Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13

  1. #1

    Milan: per Fininvest la società rossonera vale almeno 617M.

    Secondo il sito specializzato Calcio&Finanza, la Fininvest (attraverso un esperto indipendente) ha recentemente visto al rialzo il valore della sua controllata A.C. Milan. Malgrado la perdita nell'ultimo bilancio di 15,7 milioni (22,5 milioni a livello di capogruppo), gli amministratori della holding di famiglia hanno ritenuto di rivedere il valore della partecipazione alzandolo di 3,75 milioni. Quindi al 31 dicembre 2013 il prezzo di carico della partecipazione è salito a 361,42 milioni.
    Tale valore, tuttavia, si riferisce esclusivamente al Patrimonio Netto (equity – capitale). Nelle transazioni di mercato, invece, quale ad esempio una cessione di azienda, si tiene conto del cosiddetto Enterprise Value (EV), che indica il valore complessivo di una società comprensivo anche del capitale di debito. Il valore risultante, quindi, rappresenta il prezzo che l'acquirente deve versare per rilevare la società senza debiti. In questo modo ai 361,42 milioni vanno aggiunti i 256,32 milioni di debiti netti che attualmente gravano sul club rossonero.

    Così facendo la cifra che ne viene fuori è pari a 617,74 milioni, che rappresenta la soglia minima che Fininvest si aspetta di ricevere per sedersi attorno ad un tavolo e trattare la cessione del club. Una qualsiasi cifra inferiore, infatti, comporterebbe una minusvalenza.
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #2


    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  4. #3
    Milano vende moda L'avatar di Marilson
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    UK
    Messaggi
    3,689
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio


    notare l'aumento di capitale di appena 3 milioni e dispari

  5. #4
    Beh rispetto al mitico "miliardo" o giù di li che volevano prima...

  6. #5
    Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    137
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Secondo il sito specializzato Calcio&Finanza, la Fininvest (attraverso un esperto indipendente) ha recentemente visto al rialzo il valore della sua controllata A.C. Milan. Malgrado la perdita nell'ultimo bilancio di 15,7 milioni (22,5 milioni a livello di partecipazione è salito a 361,42 milioni.
    Tale valore, tuttavia, si riferisce esclusivamente al Patrimonio Netto (equity – capitale). Nelle transazioni di mercato, invece, quale ad esempio una cessione di azienda, si tiene conto del capogruppo), gli amministratori della holding di famiglia hanno ritenuto di rivedere il valore della partecipazione alzandolo di 3,75 milioni. Quindi al 31 dicembre 2013 il prezzo di carico della cosiddetto Enterprise Value (EV), che indica il valore complessivo di una società comprensivo anche del capitale di debito. Il valore risultante, quindi, rappresenta il prezzo che l'acquirente deve versare per rilevare la società senza debiti. In questo modo ai 361,42 milioni vanno aggiunti i 256,32 milioni di debiti netti che attualmente gravano sul club rossonero.

    Così facendo la cifra che ne viene fuori è pari a 617,74 milioni, che rappresenta la soglia minima che Fininvest si aspetta di ricevere per sedersi attorno ad un tavolo e trattare la cessione del club. Una qualsiasi cifra inferiore, infatti, comporterebbe una minusvalenza.

    In via del tutto personale e in ottica cessione della squadra, interpreto positivamente la notizia. Si consideri, infatti, che proprio in vista della auspicabile circostanza che veda la famiglia Berlusconi vendere il Milan, la mossa di ieri era pressoché obbligata. Se avessero venduto il club ad una cifra maggiore di quanto era precedentemente iscritta a bilancio (350M) avrebbero fatto una plusvalenza che sarebbe stata “crivellata” di tasse. Al tempo stesso, invece, se ad essere ceduta, o anche solo quote di essa, sarà Finivest, allora, il valore complessivo della cassaforte di famiglia ne beneficerà indirettamente proprio per la nuova valutazione del Vecchio Diavolo. In ogni caso, anche se vendessero a meno di 617M, la minusvalenza non avrebbe alcun effetto reale perché gli investimenti nel club di questi ultimi anni di certo non ammontano a 250M. Chiudo ricordando che, per i possibili acquirenti, il debito "vero" è rappresentato dai circa 150M verso le banche mentre i restanti 100M sono "anticipazioni" da contratti di vario genere che consentono all'A.C. Milan di avere quella liquidità necessaria per sostenere "spese non sportive" altissime. E cioè l'unico vero motivo per cui questo club investe in calciatori meno del Sassuolo considerano, tra l'altro, che gli ingaggi ai calciatori, nel 2014, saranno inferiori a quelli della Roma con una percentuale rispetto ai ricavi inferiore del 40%. La previsione, infine, della Gazzetta sul possibile fatturato milanista che scenderebbe a circa 210M è, secondo me, e sempre ovviamente per il 2014, sbagliata. Forse ancora non lo hanno capito, o fanno finta di non capire, ma le spettanze della CL 2013 per la qualificazione agli ottavi verrà contabilizzata proprio nel 2014: il minor introito, dunque, per la mancata partecipazione alla Cl di quest'anno sarà, "soltanto", di circa 18/20M.
    Ultima modifica di hrundi bakshi; 12-09-2014 alle 08:46 Motivo: hrundi bakshi
    Per sempre rossonero, rossonero da sempre

  7. #6
    Citazione Originariamente Scritto da hrundi bakshi Visualizza Messaggio
    In via del tutto personale e in ottica cessione della squadra, interpreto positivamente la notizia. Si consideri, infatti, che proprio in vista della auspicabile circostanza che veda la famiglia Berlusconi vendere il Milan, la mossa di ieri era pressoché obbligata. Se avessero venduto il club ad una cifra maggiore di quanto era precedentemente iscritta a bilancio (350M) avrebbero fatto una plusvalenza che sarebbe stata “crivellata” di tasse. Al tempo stesso, invece, se ad essere, ceduta o anche solo quote di essa, sarà Finivest, allora, il valore complessivo della cassaforte di famiglia ne beneficerà indirettamente proprio per la nuova valutazione del Vecchio Diavolo. In ogni caso, anche se vendessero a meno di 617M, la minusvalenza non avrebbe alcun effetto reale perché gli investimenti nel club di questi ultimi anni di certo non ammontano a 250M. Chiudo ricordando che, per i possibili acquirenti, il debito "vero" è rappresentato dai circa 150M verso le banche mentre i restanti 100M sono "anticipazioni" da contratti di vario genere che consentono all'A.C. Milan di avere quella liquidità necessaria per sostenere "spese non sportive" altissime. E cioè l'unico vero motivo per cui questo club investe in calciatori meno del Sassuolo considerano, tra l'altro, che gli ingaggi ai calciatori, nel 2014, saranno inferiori a quelli della Roma con una percentuale rispetto ai ricavi inferiore del 40%. La previsione, infine, della Gazzetta sul possibile fatturato milanista che scenderebbe a circa 210M è, secondo me, e sempre ovviamente per il 2014, sbagliata. Forse ancora non lo hanno capito, o fanno finta di non capire, ma le spettanze della CL 2013 per la qualificazione agli ottavi verrà contabilizzata proprio nel 2014: il minor introito, dunque, per la mancata partecipazione alla Cl di quest'anno sarà, "soltanto", di circa 18/20M.
    Il 51% di 617M inizia a diventare una cifra decisamente accessibile per chi ci voglia rilevare. Speriamo bene.

    P.S. la tua giustissima (ma non avevo dubbi) osservazione sugli introiti CL fa il paio con quella anticipata da me qualche mese fa (apro e chiudo piccolo OT: Guida Premi Champion’s League/Europa League)
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  8. #7
    Mi sembra un valore alla portata di qualche magnate. Quello che mi spaventa è il crollo dei ricavi, anche se 210 mi sembra un valore effettivamente troppo basso. A quanto ammonta il valore patrimoniale dei rapporti sottoscritti con i calciatori? ED IL valore della produzione? se già l'ebitda è negativo non penso proprio che casa Milan o altre campagne dall'impatto limitato possano portare a quella svolta auspicata dalla dirigenza.

  9. #8
    Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    137
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Il 51% di 617M inizia a diventare una cifra decisamente accessibile per chi ci voglia rilevare. Speriamo bene.

    P.S. la tua giustissima (ma non avevo dubbi) osservazione sugli introiti CL fa il paio con quella anticipata da me qualche mese fa (apro e chiudo piccolo OT: Guida Premi Champion’s League/Europa League)
    Tra l'altro è bene spiegare almeno altre due circostanze: a) il fatturato a cui ci si riferisce comunemente non tiene conto delle plusvalenze derivate dalle cessioni dei calciatori. Il saldo anche per quest'anno è positivo e pure questo contribuirà a tenere maggiormente alto il livello dei ricavi e b) quando la Gazzetta parla degli ingaggi ai calciatori, sempre ammesso (e non concesso) che dicano il vero, non spiegano, se nell'ammontare complessivo, siano stati calcolati i famigerati "bonus". Per cui, se fosse così, significherebbe che l'A.C. Milan corrisponderebbe tutti quei soldi solo in caso di qualificazione CL. Insomma, sulle cifre insieme a molte altre cose, la Rosea è poco credibile.


    Citazione Originariamente Scritto da ringhiodell'anima Visualizza Messaggio
    Mi sembra un valore alla portata di qualche magnate. Quello che mi spaventa è il crollo dei ricavi, anche se 210 mi sembra un valore effettivamente troppo basso. A quanto ammonta il valore patrimoniale dei rapporti sottoscritti con i calciatori? ED IL valore della produzione? se già l'ebitda è negativo non penso proprio che casa Milan o altre campagne dall'impatto limitato possano portare a quella svolta auspicata dalla dirigenza.
    Fa piacere il tuo rilievo circa "il valore patrimoniale dei rapporti sottoscritti con i calciatori"; ebbene, da stime fatte in precedenza e se nel 2014 porteranno in ammortamento quanto fatto nel 2013 (40.7m) avremmo un valore netto finale di circa 65/70M. Ti basti pensare che la Fiorentina, nel 2013, ha chiuso con 98M: se non ha investito niente, con 30M di ammortamenti, sarebbe alla nostra altezza. Se questa, da parte dei Berlusconi, non è una dismissione poco ci manca....
    Per sempre rossonero, rossonero da sempre

  10. #9
    Senior Member L'avatar di Jino
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Veneto
    Messaggi
    38,313
    D'altronde è il marchio Milan il vero valore di questo club, a queste cifre è invendibile. Come vi dicevo i ricconi comprano club magari si gloriosi, ma comunque decaduti, non solo nei risultati ma anche nel brand. Per anni ed anni sarà dura non vedere i Berlusconi, se già si cominciasse a vendere una percentuale a qualcuno che contribuisce per lo stadio sarebbe già qualcosa.

  11. #10
    Junior Member
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    137
    Citazione Originariamente Scritto da Jino Visualizza Messaggio
    D'altronde è il marchio Milan il vero valore di questo club, a queste cifre è invendibile. Come vi dicevo i ricconi comprano club magari si gloriosi, ma comunque decaduti, non solo nei risultati ma anche nel brand. Per anni ed anni sarà dura non vedere i Berlusconi, se già si cominciasse a vendere una percentuale a qualcuno che contribuisce per lo stadio sarebbe già qualcosa.
    Per come vedo io le cose, ci sarebbero ben altre possibilità per questa squadra, scenari che vanno oltre lo schema sceicco oppure oligarca con qualche trilione di euro da "buttare" dalla finestra. E' possibile, per esempio, che attorno alla squadra si possa radunare un gruppo d'investitori che gestiscano il club in un patto di sindacato e cioè quanto succede, e da lungo tempo, in molte delle principali aziende italiane e non solo. Quel che conta, a parer mio, è solo e soltanto la volontà di far bene le cose e capire sino in fondo quale destino l'attuale proprietà riserverà al Milan e perché. Un fatto, secondo me, rimane certo, anche indipendentemente del valore del marchio che nella fattispecie di una squadra di calcio è un dato molto aleatorio, ed è il seguente: se la squadra si deve autofinanziare, la famiglia Berlusconi è molto peggio che inutile: è assolutamente dannosa ! Prima se ne andranno e meglio sarà per tutti, anche per loro.
    Per sempre rossonero, rossonero da sempre

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.