B. Venezi "non sa dirigere". Bocciata dall'Orchestra Sinfonica di Palermo.

Swaitak

Senior Member
Registrato
22 Aprile 2019
Messaggi
23,015
Reaction score
13,868
La direttrice d'orchestra Beatrice Venezi è stata letteralmente distrutta dall'Orchestra Sinfonica di Palermo. Quest'ultima, dopo il doppio concerto della Venezi al Politeama, è rimasta immobile riservando applausi solo al violinista serbo Stefan Milenkovich.

Secondo un flautista, Claudio Sardisco, la Venezi non gesticolerebbe a tempo con la partitura e la sua opinione non è, a detta sua, influenzata dalle idee politiche (di destra n.d.s.) della direttrice d'orchestra, mentre il violinista Luciano Saladino ha dichiarato: "Posso non essere d’accordo con le sue idee, ma quando si suona conta solo la musica e la politica resta fuori. Il problema è che la vedi da fuori e ti sembra pure brava, poi però lavorandoci ti accorgi che non è in grado di seguire l’orchestra".

Pertanto, il sovrintendente Andrea Peria Giaconia la difende a spada tratta affermando: "In merito alle dichiarazioni rese da soli tre professori della Orchestra Sinfonica siciliana su un organico di oltre settanta elementi, non posso che dissociarmi drasticamente dal tono e dai contenuti di tali dichiarazioni e rinnovo la mia massima stima e solidarietà al direttore Beatrice Venezi".
Sarà pure scarsa, ma un applauso di cortesia potevano farlo.
Maleducati e invidiosi
 
Registrato
5 Ottobre 2016
Messaggi
12,625
Reaction score
2,860
Saranno i soliti tre kompagni...

Nella mia vita non ho mai visto nessuno come i sinistri giudicare a 360 gradi una persona in base all'appartenenza politica...

Ho visto gente passare da bravissimi e competenti a colossali beoti dal giorno alla notte solo perche nel corso della giornata costoro hanno scoperto che il soggetto in questione non era della loro parrocchia...

Ma infatti la cosa buffa è che si sente parlare in lungo e in largo (soprattutto da parte di certi "intellettuali" ed esponenti politici) di pari opportunità, inclusività ecc... poi alla prima occasione si tenta di affossare una donna, famosa sia nel proprio ambito lavorativo che come personaggio pubblico.

Il tutto mentre per anni il circolino dei soliti noti si è spipettato il pistolino con una senza arte né parte come la Ferragni, complice i beoti che mettono i like a lei e a quel comunista col Rolex (il bello è che il termine lo coniò proprio lui) del marito.
 
Alto
head>