 24 agosto.


Per l’invio si utilizza la procedura via web, all’interno del portale “Fatture e Corrispettivi”, o in alternativa l’apposito software di compilazione su Entratel/Fisconline.

requisiti:.

Va innanzitutto barrata la casella in cui si autodichiara di non essere fra i soggetti che non hanno diritto al contributo in base al comma 2 dell’articolo 25 del dl Rilancio (attività cessata, professionisti iscritti agli ordini).

Successivamente, si barra la casella corrispondente al proprio reddito 2019, scegliendo una delle tre diverse opzioni: fino a 400mila euro, da 400mila a 1 mln di euro, fra 1 e 5 milioni di euro.

Bisogna indicare il fatturato di aprile 2019 e quello di aprile 2020 per data di effettuazione operazione,comprese fatture differite a maggio.

L’indicazione relativa al fatturato è determinante sia per il diritto all’agevolazione (che spetta solo in caso di perdita di almeno un terzo del fatturato), sia per il calcolo del contributo.
Per quantificarne l’importo si applicano le seguenti percentuali alla differenza fra i ricavi di aprile 2019 e 2020:

20% se i ricavi o compensi 2019 non superano i 400mila euro,
15% per ricavi o compensi fra 400mila e 1 mln di euro,
10% per ricavi o compensi fra 1 e 5 mln di euro
.


Il modello contiene anche un successivo quadro A, che va compilato esclusivamente da coloro che chiedono un contributo superiore a 150mila euro.
Questi contribuenti, oltre a compilare i campi relativi alla dichiarazione successiva di atto notorio e alla documentazione antimafia, devono necessariamente inviare l’istanza in formato Pdf con firma digitale, via PEC

Dopo aver trasmesso l’istanza, il contribuente riceve un messaggio che contiene il codice della pratica.
Il sistema effettua poi dei controlli formali, ed emette una ricevuta che può essere di presa in carico oppure di scarto. Anche se l’esito è positivo, non si tratta ancora dell’ok definitivo, che arriva dopo successivi controlli più approfonditi da parte dell’Agenzia delle Entrate
.

Il pagamento arriva con accredito sul conto corrente, disposto contestualmente all’accettazione del contributo.
 
Alto
head>