Islanda: ricoveri e record di contagi tra vaccinati

  • Ultimi post
  • Ultime notizie
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

fabri47

Senior Member
Incredibile quanto successo in Islanda. A fine giugno, il paese aveva abbandonato tutte le restrizioni in quanto praticamente quasi tutta la popolazione over-16 è vaccinata con doppia dose (più del 74%, mentre più del 78% ha ricevuto la prima dose). E, purtroppo, non solo sono tornati i contagi, che dal 20 luglio sono 869, picco mai raggiunto in Islanda, ma anche i pazienti all'ospedale con difficoltà respiratorie, vaccinati anche loro. Per questo, dal 26 luglio, sono ritornate le mascherine obbligatorie al chiuso e coprifuoco dalle 23:00.

Ma l'allarme più grande arriva dalle parole dell'epidemiologo Thorolful Gudnason che afferma: "le vaccinazioni non si stanno dimostrando efficaci come ci indicavano gli esperti. Erano quasi tutti vaccinati con ciclo completo...Stiamo vedendo che anche i vaccinati si contagiano e si ammalano, quindi siamo costretti ad abolire la norma che consentiva a chi aveva ricevuto il vaccino di entrare liberamente senza test nessuno può sapere con certezza come sarà il futuro, può anche essere che saremo costretti ad avere restrizioni per i prossimi cinque, dieci o quindici anni. Non c’è possibilità di fare previsioni...Di certo possiamo dire che l’epidemia non finirà in Islanda finchè non finirà in tutto il mondo. Di certo oggi sappiamo che la protezione dei vaccini è inferiore rispetto a quanto sapevamo in precedenza. Pensavamo che fossero efficaci almeno al 90%, adesso invece sappiamo che forse sono efficaci intorno al 60%. Sui vaccini sappiamo che sono tutti più o meno simili, anche se su quelli di Janssen e Moderna abbiamo meno informazioni rispetto a Pfizer forse perchè sono meno utilizzati e quindi c’è meno ricerca".

Poco risalto alla notizia in Italia ed uno dei pochi a condividerla è, addirittura, il cantante Enrico Ruggeri che ha affermato su Twitter: "Se è vero è un brutto colpo. Se non è vero mi aspetto smentite, denunce, scuse ufficiali. Islanda, boom esponenziale di casi nell’isola dove TUTTI sono vaccinati: tornano coprifuoco e restrizioni".
 
.

diavoloINme

Senior Member
Incredibile quanto successo in Islanda. A fine giugno, il paese aveva abbandonato tutte le restrizioni in quanto praticamente quasi tutta la popolazione over-16 è vaccinata con doppia dose (più del 74%, mentre più del 78% ha ricevuto la prima dose). E, purtroppo, non solo sono tornati i contagi, che dal 20 luglio sono 869, picco mai raggiunto in Islanda, ma anche i pazienti all'ospedale con difficoltà respiratorie, vaccinati anche loro. Per questo, dal 26 luglio, sono ritornate le mascherine obbligatorie al chiuso e coprifuoco dalle 23:00.

Ma l'allarme più grande arriva dalle parole dell'epidemiologo Thorolful Gudnason che afferma: "le vaccinazioni non si stanno dimostrando efficaci come ci indicavano gli esperti. Erano quasi tutti vaccinati con ciclo completo...Stiamo vedendo che anche i vaccinati si contagiano e si ammalano, quindi siamo costretti ad abolire la norma che consentiva a chi aveva ricevuto il vaccino di entrare liberamente senza test nessuno può sapere con certezza come sarà il futuro, può anche essere che saremo costretti ad avere restrizioni per i prossimi cinque, dieci o quindici anni. Non c’è possibilità di fare previsioni...Di certo possiamo dire che l’epidemia non finirà in Islanda finchè non finirà in tutto il mondo. Di certo oggi sappiamo che la protezione dei vaccini è inferiore rispetto a quanto sapevamo in precedenza. Pensavamo che fossero efficaci almeno al 90%, adesso invece sappiamo che forse sono efficaci intorno al 60%. Sui vaccini sappiamo che sono tutti più o meno simili, anche se su quelli di Janssen e Moderna abbiamo meno informazioni rispetto a Pfizer forse perchè sono meno utilizzati e quindi c’è meno ricerca".

Poco risalto alla notizia in Italia ed uno dei pochi a condividerla è, addirittura, il cantante Enrico Ruggeri che ha affermato su Twitter: "Se è vero è un brutto colpo. Se non è vero mi aspetto smentite, denunce, scuse ufficiali. Islanda, boom esponenziale di casi nell’isola dove TUTTI sono vaccinati: tornano coprifuoco e restrizioni".
Purtroppo era facilmente prevedibile.
Io almeno non ho mai creduto al vaccino che ci avrebbe salvato anche se mi sono vaccinato a Marzo.
 

fabri47

Senior Member
Purtroppo era facilmente prevedibile.
Io almeno non ho mai creduto al vaccino che ci avrebbe salvato.
Un vaccino creato in nemmeno un anno contro una roba potentissima creata in laboratorio chissà da quanto tempo. Non sono esperto nel campo, ma la storia ci ha sempre insegnato che le tempistiche in certi ambiti sono fondamentali e le grandi invenzioni, come una "semplice medicina", non si fanno in quattro e quattr'otto.
 

AntaniPioco

Senior Member
Se l'obiettivo è cancellare il virus, il vaccino non solo non serve a niente, ma è dannoso.
Basta propaganda vaccinale, è ora di dire ore cose come stanno.

Le misure restrittive, mettetevelo in testa, sono opera NON DEL VIRUS, MA DEI GOVERNI.
La libertà NON È UN'OPZIONE
 

Divoratore Di Stelle

Junior Member
Niente di nuovo sotto il sole.
Altro che vaccinazione obbligatoria per tornare alla "LIBERTAAAA',LIBERTAAAAAA'",green pass o cacatine varie.

Così come non è nuova la "censura" italiana su questi argomenti.
All'estero vengono fatti dibattiti pubblici,dibattiti a cui chi assiste vede un vero confronto tra le due parti.

In Italia invece oltre a non avere un dibattito pubblico su questo tema,il confronto viene fatto con 10 persone in studio pro-qualcosa (pro di qualsiasi tema,pro vaccino,pro banchi a rotelle,pro immigrazione,pro ddlzan..ecc.ecc) e 1 solo personaggio di diverso schieramento che ovviamente sarà schernito e attaccato a turno dagli altri 10 personaggi.
 

gabri65

BFMI-class member
Incredibile quanto successo in Islanda. A fine giugno, il paese aveva abbandonato tutte le restrizioni in quanto praticamente quasi tutta la popolazione over-16 è vaccinata con doppia dose (più del 74%, mentre più del 78% ha ricevuto la prima dose). E, purtroppo, non solo sono tornati i contagi, che dal 20 luglio sono 869, picco mai raggiunto in Islanda, ma anche i pazienti all'ospedale con difficoltà respiratorie, vaccinati anche loro. Per questo, dal 26 luglio, sono ritornate le mascherine obbligatorie al chiuso e coprifuoco dalle 23:00.

Ma l'allarme più grande arriva dalle parole dell'epidemiologo Thorolful Gudnason che afferma: "le vaccinazioni non si stanno dimostrando efficaci come ci indicavano gli esperti. Erano quasi tutti vaccinati con ciclo completo...Stiamo vedendo che anche i vaccinati si contagiano e si ammalano, quindi siamo costretti ad abolire la norma che consentiva a chi aveva ricevuto il vaccino di entrare liberamente senza test nessuno può sapere con certezza come sarà il futuro, può anche essere che saremo costretti ad avere restrizioni per i prossimi cinque, dieci o quindici anni. Non c’è possibilità di fare previsioni...Di certo possiamo dire che l’epidemia non finirà in Islanda finchè non finirà in tutto il mondo. Di certo oggi sappiamo che la protezione dei vaccini è inferiore rispetto a quanto sapevamo in precedenza. Pensavamo che fossero efficaci almeno al 90%, adesso invece sappiamo che forse sono efficaci intorno al 60%. Sui vaccini sappiamo che sono tutti più o meno simili, anche se su quelli di Janssen e Moderna abbiamo meno informazioni rispetto a Pfizer forse perchè sono meno utilizzati e quindi c’è meno ricerca".

Poco risalto alla notizia in Italia ed uno dei pochi a condividerla è, addirittura, il cantante Enrico Ruggeri che ha affermato su Twitter: "Se è vero è un brutto colpo. Se non è vero mi aspetto smentite, denunce, scuse ufficiali. Islanda, boom esponenziale di casi nell’isola dove TUTTI sono vaccinati: tornano coprifuoco e restrizioni".
download-troll-face-png-transparent-images-icon-11621467830gqywzuxy2j.png
 

diavoloINme

Senior Member
Un vaccino creato in nemmeno un anno contro una roba potentissima creata in laboratorio chissà da quanto tempo. Non sono esperto nel campo, ma la storia ci ha sempre insegnato che le tempistiche in certi ambiti sono fondamentali e le grandi invenzioni, come una "semplice medicina", non si fanno in quattro e quattr'otto.
Non è un virus che potrà essere eradicato, fine ultimo di una vaccinazione.
 

fabri47

Senior Member
Pian piano le stanno riportando varie fonti come Il Giorno o Il Tempo. In Italia, ovviamente, ci sono stati tentativi di smentite, da parte di siti come Bufale.net che ha a sua volta detto che l'epidemiologo in questione ha ancora evidenziato l'efficacia del vaccino, ma in realtà è l'opposto. Basta guardare le fonti straniere ed il dott.Gudnason ha detto proprio le cose riportate nel topic principale.
 

pazzomania

Senior Member
Incredibile quanto successo in Islanda. A fine giugno, il paese aveva abbandonato tutte le restrizioni in quanto praticamente quasi tutta la popolazione over-16 è vaccinata con doppia dose (più del 74%, mentre più del 78% ha ricevuto la prima dose). E, purtroppo, non solo sono tornati i contagi, che dal 20 luglio sono 869, picco mai raggiunto in Islanda, ma anche i pazienti all'ospedale con difficoltà respiratorie, vaccinati anche loro. Per questo, dal 26 luglio, sono ritornate le mascherine obbligatorie al chiuso e coprifuoco dalle 23:00.

Ma l'allarme più grande arriva dalle parole dell'epidemiologo Thorolful Gudnason che afferma: "le vaccinazioni non si stanno dimostrando efficaci come ci indicavano gli esperti. Erano quasi tutti vaccinati con ciclo completo...Stiamo vedendo che anche i vaccinati si contagiano e si ammalano, quindi siamo costretti ad abolire la norma che consentiva a chi aveva ricevuto il vaccino di entrare liberamente senza test nessuno può sapere con certezza come sarà il futuro, può anche essere che saremo costretti ad avere restrizioni per i prossimi cinque, dieci o quindici anni. Non c’è possibilità di fare previsioni...Di certo possiamo dire che l’epidemia non finirà in Islanda finchè non finirà in tutto il mondo. Di certo oggi sappiamo che la protezione dei vaccini è inferiore rispetto a quanto sapevamo in precedenza. Pensavamo che fossero efficaci almeno al 90%, adesso invece sappiamo che forse sono efficaci intorno al 60%. Sui vaccini sappiamo che sono tutti più o meno simili, anche se su quelli di Janssen e Moderna abbiamo meno informazioni rispetto a Pfizer forse perchè sono meno utilizzati e quindi c’è meno ricerca".

Poco risalto alla notizia in Italia ed uno dei pochi a condividerla è, addirittura, il cantante Enrico Ruggeri che ha affermato su Twitter: "Se è vero è un brutto colpo. Se non è vero mi aspetto smentite, denunce, scuse ufficiali. Islanda, boom esponenziale di casi nell’isola dove TUTTI sono vaccinati: tornano coprifuoco e restrizioni".
Continuo a chiedermi allora, cosa stia succedendo in Inghilterra.
Stanno taroccando i numeri?
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto
head>
AdBlock Detected

We get it, advertisements are annoying!

Sure, ad-blocking software does a great job at blocking ads, but it also blocks useful features of our website. For the best site experience please disable your AdBlocker.

I've Disabled AdBlock    No Thanks