Pioli al gruppo:"In CL serve di più". Qualificazione possibile, ma...

bmb

Senior Member
La squadra soffre una mancanza di qualità in ogni caso: se non è al 100% fisicamente fatica troppo. L'unica partita in cui abbiamo tenuto botta finora è stata quella contro l'Atletico, dove noi li abbiamo sovrastati fisicamente fino all'espulsione di Kessiè. In sintesi bisognerà crescere anche a livello qualitativo, perchè non si può pensare di essere sempre al top della forma. E' inevitabile che un miglioramento delle prestazioni in Champions passi anche da quello. A tale scopo ci vogliono giocatori di estro, dribbling, come può essere Alvarez ad esempio (che tra l'altro sa giocare anche a destra, sebbene con un'interpretazione più offensiva rispetto a Saelemakers). Dovremo riuscire a far correre gli avversari.
Su questo siamo d'accordo e anzi credo che stiamo andando in quella direzione. Adli è diverso da Kessie, è un giocatore molto tecnico. Stesso discorso di Messias. Diaz è su un altra dimensione rispetto a Calhanoglu e Leao idem rispetto a Rebic. Come dici tu non si può pensare di andare sempre a mille, alcune partite vanno riportate a casa entrando in porta col pallone, non aggredendo l'avversario fisicamente dall'inizio alla fine perché servirebbero 30 giocatori fisici e 10 sostituzioni a partita.
 

Buciadignho

Member
La squadra soffre una mancanza di qualità in ogni caso: se non è al 100% fisicamente fatica troppo. L'unica partita in cui abbiamo tenuto botta finora è stata quella contro l'Atletico, dove noi li abbiamo sovrastati fisicamente fino all'espulsione di Kessiè. In sintesi bisognerà crescere anche a livello qualitativo, perchè non si può pensare di essere sempre al top della forma. E' inevitabile che un miglioramento delle prestazioni in Champions passi anche da quello. A tale scopo ci vogliono giocatori di estro, dribbling, come può essere Alvarez ad esempio (che tra l'altro sa giocare anche a destra, sebbene con un'interpretazione più offensiva rispetto a Saelemakers). Dovremo riuscire a far correre gli avversari.
Non esiste squadra al mondo capace di rendere con tutte quelle assenze, per dirne uno : Liverpool. Andiamo a rivedere che razza di squadra era due anni fa, e che squadra era l'anno scorso quando gli mancava un sacco di giocatori. Ripeto, non deve essere una giustificazione, ma un attenuante. Difficile non pensare a cambi importanti, all'attacco titolare, a Bakayoko-Krunic, a Tomori che non rifiata mai (e già a Verona si vedevano delle preoccupazioni), a Calabria di rientro. Insomma, se il Milan non é almeno all'80% della forma fisica ed ha delle assenze pesanti, é impensabile fare partite contro avversari come il Porto come vorrebbe.

Allora si puo' discutere di quale cambio tattico si sarebbe potuto fare, o se un Faivre avrebbe potuto risolvere la situazione (non credo). Io credo che se oltre alle assenze ti snaturi con Krunic é finita veramente, e credo che anche al completo ne avremmo sofferto enormemente. Uno che tiene palla li davanti e lascia alla squadra il tempo di sistemarsi, o uno che viene giù a dare una mano al centrocampo saltando il primo pressing e trinagolando con le fasce ci serve come il pane a Gennaio. Ci serviva anche ad Agosto, ma non puo' essere attribuito solo ad un singolo problema. La partita di Oporto é frutto di 5/6 fattori, ed alcuni incolmabili da poche squadre al mondo.

Togliamo 5 giocatori importantissimi a qualunque sqaudra di Serie A, o anche nel mondo e vedrai come cambiano le cose. Aggiungi ai 5 importantissimi i Messias vari ed i cambi non pronti per varie ragioni oltre che il calo di condizione di alcuni titolari (Tomori e Calabria su tutti) ed allora noi non ne usciamo.
 

7AlePato7

Senior Member
Non esiste squadra al mondo capace di rendere con tutte quelle assenze, per dirne uno : Liverpool. Andiamo a rivedere che razza di squadra era due anni fa, e che squadra era l'anno scorso quando gli mancava un sacco di giocatori. Ripeto, non deve essere una giustificazione, ma un attenuante. Difficile non pensare a cambi importanti, all'attacco titolare, a Bakayoko-Krunic, a Tomori che non rifiata mai (e già a Verona si vedevano delle preoccupazioni), a Calabria di rientro. Insomma, se il Milan non é almeno all'80% della forma fisica ed ha delle assenze pesanti, é impensabile fare partite contro avversari come il Porto come vorrebbe.

Allora si puo' discutere di quale cambio tattico si sarebbe potuto fare, o se un Faivre avrebbe potuto risolvere la situazione (non credo). Io credo che se oltre alle assenze ti snaturi con Krunic é finita veramente, e credo che anche al completo ne avremmo sofferto enormemente. Uno che tiene palla li davanti e lascia alla squadra il tempo di sistemarsi, o uno che viene giù a dare una mano al centrocampo saltando il primo pressing e trinagolando con le fasce ci serve come il pane a Gennaio. Ci serviva anche ad Agosto, ma non puo' essere attribuito solo ad un singolo problema. La partita di Oporto é frutto di 5/6 fattori, ed alcuni incolmabili da poche squadre al mondo.

Togliamo 5 giocatori importantissimi a qualunque sqaudra di Serie A, o anche nel mondo e vedrai come cambiano le cose. Aggiungi ai 5 importantissimi i Messias vari ed i cambi non pronti per varie ragioni oltre che il calo di condizione di alcuni titolari (Tomori e Calabria su tutti) ed allora noi non ne usciamo.
Sì ma stiamo ogni anno a parlare delle assenze, sempre. Poi ogni anno si ripete sempre lo stesso identico problema e non si fa nulla per migliorarlo. Possibili problemi:
1) giocatori cagionevoli? Si rompono troppo spesso? Beh Ibra c'ha 40 anni, Giroud 34, Pellegri sappiamo benissimo che soffre di questi problemi;
2) poche alternative, quindi giocatori impiegati troppo forse in condizioni anche non ottimali, che poi si infortunano perchè non recuperano pienamente magari da acciacchi: il caso Bennacer è emblematico.
3) staff di preparazione atletica: quando è che lo mettiamo in discussione sto staff? Ecatombe di infortuni ogni santo anno... e basta!
Penso sia una insieme di cause che andranno sicuramente affrontate e bisognerà trovare delle soluzioni concrete, altrimenti anche l'anno prossimo diremo "Eh.. ma se abbiamo perso è colpa degli infortuni".
 

Buciadignho

Member
Sì ma stiamo ogni anno a parlare delle assenze, sempre. Poi ogni anno si ripete sempre lo stesso identico problema e non si fa nulla per migliorarlo. Possibili problemi:
1) giocatori cagionevoli? Si rompono troppo spesso? Beh Ibra c'ha 40 anni, Giroud 34, Pellegri sappiamo benissimo che soffre di questi problemi;
2) poche alternative, quindi giocatori impiegati troppo forse in condizioni anche non ottimali, che poi si infortunano perchè non recuperano pienamente magari da acciacchi: il caso Bennacer è emblematico.
3) staff di preparazione atletica: quando è che lo mettiamo in discussione sto staff? Ecatombe di infortuni ogni santo anno... e basta!
Penso sia una insieme di cause che andranno sicuramente affrontate e bisognerà trovare delle soluzioni concrete, altrimenti anche l'anno prossimo diremo "Eh.. ma se abbiamo perso è colpa degli infortuni".
Io penso che il mercato sia stato fatto proprio per adare in contro a quella direzione, insomma alla fine ogni posizione ha il suo sostituto, poi possiamo discutere se sia appropriato o meno, o il modo in cui é stato preso. Impensabile fare tutto e subito, in Serie A mi sembra che per ora c'é la giochiamo.

Attenzione, io non sto dicendo "Abbiamo perso per gli infortuni" , io sto dicendo che é uno dei fattori da considerare. Non vorremo credere che Magnan, Theo, Diaz o Rebic siano cosi proni agli infortuni come quelli da te citati eh. Anche Pioli deve fare uno step ulteriore se vuole diventare un allenatore vero, ma sentenziare una stagione da una partita in queste condizioni mi risulta difficile.
 

7AlePato7

Senior Member
Io penso che il mercato sia stato fatto proprio per adare in contro a quella direzione, insomma alla fine ogni posizione ha il suo sostituto, poi possiamo discutere se sia appropriato o meno, o il modo in cui é stato preso. Impensabile fare tutto e subito, in Serie A mi sembra che per ora c'é la giochiamo.

Attenzione, io non sto dicendo "Abbiamo perso per gli infortuni" , io sto dicendo che é uno dei fattori da considerare. Non vorremo credere che Magnan, Theo, Diaz o Rebic siano cosi proni agli infortuni come quelli da te citati eh. Anche Pioli deve fare uno step ulteriore se vuole diventare un allenatore vero, ma sentenziare una stagione da una partita in queste condizioni mi risulta difficile.
Sì ma è un problema che si ripete negli anni questo degli infortuni, non può essere solo un caso perchè ci sono club con giocatori che giocano senza sfasciarsi di continuo come i nostri. Ci può essere un anno particolarmente sfortunato, ma da noi sembra che anche un piccolo acciacco poi diventi un problema cronico perchè gestito male. Giocatori per cui viene fatta una diagnosi, che poi si rivedono dopo 2 o 3 mesi. Sfortuna? Mah...
A ogni modo vediamo che succede, non pretendo una panchina milionaria, ma almeno che i nostri si infortuni meno o con meno frequenza, o che magari si faccia una analisi più accurata quando acquisti un giocatore. Esempio emblematico il reparto offensivo: di tre centravanti è già tanto se ne abbiamo almeno uno disponibile... Penso si sapessero le condizioni di Ibra, si sapeva che Giroud c'aveva 34 anni e pure la propensione agli infortuni di Pellegri.
 

KILPIN_91

Member
Sì ma è un problema che si ripete negli anni questo degli infortuni, non può essere solo un caso perchè ci sono club con giocatori che giocano senza sfasciarsi di continuo come i nostri. Ci può essere un anno particolarmente sfortunato, ma da noi sembra che anche un piccolo acciacco poi diventi un problema cronico perchè gestito male. Giocatori per cui viene fatta una diagnosi, che poi si rivedono dopo 2 o 3 mesi. Sfortuna? Mah...
A ogni modo vediamo che succede, non pretendo una panchina milionaria, ma almeno che i nostri si infortuni meno o con meno frequenza, o che magari si faccia una analisi più accurata quando acquisti un giocatore. Esempio emblematico il reparto offensivo: di tre centravanti è già tanto se ne abbiamo almeno uno disponibile... Penso si sapessero le condizioni di Ibra, si sapeva che Giroud c'aveva 34 anni e pure la propensione agli infortuni di Pellegri.
Tutti gli infortuni sono colpa di pioli che fa una preparazione troppo esosa dal punto di vista atletico
 
Alto
head>
AdBlock Detected

We get it, advertisements are annoying!

Sure, ad-blocking software does a great job at blocking ads, but it also blocks useful features of our website. For the best site experience please disable your AdBlocker.

I've Disabled AdBlock    No Thanks