Milan: trappola Empoli. Krunic si scalda. Infortuni e insidie.

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
165,199
Reaction score
12,233
Tuttosport: la ripartenza del Milan non sarà del tutto agevole a livello di calendario. Dopo la sconfitta con il Napoli, dove i rossoneri però hanno messo in mostra una grande prestazione, Stefano Pioli e i suoi giocatori vogliono ripartire bene fin dalla trasferta di sabato sera a Empoli che rimane sempre un campo ostico, come testimoniò una delle rare vittorie brutte del Milan nello scorso campionato. Il 2-4 finale, con la doppietta di Kessie e i gol di Florenzi e Theo Hernandez (nessuno di loro sarà a disposizione tra chi gioca altrove e chi è infortunato), venne definita dall’allenatore milanista come un’affermazione necessaria, che non rispecchiava a pieno i principi di gioco del suo Milan, ma fondamentale in quel momento storico e delicato dell’anno. A quasi un anno di distanza, Empoli rappresenta un nuovo punto di sbarco per i campioni d’Italia, che a livello di testa e di gambe arrivano a questa partite in buone condizioni, ma anche con la consapevolezza di dover partire bene per il tour de force che porterà fino alla pausa di novembre per la Coppa del Mondo.

Gli ostacoli sono diversi e di varia natura ed è anche per questo motivo che Pioli dovrà ponderare bene le scelte dei giocatori nel corso, soprattutto, delle partite di campionato dove avrà una scelta maggiore rispetto alla Champions League. Dopo Empoli, il tasso di attenzione e di consumo energetico psico-fisico sarà molto alto con il trittico Chelsea-Juventus-Chelsea, che soprattutto in chiave europea e in base ai risultati della doppia sfida tra Salisburgo e Dinamo Zagabria, potrà indirizzare il cammino europeo del Milan, che ha come obiettivo quello di accedere alla fase a eliminazione diretta della Champions. Ma anche la partita con i bianconeri sarà molto significativa, perché potrebbe certificare ulteriormente il ruolo del Milan dentro questa serie A. Ma Pioli dovrà affrontare questa prima parte di maratona con ai box giocatori di una certa rilevanza come Mike Maignan e Theo Hernandez, che sono le due vittime illustri di questa sosta per le nazionali. Il portiere si è fatto male durante Francia-Austria mentre il terzino aveva sentito i primi sintomi del lieve stiramento al lungo adduttore destro già nel finale del match con il Napoli, che è stato una sorta di avvio di un due settimane dove, dall’infermeria, sono arrivate solo notizie negative in vista di Empoli, con lo sguardo di diversi calciatori rivolto tra la partita di Londra con il Chelsea e quella di San Siro contro la Juventus. Ante Rebic e Divock Origi, sui quali Pioli vorrebbe fare maggior affidamento, anche ieri hanno svolto dei lavori personalizzati, ma ancora non si sono visti sul campo insieme ai compagni e questo vuol dire che avranno bisogno ancora di giorni per poter smaltire del tutto i loro problemi. In sostanza, con la speranza che nulla gli accada, Olivier Giroud sarà chiamato agli straordinari seppur all’orizzonte vi siano quelle partite nelle quali ha sempre dimostrato di gasarsi al massimo.

La buona notizia per Pioli è arrivata da Sandro Tonali. Il centrocampista ha smaltito il problema palesatosi in nazionale e ieri è rientrato a lavorare con il resto del gruppo. Per lui e per Bennacer è previsto un lavoro importante già da sabato contro l’Empoli, ma soprattutto in Champions League, laddove dovranno dare ritmo e qualità alla manovra offensiva rossonera. Krunic, che ha lavorato bene a Milanello, scalda i motori e non è da escludere che possa essere lui ad affiancare Bennacer al Castellani, con Tonali titolare contro il Chelsea. Dosare le forze per affrontare bene la salita. Pioli, da buon ciclista, lo sa bene.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
165,199
Reaction score
12,233
Tuttosport: la ripartenza del Milan non sarà del tutto agevole a livello di calendario. Dopo la sconfitta con il Napoli, dove i rossoneri però hanno messo in mostra una grande prestazione, Stefano Pioli e i suoi giocatori vogliono ripartire bene fin dalla trasferta di sabato sera a Empoli che rimane sempre un campo ostico, come testimoniò una delle rare vittorie brutte del Milan nello scorso campionato. Il 2-4 finale, con la doppietta di Kessie e i gol di Florenzi e Theo Hernandez (nessuno di loro sarà a disposizione tra chi gioca altrove e chi è infortunato), venne definita dall’allenatore milanista come un’affermazione necessaria, che non rispecchiava a pieno i principi di gioco del suo Milan, ma fondamentale in quel momento storico e delicato dell’anno. A quasi un anno di distanza, Empoli rappresenta un nuovo punto di sbarco per i campioni d’Italia, che a livello di testa e di gambe arrivano a questa partite in buone condizioni, ma anche con la consapevolezza di dover partire bene per il tour de force che porterà fino alla pausa di novembre per la Coppa del Mondo.

Gli ostacoli sono diversi e di varia natura ed è anche per questo motivo che Pioli dovrà ponderare bene le scelte dei giocatori nel corso, soprattutto, delle partite di campionato dove avrà una scelta maggiore rispetto alla Champions League. Dopo Empoli, il tasso di attenzione e di consumo energetico psico-fisico sarà molto alto con il trittico Chelsea-Juventus-Chelsea, che soprattutto in chiave europea e in base ai risultati della doppia sfida tra Salisburgo e Dinamo Zagabria, potrà indirizzare il cammino europeo del Milan, che ha come obiettivo quello di accedere alla fase a eliminazione diretta della Champions. Ma anche la partita con i bianconeri sarà molto significativa, perché potrebbe certificare ulteriormente il ruolo del Milan dentro questa serie A. Ma Pioli dovrà affrontare questa prima parte di maratona con ai box giocatori di una certa rilevanza come Mike Maignan e Theo Hernandez, che sono le due vittime illustri di questa sosta per le nazionali. Il portiere si è fatto male durante Francia-Austria mentre il terzino aveva sentito i primi sintomi del lieve stiramento al lungo adduttore destro già nel finale del match con il Napoli, che è stato una sorta di avvio di un due settimane dove, dall’infermeria, sono arrivate solo notizie negative in vista di Empoli, con lo sguardo di diversi calciatori rivolto tra la partita di Londra con il Chelsea e quella di San Siro contro la Juventus. Ante Rebic e Divock Origi, sui quali Pioli vorrebbe fare maggior affidamento, anche ieri hanno svolto dei lavori personalizzati, ma ancora non si sono visti sul campo insieme ai compagni e questo vuol dire che avranno bisogno ancora di giorni per poter smaltire del tutto i loro problemi. In sostanza, con la speranza che nulla gli accada, Olivier Giroud sarà chiamato agli straordinari seppur all’orizzonte vi siano quelle partite nelle quali ha sempre dimostrato di gasarsi al massimo.

La buona notizia per Pioli è arrivata da Sandro Tonali. Il centrocampista ha smaltito il problema palesatosi in nazionale e ieri è rientrato a lavorare con il resto del gruppo. Per lui e per Bennacer è previsto un lavoro importante già da sabato contro l’Empoli, ma soprattutto in Champions League, laddove dovranno dare ritmo e qualità alla manovra offensiva rossonera. Krunic, che ha lavorato bene a Milanello, scalda i motori e non è da escludere che possa essere lui ad affiancare Bennacer al Castellani, con Tonali titolare contro il Chelsea. Dosare le forze per affrontare bene la salita. Pioli, da buon ciclista, lo sa bene.
.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
165,199
Reaction score
12,233
Tuttosport: la ripartenza del Milan non sarà del tutto agevole a livello di calendario. Dopo la sconfitta con il Napoli, dove i rossoneri però hanno messo in mostra una grande prestazione, Stefano Pioli e i suoi giocatori vogliono ripartire bene fin dalla trasferta di sabato sera a Empoli che rimane sempre un campo ostico, come testimoniò una delle rare vittorie brutte del Milan nello scorso campionato. Il 2-4 finale, con la doppietta di Kessie e i gol di Florenzi e Theo Hernandez (nessuno di loro sarà a disposizione tra chi gioca altrove e chi è infortunato), venne definita dall’allenatore milanista come un’affermazione necessaria, che non rispecchiava a pieno i principi di gioco del suo Milan, ma fondamentale in quel momento storico e delicato dell’anno. A quasi un anno di distanza, Empoli rappresenta un nuovo punto di sbarco per i campioni d’Italia, che a livello di testa e di gambe arrivano a questa partite in buone condizioni, ma anche con la consapevolezza di dover partire bene per il tour de force che porterà fino alla pausa di novembre per la Coppa del Mondo.

Gli ostacoli sono diversi e di varia natura ed è anche per questo motivo che Pioli dovrà ponderare bene le scelte dei giocatori nel corso, soprattutto, delle partite di campionato dove avrà una scelta maggiore rispetto alla Champions League. Dopo Empoli, il tasso di attenzione e di consumo energetico psico-fisico sarà molto alto con il trittico Chelsea-Juventus-Chelsea, che soprattutto in chiave europea e in base ai risultati della doppia sfida tra Salisburgo e Dinamo Zagabria, potrà indirizzare il cammino europeo del Milan, che ha come obiettivo quello di accedere alla fase a eliminazione diretta della Champions. Ma anche la partita con i bianconeri sarà molto significativa, perché potrebbe certificare ulteriormente il ruolo del Milan dentro questa serie A. Ma Pioli dovrà affrontare questa prima parte di maratona con ai box giocatori di una certa rilevanza come Mike Maignan e Theo Hernandez, che sono le due vittime illustri di questa sosta per le nazionali. Il portiere si è fatto male durante Francia-Austria mentre il terzino aveva sentito i primi sintomi del lieve stiramento al lungo adduttore destro già nel finale del match con il Napoli, che è stato una sorta di avvio di un due settimane dove, dall’infermeria, sono arrivate solo notizie negative in vista di Empoli, con lo sguardo di diversi calciatori rivolto tra la partita di Londra con il Chelsea e quella di San Siro contro la Juventus. Ante Rebic e Divock Origi, sui quali Pioli vorrebbe fare maggior affidamento, anche ieri hanno svolto dei lavori personalizzati, ma ancora non si sono visti sul campo insieme ai compagni e questo vuol dire che avranno bisogno ancora di giorni per poter smaltire del tutto i loro problemi. In sostanza, con la speranza che nulla gli accada, Olivier Giroud sarà chiamato agli straordinari seppur all’orizzonte vi siano quelle partite nelle quali ha sempre dimostrato di gasarsi al massimo.

La buona notizia per Pioli è arrivata da Sandro Tonali. Il centrocampista ha smaltito il problema palesatosi in nazionale e ieri è rientrato a lavorare con il resto del gruppo. Per lui e per Bennacer è previsto un lavoro importante già da sabato contro l’Empoli, ma soprattutto in Champions League, laddove dovranno dare ritmo e qualità alla manovra offensiva rossonera. Krunic, che ha lavorato bene a Milanello, scalda i motori e non è da escludere che possa essere lui ad affiancare Bennacer al Castellani, con Tonali titolare contro il Chelsea. Dosare le forze per affrontare bene la salita. Pioli, da buon ciclista, lo sa bene.
.
 
Registrato
1 Agosto 2017
Messaggi
11,356
Reaction score
1,081
Tuttosport: la ripartenza del Milan non sarà del tutto agevole a livello di calendario. Dopo la sconfitta con il Napoli, dove i rossoneri però hanno messo in mostra una grande prestazione, Stefano Pioli e i suoi giocatori vogliono ripartire bene fin dalla trasferta di sabato sera a Empoli che rimane sempre un campo ostico, come testimoniò una delle rare vittorie brutte del Milan nello scorso campionato. Il 2-4 finale, con la doppietta di Kessie e i gol di Florenzi e Theo Hernandez (nessuno di loro sarà a disposizione tra chi gioca altrove e chi è infortunato), venne definita dall’allenatore milanista come un’affermazione necessaria, che non rispecchiava a pieno i principi di gioco del suo Milan, ma fondamentale in quel momento storico e delicato dell’anno. A quasi un anno di distanza, Empoli rappresenta un nuovo punto di sbarco per i campioni d’Italia, che a livello di testa e di gambe arrivano a questa partite in buone condizioni, ma anche con la consapevolezza di dover partire bene per il tour de force che porterà fino alla pausa di novembre per la Coppa del Mondo.

Gli ostacoli sono diversi e di varia natura ed è anche per questo motivo che Pioli dovrà ponderare bene le scelte dei giocatori nel corso, soprattutto, delle partite di campionato dove avrà una scelta maggiore rispetto alla Champions League. Dopo Empoli, il tasso di attenzione e di consumo energetico psico-fisico sarà molto alto con il trittico Chelsea-Juventus-Chelsea, che soprattutto in chiave europea e in base ai risultati della doppia sfida tra Salisburgo e Dinamo Zagabria, potrà indirizzare il cammino europeo del Milan, che ha come obiettivo quello di accedere alla fase a eliminazione diretta della Champions. Ma anche la partita con i bianconeri sarà molto significativa, perché potrebbe certificare ulteriormente il ruolo del Milan dentro questa serie A. Ma Pioli dovrà affrontare questa prima parte di maratona con ai box giocatori di una certa rilevanza come Mike Maignan e Theo Hernandez, che sono le due vittime illustri di questa sosta per le nazionali. Il portiere si è fatto male durante Francia-Austria mentre il terzino aveva sentito i primi sintomi del lieve stiramento al lungo adduttore destro già nel finale del match con il Napoli, che è stato una sorta di avvio di un due settimane dove, dall’infermeria, sono arrivate solo notizie negative in vista di Empoli, con lo sguardo di diversi calciatori rivolto tra la partita di Londra con il Chelsea e quella di San Siro contro la Juventus. Ante Rebic e Divock Origi, sui quali Pioli vorrebbe fare maggior affidamento, anche ieri hanno svolto dei lavori personalizzati, ma ancora non si sono visti sul campo insieme ai compagni e questo vuol dire che avranno bisogno ancora di giorni per poter smaltire del tutto i loro problemi. In sostanza, con la speranza che nulla gli accada, Olivier Giroud sarà chiamato agli straordinari seppur all’orizzonte vi siano quelle partite nelle quali ha sempre dimostrato di gasarsi al massimo.

La buona notizia per Pioli è arrivata da Sandro Tonali. Il centrocampista ha smaltito il problema palesatosi in nazionale e ieri è rientrato a lavorare con il resto del gruppo. Per lui e per Bennacer è previsto un lavoro importante già da sabato contro l’Empoli, ma soprattutto in Champions League, laddove dovranno dare ritmo e qualità alla manovra offensiva rossonera. Krunic, che ha lavorato bene a Milanello, scalda i motori e non è da escludere che possa essere lui ad affiancare Bennacer al Castellani, con Tonali titolare contro il Chelsea. Dosare le forze per affrontare bene la salita. Pioli, da buon ciclista, lo sa bene.
infatti contro l'Empoli mi aspetto spazio per chi è rimasto a Milanello due settimane.. krunuic, messias e brahim/adli
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
165,199
Reaction score
12,233
Tuttosport: la ripartenza del Milan non sarà del tutto agevole a livello di calendario. Dopo la sconfitta con il Napoli, dove i rossoneri però hanno messo in mostra una grande prestazione, Stefano Pioli e i suoi giocatori vogliono ripartire bene fin dalla trasferta di sabato sera a Empoli che rimane sempre un campo ostico, come testimoniò una delle rare vittorie brutte del Milan nello scorso campionato. Il 2-4 finale, con la doppietta di Kessie e i gol di Florenzi e Theo Hernandez (nessuno di loro sarà a disposizione tra chi gioca altrove e chi è infortunato), venne definita dall’allenatore milanista come un’affermazione necessaria, che non rispecchiava a pieno i principi di gioco del suo Milan, ma fondamentale in quel momento storico e delicato dell’anno. A quasi un anno di distanza, Empoli rappresenta un nuovo punto di sbarco per i campioni d’Italia, che a livello di testa e di gambe arrivano a questa partite in buone condizioni, ma anche con la consapevolezza di dover partire bene per il tour de force che porterà fino alla pausa di novembre per la Coppa del Mondo.

Gli ostacoli sono diversi e di varia natura ed è anche per questo motivo che Pioli dovrà ponderare bene le scelte dei giocatori nel corso, soprattutto, delle partite di campionato dove avrà una scelta maggiore rispetto alla Champions League. Dopo Empoli, il tasso di attenzione e di consumo energetico psico-fisico sarà molto alto con il trittico Chelsea-Juventus-Chelsea, che soprattutto in chiave europea e in base ai risultati della doppia sfida tra Salisburgo e Dinamo Zagabria, potrà indirizzare il cammino europeo del Milan, che ha come obiettivo quello di accedere alla fase a eliminazione diretta della Champions. Ma anche la partita con i bianconeri sarà molto significativa, perché potrebbe certificare ulteriormente il ruolo del Milan dentro questa serie A. Ma Pioli dovrà affrontare questa prima parte di maratona con ai box giocatori di una certa rilevanza come Mike Maignan e Theo Hernandez, che sono le due vittime illustri di questa sosta per le nazionali. Il portiere si è fatto male durante Francia-Austria mentre il terzino aveva sentito i primi sintomi del lieve stiramento al lungo adduttore destro già nel finale del match con il Napoli, che è stato una sorta di avvio di un due settimane dove, dall’infermeria, sono arrivate solo notizie negative in vista di Empoli, con lo sguardo di diversi calciatori rivolto tra la partita di Londra con il Chelsea e quella di San Siro contro la Juventus. Ante Rebic e Divock Origi, sui quali Pioli vorrebbe fare maggior affidamento, anche ieri hanno svolto dei lavori personalizzati, ma ancora non si sono visti sul campo insieme ai compagni e questo vuol dire che avranno bisogno ancora di giorni per poter smaltire del tutto i loro problemi. In sostanza, con la speranza che nulla gli accada, Olivier Giroud sarà chiamato agli straordinari seppur all’orizzonte vi siano quelle partite nelle quali ha sempre dimostrato di gasarsi al massimo.

La buona notizia per Pioli è arrivata da Sandro Tonali. Il centrocampista ha smaltito il problema palesatosi in nazionale e ieri è rientrato a lavorare con il resto del gruppo. Per lui e per Bennacer è previsto un lavoro importante già da sabato contro l’Empoli, ma soprattutto in Champions League, laddove dovranno dare ritmo e qualità alla manovra offensiva rossonera. Krunic, che ha lavorato bene a Milanello, scalda i motori e non è da escludere che possa essere lui ad affiancare Bennacer al Castellani, con Tonali titolare contro il Chelsea. Dosare le forze per affrontare bene la salita. Pioli, da buon ciclista, lo sa bene.

.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
165,199
Reaction score
12,233
Tuttosport: la ripartenza del Milan non sarà del tutto agevole a livello di calendario. Dopo la sconfitta con il Napoli, dove i rossoneri però hanno messo in mostra una grande prestazione, Stefano Pioli e i suoi giocatori vogliono ripartire bene fin dalla trasferta di sabato sera a Empoli che rimane sempre un campo ostico, come testimoniò una delle rare vittorie brutte del Milan nello scorso campionato. Il 2-4 finale, con la doppietta di Kessie e i gol di Florenzi e Theo Hernandez (nessuno di loro sarà a disposizione tra chi gioca altrove e chi è infortunato), venne definita dall’allenatore milanista come un’affermazione necessaria, che non rispecchiava a pieno i principi di gioco del suo Milan, ma fondamentale in quel momento storico e delicato dell’anno. A quasi un anno di distanza, Empoli rappresenta un nuovo punto di sbarco per i campioni d’Italia, che a livello di testa e di gambe arrivano a questa partite in buone condizioni, ma anche con la consapevolezza di dover partire bene per il tour de force che porterà fino alla pausa di novembre per la Coppa del Mondo.

Gli ostacoli sono diversi e di varia natura ed è anche per questo motivo che Pioli dovrà ponderare bene le scelte dei giocatori nel corso, soprattutto, delle partite di campionato dove avrà una scelta maggiore rispetto alla Champions League. Dopo Empoli, il tasso di attenzione e di consumo energetico psico-fisico sarà molto alto con il trittico Chelsea-Juventus-Chelsea, che soprattutto in chiave europea e in base ai risultati della doppia sfida tra Salisburgo e Dinamo Zagabria, potrà indirizzare il cammino europeo del Milan, che ha come obiettivo quello di accedere alla fase a eliminazione diretta della Champions. Ma anche la partita con i bianconeri sarà molto significativa, perché potrebbe certificare ulteriormente il ruolo del Milan dentro questa serie A. Ma Pioli dovrà affrontare questa prima parte di maratona con ai box giocatori di una certa rilevanza come Mike Maignan e Theo Hernandez, che sono le due vittime illustri di questa sosta per le nazionali. Il portiere si è fatto male durante Francia-Austria mentre il terzino aveva sentito i primi sintomi del lieve stiramento al lungo adduttore destro già nel finale del match con il Napoli, che è stato una sorta di avvio di un due settimane dove, dall’infermeria, sono arrivate solo notizie negative in vista di Empoli, con lo sguardo di diversi calciatori rivolto tra la partita di Londra con il Chelsea e quella di San Siro contro la Juventus. Ante Rebic e Divock Origi, sui quali Pioli vorrebbe fare maggior affidamento, anche ieri hanno svolto dei lavori personalizzati, ma ancora non si sono visti sul campo insieme ai compagni e questo vuol dire che avranno bisogno ancora di giorni per poter smaltire del tutto i loro problemi. In sostanza, con la speranza che nulla gli accada, Olivier Giroud sarà chiamato agli straordinari seppur all’orizzonte vi siano quelle partite nelle quali ha sempre dimostrato di gasarsi al massimo.

La buona notizia per Pioli è arrivata da Sandro Tonali. Il centrocampista ha smaltito il problema palesatosi in nazionale e ieri è rientrato a lavorare con il resto del gruppo. Per lui e per Bennacer è previsto un lavoro importante già da sabato contro l’Empoli, ma soprattutto in Champions League, laddove dovranno dare ritmo e qualità alla manovra offensiva rossonera. Krunic, che ha lavorato bene a Milanello, scalda i motori e non è da escludere che possa essere lui ad affiancare Bennacer al Castellani, con Tonali titolare contro il Chelsea. Dosare le forze per affrontare bene la salita. Pioli, da buon ciclista, lo sa bene.

Up
 
Alto
head>