Fase2: Come vi "muoverete" ?

Gas

Member
Registrato
1 Agosto 2013
Messaggi
4,003
Reaction score
252
Mi piacerebbe sapere con sincerità quel che state pensando di fare nella fase 2 che durante la fase 1 non potevate fare.
Se andate a trovare amici e fidanzate, rispetterete la direttiva di stare a 1 metro di distanza e indossare le mascherine? (Fatico a crederci :asd:)

Io penso che andrò a trovare i miei genitori che abitano a un km da me.
Probabilmente andrò a trovare qualche amicizia stretta ma non penso di scatenarmi, nel senso che non è che mi metterò ad andare a trovare tutti gli amici che ho e con i quali nella normalità mi vedevo fuori e magari neppure sono mai stato a casa loro in vita mia giusto per uscire di casa e vedere gente. Credo che visiterò massimo un paio di amici a settimana.
Se mi proporranno una cena in 3, max 4, penso che andrò.
Non mi sento affatto fobico verso la situazione ma vorrei cercare di non mettermi a scatenarmi per visitare millemila amici anche per un minimo di senso civico, per cercare di 'contribuire' nell'evitare un nuovo scoppio dell'epidemia e per rispetto a chi ha perso qualcuno. Insomma cercherò una via di mezzo comportandomi in modo equilibrato e non egoista.
Rispetterò la distanza di un metro e l'uso delle mascherine? No, onestamente non credo proprio ma ovviamente se l'altra persona lo farà, per rispetto lo farò anch'io. Inoltre, se le persone che verdò sono quelle che mi sono più care, significa che le ho anche sentite frequentemente in questo periodo quindi so benissimo se non vedono nessuno anche loro da mesi o se erano sempre in giro con qualsiasi scusa.

E voi, come vi comporterete? Siate spudoratamente sinceri grazie!
 

diavoloINme

Senior Member
Registrato
11 Aprile 2016
Messaggi
46,256
Reaction score
11,928
Mi piacerebbe sapere con sincerità quel che state pensando di fare nella fase 2 che durante la fase 1 non potevate fare.
Se andate a trovare amici e fidanzate, rispetterete la direttiva di stare a 1 metro di distanza e indossare le mascherine? (Fatico a crederci :asd:)

Io penso che andrò a trovare i miei genitori che abitano a un km da me.
Probabilmente andrò a trovare qualche amicizia stretta ma non penso di scatenarmi, nel senso che non è che mi metterò ad andare a trovare tutti gli amici che ho e con i quali nella normalità mi vedevo fuori e magari neppure sono mai stato a casa loro in vita mia giusto per uscire di casa e vedere gente. Credo che visiterò massimo un paio di amici a settimana.
Se mi proporranno una cena in 3, max 4, penso che andrò.
Non mi sento affatto fobico verso la situazione ma vorrei cercare di non mettermi a scatenarmi per visitare millemila amici anche per un minimo di senso civico, per cercare di 'contribuire' nell'evitare un nuovo scoppio dell'epidemia e per rispetto a chi ha perso qualcuno. Insomma cercherò una via di mezzo comportandomi in modo equilibrato e non egoista.
Rispetterò la distanza di un metro e l'uso delle mascherine? No, onestamente non credo proprio ma ovviamente se l'altra persona lo farà, per rispetto lo farò anch'io. Inoltre, se le persone che verdò sono quelle che mi sono più care, significa che le ho anche sentite frequentemente in questo periodo quindi so benissimo se non vedono nessuno anche loro da mesi o se erano sempre in giro con qualsiasi scusa.

E voi, come vi comporterete? Siate spudoratamente sinceri grazie!

Con la ragazza credo non ci saranno nè barriere nè distanze.
Con gli amici si, per ora si . Passerò credo a salutarli un pò tutti i più cari ma rispettando distanze e usando la mascherina.
Per ora quindi niente cene, caffè, aperitivi, birrette. Non in questa fase, confido nella prossima.
Per il resto continuerò ad allenarmi da solo , magari andrò in qualche negozio ( cosa che non faccio da mesi) e poco altro ancora.
 
Registrato
27 Agosto 2012
Messaggi
28,566
Reaction score
731
Per me cambierà poco per i primi 15 giorni, dovendo fare l’isolamento fiduciario (peraltro da solo). Poi dopo, sperando vada tutto bene, andrò dalla mia ragazza, che non vedo dal 27 febbraio e forse saluterò qualche caro amico. Anche se c’è da dire che sono leggermente in ansia solo a pensare di avere qualche contatto ravvicinato. E questo mi fa paura sinceramente.
 
Registrato
26 Settembre 2016
Messaggi
4,064
Reaction score
1,354
Ti risponderò in maniera sincera: La quarantena l'ho già violata due volte. Per 2 sere (non di fila ma scaglionate) sono andato a bermi un bel po' di Birre con un mio caro amico.. Sia io che lui non ce la facevamo proprio più! È stato come ricaricare le batterie. Inutile dirti che la mascherina è rimasta in auto...
Lui non ha mai smesso di lavorare ed io son stato fermo solo 2 settimane. Come disse il mio amico "non ce la facevo più a sentire solo gente che parla di covid, avevo bisogno di un amico e di tante azzate" per me è andata così.


Io abito vicino al Lago, roba che faccio 200 metri e sono a riva. Ora ti sto rispondendo proprio dal lago! Sono sotto una tettoia (riparato dal sole) e su un tavolo da picknick ad osservare il lago e a rilassarmi. Io comprendo le restrizioni e sto facendo del mio meglio per rispettarle, ma la mia salute mentale viene prima di ogni altra cosa.


Ho avuto e sto avendo tutt'ora troppi sali e scendi. Non sono mai stato così lunatico come in questo periodo.

Io ne sto uscendo con le ossa triturate da queste restrinzioni. Purtroppo questa situazione ha fatto uscire tutti i nodi al pettine che ha la mia relazione. Son fidanzato da 3 anni e mezzo e convivo da 8 mesi. Abbiamo affrontato più volte i nostri problemi di coppia, senza venirne mai veramente a capo, ma almeno prima c'era la nostra vita ad aiutarci.. Potevo andare al bar, in palestra, vedere i miei amici. Adesso non posso fare una pippa e mi ritrovo ingabbiato in casa con i soliti problemi pre covid, che son tornati dieci volte più forti rispetto a prima. La colpa ovviamente non è delle restrinzioni, perché son rogne che avevamo già prima, ma diciamo che questa situazione ha aggravato il tutto.
Lunedì io tornerò a casa dei miei genitori, perché la situazione amorosa per me è pesante a livelli esagerati.
Ho paura che saremo una di quelle coppie che scoppierà in questo periodo. Anzi, sono io quello che ha i problemi, quindi sarò io che molleró la tipa, perché per lei va tutto bene :facepalm:
 
Registrato
13 Gennaio 2014
Messaggi
24,674
Reaction score
4,687
Mi piacerebbe sapere con sincerità quel che state pensando di fare nella fase 2 che durante la fase 1 non potevate fare.
Se andate a trovare amici e fidanzate, rispetterete la direttiva di stare a 1 metro di distanza e indossare le mascherine? (Fatico a crederci :asd:)

Io penso che andrò a trovare i miei genitori che abitano a un km da me.
Probabilmente andrò a trovare qualche amicizia stretta ma non penso di scatenarmi, nel senso che non è che mi metterò ad andare a trovare tutti gli amici che ho e con i quali nella normalità mi vedevo fuori e magari neppure sono mai stato a casa loro in vita mia giusto per uscire di casa e vedere gente. Credo che visiterò massimo un paio di amici a settimana.
Se mi proporranno una cena in 3, max 4, penso che andrò.
Non mi sento affatto fobico verso la situazione ma vorrei cercare di non mettermi a scatenarmi per visitare millemila amici anche per un minimo di senso civico, per cercare di 'contribuire' nell'evitare un nuovo scoppio dell'epidemia e per rispetto a chi ha perso qualcuno. Insomma cercherò una via di mezzo comportandomi in modo equilibrato e non egoista.
Rispetterò la distanza di un metro e l'uso delle mascherine? No, onestamente non credo proprio ma ovviamente se l'altra persona lo farà, per rispetto lo farò anch'io. Inoltre, se le persone che verdò sono quelle che mi sono più care, significa che le ho anche sentite frequentemente in questo periodo quindi so benissimo se non vedono nessuno anche loro da mesi o se erano sempre in giro con qualsiasi scusa.

E voi, come vi comporterete? Siate spudoratamente sinceri grazie!

Nulla, andrò dalla mia ragazza, tornerò a fare sport.

Ho solo un dubbio, che mi rimane, e mi aspetto l' inchiappettata: non si potrà restare a dormire dalla propria ragazza.

Non so, forse sbaglio, ma mi aspetto qualche stupido trucco per limitare le "visite" ( tipo visite di 1 o 2 o 3 ore, roba cosi)

Ovvio che nessuno poi controllerà... ma sai, se ti fermano andando.. e poi ti rifermano la mattina dopo, che gli racconti?

Sarebbe una bella rottura di balle.

Spero di sbagliarmi...
 

Gas

Member
Registrato
1 Agosto 2013
Messaggi
4,003
Reaction score
252
Ti risponderò in maniera sincera: La quarantena l'ho già violata due volte. Per 2 sere (non di fila ma scaglionate) sono andato a bermi un bel po' di Birre con un mio caro amico.. Sia io che lui non ce la facevamo proprio più! È stato come ricaricare le batterie. Inutile dirti che la mascherina è rimasta in auto...
Lui non ha mai smesso di lavorare ed io son stato fermo solo 2 settimane. Come disse il mio amico "non ce la facevo più a sentire solo gente che parla di covid, avevo bisogno di un amico e di tante azzate" per me è andata così.


Io abito vicino al Lago, roba che faccio 200 metri e sono a riva. Ora ti sto rispondendo proprio dal lago! Sono sotto una tettoia (riparato dal sole) e su un tavolo da picknick ad osservare il lago e a rilassarmi. Io comprendo le restrizioni e sto facendo del mio meglio per rispettarle, ma la mia salute mentale viene prima di ogni altra cosa.


Ho avuto e sto avendo tutt'ora troppi sali e scendi. Non sono mai stato così lunatico come in questo periodo.

Io ne sto uscendo con le ossa triturate da queste restrinzioni. Purtroppo questa situazione ha fatto uscire tutti i nodi al pettine che ha la mia relazione. Son fidanzato da 3 anni e mezzo e convivo da 8 mesi. Abbiamo affrontato più volte i nostri problemi di coppia, senza venirne mai veramente a capo, ma almeno prima c'era la nostra vita ad aiutarci.. Potevo andare al bar, in palestra, vedere i miei amici. Adesso non posso fare una pippa e mi ritrovo ingabbiato in casa con i soliti problemi pre covid, che son tornati dieci volte più forti rispetto a prima. La colpa ovviamente non è delle restrinzioni, perché son rogne che avevamo già prima, ma diciamo che questa situazione ha aggravato il tutto.
Lunedì io tornerò a casa dei miei genitori, perché la situazione amorosa per me è pesante a livelli esagerati.
Ho paura che saremo una di quelle coppie che scoppierà in questo periodo. Anzi, sono io quello che ha i problemi, quindi sarò io che molleró la tipa, perché per lei va tutto bene :facepalm:

Innanzitutto grazie per la sincerità, era quello che cercavo.
Poi aver visto un amico in quasi due mesi di quarantena non lo trovo per nulla un atteggiamento additabile e irresponsabile.
Mi dispiace molto per la tua relazione ma se vogliamo vederla con positività, potrebbe essere stato un bene per te vivere intensamente questo periodo con lei perchè ti ha fatto capire che magari non è la persona giusta e non perdere altro tempo ne tu ne lei.
Ti auguro di trovare una nuova felicità.

Hai sollevato un altro punto interessante sugli alti e bassi e devo dire che un po' è successo anche a me, non poter uscire e non aver molto da fare in casa ti lascia solo con i tuoi pensieri tutto il tempo.
 

Gas

Member
Registrato
1 Agosto 2013
Messaggi
4,003
Reaction score
252
Nulla, andrò dalla mia ragazza, tornerò a fare sport.

Ho solo un dubbio, che mi rimane, e mi aspetto l' inchiappettata: non si potrà restare a dormire dalla propria ragazza.

Non so, forse sbaglio, ma mi aspetto qualche stupido trucco per limitare le "visite" ( tipo visite di 1 o 2 o 3 ore, roba cosi)

Ovvio che nessuno poi controllerà... ma sai, se ti fermano andando.. e poi ti rifermano la mattina dopo, che gli racconti?

Sarebbe una bella rottura di balle.

Spero di sbagliarmi...

Secondo me puoi tranquillamente stare a dormire dalla tua ragazza, non potranno mai dirti nulla.
Nel tuo esempio, ti fermano mentre stai andando e dichiari "Vado dalla mia ragazza", poi la mattina dopo proprio la stessa pattuglia ti ferma, ti riconoscono e dicono "Ma lei torna a casa ora?", tu basta che dici "No, ieri sono tornato a casa e questa mattina sono tornato da lei un'oretta". Insomma una roba del genere, non potranno mai dimostrare (e spendere tempo per farlo) che non è vero.
Io fossi in te starei tranquillo e non mi farei nessunissimo problema a restare a dormire da lei.
 

Andris

Senior Member
Registrato
21 Febbraio 2019
Messaggi
24,223
Reaction score
5,203
queste sono le cose da fare immediatamente:


-rivedere i colleghi in azienda

-riscontrare presenza clienti e fornitori sperando che aumentino realmente non solo sulla carta

-fare sport

-rivedere i famosi congiunti

-celebrare un funerale sospeso,cosa che provoca ancora più sofferenza

-andare al dentista,fino ad ora sconsigliato a meno di lancinanti dolori che per fortuna mai ho provato

-uscire senza trovare la scusa della spesa,semplicemente perchè necessario all'uomo come animale sociale

-andare al mare
 
Registrato
13 Gennaio 2014
Messaggi
24,674
Reaction score
4,687
Secondo me puoi tranquillamente stare a dormire dalla tua ragazza, non potranno mai dirti nulla.
Nel tuo esempio, ti fermano mentre stai andando e dichiari "Vado dalla mia ragazza", poi la mattina dopo proprio la stessa pattuglia ti ferma, ti riconoscono e dicono "Ma lei torna a casa ora?", tu basta che dici "No, ieri sono tornato a casa e questa mattina sono tornato da lei un'oretta". Insomma una roba del genere, non potranno mai dimostrare (e spendere tempo per farlo) che non è vero.
Io fossi in te starei tranquillo e non mi farei nessunissimo problema a restare a dormire da lei.

Sono ad un' ora da lei... mangierebbero la foglia?

Va beh, ad ogni modo.. rischierò cmq.. se proprio mi andrà male pagherò sti 300 euro di multa...
 

Gas

Member
Registrato
1 Agosto 2013
Messaggi
4,003
Reaction score
252
Per me cambierà poco per i primi 15 giorni, dovendo fare l’isolamento fiduciario (peraltro da solo). Poi dopo, sperando vada tutto bene, andrò dalla mia ragazza, che non vedo dal 27 febbraio e forse saluterò qualche caro amico. Anche se c’è da dire che sono leggermente in ansia solo a pensare di avere qualche contatto ravvicinato. E questo mi fa paura sinceramente.

Provo sentimenti contrastanti verso questa paura che esterni, da un lato è motivata e saggia ma dall'altro mi provocherebbe un certo dispiacere pensare che magari qualche mio caro amico non vorrà vedermi perchè ha paura.

Alla fine mi sto dicendo che la chiave di tutto sta nel rassicurare l'altra persona, ad esempio io sono stato davvero ligio, sono quasi due mesi che non esco di casa se non raramente per andare solo al supermercato sempre con mascherina e guanti. Insomma chi sa che sono stato ligio e che in due mesi non ho accusato nessun sintomo penso che possa stare tranquillo nel vedermi.
Stessa cosa anche al contrario, se io so che il mio amico è stato bravo e pure lui come me davvero non ha avuto contatti con nessuno, posso andare tranquillo.
 
Alto
head>