Putin: "Kiev rinunci a NATO e oblast russi, così pace"

Registrato
8 Gennaio 2014
Messaggi
3,504
Reaction score
2,041
Mah guarda, io considero la tentata invasione di Cuba come una delle tante porcate(in questo caso solo tentata) dagli USA. Tuttavia, se andiamo a vedere le motivazioni, Castro aveva già accordi più o meno sottobanco con l’URSS e di fatto con le sue politiche di nazionalizzazione scippò banche e raffinerie USA agli USA, in piena guerra fredda per giunta. Utilizzando il metodo giustificazionista usato per la guerra criminale di Putin si potrebbe dire: ma come si fa a pensare di andare a scippare miliardi di dollari alla più grande potenza mondiale senza conseguenze?
A mio parere questo non può essere un metodo di ragionamento valido, se no davvero vale tutto.
Così come mi sembra assurdo insultare l’Ucraina perché sta esercitando il suo diritto naturale all’autodifesa. Con questo parametro per cui appena arriva un invasore l’invaso debba dire “oh mi scusi tanto messere invasore, non vi avevamo riconosciuto, prego si accomodi pure” tutto il Mondo sarebbe un unico grande Impero. Follia anche solo pensarlo. Eppure…
il paragone con Cuba è improprio per un motivo molto semplice: gli USA non hanno invaso Cuba. Con la differenza che gli armamentari nucleari già c'erano, non erano un'eventualità ipotetica come nel caso ucraino.
 
Registrato
20 Aprile 2016
Messaggi
14,661
Reaction score
10,042
L'unica soluzione è la sconfitta totale della Russia.
I nostri governi devono capirlo, i ruski seppur più simili a orchi che ad umani, non si suiciderebbero per danazificare l'Ucraina. Vanno spediti e confinati in siberia.
Ma infatti uno dei pochi (e grandissimi, va detto) successi della ridicola propaganda russa, che infatti ha attechito solo nei meandri di Twitter, in Italia e tra i repubblicani in USA (e il motivo lo si sa, ancora non si puo dire ma è limpido) è che i russi abbiano il vantaggio temporale.
Che è una follia totale.

Non a caso, è la stessa favoletta che raccontavano gli USA in Iraq e Afghanistan, solo propaganda: se tu sei il paese aggressore e devi controllare un territorio non tuo dove al di fuori del Donbass e della Crimea gli abitanti ti ODIANO, devi attaccare un esercito nemico che gioca in casa, conosce il territorio e ha la popolazione dalla propria parte e tu nemmeno sei riuscito ad ottenere la superiorità aerea, non hai alcun vantaggio sul lungo periodo.
Devi spendere moltissimi uomini (hai il vantaggio numerico teorico, ma sconti anche una guerra molto più impopolare di chi si arma per difendere casa propria, ovviamente), mandare al macero moltissimi mezzi e quindi ti tocca attingere da ferraglia di epoca sovietica nei magazzini, perdere moltissimi uomini specializzati (tipo piloti aerei, spetsnaz e paracadutisti, che sono stati praticamente annichiliti da questi due anni) distruggendo corpi d'elite che ti costerà molto tempo e denaro ricostituire, il tutto per cosa?

Guadagni territoriali ridicoli con un fronte che da ormai più di un anno è di fatto cristallizzato? Che si muove per un pugno di chilometri al mese?
La Russia è all'offensiva da qualcosa come 6 mesi ormai, è ha conquisitato meno del'1% del territorio in questo lasso di tempo, lasciando sul campo una marea di mezzi e uomini.
Gli Ucraini stanno li nelle loro trincee, ogni tanto abbandonano una posizione, e aspettano. Muoiono in tanti anche loro, ma la storia che hanno problemi di mobilitazione è una favoletta che il "piazzista" Zelensky racconta per portare a casa armi e soldi.

Prolunghiamo questa guerra di trincea per altri 5 anni perchè la Russia non vuole sedersi ad un tavolo con proposte ragionevoli?
Che vi devo dire, se così vorranno, si andrà avanti ma lo scotto principale lo pagherà la Russia, non certo l'Ucraina che pur con la devastazione inflitta ha il vantaggio di giocare in casa che è cruciale in ogni guerra (vedasi Barbarossa, esempio perfetto)
Per non parlare della differente potenza economica di chi sta dietro all'Ucraina e che, a Washington, ha tutto l'interesse a tenere occupata la russia a dissanguarsi nella steppa tanto quanto Pechino e Mosca godevano a vedere gli americani incastrati a Baghdad e Kabul per 20 anni (seppur in conflitti a bassa intensità rispetto a questo, ovviamente)

Poi certo, a leggere X sembra sempre che splenda l'eterno sol dell'avvenire al Cremlino, così come sembrava che i movimenti "pacifisti" dovessero prendere il 20% alle elezioni e invece messi insieme hanno fatto il 3-4% e non hanno eletto un singolo deputato (fuor di Tarquinio con il PD però, lol) .
Intanto io da qualche mese sento Putin che parla di proposte di pace (pretestuose, ma comunque il lessico è molto cambiato rispetto ad un anno fa dove era "avanzare, avanzare, vinceremo tutto"), e mi chiedo: se davvero sta trionfando, che interesse ha a sedersi al tavolo?
Si prenda tutto e celebri la sua vittoria totale... se ci riesce!
 
Registrato
23 Giugno 2018
Messaggi
10,900
Reaction score
7,211
il paragone con Cuba è improprio per un motivo molto semplice: gli USA non hanno invaso Cuba. Con la differenza che gli armamentari nucleari già c'erano, non erano un'eventualità ipotetica come nel caso ucraino.
Sì, infatti l’ho scritto in qualche post precedente che il paragone fatto con la crisi dei missili non era calzante.
Quanto alla tentata invasione citata successivamente nel thread(e storicamente antecedente alla crisi dei missili) non è un paragone del tutto infondato perché se gli USA non fossero stati respinti possiamo immaginare cosa avrebbero combinato.
 
Registrato
20 Aprile 2016
Messaggi
14,661
Reaction score
10,042
se fosse questo il motivo allora non si spiegherebbe la sudditanza di certi paesi verso la Germania, visto che hanno fatto anche peggio in meno anni
non puoi far ricadere le colpe del passato all'infinito, peraltro i sovietici hanno avuto ampie schiere di collaboratori locali senza pistola alla tempia e questa gente non è finita in galera spesso ma si è reciclata
fatto sta che hanno permesso l'indipendenza dei vari stati e la riunificazione tedesca senza spargimenti di sangue
Il tuo punto è interessante sui tedeschi, diciamo che li ci sono due elementi che hanno ridotto questo aspetto

1) aspetto ideologico; nessun paese al mondo ha preso così tanto le distanze dal proprio passato guerrafondaio come i tedeschi, al punto che alcuni politologi internazionale parlano di "nazione che vive in disturbo post traumatico da stress" e che è finita talmente agli antipodi dall'aver rinunciato in toto al farsi valere al di fuori dell'UE, pur avendone i mezzi
2) il motivo vero e pratico: hanno portato una marea di marchi prima e euro poi in investimenti nell'est europa dopo la fine della guerra fredda. E si sa, pecunia non olet.
Se i russi avessero la forza economica di inondare le economie dell'est di rubli, stai sicuro che ci sarebbe molta meno animosità nei rapporti :asd:
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
36,670
Reaction score
11,757
Ma infatti uno dei pochi (e grandissimi, va detto) successi della ridicola propaganda russa, che infatti ha attechito solo nei meandri di Twitter, in Italia e tra i repubblicani in USA (e il motivo lo si sa, ancora non si puo dire ma è limpido) è che i russi abbiano il vantaggio temporale.
Che è una follia totale.

Non a caso, è la stessa favoletta che raccontavano gli USA in Iraq e Afghanistan, solo propaganda: se tu sei il paese aggressore e devi controllare un territorio non tuo dove al di fuori del Donbass e della Crimea gli abitanti ti ODIANO, devi attaccare un esercito nemico che gioca in casa, conosce il territorio e ha la popolazione dalla propria parte e tu nemmeno sei riuscito ad ottenere la superiorità aerea, non hai alcun vantaggio sul lungo periodo.
Devi spendere moltissimi uomini (hai il vantaggio numerico teorico, ma sconti anche una guerra molto più impopolare di chi si arma per difendere casa propria, ovviamente), mandare al macero moltissimi mezzi e quindi ti tocca attingere da ferraglia di epoca sovietica nei magazzini, perdere moltissimi uomini specializzati (tipo piloti aerei, spetsnaz e paracadutisti, che sono stati praticamente annichiliti da questi due anni) distruggendo corpi d'elite che ti costerà molto tempo e denaro ricostituire, il tutto per cosa?

Guadagni territoriali ridicoli con un fronte che da ormai più di un anno è di fatto cristallizzato? Che si muove per un pugno di chilometri al mese?
La Russia è all'offensiva da qualcosa come 6 mesi ormai, è ha conquisitato meno del'1% del territorio in questo lasso di tempo, lasciando sul campo una marea di mezzi e uomini.
Gli Ucraini stanno li nelle loro trincee, ogni tanto abbandonano una posizione, e aspettano. Muoiono in tanti anche loro, ma la storia che hanno problemi di mobilitazione è una favoletta che il "piazzista" Zelensky racconta per portare a casa armi e soldi.

Prolunghiamo questa guerra di trincea per altri 5 anni perchè la Russia non vuole sedersi ad un tavolo con proposte ragionevoli?
Che vi devo dire, se così vorranno, si andrà avanti ma lo scotto principale lo pagherà la Russia, non certo l'Ucraina che pur con la devastazione inflitta ha il vantaggio di giocare in casa che è cruciale in ogni guerra (vedasi Barbarossa, esempio perfetto)
Per non parlare della differente potenza economica di chi sta dietro all'Ucraina e che, a Washington, ha tutto l'interesse a tenere occupata la russia a dissanguarsi nella steppa tanto quanto Pechino e Mosca godevano a vedere gli americani incastrati a Baghdad e Kabul per 20 anni (seppur in conflitti a bassa intensità rispetto a questo, ovviamente)

Poi certo, a leggere X sembra sempre che splenda l'eterno sol dell'avvenire al Cremlino, così come sembrava che i movimenti "pacifisti" dovessero prendere il 20% alle elezioni e invece messi insieme hanno fatto il 3-4% e non hanno eletto un singolo deputato (fuor di Tarquinio con il PD però, lol) .
Intanto io da qualche mese sento Putin che parla di proposte di pace (pretestuose, ma comunque il lessico è molto cambiato rispetto ad un anno fa dove era "avanzare, avanzare, vinceremo tutto"), e mi chiedo: se davvero sta trionfando, che interesse ha a sedersi al tavolo?
Si prenda tutto e celebri la sua vittoria totale... se ci riesce!
forse perchè ci deve convivere a vita con gli ucraini essendo confinanti ed avendone milioni già in Russia ?
cose dette dall'inizio, non è un paese lontano come per gli Stati Uniti che fanno guerre puntualmente ad anni luce di distanza e non si curano del post guerra.
non puoi convivere in pace con un popolo che distruggi completamente...
altrimenti uno butta la bomba su Kiev e finisce la storia, si arrende come il Giappone dopo le atomiche

conviene pure alla Russia che la guerra finisca, si tolgano le sanzioni o almeno la gran parte

i problemi di mobilitazione non sono una favoletta, visto che le stesse associazioni indipendenti censiscono il numero di annunci di morti e dispersi (e qui non puoi mentire...)
oltre a ogni volta che abbassi l'età di mobilitazione, richieste di avere gli uomini all'estero, famiglie ogni settimana in piazza per avere i propri uomini indietro non facendo pause da mesi etc

per il resto l'hanno acclarato tutti che la Russia stia producendo mezzi e armi a una velocità fuori dalle previsioni, nessuno al mondo ad oggi fa altrettanto


le ultime dichiarazioni deprimenti di Stoltenberg che parla di aumentare armi nucleari e il presidente Grossi dell'agenzia fa notare che le centrali vadano avanti con le materie prime russe...
 

vota DC

Senior Member
Registrato
3 Settembre 2012
Messaggi
7,202
Reaction score
889
Non metterei nello stesso piano occupare l' Afghanistan o l' Iraq. Baghdad e Kabul non sono state svuotare, i paesi ucraini sì. Il vantaggio è stare nelle linee fortificate. Ad Advika sono già saltate e già lì si vede la difficoltà ucraina a difendersi con trincee improvvisate....hanno persino usato gli Abrams come torrette. Oltre a ciò i russi confinano, spostare popolazione e truppe è semplicissimo. Lo svantaggio russo è la mancanza di veterani, ragione per cui gli ucraini contano sulla proprie truppe e temono l'arrivo dei francesi debosciati.
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
36,670
Reaction score
11,757
Il tuo punto è interessante sui tedeschi, diciamo che li ci sono due elementi che hanno ridotto questo aspetto

1) aspetto ideologico; nessun paese al mondo ha preso così tanto le distanze dal proprio passato guerrafondaio come i tedeschi, al punto che alcuni politologi internazionale parlano di "nazione che vive in disturbo post traumatico da stress" e che è finita talmente agli antipodi dall'aver rinunciato in toto al farsi valere al di fuori dell'UE, pur avendone i mezzi
2) il motivo vero e pratico: hanno portato una marea di marchi prima e euro poi in investimenti nell'est europa dopo la fine della guerra fredda. E si sa, pecunia non olet.
Se i russi avessero la forza economica di inondare le economie dell'est di rubli, stai sicuro che ci sarebbe molta meno animosità nei rapporti :asd:
l'accusa principale ai russi è aver inondato di soldi tanti partiti nazionali all'estero, oltre a mandare magnati in giro, e aver garantito materie prima a buon mercato.
non è stato abbastanza ?
forse, ma per altre nazioni a quanto vediamo va diversamente...dal nulla il Gabon ha visto spuntare una flotta mercantile di oltre 100 navi petrolifere, pare servano ad aggirare le sanzioni russe

per la questione ideologica, ok ci può stare per la vergogna tedesca anche se comunque pure fuori dalla Russia trovi la generazione anziana che rimpiange l'epoca sovietica
 
Registrato
23 Giugno 2018
Messaggi
10,900
Reaction score
7,211
ma state discutendo di una proposta dove il garante con diritto di veto è l'unico stato che puo dichiararli guerra?

cioè la russia invade l'ucraina e senza l'ok della russia non si puo difendere l'ucraina. utile
Sembra una notizia di lercio, ma è reale e qualcuno pensa anche sia una cosa sensata. Mistero della Fede.
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
36,670
Reaction score
11,757
Stoltenberg prima di incontrare Biden a Washington:

"La Cina dovrà pagare per il sostegno alla Russia, l'Occidente deve agire"



tg com


questo incosciente, che viene prorogato d'ufficio ogni anno, fino al 30 settembre che sloggia, tenta la guerra mondiale
quando si dice "lascio con il botto"...
 
Alto
head>