Spiegel:"Governo Merkel egoista e vigliacco"

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
23,717
Reaction score
4,986
Attacco diretto che non lascia spazio all'interpretazione dello storico settimanale Der Spiegel per mano della massima firma Steffen Klussman.
Il governo tedesco e il cancelliere Merkel in particolare vengono definiti codardi,vigliacchi e poco lungimiranti.

Secondo l'editorialista la Merkel è schiava delle posizioni avute durante la crisi economica quando disse già otto anni fa testualmente: "gli eurobonds non ci saranno finchè sarò io al governo"

Inoltre viene aggiunto un dettaglio poco dibattuto fuori dalla Germania,cioè che i partiti tradizionali sono sempre spaventati dalla crescrita del partito AFD e il suo consenso che potrebbe salire notevolmente in caso di consumatori tedeschi costretti a condividere i debiti con paesi che hanno un bilancio peggiore.

Il governo tedesco continua a far credere ai suoi elettori che questa nuova crisi dipenda sempre dalla cattiva gestione finanziaria di altri paesi.
Fino ad ora fa semplici concessioni di beneficienza o solidarietà,nulla a lungo termine

Non c'è alternativa alla condivisione dei debiti tra tutti i paesi dell'Eurozona.
Gli eurobonds sono sicuri per il mercato finanziario,perchè la garanzia è data dai paesi con debiti bassi o molto bassi.

Se Italia,Spagna e Francia saranno costrette a fare da sole saranno necessarie cifre ben superiori con l'incertezza prevedibile per tutta l'eurozona.
Inoltre sarà il successo del popilismo,oltre alla finanza di Londra e Washington che non vede l'ora di vedere un'Europa indebolita.

Il Meccanismo Europeo di Stabilità è insufficiente per aiutare grandi economie come quelle italiana,francese e spagnola rispetto a ciò che si è cercato di fare in passato con la Grecia.
Inoltre le condizioni per i prestiti non hanno nulla a che fare con un crisi globale come questa generata dal coronavirus,non da cattivi investimenti interni.

L'Europa deve dimostrare di essere più di un'unione di egomaniaci attenti ai bilanci di mercato e moneta unici.
Serve un segnale per tutta la popolazione europea.
 
Registrato
8 Febbraio 2019
Messaggi
10,753
Reaction score
3,418
Attacco diretto che non lascia spazio all'interpretazione dello storico settimanale Der Spiegel per mano della massima firma Steffen Klussman.
Il governo tedesco e il cancelliere Merkel in particolare vengono definiti codardi,vigliacchi e poco lungimiranti.

Secondo l'editorialista la Merkel è schiava delle posizioni avute durante la crisi economica quando disse già otto anni fa testualmente: "gli eurobonds non ci saranno finchè sarò io al governo"

Inoltre viene aggiunto un dettaglio poco dibattuto fuori dalla Germania,cioè che i partiti tradizionali sono sempre spaventati dalla crescrita del partito AFD e il suo consenso che potrebbe salire notevolmente in caso di consumatori tedeschi costretti a condividere i debiti con paesi che hanno un bilancio peggiore.

Il governo tedesco continua a far credere ai suoi elettori che questa nuova crisi dipenda sempre dalla cattiva gestione finanziaria di altri paesi.
Fino ad ora fa semplici concessioni di beneficienza o solidarietà,nulla a lungo termine

Non c'è alternativa alla condivisione dei debiti tra tutti i paesi dell'Eurozona.
Gli eurobonds sono sicuri per il mercato finanziario,perchè la garanzia è data dai paesi con debiti bassi o molto bassi.

Se Italia,Spagna e Francia saranno costrette a fare da sole saranno necessarie cifre ben superiori con l'incertezza prevedibile per tutta l'eurozona.
Inoltre sarà il successo del popilismo,oltre alla finanza di Londra e Washington che non vede l'ora di vedere un'Europa indebolita.

Il Meccanismo Europeo di Stabilità è insufficiente per aiutare grandi economie come quelle italiana,francese e spagnola rispetto a ciò che si è cercato di fare in passato con la Grecia.
Inoltre le condizioni per i prestiti non hanno nulla a che fare con un crisi globale come questa generata dal coronavirus,non da cattivi investimenti interni.

L'Europa deve dimostrare di essere più di un'unione di egomaniaci attenti ai bilanci di mercato e moneta unici.
Serve un segnale per tutta la popolazione europea.

Der Spiegel fa una disanima perfetta della situazione. Battiamo sempre sullo stesso chiodo, o si fanno gli stati uniti d'europa o saremo sempre un progetto europeo zoppo e che prima o poi cadrà nel dirupo.

finalmente viene messa anche in risalto il motivo per cui tedeschi e olandesi votano NO agli eurobonds. Perchè i partiti attuali verrebbero masscrati politicamente dai partiti "nazionalisti" come AfD in Germania e il PVV di Geert Wilders in Olanda. Curioso invece l'atteggiamento dei partiti che si dichiarano "nazionalisti / padroni a casa nostra" italici, che dopo il no all' eurobond si sono trasformati in nuovi Romano Prodi e Mario Monti urlando al sabotaggio tedesco/olandese ai danni dell' Italia
 
Alto
head>