Caso Juventus: parliamone

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
48,899
Reaction score
14,502
Sono giorni caldissimi per il calcio italiano a causa delle intercettazioni riguardanti la juve che quotidianamente i giornalisti ci stanno 'concedendo' a piccoli bocconi.
Lo si fa ovviamente per aumentare il clamore e il seguito ma anche perché le intercettazioni pare siano tantissime, mille pagine circa , e richiedono un lavoro meticoloso di lettura ed estrapolazione.
La causa mediatica comunque è partita ed è destinata a diventare sempre più feroce, coi pro e i contro della situazione.

Partiamo dal presupposto che quanto sta venendo fuori a noi altri amici del forum ci sorprende ma nemmeno tanto e non perché siamo più svegli o maliziosi di altri ma perché, in fin dei conti, il calcio basta seguirlo quotidianamente e farsi due domande per arrivare a trarre le proprie conclusioni.
Quando noi altri su questi siti giocavamo nel fare il cambio valuta sturaro-euro i ''giornalisti'' del sistema lodavano il modus operandi della juve, per dirne una.
Ma potrei pure rievocare le mille battute sulle succursali , ecc ecc.

Ad ogni modo , per trarre conclusioni ancora è presto perché altre intercettazioni verranno fuori e ci saranno, credo, un processo penale e uno sportivo.
A me francamente, clamore della notizia e incredibile caduta di stile per la Juve a parte, e di riflesso per il calcio italiano , del processo penale mi importa poco o nulla.
Se la juve ha infatti truffato soci e investitori ,essendo una spa ,lo stabilirà la giustizia e comminera' la pena che riterrà più giusta.
Se e quando si dovesse dimostrare che il reato esiste, ovviamente.

Io con tutti voi mi vorrei concentrare solo ed esclusivamente sul lato sportivo e vorrei toccare 2 punti.

1) Il fpf nasce come strumento per salvare il calcio, che poi non vi sia riuscito e non vi stia riuscendo è un altro discorso ma non nasce appunto per livellare la competizione a livello sportivo ma per ridurre i debiti.
Alla fine infatti anche col fpf vince quasi sempre il più ricco e chi ha più disponibilità economica perché trova sempre il modo di immettere risorse o aumentare il fatturato e quindi la potenza di fuoco sul mercato e coi costi della rosa.
La uefa riesce a fare ben poco contro chi i soldi veri e possibili sanzioni vengono sistematicamente smontate dal tas di Losanna perché una 'lega' sportiva vive di regole interne che difficilmente trovano poi riscontro nella giustizia ordinaria.
Diciamo che un club se si iscrive a una partecipazione sportiva poi dovrebbe accertarne le regole fino in fondo senza distruggere il giochino presso i tribunali ma questo è un altro discorso che spesso abbiamo toccato.
Il succo della faccenda è che contro i ricchi è comunque sempre difficile porre un argine a tutela dello sport.
Diverso il discorso per i club che hanno invece avuto difficoltà economiche: li la uefa può fare la voce grossa perché i bilanci e i costi sono sotto gli occhi di tutti.
Debiti a parte però ,stranamente, quelli fino ad oggi sono stati ignorati e forse solo la nuova versione del fpf inizierà a prenderli in considerazione.
Alla luce già di questi presupposti possiamo trarre una conclusione sul caso della juve che potrebbe rappresentare un unicum nel palcoscenico continentale: la juve infatti non è il psg o il City che smiliarda e prende in giro la uefa , non è il Milan che da anni sta sistemando i conti e non è nemmeno l'inter che accumula debiti su debiti.
La juve ha truccato i bilanci e nascosto spese e perdite.
In ottica fpf quindi mi pare, ma magari sbaglio, che siamo al cospetto di una situazione nuova.
Cosa possa implicare tutto ciò in ottica fpf è tutto da stabilire ma vorrei ricordare che noi siamo stati squalificati dalle coppe per 3 esercizi fallimentari.
Ma truccare i bilanci non è peggio che avere i conti disastrati?
Primo risvolto sportivo che va quindi analizzato e contestualizzato.
L'abuso delle plusvalenze alla juve a un certo punto non è più bastato e hanno trovato altri modi per sistemare il bilancio.
Ovviamente questo aspetto vale per l'Europa per ciò che concerne il fpf ma anche per il campionato italiano perché di fatto la juve ha tradotto poi sul campo e sul gioco delle possibilità economiche che non erano reali.
Laddove noi infatti malinconicamente eravamo costretti anche a perdere giocatori per impossibilità a rinnovare i contratti, loro imperterriti potevano continuare ad essere aggressivi sul mercato e nei costi.

2)Tra le pieghe della sentenza su calciopoli c'è un passaggio che in troppi ometteno e in pochi rievocano : le colpe della juve non furono tanto quelle di telefonare il designatore degli arbitri anziché altri addetti ai lavori , calciopoli infatti mise a nudo un mondo sotterraneo, una piovra tentacolare che praticamente toccava ogni aspetto della serie A e creava dei rapporti tali per i quali alla fine era anche impossibile credere che potesse esistere vera competizione.
Chiaramente Moggi fu lesto a crearsi un potere ed usarlo ma è altrettanto chiaro che tutto fu possibile solo perché aia, federazione e sistema calcio erano deboli.
La classe arbitrale infatti, giusto per fare un esempio, dovrebbe essere una federazione a parte e non legata ai club.
È palese infatti che se la carriera di un arbitro dipende da un dirigente di una big cade tutta la credibilità e la libertà di una giacchetta nera.
Moggi aveva le mani su tutto: arbitri, lega , federazione, nazionale e persino giornalisti coi quali decideva palinsesti e temi da trattare e/o omettere.
Le recenti intercettazioni stanno facendo venire a galla collaborazioni tra la juve e le 'solite note' , squadre che si prestavano e si affidavano a paratici per sistemare i conti e salvare i bilanci.
Un favore non lo si negava mai perché poi un giorno lo si riceveva.
Ecco , questo malsano modo di fare affari rievoca in un certo senso lo stile di Moggi perché pone molte ombre poi sul reale svolgimento delle partite.
E noi altri di partite 'strane' ne ricordiamo a centinaia.
Come ricordiamo convocazioni in nazionale discutibili e altrettante esclusioni immotivate , ricordiamo pure squadre particolarmente motivate in alcune circostanze e tendenti a scansarsi in altre.
Vediamo se viene fuori qualche intercettazione che tocca il campo perché secondo me davvero si rischia grosso, più di quanto si crede.
I rapporti di amicizia e di 'dipendenza indispensabile' per la sopravvivenza creano un sottobosco di rapporti tali che truccano la manifestazione.
Perché fare plusvalenze non è un reato, in realtà sarebbe vitale per i club , e nemmeno abusarne è un reato facilmente dimostrabile né tantomeno porta a salvare un bilancio, tecnicamente infatti è solo una toppa nel bilancio, però se si fanno plusvalenze sempre con le stesse squadre e con frequenza sospetta allora il problema si pone e deve accendere una spia di allarme.

Io mi auguro che gli addetti ai lavori tocchino anche questi argomenti scomodi ma capisco che in troppi debbano portare a casa la pagnotta e allora si spiega facilmente la presa di posizione forte pro-juve e pro-sistema di questi giorni.
Mi auguro pure chi di dovere faccia tutte le indagini del caso e vada fino in fondo a questa storia perché siamo a un bivio: o se ne esce con le ossa rotte e si prova a ripartire o mettiamo il cerotto sulla bua e restiamo coi nostri limiti di sempre, i limiti che hanno distrutto questo calcio nella credibilità ancor prima che nella qualità.

Chiudo con una precisazione: ho parlato di caso juve perché questo è il titolo di tendenza ma devono pagare tutti quelli coinvolti.
Tutti.
Anche il mio Milan se si fosse macchiato di colpe e truffe.
Ora o mai più.
 

El picinin

Well-known member
Registrato
27 Luglio 2021
Messaggi
963
Reaction score
559
Tutto giusto,ma come stai sentendo tutti stanno prendendo le di difese della Juve,ho sentito un editoriale di Ravezzani da vomito,la difesa e se smantelli la Juve smantelli il calcio Italiano,ma che Ben Venga ,visto l andazzo.
 
Registrato
8 Ottobre 2018
Messaggi
36,769
Reaction score
8,721
Sono giorni caldissimi per il calcio italiano a causa delle intercettazioni riguardanti la juve che quotidianamente i giornalisti ci stanno 'concedendo' a piccoli bocconi.
Lo si fa ovviamente per aumentare il clamore e il seguito ma anche perché le intercettazioni pare siano tantissime, mille pagine circa , e richiedono un lavoro meticoloso di lettura ed estrapolazione.
La causa mediatica comunque è partita ed è destinata a diventare sempre più feroce, coi pro e i contro della situazione.

Partiamo dal presupposto che quanto sta venendo fuori a noi altri amici del forum ci sorprende ma nemmeno tanto e non perché siamo più svegli o maliziosi di altri ma perché, in fin dei conti, il calcio basta seguirlo quotidianamente e farsi due domande per arrivare a trarre le proprie conclusioni.
Quando noi altri su questi siti giocavamo nel fare il cambio valuta sturaro-euro i ''giornalisti'' del sistema lodavano il modus operandi della juve, per dirne una.
Ma potrei pure rievocare le mille battute sulle succursali , ecc ecc.

Ad ogni modo , per trarre conclusioni ancora è presto perché altre intercettazioni verranno fuori e ci saranno, credo, un processo penale e uno sportivo.
A me francamente, clamore della notizia e incredibile caduta di stile per la Juve a parte, e di riflesso per il calcio italiano , del processo penale mi importa poco o nulla.
Se la juve ha infatti truffato soci e investitori ,essendo una spa ,lo stabilirà la giustizia e comminera' la pena che riterrà più giusta.
Se e quando si dovesse dimostrare che il reato esiste, ovviamente.

Io con tutti voi mi vorrei concentrare solo ed esclusivamente sul lato sportivo e vorrei toccare 2 punti.

1) Il fpf nasce come strumento per salvare il calcio, che poi non vi sia riuscito e non vi stia riuscendo è un altro discorso ma non nasce appunto per livellare la competizione a livello sportivo ma per ridurre i debiti.
Alla fine infatti anche col fpf vince quasi sempre il più ricco e chi ha più disponibilità economica perché trova sempre il modo di immettere risorse o aumentare il fatturato e quindi la potenza di fuoco sul mercato e coi costi della rosa.
La uefa riesce a fare ben poco contro chi i soldi veri e possibili sanzioni vengono sistematicamente smontate dal tas di Losanna perché una 'lega' sportiva vive di regole interne che difficilmente trovano poi riscontro nella giustizia ordinaria.
Diciamo che un club se si iscrive a una partecipazione sportiva poi dovrebbe accertarne le regole fino in fondo senza distruggere il giochino presso i tribunali ma questo è un altro discorso che spesso abbiamo toccato.
Il succo della faccenda è che contro i ricchi è comunque sempre difficile porre un argine a tutela dello sport.
Diverso il discorso per i club che hanno invece avuto difficoltà economiche: li la uefa può fare la voce grossa perché i bilanci e i costi sono sotto gli occhi di tutti.
Debiti a parte però ,stranamente, quelli fino ad oggi sono stati ignorati e forse solo la nuova versione del fpf inizierà a prenderli in considerazione.
Alla luce già di questi presupposti possiamo trarre una conclusione sul caso della juve che potrebbe rappresentare un unicum nel palcoscenico continentale: la juve infatti non è il psg o il City che smiliarda e prende in giro la uefa , non è il Milan che da anni sta sistemando i conti e non è nemmeno l'inter che accumula debiti su debiti.
La juve ha truccato i bilanci e nascosto spese e perdite.
In ottica fpf quindi mi pare, ma magari sbaglio, che siamo al cospetto di una situazione nuova.
Cosa possa implicare tutto ciò in ottica fpf è tutto da stabilire ma vorrei ricordare che noi siamo stati squalificati dalle coppe per 3 esercizi fallimentari.
Ma truccare i bilanci non è peggio che avere i conti disastrati?
Primo risvolto sportivo che va quindi analizzato e contestualizzato.
L'abuso delle plusvalenze alla juve a un certo punto non è più bastato e hanno trovato altri modi per sistemare il bilancio.
Ovviamente questo aspetto vale per l'Europa per ciò che concerne il fpf ma anche per il campionato italiano perché di fatto la juve ha tradotto poi sul campo e sul gioco delle possibilità economiche che non erano reali.
Laddove noi infatti malinconicamente eravamo costretti anche a perdere giocatori per impossibilità a rinnovare i contratti, loro imperterriti potevano continuare ad essere aggressivi sul mercato e nei costi.

2)Tra le pieghe della sentenza su calciopoli c'è un passaggio che in troppi ometteno e in pochi rievocano : le colpe della juve non furono tanto quelle di telefonare il designatore degli arbitri anziché altri addetti ai lavori , calciopoli infatti mise a nudo un mondo sotterraneo, una piovra tentacolare che praticamente toccava ogni aspetto della serie A e creava dei rapporti tali per i quali alla fine era anche impossibile credere che potesse esistere vera competizione.
Chiaramente Moggi fu lesto a crearsi un potere ed usarlo ma è altrettanto chiaro che tutto fu possibile solo perché aia, federazione e sistema calcio erano deboli.
La classe arbitrale infatti, giusto per fare un esempio, dovrebbe essere una federazione a parte e non legata ai club.
È palese infatti che se la carriera di un arbitro dipende da un dirigente di una big cade tutta la credibilità e la libertà di una giacchetta nera.
Moggi aveva le mani su tutto: arbitri, lega , federazione, nazionale e persino giornalisti coi quali decideva palinsesti e temi da trattare e/o omettere.
Le recenti intercettazioni stanno facendo venire a galla collaborazioni tra la juve e le 'solite note' , squadre che si prestavano e si affidavano a paratici per sistemare i conti e salvare i bilanci.
Un favore non lo si negava mai perché poi un giorno lo si riceveva.
Ecco , questo malsano modo di fare affari rievoca in un certo senso lo stile di Moggi perché pone molte ombre poi sul reale svolgimento delle partite.
E noi altri di partite 'strane' ne ricordiamo a centinaia.
Come ricordiamo convocazioni in nazionale discutibili e altrettante esclusioni immotivate , ricordiamo pure squadre particolarmente motivate in alcune circostanze e tendenti a scansarsi in altre.
Vediamo se viene fuori qualche intercettazione che tocca il campo perché secondo me davvero si rischia grosso, più di quanto si crede.
I rapporti di amicizia e di 'dipendenza indispensabile' per la sopravvivenza creano un sottobosco di rapporti tali che truccano la manifestazione.
Perché fare plusvalenze non è un reato, in realtà sarebbe vitale per i club , e nemmeno abusarne è un reato facilmente dimostrabile né tantomeno porta a salvare un bilancio, tecnicamente infatti è solo una toppa nel bilancio, però se si fanno plusvalenze sempre con le stesse squadre e con frequenza sospetta allora il problema si pone e deve accendere una spia di allarme.

Io mi auguro che gli addetti ai lavori tocchino anche questi argomenti scomodi ma capisco che in troppi debbano portare a casa la pagnotta e allora si spiega facilmente la presa di posizione forte pro-juve e pro-sistema di questi giorni.
Mi auguro pure chi di dovere faccia tutte le indagini del caso e vada fino in fondo a questa storia perché siamo a un bivio: o se ne esce con le ossa rotte e si prova a ripartire o mettiamo il cerotto sulla bua e restiamo coi nostri limiti di sempre, i limiti che hanno distrutto questo calcio nella credibilità ancor prima che nella qualità.

Chiudo con una precisazione: ho parlato di caso juve perché questo è il titolo di tendenza ma devono pagare tutti quelli coinvolti.
Tutti.
Anche il mio Milan se si fosse macchiato di colpe e truffe.
Ora o mai più.
sarebbe ora che uscisse qualcosa sulle convocazioni in nazionale.
 
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
5,615
Reaction score
791
Ad inizio settembre parlavo con un mio cugino juventino e gobbo senza misura e gli dissi: Ma com'è possibile che la Sampdoria compri Audero per 30 mln dalla Juve, budget che a momenti nemmeno il Milan spende, o prende 13 milioni per Muratore, giocatore che non ha nemmeno una presenza tra i professionisti. E lui mi disse : Ma cosa c è di strano? Ognuno valuta i giocatori come vuole.
Poi gli tirai fuori anche l'acquisto di Vlhaovic, finanziato da due panchinari strapagati (Kulusewski e Bentacour) valutati il primo 40 mln ed il secondo 35 mln dopo due anni davvero pessimi, e li anche tutto più che regolare.

Noi quando Galliani faceva le porcate con preziosi e con i procuratori lo abbiamo sempre denunciato, questi invece andavano fieri di queste malefatte.

Fair play finanziario non rispettato, falso in bilancio, insolvenza sugli stipendi, plusvalenze fittizie, mi chiedo come faranno ad uscire illesi. Come minimo dovranno stare fuori dalle Coppe per lo stesso numeri di anni in cui hanno fatto questi Magheggi. Quindi 3 se si tratta del 2019 come punto 0. Poi in serie A se non paghi gli stipendi e fai carte segrete in nero se ti chiamassi Chievo finiresti come minimo in C. Loro se la caveranno con qualche punto di penalizzazione
 
Registrato
13 Gennaio 2014
Messaggi
26,005
Reaction score
5,612
Sono giorni caldissimi per il calcio italiano a causa delle intercettazioni riguardanti la juve che quotidianamente i giornalisti ci stanno 'concedendo' a piccoli bocconi.
Lo si fa ovviamente per aumentare il clamore e il seguito ma anche perché le intercettazioni pare siano tantissime, mille pagine circa , e richiedono un lavoro meticoloso di lettura ed estrapolazione.
La causa mediatica comunque è partita ed è destinata a diventare sempre più feroce, coi pro e i contro della situazione.

Partiamo dal presupposto che quanto sta venendo fuori a noi altri amici del forum ci sorprende ma nemmeno tanto e non perché siamo più svegli o maliziosi di altri ma perché, in fin dei conti, il calcio basta seguirlo quotidianamente e farsi due domande per arrivare a trarre le proprie conclusioni.
Quando noi altri su questi siti giocavamo nel fare il cambio valuta sturaro-euro i ''giornalisti'' del sistema lodavano il modus operandi della juve, per dirne una.
Ma potrei pure rievocare le mille battute sulle succursali , ecc ecc.

Ad ogni modo , per trarre conclusioni ancora è presto perché altre intercettazioni verranno fuori e ci saranno, credo, un processo penale e uno sportivo.
A me francamente, clamore della notizia e incredibile caduta di stile per la Juve a parte, e di riflesso per il calcio italiano , del processo penale mi importa poco o nulla.
Se la juve ha infatti truffato soci e investitori ,essendo una spa ,lo stabilirà la giustizia e comminera' la pena che riterrà più giusta.
Se e quando si dovesse dimostrare che il reato esiste, ovviamente.

Io con tutti voi mi vorrei concentrare solo ed esclusivamente sul lato sportivo e vorrei toccare 2 punti.

1) Il fpf nasce come strumento per salvare il calcio, che poi non vi sia riuscito e non vi stia riuscendo è un altro discorso ma non nasce appunto per livellare la competizione a livello sportivo ma per ridurre i debiti.
Alla fine infatti anche col fpf vince quasi sempre il più ricco e chi ha più disponibilità economica perché trova sempre il modo di immettere risorse o aumentare il fatturato e quindi la potenza di fuoco sul mercato e coi costi della rosa.
La uefa riesce a fare ben poco contro chi i soldi veri e possibili sanzioni vengono sistematicamente smontate dal tas di Losanna perché una 'lega' sportiva vive di regole interne che difficilmente trovano poi riscontro nella giustizia ordinaria.
Diciamo che un club se si iscrive a una partecipazione sportiva poi dovrebbe accertarne le regole fino in fondo senza distruggere il giochino presso i tribunali ma questo è un altro discorso che spesso abbiamo toccato.
Il succo della faccenda è che contro i ricchi è comunque sempre difficile porre un argine a tutela dello sport.
Diverso il discorso per i club che hanno invece avuto difficoltà economiche: li la uefa può fare la voce grossa perché i bilanci e i costi sono sotto gli occhi di tutti.
Debiti a parte però ,stranamente, quelli fino ad oggi sono stati ignorati e forse solo la nuova versione del fpf inizierà a prenderli in considerazione.
Alla luce già di questi presupposti possiamo trarre una conclusione sul caso della juve che potrebbe rappresentare un unicum nel palcoscenico continentale: la juve infatti non è il psg o il City che smiliarda e prende in giro la uefa , non è il Milan che da anni sta sistemando i conti e non è nemmeno l'inter che accumula debiti su debiti.
La juve ha truccato i bilanci e nascosto spese e perdite.
In ottica fpf quindi mi pare, ma magari sbaglio, che siamo al cospetto di una situazione nuova.
Cosa possa implicare tutto ciò in ottica fpf è tutto da stabilire ma vorrei ricordare che noi siamo stati squalificati dalle coppe per 3 esercizi fallimentari.
Ma truccare i bilanci non è peggio che avere i conti disastrati?
Primo risvolto sportivo che va quindi analizzato e contestualizzato.
L'abuso delle plusvalenze alla juve a un certo punto non è più bastato e hanno trovato altri modi per sistemare il bilancio.
Ovviamente questo aspetto vale per l'Europa per ciò che concerne il fpf ma anche per il campionato italiano perché di fatto la juve ha tradotto poi sul campo e sul gioco delle possibilità economiche che non erano reali.
Laddove noi infatti malinconicamente eravamo costretti anche a perdere giocatori per impossibilità a rinnovare i contratti, loro imperterriti potevano continuare ad essere aggressivi sul mercato e nei costi.

2)Tra le pieghe della sentenza su calciopoli c'è un passaggio che in troppi ometteno e in pochi rievocano : le colpe della juve non furono tanto quelle di telefonare il designatore degli arbitri anziché altri addetti ai lavori , calciopoli infatti mise a nudo un mondo sotterraneo, una piovra tentacolare che praticamente toccava ogni aspetto della serie A e creava dei rapporti tali per i quali alla fine era anche impossibile credere che potesse esistere vera competizione.
Chiaramente Moggi fu lesto a crearsi un potere ed usarlo ma è altrettanto chiaro che tutto fu possibile solo perché aia, federazione e sistema calcio erano deboli.
La classe arbitrale infatti, giusto per fare un esempio, dovrebbe essere una federazione a parte e non legata ai club.
È palese infatti che se la carriera di un arbitro dipende da un dirigente di una big cade tutta la credibilità e la libertà di una giacchetta nera.
Moggi aveva le mani su tutto: arbitri, lega , federazione, nazionale e persino giornalisti coi quali decideva palinsesti e temi da trattare e/o omettere.
Le recenti intercettazioni stanno facendo venire a galla collaborazioni tra la juve e le 'solite note' , squadre che si prestavano e si affidavano a paratici per sistemare i conti e salvare i bilanci.
Un favore non lo si negava mai perché poi un giorno lo si riceveva.
Ecco , questo malsano modo di fare affari rievoca in un certo senso lo stile di Moggi perché pone molte ombre poi sul reale svolgimento delle partite.
E noi altri di partite 'strane' ne ricordiamo a centinaia.
Come ricordiamo convocazioni in nazionale discutibili e altrettante esclusioni immotivate , ricordiamo pure squadre particolarmente motivate in alcune circostanze e tendenti a scansarsi in altre.
Vediamo se viene fuori qualche intercettazione che tocca il campo perché secondo me davvero si rischia grosso, più di quanto si crede.
I rapporti di amicizia e di 'dipendenza indispensabile' per la sopravvivenza creano un sottobosco di rapporti tali che truccano la manifestazione.
Perché fare plusvalenze non è un reato, in realtà sarebbe vitale per i club , e nemmeno abusarne è un reato facilmente dimostrabile né tantomeno porta a salvare un bilancio, tecnicamente infatti è solo una toppa nel bilancio, però se si fanno plusvalenze sempre con le stesse squadre e con frequenza sospetta allora il problema si pone e deve accendere una spia di allarme.

Io mi auguro che gli addetti ai lavori tocchino anche questi argomenti scomodi ma capisco che in troppi debbano portare a casa la pagnotta e allora si spiega facilmente la presa di posizione forte pro-juve e pro-sistema di questi giorni.
Mi auguro pure chi di dovere faccia tutte le indagini del caso e vada fino in fondo a questa storia perché siamo a un bivio: o se ne esce con le ossa rotte e si prova a ripartire o mettiamo il cerotto sulla bua e restiamo coi nostri limiti di sempre, i limiti che hanno distrutto questo calcio nella credibilità ancor prima che nella qualità.

Chiudo con una precisazione: ho parlato di caso juve perché questo è il titolo di tendenza ma devono pagare tutti quelli coinvolti.
Tutti.
Anche il mio Milan se si fosse macchiato di colpe e truffe.
Ora o mai più.
Tutto giusto.
Ma fa quasi tenerezza la tua purezza.
E' bellissimo vederti arrabbiato e deluso, ma non rassegnato!

E probabilmente molta di quella sana ingenuità di molti altri nel forum.

Il Calcio in Italia è marcio alla pari, con quanto è marcio il sistema in generale.

In Italia il 70% delle aziende fa intrallazzi, dalla SRL che fattura 200.000 euro a salire.

So di sembrare il solito cinico, ma se vai a prendere i miei post da 10 anni a questa parte, son tutti uguali su questo tema.

La parte di godimento è altissima vedendo i Gobbi beccati con le mani nella marmellata, ma lo stupore è ( se matematicamente possibile) ampiamente sotto lo zero.

L' Italia è pieno di delinquenza finanziaria da sempre, siamo maestri.

Non saremmo i top mondiali come evasione del fisco!
Almeno in qualcosa siamo primi.

Ma tanto non cambierà nulla, si sente nell' aria.

PS: come in Calciapoli, non mi stupirei se anche qui, non venisse fuori il motore di tutto, cio' che da il via ad ogni intrallazzo: il mero denaro
State tranquilli sanno benissimo che c'è il rischio di essere intercettati, ci sono argomenti di cui non accennano al telefono manco sotto tortura.
 
Ultima modifica:

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
16,763
Reaction score
8,704
Sono giorni caldissimi per il calcio italiano a causa delle intercettazioni riguardanti la juve che quotidianamente i giornalisti ci stanno 'concedendo' a piccoli bocconi.
Lo si fa ovviamente per aumentare il clamore e il seguito ma anche perché le intercettazioni pare siano tantissime, mille pagine circa , e richiedono un lavoro meticoloso di lettura ed estrapolazione.
La causa mediatica comunque è partita ed è destinata a diventare sempre più feroce, coi pro e i contro della situazione.

Partiamo dal presupposto che quanto sta venendo fuori a noi altri amici del forum ci sorprende ma nemmeno tanto e non perché siamo più svegli o maliziosi di altri ma perché, in fin dei conti, il calcio basta seguirlo quotidianamente e farsi due domande per arrivare a trarre le proprie conclusioni.
Quando noi altri su questi siti giocavamo nel fare il cambio valuta sturaro-euro i ''giornalisti'' del sistema lodavano il modus operandi della juve, per dirne una.
Ma potrei pure rievocare le mille battute sulle succursali , ecc ecc.

Ad ogni modo , per trarre conclusioni ancora è presto perché altre intercettazioni verranno fuori e ci saranno, credo, un processo penale e uno sportivo.
A me francamente, clamore della notizia e incredibile caduta di stile per la Juve a parte, e di riflesso per il calcio italiano , del processo penale mi importa poco o nulla.
Se la juve ha infatti truffato soci e investitori ,essendo una spa ,lo stabilirà la giustizia e comminera' la pena che riterrà più giusta.
Se e quando si dovesse dimostrare che il reato esiste, ovviamente.

Io con tutti voi mi vorrei concentrare solo ed esclusivamente sul lato sportivo e vorrei toccare 2 punti.

1) Il fpf nasce come strumento per salvare il calcio, che poi non vi sia riuscito e non vi stia riuscendo è un altro discorso ma non nasce appunto per livellare la competizione a livello sportivo ma per ridurre i debiti.
Alla fine infatti anche col fpf vince quasi sempre il più ricco e chi ha più disponibilità economica perché trova sempre il modo di immettere risorse o aumentare il fatturato e quindi la potenza di fuoco sul mercato e coi costi della rosa.
La uefa riesce a fare ben poco contro chi i soldi veri e possibili sanzioni vengono sistematicamente smontate dal tas di Losanna perché una 'lega' sportiva vive di regole interne che difficilmente trovano poi riscontro nella giustizia ordinaria.
Diciamo che un club se si iscrive a una partecipazione sportiva poi dovrebbe accertarne le regole fino in fondo senza distruggere il giochino presso i tribunali ma questo è un altro discorso che spesso abbiamo toccato.
Il succo della faccenda è che contro i ricchi è comunque sempre difficile porre un argine a tutela dello sport.
Diverso il discorso per i club che hanno invece avuto difficoltà economiche: li la uefa può fare la voce grossa perché i bilanci e i costi sono sotto gli occhi di tutti.
Debiti a parte però ,stranamente, quelli fino ad oggi sono stati ignorati e forse solo la nuova versione del fpf inizierà a prenderli in considerazione.
Alla luce già di questi presupposti possiamo trarre una conclusione sul caso della juve che potrebbe rappresentare un unicum nel palcoscenico continentale: la juve infatti non è il psg o il City che smiliarda e prende in giro la uefa , non è il Milan che da anni sta sistemando i conti e non è nemmeno l'inter che accumula debiti su debiti.
La juve ha truccato i bilanci e nascosto spese e perdite.
In ottica fpf quindi mi pare, ma magari sbaglio, che siamo al cospetto di una situazione nuova.
Cosa possa implicare tutto ciò in ottica fpf è tutto da stabilire ma vorrei ricordare che noi siamo stati squalificati dalle coppe per 3 esercizi fallimentari.
Ma truccare i bilanci non è peggio che avere i conti disastrati?
Primo risvolto sportivo che va quindi analizzato e contestualizzato.
L'abuso delle plusvalenze alla juve a un certo punto non è più bastato e hanno trovato altri modi per sistemare il bilancio.
Ovviamente questo aspetto vale per l'Europa per ciò che concerne il fpf ma anche per il campionato italiano perché di fatto la juve ha tradotto poi sul campo e sul gioco delle possibilità economiche che non erano reali.
Laddove noi infatti malinconicamente eravamo costretti anche a perdere giocatori per impossibilità a rinnovare i contratti, loro imperterriti potevano continuare ad essere aggressivi sul mercato e nei costi.

2)Tra le pieghe della sentenza su calciopoli c'è un passaggio che in troppi ometteno e in pochi rievocano : le colpe della juve non furono tanto quelle di telefonare il designatore degli arbitri anziché altri addetti ai lavori , calciopoli infatti mise a nudo un mondo sotterraneo, una piovra tentacolare che praticamente toccava ogni aspetto della serie A e creava dei rapporti tali per i quali alla fine era anche impossibile credere che potesse esistere vera competizione.
Chiaramente Moggi fu lesto a crearsi un potere ed usarlo ma è altrettanto chiaro che tutto fu possibile solo perché aia, federazione e sistema calcio erano deboli.
La classe arbitrale infatti, giusto per fare un esempio, dovrebbe essere una federazione a parte e non legata ai club.
È palese infatti che se la carriera di un arbitro dipende da un dirigente di una big cade tutta la credibilità e la libertà di una giacchetta nera.
Moggi aveva le mani su tutto: arbitri, lega , federazione, nazionale e persino giornalisti coi quali decideva palinsesti e temi da trattare e/o omettere.
Le recenti intercettazioni stanno facendo venire a galla collaborazioni tra la juve e le 'solite note' , squadre che si prestavano e si affidavano a paratici per sistemare i conti e salvare i bilanci.
Un favore non lo si negava mai perché poi un giorno lo si riceveva.
Ecco , questo malsano modo di fare affari rievoca in un certo senso lo stile di Moggi perché pone molte ombre poi sul reale svolgimento delle partite.
E noi altri di partite 'strane' ne ricordiamo a centinaia.
Come ricordiamo convocazioni in nazionale discutibili e altrettante esclusioni immotivate , ricordiamo pure squadre particolarmente motivate in alcune circostanze e tendenti a scansarsi in altre.
Vediamo se viene fuori qualche intercettazione che tocca il campo perché secondo me davvero si rischia grosso, più di quanto si crede.
I rapporti di amicizia e di 'dipendenza indispensabile' per la sopravvivenza creano un sottobosco di rapporti tali che truccano la manifestazione.
Perché fare plusvalenze non è un reato, in realtà sarebbe vitale per i club , e nemmeno abusarne è un reato facilmente dimostrabile né tantomeno porta a salvare un bilancio, tecnicamente infatti è solo una toppa nel bilancio, però se si fanno plusvalenze sempre con le stesse squadre e con frequenza sospetta allora il problema si pone e deve accendere una spia di allarme.

Io mi auguro che gli addetti ai lavori tocchino anche questi argomenti scomodi ma capisco che in troppi debbano portare a casa la pagnotta e allora si spiega facilmente la presa di posizione forte pro-juve e pro-sistema di questi giorni.
Mi auguro pure chi di dovere faccia tutte le indagini del caso e vada fino in fondo a questa storia perché siamo a un bivio: o se ne esce con le ossa rotte e si prova a ripartire o mettiamo il cerotto sulla bua e restiamo coi nostri limiti di sempre, i limiti che hanno distrutto questo calcio nella credibilità ancor prima che nella qualità.

Chiudo con una precisazione: ho parlato di caso juve perché questo è il titolo di tendenza ma devono pagare tutti quelli coinvolti.
Tutti.
Anche il mio Milan se si fosse macchiato di colpe e truffe.
Ora o mai più.

La mia speranza è non tanto che venga stroncata la juve, che bene o (molto) male rappresenta una big del panorama calcistico, ma che emergano nefandezze a livello di federazione.

Va azzerata la gestione, modello Elon Musk con Twitta. Qui è tutto marcio, ed è un marcio che non parte dalle fondamenta ma dal comando, con personaggi che non stanno nell'ombra ma sono arcinoti e non hanno nemmeno la preoccupazione di agire nelle retrovie, e possono farlo tranquillamente alla luce del sole celebrando Chiellini come un nuovo Messia del calcio italiota.
 

Jino

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
52,708
Reaction score
1,675
Sono giorni caldissimi per il calcio italiano a causa delle intercettazioni riguardanti la juve che quotidianamente i giornalisti ci stanno 'concedendo' a piccoli bocconi.
Lo si fa ovviamente per aumentare il clamore e il seguito ma anche perché le intercettazioni pare siano tantissime, mille pagine circa , e richiedono un lavoro meticoloso di lettura ed estrapolazione.
La causa mediatica comunque è partita ed è destinata a diventare sempre più feroce, coi pro e i contro della situazione.

Partiamo dal presupposto che quanto sta venendo fuori a noi altri amici del forum ci sorprende ma nemmeno tanto e non perché siamo più svegli o maliziosi di altri ma perché, in fin dei conti, il calcio basta seguirlo quotidianamente e farsi due domande per arrivare a trarre le proprie conclusioni.
Quando noi altri su questi siti giocavamo nel fare il cambio valuta sturaro-euro i ''giornalisti'' del sistema lodavano il modus operandi della juve, per dirne una.
Ma potrei pure rievocare le mille battute sulle succursali , ecc ecc.

Ad ogni modo , per trarre conclusioni ancora è presto perché altre intercettazioni verranno fuori e ci saranno, credo, un processo penale e uno sportivo.
A me francamente, clamore della notizia e incredibile caduta di stile per la Juve a parte, e di riflesso per il calcio italiano , del processo penale mi importa poco o nulla.
Se la juve ha infatti truffato soci e investitori ,essendo una spa ,lo stabilirà la giustizia e comminera' la pena che riterrà più giusta.
Se e quando si dovesse dimostrare che il reato esiste, ovviamente.

Io con tutti voi mi vorrei concentrare solo ed esclusivamente sul lato sportivo e vorrei toccare 2 punti.

1) Il fpf nasce come strumento per salvare il calcio, che poi non vi sia riuscito e non vi stia riuscendo è un altro discorso ma non nasce appunto per livellare la competizione a livello sportivo ma per ridurre i debiti.
Alla fine infatti anche col fpf vince quasi sempre il più ricco e chi ha più disponibilità economica perché trova sempre il modo di immettere risorse o aumentare il fatturato e quindi la potenza di fuoco sul mercato e coi costi della rosa.
La uefa riesce a fare ben poco contro chi i soldi veri e possibili sanzioni vengono sistematicamente smontate dal tas di Losanna perché una 'lega' sportiva vive di regole interne che difficilmente trovano poi riscontro nella giustizia ordinaria.
Diciamo che un club se si iscrive a una partecipazione sportiva poi dovrebbe accertarne le regole fino in fondo senza distruggere il giochino presso i tribunali ma questo è un altro discorso che spesso abbiamo toccato.
Il succo della faccenda è che contro i ricchi è comunque sempre difficile porre un argine a tutela dello sport.
Diverso il discorso per i club che hanno invece avuto difficoltà economiche: li la uefa può fare la voce grossa perché i bilanci e i costi sono sotto gli occhi di tutti.
Debiti a parte però ,stranamente, quelli fino ad oggi sono stati ignorati e forse solo la nuova versione del fpf inizierà a prenderli in considerazione.
Alla luce già di questi presupposti possiamo trarre una conclusione sul caso della juve che potrebbe rappresentare un unicum nel palcoscenico continentale: la juve infatti non è il psg o il City che smiliarda e prende in giro la uefa , non è il Milan che da anni sta sistemando i conti e non è nemmeno l'inter che accumula debiti su debiti.
La juve ha truccato i bilanci e nascosto spese e perdite.
In ottica fpf quindi mi pare, ma magari sbaglio, che siamo al cospetto di una situazione nuova.
Cosa possa implicare tutto ciò in ottica fpf è tutto da stabilire ma vorrei ricordare che noi siamo stati squalificati dalle coppe per 3 esercizi fallimentari.
Ma truccare i bilanci non è peggio che avere i conti disastrati?
Primo risvolto sportivo che va quindi analizzato e contestualizzato.
L'abuso delle plusvalenze alla juve a un certo punto non è più bastato e hanno trovato altri modi per sistemare il bilancio.
Ovviamente questo aspetto vale per l'Europa per ciò che concerne il fpf ma anche per il campionato italiano perché di fatto la juve ha tradotto poi sul campo e sul gioco delle possibilità economiche che non erano reali.
Laddove noi infatti malinconicamente eravamo costretti anche a perdere giocatori per impossibilità a rinnovare i contratti, loro imperterriti potevano continuare ad essere aggressivi sul mercato e nei costi.

2)Tra le pieghe della sentenza su calciopoli c'è un passaggio che in troppi ometteno e in pochi rievocano : le colpe della juve non furono tanto quelle di telefonare il designatore degli arbitri anziché altri addetti ai lavori , calciopoli infatti mise a nudo un mondo sotterraneo, una piovra tentacolare che praticamente toccava ogni aspetto della serie A e creava dei rapporti tali per i quali alla fine era anche impossibile credere che potesse esistere vera competizione.
Chiaramente Moggi fu lesto a crearsi un potere ed usarlo ma è altrettanto chiaro che tutto fu possibile solo perché aia, federazione e sistema calcio erano deboli.
La classe arbitrale infatti, giusto per fare un esempio, dovrebbe essere una federazione a parte e non legata ai club.
È palese infatti che se la carriera di un arbitro dipende da un dirigente di una big cade tutta la credibilità e la libertà di una giacchetta nera.
Moggi aveva le mani su tutto: arbitri, lega , federazione, nazionale e persino giornalisti coi quali decideva palinsesti e temi da trattare e/o omettere.
Le recenti intercettazioni stanno facendo venire a galla collaborazioni tra la juve e le 'solite note' , squadre che si prestavano e si affidavano a paratici per sistemare i conti e salvare i bilanci.
Un favore non lo si negava mai perché poi un giorno lo si riceveva.
Ecco , questo malsano modo di fare affari rievoca in un certo senso lo stile di Moggi perché pone molte ombre poi sul reale svolgimento delle partite.
E noi altri di partite 'strane' ne ricordiamo a centinaia.
Come ricordiamo convocazioni in nazionale discutibili e altrettante esclusioni immotivate , ricordiamo pure squadre particolarmente motivate in alcune circostanze e tendenti a scansarsi in altre.
Vediamo se viene fuori qualche intercettazione che tocca il campo perché secondo me davvero si rischia grosso, più di quanto si crede.
I rapporti di amicizia e di 'dipendenza indispensabile' per la sopravvivenza creano un sottobosco di rapporti tali che truccano la manifestazione.
Perché fare plusvalenze non è un reato, in realtà sarebbe vitale per i club , e nemmeno abusarne è un reato facilmente dimostrabile né tantomeno porta a salvare un bilancio, tecnicamente infatti è solo una toppa nel bilancio, però se si fanno plusvalenze sempre con le stesse squadre e con frequenza sospetta allora il problema si pone e deve accendere una spia di allarme.

Io mi auguro che gli addetti ai lavori tocchino anche questi argomenti scomodi ma capisco che in troppi debbano portare a casa la pagnotta e allora si spiega facilmente la presa di posizione forte pro-juve e pro-sistema di questi giorni.
Mi auguro pure chi di dovere faccia tutte le indagini del caso e vada fino in fondo a questa storia perché siamo a un bivio: o se ne esce con le ossa rotte e si prova a ripartire o mettiamo il cerotto sulla bua e restiamo coi nostri limiti di sempre, i limiti che hanno distrutto questo calcio nella credibilità ancor prima che nella qualità.

Chiudo con una precisazione: ho parlato di caso juve perché questo è il titolo di tendenza ma devono pagare tutti quelli coinvolti.
Tutti.
Anche il mio Milan se si fosse macchiato di colpe e truffe.
Ora o mai più.

Bel post, complimenti, bello ricco di spunti.

Voglio esordire con il discorso del FFP, è nato per "salvare" il calcio, cioè non permettere che le squadre si indebitassero fino a fallire. Ma credo che in questa idea mai ci sarebbe stata la volontà di allargare la forbice tra forti e scarse, di togliere equilibrio allo sport. Per intenderci, non credo ci fosse l'idea che ci saremmo ritrovati con 5-6 club che possono spendere follie e chi deve vendere per tirare a campare. Perchè si è creato? Perchè secondo me non hanno tenuto conto di un aspetto, cioè il valore di un brand. In un momento storico in cui il mondo è andato sempre più verso una globalizzazione, un'epoca digitale, i club che avevano una storia, avevano in bel seguito, una grande squadra etc etc hanno saputo sviluppare il marchio e quindi gli introiti in maniera esponenziale....chi invece non ha avuto questa possibilità è rimasto nei bassifondi....e qui aimè c'è il tasto dolento del nostro Milan, cioè Berlusconi-Galliani non sono stati capaci di portare il Milan nel nuovo millennio ed avevamo potenzialità inimmaginabili, come il Real, lo United o il Bayer....ma questa è un'altra storia che meriterebbe un capitolo a parte.

Tornando al tema centrale, ed è una cosa che da anni non mi spiego, ma perchè una società di calcio deve obbligatoriamente fare il passo più lungo della gamba? Perchè deve sentirsi in obbligo per essere competitiva di fare rinnovi che non ti puoi permettere, acquisti che non ti puoi permettere.
Il lavoro, s'è persa la cultura del lavoro. Non c'è nemmeno più l'idea che un calciatore si possa costruire in casa, che un calciatore si possa anche vendere se non ce lo si può permettere.

Io vado controcorrente, sono uno dei pochi a farlo, AMO il modo in cui da anni il Milan sta facendo calcio. Fa solamente operazioni che si può permettere. E se questo vuol dire perdere a zero Chala, Kessie, Donnarumma....non rinnovare e cedere Leao e Bennacer....PAZIENZA! Perchè è cosi che si deve fare, e quello che però mi aspetto che è chi deve controllare lo faccia veramente, perchè qua inutile girarci attorno, la JUVE come altri club hanno fatto quello che hanno fatto perchè la FEDERAZIONE gli ha permesso di farlo!!! Se lo sapevamo noi tifosi da casa che c'erano acquisti """STRANI""", come fanno a non saperlo gli enti preposti?!
 

Zenos

Senior Member
Registrato
30 Agosto 2012
Messaggi
17,784
Reaction score
5,681
In Italia non gli faranno nulla per il semplice fatto che finirebbero in gattabuia anche i vari Gravina,Casini,Malagó e Trentalage tutti collusi con il sistema.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>