Baggio: "Nazionale era tutto, rifiutai Real e Barça"

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
35,627
Reaction score
11,192
Roberto Baggio:

"Ai miei tempi era molto diverso, perché allora se decidevi di andare all’estero la Nazionale la perdevi in automatico

Alla fine ho sempre scelto di restare nel mio Paese, perché io guardavo sempre all’Azzurro nel momento in cui dovevo dare una risposta, ho rinunciato anche a Real Madrid e Barcelona

Servono passione e lavoro, non basta avere talento.
Senza questi diventa tutto più difficile.
Se uno ha passione e dedizione può arrivare comunque in alto

Spalletti ha bisogno di tempo per lavorare, non manca molto per essere competitivi

Pagherei per giocare ancora oggi"


Open
 

Giek

Junior Member
Registrato
5 Maggio 2016
Messaggi
2,196
Reaction score
2,199
Roberto Baggio:

"Ai miei tempi era molto diverso, perché allora se decidevi di andare all’estero la Nazionale la perdevi in automatico

Alla fine ho sempre scelto di restare nel mio Paese, perché io guardavo sempre all’Azzurro nel momento in cui dovevo dare una risposta, ho rinunciato anche a Real Madrid e Barcelona

Servono passione e lavoro, non basta avere talento.
Senza questi diventa tutto più difficile.
Se uno ha passione e dedizione può arrivare comunque in alto

Spalletti ha bisogno di tempo per lavorare, non manca molto per essere competitivi

Pagherei per giocare ancora oggi"


Open
“Pagherei per giocare ancora oggi”
Basta questa frase
Un innamorato del calcio.
Quanto mi manca quel calcio.
Tecnica, passione e genuinità.
Che nostalgia
 

FreddieM83

Junior Member
Registrato
27 Luglio 2018
Messaggi
494
Reaction score
287
“Pagherei per giocare ancora oggi”
Basta questa frase
Un innamorato del calcio.
Quanto mi manca quel calcio.
Tecnica, passione e genuinità.
Che nostalgia
Fortunatamente ho vissuto l'epopea d'oro Berlusconiana, quindi di Campioni con C maiuscola ne ho visti a bizzeffe, e per un periodo molto lungo. Eppure ricordo ancora la tristezza di quell'estate del 1997, quando il Divin Codino decise di andare a disegnare calcio in quel di Bologna. Lasciando stare la parentesi da quelli là, quello che ha fatto questo signore tra Bologna e Brescia ha dell'incredibile.
Il giocatore che più di tutti ha impersonato la magia del calcio e, oltre a tutto questo, un Signore. Come direbbe mio padre, Uomini d'altri tempi....
 

hiei87

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
12,085
Reaction score
2,837
Non a caso Baggio è uno dei pochi sportivi italiani amati praticamente da chiunque. impensabile rinasca uno così in Italia.
 

alexpozzi90

Well-known member
Registrato
22 Marzo 2022
Messaggi
4,714
Reaction score
2,548
Purtroppo ho iniziato a seguire il calcio (per motivi di età) dal mondiale 1998, quindi con un Baggio già in fase finale e decadente, eppure già così si vedeva una classe quasi irripetibile, pochissimi come lui nella storia.
 
Registrato
1 Giugno 2017
Messaggi
2,282
Reaction score
716
Non a caso Baggio è uno dei pochi sportivi italiani amati praticamente da chiunque. impensabile rinasca uno così in Italia.
Amato da qualsiasi tifoseria in Italia e nel mondo.
Lui era il calcio.
Amato “troppo” per certi versi…..così tanto da mettersi contro allenatori per gelosia.
Nonostante giocasse nell’Inter ho amato il suo modo di “salutare” quell’********* di Lippi: a causa degli infortuni fu “costretto” a schierare Baggio, non schierato tutta la stagione. Doppietta e qualificazione champions. I giornalisti rincorrevano letteralmente Lippi che se la dava a gambe imbarazzato.
 
Registrato
23 Giugno 2018
Messaggi
10,513
Reaction score
6,646
Roberto Baggio:

"Ai miei tempi era molto diverso, perché allora se decidevi di andare all’estero la Nazionale la perdevi in automatico

Alla fine ho sempre scelto di restare nel mio Paese, perché io guardavo sempre all’Azzurro nel momento in cui dovevo dare una risposta, ho rinunciato anche a Real Madrid e Barcelona

Servono passione e lavoro, non basta avere talento.
Senza questi diventa tutto più difficile.
Se uno ha passione e dedizione può arrivare comunque in alto

Spalletti ha bisogno di tempo per lavorare, non manca molto per essere competitivi

Pagherei per giocare ancora oggi"


Open
Ero a San Siro il giorno della sua ultima partita. Gli fu fatta una standing ovation che il popolo rossonero, a mia memoria, con una partecipazione così sentita aveva dedicato solo a Van Basten e Baresi nei giorni dei rispettivi ritiri.
Ultimo rappresentante del fantasista puro. Ultimo rappresentante del calcio bello di una volta.
 

hiei87

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
12,085
Reaction score
2,837
Amato da qualsiasi tifoseria in Italia e nel mondo.
Lui era il calcio.
Amato “troppo” per certi versi…..così tanto da mettersi contro allenatori per gelosia.
Nonostante giocasse nell’Inter ho amato il suo modo di “salutare” quell’********* di Lippi: a causa degli infortuni fu “costretto” a schierare Baggio, non schierato tutta la stagione. Doppietta e qualificazione champions. I giornalisti rincorrevano letteralmente Lippi che se la dava a gambe imbarazzato.
Purtroppo ha giocato in nell'epoca sbagliata e ha trovato gli allenatori sbagliati sul percorso. Come talento è stato la nostra risposta a Maradona. Ha avuto due infortuni alle ginocchia che all' epoca avrebbero stroncato una carriera, e li ha avuti ancor prima di debuttare in A.
 

Jino

Senior Member
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
56,733
Reaction score
4,471
Non a caso Baggio è uno dei pochi sportivi italiani amati praticamente da chiunque. impensabile rinasca uno così in Italia.

Dovrebbe nascere un ragazzo d'altri tempi, parlo di valori. E' la società stessa ad esser cambiata, in peggio, di conseguenza è molto più complicato vedere qualche calciatore italiano follemente innamorato di questo sport.
 
Alto
head>