Ibra toglie il velo. E' manager. E il futuro...

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
203,989
Reaction score
27,285
Repubblica in edicola: l’evento più significativo della trasferta bretone è la fine della finzione su Ibrahimovic semplice consulente dell’azionista di maggioranza Cardinale, come da etichetta all’americana dell’11 dicembre scorso (“senior advisor di RedBird”). Al massimo si trattava di apprendistato, perché al Roazhon (il nome del Rennes nella lingua locale) Park Ibra ha fatto il dirigente a tutti gli effetti, senza infingimenti, sia alla vigilia della partita che prima, durante e dopo la non memorabile esibizione. Che fosse lui il capo, in tribuna accanto al responsabile del mercato Moncada o nel tragitto verso gli spogliatoi, è parso evidente, non solo per l’assenza dell’ad Furlani e di Cardinale stesso, impegnati all’estero. Solo il perdurante silenzio mediatico dell’ex campione impedisce per ora di conoscerne le intenzioni, anche se sarebbe strano, a questo punto, se non avesse voce in capitolo nella campagna acquisti estiva, salvo stravolgimenti societari. Il Milan, oltre a scongiurare la partenza di Maignan, Hernandez e Leao, dovrà studiare il riequilibrio tattico di un gruppo che non è ancora fuori dalla gara per lo scudetto e può ancora sognare l’Europa League (il sorteggio per i quarti contiene una serie di trappole), però deve correggere l’ormai cronica tendenza a offrire il petto ai tiri degli avversari.

Stadio: Milan e Inter insieme. Le news -)
Altre news di giornata


—) Pagelle quotidiani Rennes - Milan 3-2. 22 febbraio.


—) Ibra toglie il velo. E' manager. E il futuro...


—) Stadio: Milan e Inter insieme a San Siro, San Donato o Rozzano. Il caffè di ieri..


—) Milan: non sai più difendere. Maignan: 0 rigori parati su 10.


—) Edicola: Milan, così non va. Serve di più.


—)
Milan agli ottavi di EL. Avversarie e sorteggio alle 12.
 

Swaitak

Senior Member
Registrato
22 Aprile 2019
Messaggi
23,577
Reaction score
14,635
Repubblica in edicola: l’evento più significativo della trasferta bretone è la fine della finzione su Ibrahimovic semplice consulente dell’azionista di maggioranza Cardinale, come da etichetta all’americana dell’11 dicembre scorso (“senior advisor di RedBird”). Al massimo si trattava di apprendistato, perché al Roazhon (il nome del Rennes nella lingua locale) Park Ibra ha fatto il dirigente a tutti gli effetti, senza infingimenti, sia alla vigilia della partita che prima, durante e dopo la non memorabile esibizione. Che fosse lui il capo, in tribuna accanto al responsabile del mercato Moncada o nel tragitto verso gli spogliatoi, è parso evidente, non solo per l’assenza dell’ad Furlani e di Cardinale stesso, impegnati all’estero. Solo il perdurante silenzio mediatico dell’ex campione impedisce per ora di conoscerne le intenzioni, anche se sarebbe strano, a questo punto, se non avesse voce in capitolo nella campagna acquisti estiva, salvo stravolgimenti societari. Il Milan, oltre a scongiurare la partenza di Maignan, Hernandez e Leao, dovrà studiare il riequilibrio tattico di un gruppo che non è ancora fuori dalla gara per lo scudetto e può ancora sognare l’Europa League (il sorteggio per i quarti contiene una serie di trappole), però deve correggere l’ormai cronica tendenza a offrire il petto ai tiri degli avversari.

Stadio: Milan e Inter insieme. Le news -)
Ma l'avete vista la foto di Ibra sul sito di redbird? hanno risparmiato pure su quella :rotolo:
 

Lineker10

Senior Member
Registrato
20 Giugno 2017
Messaggi
27,251
Reaction score
11,258
Repubblica in edicola: l’evento più significativo della trasferta bretone è la fine della finzione su Ibrahimovic semplice consulente dell’azionista di maggioranza Cardinale, come da etichetta all’americana dell’11 dicembre scorso (“senior advisor di RedBird”). Al massimo si trattava di apprendistato, perché al Roazhon (il nome del Rennes nella lingua locale) Park Ibra ha fatto il dirigente a tutti gli effetti, senza infingimenti, sia alla vigilia della partita che prima, durante e dopo la non memorabile esibizione. Che fosse lui il capo, in tribuna accanto al responsabile del mercato Moncada o nel tragitto verso gli spogliatoi, è parso evidente, non solo per l’assenza dell’ad Furlani e di Cardinale stesso, impegnati all’estero. Solo il perdurante silenzio mediatico dell’ex campione impedisce per ora di conoscerne le intenzioni, anche se sarebbe strano, a questo punto, se non avesse voce in capitolo nella campagna acquisti estiva, salvo stravolgimenti societari. Il Milan, oltre a scongiurare la partenza di Maignan, Hernandez e Leao, dovrà studiare il riequilibrio tattico di un gruppo che non è ancora fuori dalla gara per lo scudetto e può ancora sognare l’Europa League (il sorteggio per i quarti contiene una serie di trappole), però deve correggere l’ormai cronica tendenza a offrire il petto ai tiri degli avversari.

Stadio: Milan e Inter insieme. Le news -)
ibrahimovic_gerry_cardinale_ansa.jpg
Il suo ruolo è parafulmini.

Nel momento in cui dirà quello che pensa e che servirebbe per il bene del Milan sarà fatto fuori come Maldini.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
203,989
Reaction score
27,285
Repubblica in edicola: l’evento più significativo della trasferta bretone è la fine della finzione su Ibrahimovic semplice consulente dell’azionista di maggioranza Cardinale, come da etichetta all’americana dell’11 dicembre scorso (“senior advisor di RedBird”). Al massimo si trattava di apprendistato, perché al Roazhon (il nome del Rennes nella lingua locale) Park Ibra ha fatto il dirigente a tutti gli effetti, senza infingimenti, sia alla vigilia della partita che prima, durante e dopo la non memorabile esibizione. Che fosse lui il capo, in tribuna accanto al responsabile del mercato Moncada o nel tragitto verso gli spogliatoi, è parso evidente, non solo per l’assenza dell’ad Furlani e di Cardinale stesso, impegnati all’estero. Solo il perdurante silenzio mediatico dell’ex campione impedisce per ora di conoscerne le intenzioni, anche se sarebbe strano, a questo punto, se non avesse voce in capitolo nella campagna acquisti estiva, salvo stravolgimenti societari. Il Milan, oltre a scongiurare la partenza di Maignan, Hernandez e Leao, dovrà studiare il riequilibrio tattico di un gruppo che non è ancora fuori dalla gara per lo scudetto e può ancora sognare l’Europa League (il sorteggio per i quarti contiene una serie di trappole), però deve correggere l’ormai cronica tendenza a offrire il petto ai tiri degli avversari.

Stadio: Milan e Inter insieme. Le news -)
Altre news di giornata


—) Pagelle quotidiani Rennes - Milan 3-2. 22 febbraio.


—) Ibra toglie il velo. E' manager. E il futuro...


—) Stadio: Milan e Inter insieme a San Siro, San Donato o Rozzano. Il caffè di ieri..


—) Milan: non sai più difendere. Maignan: 0 rigori parati su 10.


—) Edicola: Milan, così non va. Serve di più.


—)
Milan agli ottavi di EL. Avversarie e sorteggio alle 12.
.
 
Registrato
29 Ottobre 2017
Messaggi
4,827
Reaction score
2,072
sì, il dirigente figurina...

e il bello che questa sarebbe probabilmente l'ipotesi migliore per noi. Meglio figurina che dirigente operativo senza la minima esperienza ne per guidare un club di calcio, figuriamoci un top club enorme come il Milan.
 

kipstar

Senior Member
Registrato
14 Luglio 2016
Messaggi
14,973
Reaction score
1,195
non credo che parlerà molto verso l'esterno. più probabile che parli molto verso l'interno.


imho.
 

Toby rosso nero

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
29 Agosto 2012
Messaggi
40,638
Reaction score
20,916
Se fosse vero (ed è tutto da vedere, un grosso mah...), altre balle dalla proprietà per la figura da consulente.
Questa società è' tutta una balla dall'inizio alla fine.
 
Alto
head>