Conferenza Pioli:"Non ho paura. Non è ultima spiaggia. Ibra a Miami..."".

Lineker10

Senior Member
Registrato
20 Giugno 2017
Messaggi
27,644
Reaction score
12,135
Alle ore 14 di oggi 29 dicembre 2023 la conferenza di Pioli pre Milan Sassuolo

"70.000 tifosi anche domani? Abbiamo una tifoseria incredibile. Soprattutto nel momenti delicati ci sono sempre. Tocca a noi meritarci questi tifosi"

"E' stata una settimana di lavoro per migliorare il nostro presente. Abbiamo lavorato con attenzione per mettere in campo una prestazione convincente e vincente".

"Gabbia? Non parlo di mercato. Il club sarà disponibile per intervenire dove serve"

"Sassuolo? Giusto ricorda lo scudetto ma anche le sconfitte qui a San Siro per interpretare bene la partita di domani".

"Domani ultima spiaggia? Non deve essere l'ultima spiaggia. Abbiamo commesso errori, che ci hanno abbassato il livello della partita. O siamo stati altalenanti. Questi ci ha impedito di vincere gare che potevamo vincere".

"IO non ho paura. Dobbiamo essere più compatti. Andare avanti e indietro con la stessa intensità e i tempi".

"Tifosi perplessi per Ibra a Miami? E' una domanda che dovete fare a lui. Per quello che so, è un impegno che aveva già preso. Me lo aveva detto. Non vedo il problema. Mi sono relazionato direttamente con lui? L'ho sentito tramite messaggi, chiedendomi le sensazioni sulla squadra".

"Cardinale? Non l'ho sentito. Mi relaziono con i dirigenti. Io non penso al mio futuro. Dobbiamo pensare al presente del Milan, non al futuro di Pioli. Serve tornare a vincere".


"Qualcuno tira indietro la gamba per paura degli infortuni? Dovessi vedere come si allenano. Siamo un gruppo compatto"

Crediamo occasioni da gol da sfruttare meglio. Tutta la squadra deve lavorare meglio anche in fase di non possesso".

"Noi siamo un gruppo di lavoro, è sbagliato parlare di entità singole. Non stiamo rendendo come avremmo dovuto. Ma siamo insieme per lavorare di più"

"Il rendimento di Leao e Theo? Rafa viene da un infortunio, ci vuole un pò di tempo. Theo sta dando grande disponibilità a ricoprire un ruolo non suo e lo sta facendo bene".

"Voi parlate di si dice... ma chi lo dice? Non abbiamo continuità. Non abbiamo avuto continuità. E' difficile dare una spiegazione. I giocatori nuovi sono forti e ragazzi fantastici che si sono calati nel nostro spirito. Poi è normale che ci voglia del tempo per adattarsi, rispetto agli altri campionati. Abbiamo preso giocatori che arrivano da diversi campionato. Il campionato italiano non è il più bello ma è il più complicato e difficile. A livello di tattico e di pressioni. Siamo discontinui nella stessa partita, ci è mancata continuità. E la paghi con i risultati".

"Bennacer e Chuku col Cagliari? Ne so come te. Ne stanno parlando. La speranza è che restino ma non c'è la certezza. Sono in corso certe trattative con le nazionali e con i nostri dirigenti".

"La fragilità difensiva? Non siamo stati compatti. A volte è colpa dei cinque che stanno sotto, a volte dei cinque davanti. Il calcio è fatto di tempi, di attenzione, comunicazione. Cose in cui possiamo fare meglio"

"Giroud a secco da 4 mesi in casa? No, non noto ricerca ossessiva. Ma essendo un centravanti questa mancanza non può fargli bene".

"Quando si è rotto l'incantesimo a San Siro, col poco entusiasmo? E' questione di quando abbiamo alzato aspettative. Cinque stagioni fa, il terzo posto sarebbe stato positivo. Oggi è accolto in negativo ma è normale. L'ambiente lo hanno creato i tifosi e il gioco e i risultati, che devono migliorare"

"Che Sassuolo mi aspetto? Abbiamo avuto una settimana pulita e lo abbiamo guardato tanto. Costruiscono tanti, fanno gol e ne subiscono. Hanno esterni di qualità e veloci, centrocampisti che si sanno inserire. Dobbiamo essere bravi nelle loro difficoltà difensive".

"Buttare fuori la palla quando si era fatto male Tomori? Chi ha giocato a certi livelli sa che saper parlare in campo ed aiutarsi è molto importante. E dobbiamo migliorare"

"Il Milan deve vincere domani. Abbiamo bisogno di punti e di tante cose. Non possiamo pensare di migliorare e rimediare la stagione solo domani. La stagione è lunga. Ci sono tante partite. C'è ancora margine per fare bene. Abbiamo bisogno di dare continuità a prestazioni e risultati. L'obiettivo è trovarla subito".

In aggiornamento LIVE dalle ore 14
Completamente montellizzato, ormai siamo ai livelli di Giampaolo
 
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
60,596
Reaction score
26,447
Alle ore 14 di oggi 29 dicembre 2023 la conferenza di Pioli pre Milan Sassuolo

"70.000 tifosi anche domani? Abbiamo una tifoseria incredibile. Soprattutto nel momenti delicati ci sono sempre. Tocca a noi meritarci questi tifosi"

"E' stata una settimana di lavoro per migliorare il nostro presente. Abbiamo lavorato con attenzione per mettere in campo una prestazione convincente e vincente".

"Gabbia? Non parlo di mercato. Il club sarà disponibile per intervenire dove serve"

"Sassuolo? Giusto ricorda lo scudetto ma anche le sconfitte qui a San Siro per interpretare bene la partita di domani".

"Domani ultima spiaggia? Non deve essere l'ultima spiaggia. Abbiamo commesso errori, che ci hanno abbassato il livello della partita. O siamo stati altalenanti. Questi ci ha impedito di vincere gare che potevamo vincere".

"IO non ho paura. Dobbiamo essere più compatti. Andare avanti e indietro con la stessa intensità e i tempi".

"Tifosi perplessi per Ibra a Miami? E' una domanda che dovete fare a lui. Per quello che so, è un impegno che aveva già preso. Me lo aveva detto. Non vedo il problema. Mi sono relazionato direttamente con lui? L'ho sentito tramite messaggi, chiedendomi le sensazioni sulla squadra".

"Cardinale? Non l'ho sentito. Mi relaziono con i dirigenti. Io non penso al mio futuro. Dobbiamo pensare al presente del Milan, non al futuro di Pioli. Serve tornare a vincere".

"Qualcuno tira indietro la gamba per paura degli infortuni? Dovessi vedere come si allenano. Siamo un gruppo compatto"

Crediamo occasioni da gol da sfruttare meglio. Tutta la squadra deve lavorare meglio anche in fase di non possesso".

"Noi siamo un gruppo di lavoro, è sbagliato parlare di entità singole. Non stiamo rendendo come avremmo dovuto. Ma siamo insieme per lavorare di più"

"Il rendimento di Leao e Theo? Rafa viene da un infortunio, ci vuole un pò di tempo. Theo sta dando grande disponibilità a ricoprire un ruolo non suo e lo sta facendo bene".

"Voi parlate di si dice... ma chi lo dice? Non abbiamo continuità. Non abbiamo avuto continuità. E' difficile dare una spiegazione. I giocatori nuovi sono forti e ragazzi fantastici che si sono calati nel nostro spirito. Poi è normale che ci voglia del tempo per adattarsi, rispetto agli altri campionati. Abbiamo preso giocatori che arrivano da diversi campionato. Il campionato italiano non è il più bello ma è il più complicato e difficile. A livello di tattico e di pressioni. Siamo discontinui nella stessa partita, ci è mancata continuità. E la paghi con i risultati".

"Bennacer e Chuku col Cagliari? Ne so come te. Ne stanno parlando. La speranza è che restino ma non c'è la certezza. Sono in corso certe trattative con le nazionali e con i nostri dirigenti".

"La fragilità difensiva? Non siamo stati compatti. A volte è colpa dei cinque che stanno sotto, a volte dei cinque davanti. Il calcio è fatto di tempi, di attenzione, comunicazione. Cose in cui possiamo fare meglio"


"Giroud a secco da 4 mesi in casa? No, non noto ricerca ossessiva. Ma essendo un centravanti questa mancanza non può fargli bene".

"Quando si è rotto l'incantesimo a San Siro, col poco entusiasmo? E' questione di quando abbiamo alzato aspettative. Cinque stagioni fa, il terzo posto sarebbe stato positivo. Oggi è accolto in negativo ma è normale. L'ambiente lo hanno creato i tifosi e il gioco e i risultati, che devono migliorare"

"Che Sassuolo mi aspetto? Abbiamo avuto una settimana pulita e lo abbiamo guardato tanto. Costruiscono tanti, fanno gol e ne subiscono. Hanno esterni di qualità e veloci, centrocampisti che si sanno inserire. Dobbiamo essere bravi nelle loro difficoltà difensive".

"Buttare fuori la palla quando si era fatto male Tomori? Chi ha giocato a certi livelli sa che saper parlare in campo ed aiutarsi è molto importante. E dobbiamo migliorare"

"Il Milan deve vincere domani. Abbiamo bisogno di punti e di tante cose. Non possiamo pensare di migliorare e rimediare la stagione solo domani. La stagione è lunga. Ci sono tante partite. C'è ancora margine per fare bene. Abbiamo bisogno di dare continuità a prestazioni e risultati. L'obiettivo è trovarla subito".

In aggiornamento LIVE dalle ore 14
E niente...
Non ce la fa.
È più forte di lui.
 

Zenos

Senior Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
22,950
Reaction score
11,298
Alle ore 14 di oggi 29 dicembre 2023 la conferenza di Pioli pre Milan Sassuolo

"70.000 tifosi anche domani? Abbiamo una tifoseria incredibile. Soprattutto nel momenti delicati ci sono sempre. Tocca a noi meritarci questi tifosi"

"E' stata una settimana di lavoro per migliorare il nostro presente. Abbiamo lavorato con attenzione per mettere in campo una prestazione convincente e vincente".

"Gabbia? Non parlo di mercato. Il club sarà disponibile per intervenire dove serve"

"Sassuolo? Giusto ricorda lo scudetto ma anche le sconfitte qui a San Siro per interpretare bene la partita di domani".

"Domani ultima spiaggia? Non deve essere l'ultima spiaggia. Abbiamo commesso errori, che ci hanno abbassato il livello della partita. O siamo stati altalenanti. Questi ci ha impedito di vincere gare che potevamo vincere".

"IO non ho paura. Dobbiamo essere più compatti. Andare avanti e indietro con la stessa intensità e i tempi".

"Tifosi perplessi per Ibra a Miami? E' una domanda che dovete fare a lui. Per quello che so, è un impegno che aveva già preso. Me lo aveva detto. Non vedo il problema. Mi sono relazionato direttamente con lui? L'ho sentito tramite messaggi, chiedendomi le sensazioni sulla squadra".

"Cardinale? Non l'ho sentito. Mi relaziono con i dirigenti. Io non penso al mio futuro. Dobbiamo pensare al presente del Milan, non al futuro di Pioli. Serve tornare a vincere".


"Qualcuno tira indietro la gamba per paura degli infortuni? Dovessi vedere come si allenano. Siamo un gruppo compatto"

Crediamo occasioni da gol da sfruttare meglio. Tutta la squadra deve lavorare meglio anche in fase di non possesso".

"Noi siamo un gruppo di lavoro, è sbagliato parlare di entità singole. Non stiamo rendendo come avremmo dovuto. Ma siamo insieme per lavorare di più"

"Il rendimento di Leao e Theo? Rafa viene da un infortunio, ci vuole un pò di tempo. Theo sta dando grande disponibilità a ricoprire un ruolo non suo e lo sta facendo bene".

"Voi parlate di si dice... ma chi lo dice? Non abbiamo continuità. Non abbiamo avuto continuità. E' difficile dare una spiegazione. I giocatori nuovi sono forti e ragazzi fantastici che si sono calati nel nostro spirito. Poi è normale che ci voglia del tempo per adattarsi, rispetto agli altri campionati. Abbiamo preso giocatori che arrivano da diversi campionato. Il campionato italiano non è il più bello ma è il più complicato e difficile. A livello di tattico e di pressioni. Siamo discontinui nella stessa partita, ci è mancata continuità. E la paghi con i risultati".

"Bennacer e Chuku col Cagliari? Ne so come te. Ne stanno parlando. La speranza è che restino ma non c'è la certezza. Sono in corso certe trattative con le nazionali e con i nostri dirigenti".

"La fragilità difensiva? Non siamo stati compatti. A volte è colpa dei cinque che stanno sotto, a volte dei cinque davanti. Il calcio è fatto di tempi, di attenzione, comunicazione. Cose in cui possiamo fare meglio"

"Giroud a secco da 4 mesi in casa? No, non noto ricerca ossessiva. Ma essendo un centravanti questa mancanza non può fargli bene".

"Quando si è rotto l'incantesimo a San Siro, col poco entusiasmo? E' questione di quando abbiamo alzato aspettative. Cinque stagioni fa, il terzo posto sarebbe stato positivo. Oggi è accolto in negativo ma è normale. L'ambiente lo hanno creato i tifosi e il gioco e i risultati, che devono migliorare"

"Che Sassuolo mi aspetto? Abbiamo avuto una settimana pulita e lo abbiamo guardato tanto. Costruiscono tanti, fanno gol e ne subiscono. Hanno esterni di qualità e veloci, centrocampisti che si sanno inserire. Dobbiamo essere bravi nelle loro difficoltà difensive".

"Buttare fuori la palla quando si era fatto male Tomori? Chi ha giocato a certi livelli sa che saper parlare in campo ed aiutarsi è molto importante. E dobbiamo migliorare"

"Il Milan deve vincere domani. Abbiamo bisogno di punti e di tante cose. Non possiamo pensare di migliorare e rimediare la stagione solo domani. La stagione è lunga. Ci sono tante partite. C'è ancora margine per fare bene. Abbiamo bisogno di dare continuità a prestazioni e risultati. L'obiettivo è trovarla subito".

In aggiornamento LIVE dalle ore 14
Troppo tranquillo. Questo almeno fino a giugno non si schioda.
 
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
3,078
Reaction score
1,273
Alle ore 14 di oggi 29 dicembre 2023 la conferenza di Pioli pre Milan Sassuolo

"70.000 tifosi anche domani? Abbiamo una tifoseria incredibile. Soprattutto nel momenti delicati ci sono sempre. Tocca a noi meritarci questi tifosi"

"E' stata una settimana di lavoro per migliorare il nostro presente. Abbiamo lavorato con attenzione per mettere in campo una prestazione convincente e vincente".

"Gabbia? Non parlo di mercato. Il club sarà disponibile per intervenire dove serve"

"Sassuolo? Giusto ricorda lo scudetto ma anche le sconfitte qui a San Siro per interpretare bene la partita di domani".

"Domani ultima spiaggia? Non deve essere l'ultima spiaggia. Abbiamo commesso errori, che ci hanno abbassato il livello della partita. O siamo stati altalenanti. Questi ci ha impedito di vincere gare che potevamo vincere".

"IO non ho paura. Dobbiamo essere più compatti. Andare avanti e indietro con la stessa intensità e i tempi".

"Tifosi perplessi per Ibra a Miami? E' una domanda che dovete fare a lui. Per quello che so, è un impegno che aveva già preso. Me lo aveva detto. Non vedo il problema. Mi sono relazionato direttamente con lui? L'ho sentito tramite messaggi, chiedendomi le sensazioni sulla squadra".

"Cardinale? Non l'ho sentito. Mi relaziono con i dirigenti. Io non penso al mio futuro. Dobbiamo pensare al presente del Milan, non al futuro di Pioli. Serve tornare a vincere".


"Qualcuno tira indietro la gamba per paura degli infortuni? Dovessi vedere come si allenano. Siamo un gruppo compatto"

Crediamo occasioni da gol da sfruttare meglio. Tutta la squadra deve lavorare meglio anche in fase di non possesso".

"Noi siamo un gruppo di lavoro, è sbagliato parlare di entità singole. Non stiamo rendendo come avremmo dovuto. Ma siamo insieme per lavorare di più"

"Il rendimento di Leao e Theo? Rafa viene da un infortunio, ci vuole un pò di tempo. Theo sta dando grande disponibilità a ricoprire un ruolo non suo e lo sta facendo bene".

"Voi parlate di si dice... ma chi lo dice? Non abbiamo continuità. Non abbiamo avuto continuità. E' difficile dare una spiegazione. I giocatori nuovi sono forti e ragazzi fantastici che si sono calati nel nostro spirito. Poi è normale che ci voglia del tempo per adattarsi, rispetto agli altri campionati. Abbiamo preso giocatori che arrivano da diversi campionato. Il campionato italiano non è il più bello ma è il più complicato e difficile. A livello di tattico e di pressioni. Siamo discontinui nella stessa partita, ci è mancata continuità. E la paghi con i risultati".

"Bennacer e Chuku col Cagliari? Ne so come te. Ne stanno parlando. La speranza è che restino ma non c'è la certezza. Sono in corso certe trattative con le nazionali e con i nostri dirigenti".

"La fragilità difensiva? Non siamo stati compatti. A volte è colpa dei cinque che stanno sotto, a volte dei cinque davanti. Il calcio è fatto di tempi, di attenzione, comunicazione. Cose in cui possiamo fare meglio"

"Giroud a secco da 4 mesi in casa? No, non noto ricerca ossessiva. Ma essendo un centravanti questa mancanza non può fargli bene".

"Quando si è rotto l'incantesimo a San Siro, col poco entusiasmo? E' questione di quando abbiamo alzato aspettative. Cinque stagioni fa, il terzo posto sarebbe stato positivo. Oggi è accolto in negativo ma è normale. L'ambiente lo hanno creato i tifosi e il gioco e i risultati, che devono migliorare"

"Che Sassuolo mi aspetto? Abbiamo avuto una settimana pulita e lo abbiamo guardato tanto. Costruiscono tanti, fanno gol e ne subiscono. Hanno esterni di qualità e veloci, centrocampisti che si sanno inserire. Dobbiamo essere bravi nelle loro difficoltà difensive".

"Buttare fuori la palla quando si era fatto male Tomori? Chi ha giocato a certi livelli sa che saper parlare in campo ed aiutarsi è molto importante. E dobbiamo migliorare"

"Il Milan deve vincere domani. Abbiamo bisogno di punti e di tante cose. Non possiamo pensare di migliorare e rimediare la stagione solo domani. La stagione è lunga. Ci sono tante partite. C'è ancora margine per fare bene. Abbiamo bisogno di dare continuità a prestazioni e risultati. L'obiettivo è trovarla subito".

In aggiornamento LIVE dalle ore 14
Niente, è proprio ottuso, non capisce che si sta dando la zappa sui piedi da solo.
E anche oggi continua col suo credo "dell'intensità", come quando ripete sempre "abbiamo un'identità non vogliamo snaturarci", non capendo che è quell'identità che lo porterà al licenziamento (dopo questa giornata o a Gennaio o a Maggio, ma la sua fine su questa panchina è ormai segnata).
Ah pure Pippo nostro prima dell'esonero disse che non aveva paura. Io vedo forti collegamenti con tutti gli allenatori che sono sulla graticola.
 

Similar threads

Alto
head>