Braglia e Orlando:"Maldini mal sopportato. Pioli e le colpe...".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
200,199
Reaction score
25,710
Gli ex rossoneri Braglia e Massimo Orlando a TMW:

Orlando:"Il Milan ha vinto con la Fiorentina e gli è andata bene. In Champions ha incontrato una squadra più forte. Occhio che il Frosinone è spensierato e non ha nulla da perdere. O trovi subito il gol e la metti in discesa, o tra un po' di paura e il pubblico che può spazientirsi è una partita a rischio. Se non dovesse portare a casa i tre punti, Pioli potrebbe rischiare. Maldini? Sto dalla parte di Maldini tutta la vita. Ha dovuto mandare giù questa delusione, il Milan è stata la sua vita. Non vedo perché dopo 6 mesi non debba raccontare cosa è successo. ha detto cose vere, ma noto che è un costante. A Firenze Antognoni non lo vogliono, a Roma Totti, alla Juve Del Piero. Maldini aveva pure portato risultati. Questa società non poteva sopportare il grande nome che gli porta via spazio. Gli americani lavorano così, è un dato di fatto".

Braglia:"Pioli a rischio? Ripeto che non ritengo Pioli l'unico responsabile della situazione. Viene a mancare uno come Leao, che è forse l'unico da Champions, ma si vive solo di spunti, non di gioco corale. Con il Frosinone sarà veramente complicata. Se non tirerà fuori la prestazione...vedo troppi giocatori che sono fantasmi di quelli che erano prima, vedo Theo Hernandez, Maignan, vedo troppo scollamento nel gruppo che non fa ben pensare per il futuro. Vai a esonerare Pioli ora? Sarebbe l'ennesimo errore gestionale. Lo dovevi fare prima, a inizio stagione. Non può essere il capro espiatorio anche degli errori di mercato. Hanno speso pure il triplo di quanto ha fatto Maldini e questi sono i risultati, ma non è Pioli l'unico responsabile. Non ho visto nessun dirigente andare a difenderlo in tv. Maldini? Non so se era giusto il momento o meno. Credo che parte tutto da quando ci fu il licenziamento di Boban, che si espresse in difesa di Maldini, Massara e Pioli. Poi la valorizzazione dei giocatori è arrivata e sono stati obbligati a tenerli. Mi ricordo che arrivò in extremis l'accordo per il rinnovo, dopo lo Scudetto. Maldini fa bene a dire che il Milan ha una storia alle spalle. Maldini avrà fatto anche errori, ma è sempre stato uno rappresentativo del Milan. La storia non si cancella così il passato. A meno che non sia una cosa voluta, ossia delegittimare chi ha fatto la storia. Il rispetto deve esserci sempre per me, i soldi non fanno tutto".
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
200,199
Reaction score
25,710
Gli ex rossoneri Braglia e Massimo Orlando a TMW:

Orlando:"Il Milan ha vinto con la Fiorentina e gli è andata bene. In Champions ha incontrato una squadra più forte. Occhio che il Frosinone è spensierato e non ha nulla da perdere. O trovi subito il gol e la metti in discesa, o tra un po' di paura e il pubblico che può spazientirsi è una partita a rischio. Se non dovesse portare a casa i tre punti, Pioli potrebbe rischiare. Maldini? Sto dalla parte di Maldini tutta la vita. Ha dovuto mandare giù questa delusione, il Milan è stata la sua vita. Non vedo perché dopo 6 mesi non debba raccontare cosa è successo. ha detto cose vere, ma noto che è un costante. A Firenze Antognoni non lo vogliono, a Roma Totti, alla Juve Del Piero. Maldini aveva pure portato risultati. Questa società non poteva sopportare il grande nome che gli porta via spazio. Gli americani lavorano così, è un dato di fatto".

Braglia:"Pioli a rischio? Ripeto che non ritengo Pioli l'unico responsabile della situazione. Viene a mancare uno come Leao, che è forse l'unico da Champions, ma si vive solo di spunti, non di gioco corale. Con il Frosinone sarà veramente complicata. Se non tirerà fuori la prestazione...vedo troppi giocatori che sono fantasmi di quelli che erano prima, vedo Theo Hernandez, Maignan, vedo troppo scollamento nel gruppo che non fa ben pensare per il futuro. Vai a esonerare Pioli ora? Sarebbe l'ennesimo errore gestionale. Lo dovevi fare prima, a inizio stagione. Non può essere il capro espiatorio anche degli errori di mercato. Hanno speso pure il triplo di quanto ha fatto Maldini e questi sono i risultati, ma non è Pioli l'unico responsabile. Non ho visto nessun dirigente andare a difenderlo in tv. Maldini? Non so se era giusto il momento o meno. Credo che parte tutto da quando ci fu il licenziamento di Boban, che si espresse in difesa di Maldini, Massara e Pioli. Poi la valorizzazione dei giocatori è arrivata e sono stati obbligati a tenerli. Mi ricordo che arrivò in extremis l'accordo per il rinnovo, dopo lo Scudetto. Maldini fa bene a dire che il Milan ha una storia alle spalle. Maldini avrà fatto anche errori, ma è sempre stato uno rappresentativo del Milan. La storia non si cancella così il passato. A meno che non sia una cosa voluta, ossia delegittimare chi ha fatto la storia. Il rispetto deve esserci sempre per me, i soldi non fanno tutto".
.
 

Similar threads

Alto
head>