Conferenza Conte 16 maggio 2020

fabri47

Senior Member
Registrato
15 Dicembre 2016
Messaggi
19,977
Reaction score
2,076
Il premier Giuseppe Conte terrà una conferenza stampa stasera, verso le ore 20:00. Si parlerà principalmente del nuovo DPCM sulle riaperture dal 18 maggio.

Conte:"Ieri abbiamo approvato il decreto che da lunedì ci consente di entrare nella fase 2. Affrontiamo questa fase 2 con voglia di ricominciare ma con prudenza. I dati sono incoraggianti e ci confermano che i sacrifici hanno dato i dati attesi. Abbiamo potenziati le strutture ospedalieri. Ora stiamo sperimentando l'app Immuni. Siamo in grado in affrontare questa fase 2 con fiducia e responsabilità. E sarà importante il dialogo con le regioni. Anche loro dovranno prendersi le loro responsabilità e dovranno fornirci dati per controllare la curva epidemiologica in modo da poter intervenire tempestivamente. La curva epidemiologica potrebbe tornare a salire. Affrontiamo questo rischio e dobbiamo accettarlo. Non possiamo permetterci di aspettare il vaccino. Da lunedì spostamenti nelle regioni senza limiti e senza autocertificazioni. Si potrà andare dove si vuole. Riprende la vita sociale e gli incontri con gli amici. Resta il divieto di uscire per chi è positivo, chi è in quarantena e chi ha sintomi. Divieto di assembramenti in luoghi pubblici. Bisognerà rispettare la distanza di un metro e raccomandiamo di portare la mascherina, obbligatoria in specifici luoghi. Va indossata in luoghi chiusi e in strade molto affollate. Da una regione all'altra ci si potrà spostare per esigenze importanti e di salute. Dal 3 giugno se i dati saranno incoraggianti ci si potrà spostare da una regione all'altra. E dal 3 giugno ci si potrà spostare all'interno dell'UE senza quarantena. Dal 18 riaprono negozi, ristoranti, pub, ed altri attività. A condizione che la curva epidemiologica sia sotto controllo. Riprenderanno anche le Messe. Bisognerà rispettare le misure anti contagio. Riprendereranno anche gli allenamenti di quadra nel calcio. Dal 25 maggio riapriranno palestre, centri sportivi. Dal 15 giugno teatri, cinema, e offerte ludiche per i bambini. Sappiamo che le difficoltà economiche e sociali non spariranno di botto dopo le riaperture. Sono consapevole che il decreto rilancio non potrà essere la soluzioni di tutti i problemi. Ma stiamo dando una mano. Pensiamo agli aiuti a chi ha un fatturato fino a 5 mln di euro. Adesso ci dedicheremo al decreto sulle semplificazioni per rendere più chiari e trasparenti procedimenti ammistrativi per favorire la crescita economica e sociale. Vogliamo un'Italia più verde, più digitale più inclusiva".
 
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
5,396
Reaction score
625
questo ogni giorno fa conferenze per non dire praticamente nulla, anzi per dire che tutto va bene ed è stato gestito benissimo
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
24,251
Reaction score
5,221
per carità.
6 ore di bundesliga e pizza,figuriamoci se mi rovino la serata per questo parolaio
fateci sapere che dirà,ammesso sia qualcosa di utile che già non sappiamo
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
161,089
Reaction score
10,991
Conte:"Ieri abbiamo approvato il decreto che da lunedì ci consente di entrare nella fase 2. Affrontiamo questa fase 2 con voglia di ricominciare ma con prudenza. I dati sono incoraggianti e ci confermano che i sacrifici hanno dato i dati attesi. Abbiamo potenziati le strutture ospedalieri. Ora stiamo sperimentando l'app Immuni. Siamo in grado in affrontare questa fase 2 con fiducia e responsabilità. E sarà importante il dialogo con le regioni. Anche loro dovranno prendersi le loro responsabilità e dovranno fornirci dati per controllare la curva epidemiologica in modo da poter intervenire tempestivamente. La curva epidemiologica potrebbe tornare a salire. Affrontiamo questo rischio e dobbiamo accettarlo. Non possiamo permetterci di aspettare il vaccino. Da lunedì spostamenti nelle regioni senza limiti e senza autocertificazioni. Si potrà andare dove si vuole. Riprende la vita sociale e gli incontri con gli amici. Resta il divieto di uscire per chi è positivo, chi è in quarantena e chi ha sintomi. Divieto di assembramenti in luoghi pubblici. Bisognerà rispettare la distanza di un metro e raccomandiamo di portare la mascherina, obbligatoria in specifici luoghi. Va indossata in luoghi chiusi e in strade molto affollate. Da una regione all'altra ci si potrà spostare per esigenze importanti e di salute. Dal 3 giugno se i dati saranno incoraggianti ci si potrà spostare da una regione all'altra. E dal 3 giugno ci si potrà spostare all'interno dell'UE senza quarantena. Dal 18 riaprono negozi, ristoranti, pub, ed altri attività. A condizione che la curva epidemiologica sia sotto controllo. Riprenderanno anche le Messe. Bisognerà rispettare le misure anti contagio. Riprendereranno anche gli allenamenti di quadra nel calcio. Dal 25 maggio riapriranno palestre, centri sportivi. Dal 15 giugno teatri, cinema, e offerte ludiche per i bambini. Sappiamo che le difficoltà economiche e sociali non spariranno di botto dopo le riaperture. Sono consapevole che il decreto rilancio non potrà essere la soluzioni di tutti i problemi. Ma stiamo dando una mano. Pensiamo agli aiuti a chi ha un fatturato fino a 5 mln di euro. Adesso ci dedicheremo al decreto sulle semplificazioni per rendere più chiari e trasparenti procedimenti ammistrativi per favorire la crescita economica e sociale. Vogliamo un'Italia più verde, più digitale più inclusiva".
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
161,089
Reaction score
10,991
Conte:"Ieri abbiamo approvato il decreto che da lunedì ci consente di entrare nella fase 2. Affrontiamo questa fase 2 con voglia di ricominciare ma con prudenza. I dati sono incoraggianti e ci confermano che i sacrifici hanno dato i dati attesi. Abbiamo potenziati le strutture ospedalieri. Ora stiamo sperimentando l'app Immuni. Siamo in grado in affrontare questa fase 2 con fiducia e responsabilità. E sarà importante il dialogo con le regioni. Anche loro dovranno prendersi le loro responsabilità e dovranno fornirci dati per controllare la curva epidemiologica in modo da poter intervenire tempestivamente. La curva epidemiologica potrebbe tornare a salire. Affrontiamo questo rischio e dobbiamo accettarlo. Non possiamo permetterci di aspettare il vaccino".

.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
161,089
Reaction score
10,991
Conte:"Ieri abbiamo approvato il decreto che da lunedì ci consente di entrare nella fase 2. Affrontiamo questa fase 2 con voglia di ricominciare ma con prudenza. I dati sono incoraggianti e ci confermano che i sacrifici hanno dato i dati attesi. Abbiamo potenziati le strutture ospedalieri. Ora stiamo sperimentando l'app Immuni. Siamo in grado in affrontare questa fase 2 con fiducia e responsabilità. E sarà importante il dialogo con le regioni. Anche loro dovranno prendersi le loro responsabilità e dovranno fornirci dati per controllare la curva epidemiologica in modo da poter intervenire tempestivamente. La curva epidemiologica potrebbe tornare a salire. Affrontiamo questo rischio e dobbiamo accettarlo. Non possiamo permetterci di aspettare il vaccino. Da lunedì spostamenti nelle regioni senza limiti e senza autocertificazioni. Si potrà andare dove si vuole. Riprende la vita sociale e gli incontri con gli amici. Resta il divieto di uscire per chi è positivo, chi è in quarantena e chi ha sintomi. Divieto di assembramenti in luoghi pubblici. Bisognerà rispettare la distanza di un metro e raccomandiamo di portare la mascherina, obbligatoria in specifici luoghi. Va indossata in luoghi chiusi e in strade molto affollate. Da una regione all'altra ci si potrà spostare per esigenze importanti e di salute. Dal 3 giugno se i dati saranno incoraggianti ci si potrà spostare da una regione all'altra. E dal 3 giugno ci si potrà spostare all'interno dell'UE senza quarantena".

.
 

fabri47

Senior Member
Registrato
15 Dicembre 2016
Messaggi
19,977
Reaction score
2,076
Conte: "Ieri abbiamo approvato il decreto legge che da lunedì 18 maggio, ci consente di entrare a pieno nella fase 2. Affrontiamo questa fase 2 con la voglia di ricominciare ma con prudenza. I dati sono incoraggiati e gli impegni hanno portato risultati, abbiamo rinforzato le strutture ospedaliere, aumentato i tamponi, sperimentato l'app Immuni...Sarà importante il dialogo con le regioni. Abbiamo predisposto un piano nazionale che ci consentirà di controllare la curva epidemiologica...Le regioni, inoltre, collaboreranno con noi per far rispettare le regole di distanziamento in tutte le attività economiche e sociali...Stiamo affrontando un rischio calcolato nella consapevolezza che la curva potrà tornare a salire. I nostri principi rimangono gli stessi, la tutela della vita in primis. Questo rischio però dobbiamo aspettarlo, altrimenti dovremo aspettare i vaccini ma non possiamo permetterci di perdere tutto questo tempo. Da lunedì, nella stessa regione, non si dovrà più usare l'autocertificazione. Riprende la vita sociale, le attività sociali con gli amici. Rimane il divieto di uscire per chi è positivo e chi è in quarantena. Bisognerà comunque tenere la distanza di un metro e l'uso della mascherina. Da una regione all'altra si potrà spostare per i motivi già noti: lavoro, assoluta urgenza e salute. Questi spostamenti interregionali rimarranno fino al 3 giugno, poi valuteremo con gli esperti. Non è escluso che potremo dopo quella data tornare a spostarsi per tutta l'Italia. Ci sarà in quella data anche la riapertura delle frontiere senza obbligo di quarantena per chi viene. Da lunedì riapriranno tutte le attività per la cura della persona tipo parrucchieri, barbieri, negozi di abbigliamento, bar, ristoranti, pub, a patto che le regioni controllino la curva epidemiologica. Lo stesso vale per gli stabilimenti balneari. Riprendono anche le celebrazioni liturgiche, rispettando sempre le misure anti-contagio. Riprendono tutti gli allenamenti sportivi, anche il calcio. Riaprono anche i musei, palestre, piscine, centri sportivi, sempre con protocolli di sicurezza. Dal 15 giugno riaprono teatri, cinema e per i bambini un ventaglio di offerte a carattere ludico-ricreativo. Anche in questo caso, le regioni sono libere di ampliare o restringere le misure di sicurezza...Servirà cautela da parte di tutti, in particolare per regioni come la Lombardia che sta combattendo la battaglia più dura...Abbiamo previsto per i disabili specifiche misure per il distanziamento sociale...Sono consapevole che per alcuni settori riapertura non significherà ripresa economica e rilancio per gli affari...Ho ricevuto tante lettere. Sono consapevole che il decreto rilancio, nonostante i 55 miliardi spesi, non è la soluzione a tutti i problemi...Con questa manovra noi gettiamo un ponte per tenere l'impatto di questa crisi...Penso alle misure stanziate per scuole, università e ricerca. È un'emergenza molto pesante...Ma non è questo il momento di riprendere fiato...Nelle prossime ore, ci dedicheremo al decreto per le semplificazione e al piano europeo per fronteggiare l'emergenza in modo da accelerare la crescita economica sociale...
 
Alto
head>