F1 2022 - GP del Belgio - Domenica 28 agosto 2022 ore 15.00

7AlePato7

Senior Member
Registrato
3 Settembre 2012
Messaggi
18,216
Reaction score
4,831
Concordo. Sainz non è all’altezza di Leclerc, ma sai meglio di me che in F1ci sono piloti che portano gli sponsor e sponsor che portano i piloti.
Il concetto è che almeno dovevano comunicare chiaramente a chi ha fatto pressione per metterlo che sarebbe stato messo lì ma esclusivamente come seconda guida. Lì devi competere per vincere, uno sponsor per quanto influente non può imporre direttive alla scuderia, come quella di non stabilire un ordine di priorità dei piloti.
 

mandraghe

Membro e rettile
Registrato
10 Ottobre 2013
Messaggi
12,024
Reaction score
2,684
Dovevano evitare di piazzare lì uno spagnolo, lo hanno messo a calci in culo nel team ferrari. Tra l'altro ci sono articoli dove si spiega che Santander abbia fatto pressione per mettere Sainz alla guida. E' palese che vogliano danneggiare Leclerc, che se ne è accorto e si è innervosito. Fanno smadonnare me che sono un semplice spettatore, figurati Leclerc.
Che poi Sainz non è un top, è più lento di Leclerc e non è all'altezza di diventare la prima guida della Ferrari. Per vincere con Sainz, la macchina dovrebbe dare 8 decimi a giro agli avversari. Non è più la Ferrari di Schumacher...

Non nego che tu possa avere ragione.

Tuttavia vedere ciò che combinarono anche ad Alonso mi pensare che oggi come allora non sono capaci. Allora fu Domenicali, oggi Binotto.
 

7AlePato7

Senior Member
Registrato
3 Settembre 2012
Messaggi
18,216
Reaction score
4,831
Non nego che tu possa avere ragione.

Tuttavia vedere ciò che combinarono anche ad Alonso mi pensare che oggi come allora non sono capaci. Allora fu Domenicali, oggi Binotto.
Sì ma qui è proprio palese. Sbagliare sempre strategia a sfavore di Leclerc, dando priorità allo spagnolo in circostanze in cui il buon senso di un capo delle strategie avrebbe dovuto portare ad altre decisioni, è stato evidente. Poi c'è l'aggravante delle comunicazioni via radio in cui Sainz disattende le indicazioni della scuderia e decide di fare di testa sua, creando problemi al compagno.
 

mandraghe

Membro e rettile
Registrato
10 Ottobre 2013
Messaggi
12,024
Reaction score
2,684
Sì ma qui è proprio palese. Sbagliare sempre strategia a sfavore di Leclerc, dando priorità allo spagnolo in circostanze in cui il buon senso di un capo delle strategie avrebbe dovuto portare ad altre decisioni, è stato evidente. Poi c'è l'aggravante delle comunicazioni via radio in cui Sainz disattende le indicazioni della scuderia e decide di fare di testa sua, creando problemi al compagno.


Verissimo.

Però c'è anche il gp di Francia dove Sainz si è incavolato con i box per averlo fatto rientrare, soprattutto dopo che aveva fatto grandi sorpassi contro Russell e Perez.

Se mi dici che, anche per questioni di sponsor, hanno evitato di prendere posizione su prima e seconda guida ti dico che non è assolutamente un'idea da scartare, anzi.
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
15,789
Reaction score
7,473
Suzuka e Canada devono esserci. Suzuka è sottovalutata perché in Europa capita la mattina presto e molti non la sentono. Però come difficoltà vale le piste che hai citato, infatti praticamente tutti i piloti hanno esaltato la pista giapponese.

Su Montecarlo ti suggerirei di non esprimere le tue opinioni di fronte a Panis e Trulli, verresti sbranato vivo :LOL:

Seriamente: il fatto che vincere il gp di Monaco, la 500 miglia di Indy e la 24 ore di Le Mans, significhi centrare la cosiddetta Triple Crown, spiega quanto conti Montecarlo.

Ad oggi solo Graham Hill è riuscito a completare la Triple Crown. Anche nella versione in cui viene considerato il campionato di F1 invece del gp di Monaco, anche se l’inglese trionfò comunque più volte a Montecarlo.

Ad Alonso manca la 500 miglia, a Montoya la 24 ore. Jacques Villeneuve mancò la Triple Crown (nel suo caso però considerando il mondiale e non il gp di Monaco che non ha mai vinto), arrivando secondo in un 24 ore.

Spa circuito #1, obiettivamente, ma per me Monza rimarrà per sempre il tempio della velocità.

Onestamente non era male anche il vecchio Nurburgring (il tracciato di 24 km).

24H Le Mans e GP Montecarlo è roba da religione, impossibile prescindere da queste gare. Mettiamoci pure la 500 Indy per storicità, anche se vedere girare in un ovale mi fa cahare.
 

mandraghe

Membro e rettile
Registrato
10 Ottobre 2013
Messaggi
12,024
Reaction score
2,684
Spa circuito #1, obiettivamente, ma per me Monza rimarrà per sempre il tempio della velocità.

Onestamente non era male anche il vecchio Nurburgring (il tracciato di 24 km).

24H Le Mans e GP Montecarlo è roba da religione, impossibile prescindere da queste gare. Mettiamoci pure la 500 Indy per storicità, anche se vedere girare in un ovale mi fa cahare.

Indy è troppo americana per noi europei e la F1 è troppo europea per gli americani. Quando infatti tentarono l’integrazione tra F1 e Indianapolis non funzionò. Tuttavia il fascino e la storicità della corsa dell’Indiana sono fuori discussione.

Inoltre si potrebbe paragonare il livello dei piloti delle due serie. A tavolino è difficile dare sentenze definitive, tuttavia tendenzialmente, visti i vari incroci tra le due categorie, sembrerebbero meglio i piloti della F1. È accaduto più spesso che i piloti Indycar o Champ Car fallissero in F1 che non viceversa.
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
15,789
Reaction score
7,473
Indy è troppo americana per noi europei e la F1 è troppo europea per gli americani. Quando infatti tentarono l’integrazione tra F1 e Indianapolis non funzionò. Tuttavia il fascino e la storicità della corsa dell’Indiana sono fuori discussione.

Inoltre si potrebbe paragonare il livello dei piloti delle due serie. A tavolino è difficile dare sentenze definitive, tuttavia tendenzialmente, visti i vari incroci tra le due categorie, sembrerebbero meglio i piloti della F1. È accaduto più spesso che i piloti Indycar o Champ Car fallissero in F1 che non viceversa.

D'accordo.

Sono abbastanza differenti, proprio come ambiente e concezione. La F1 è troppo tecnica per loro, sono più grezzi, e sicuramente i piloti sono meno skillati. Ma a volte esistono degli aspetti che mettono in difficoltà anche i più navigati campioni.

A volte ho seguito le stock-car NASCAR, c'è spettacolarità anche se molto grossolana, in perfetto stile a stelle e strisce, con incidenti a 300 km/h e ammucchiate, ma alla fine viene a noia, le macchine sembrano tutte identiche, cambiano giusto le pubblicità.
 

mandraghe

Membro e rettile
Registrato
10 Ottobre 2013
Messaggi
12,024
Reaction score
2,684
D'accordo.

Sono abbastanza differenti, proprio come ambiente e concezione. La F1 è troppo tecnica per loro, sono più grezzi, e sicuramente i piloti sono meno skillati. Ma a volte esistono degli aspetti che mettono in difficoltà anche i più navigati campioni.

A volte ho seguito le stock-car NASCAR, c'è spettacolarità anche se molto grossolana, in perfetto stile a stelle e strisce, con incidenti a 300 km/h e ammucchiate, ma alla fine viene a noia, le macchine sembrano tutte identiche, cambiano giusto le pubblicità.

Villeneuve mi pare sia stato l’unico, tra i campioni delle due categorie, che abbia vinto prima in America e poi in F1. Zanardi in F1 fu un disastro, idem Andretti figlio, che se non ricordo male dichiarò che aveva difficoltà a ricordarsi tutti i vari comandi del volante :lol:

Montoya, che arrivò in F1 proclamandosi come il più temibile ed unico avversario di Schumi, fece cose discrete ma non sfondò. Bourdais, anche per una vettura non all’altezza, fu un carneade.

In definitiva è come dici tu: avere auto simili o uguali, per motivi di equilibrio e contenimento costi, se all’inizio produce gare incerte, alla lunga stanca. Anche l’innovazione tecnica produce spettacolo, indipendentemente dal fatto che le vetture innovative siano o meno vincenti.
 
Alto
head>