CDK:"Vorrei restare all'Atalanta. Il Milan...".

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,647
Reaction score
29,611
CDK intervistato in patria sul proprio futuro:"Anno deludente al Milan? Era così in quel momento. E ora, un anno dopo, sono contento di dove sono. Ho imparato molto da quel brutto anno al Milan. Mi ha aiutato a fare certi passi avanti e mi aiuterà ancora. Da una buona stagione impari molto, ma da stagioni meno buone impari ancora di più. Quando le cose vanno bene, hai meno dubbi nella testa. Continui semplicemente a fare quello che stai facendo. Ma quando giochi meno e le tue prestazioni sono inferiori, inizi a pensare di più. A vedere le cose in modo diverso. Cerchi di lavorare su certe cose. Non lo fai quando le cose vanno bene. Dopo un po' inizi a guardarti e pensi: 'Cosa posso migliorare in me stesso?'. L'ho fatto anche io. Sono diventato più forte fisicamente. È più difficile togliermi la palla. Ora porto anche più intensità. Ma ho fatto progressi anche a livello tecnico e tattico. Ad esempio, nella pressione (pensa). In quell'anno al Milan ho imparato davvero molto tatticamente, perché in Italia si gioca in modo completamente diverso rispetto al Belgio. Questo mi ha fatto anche crescere molto tecnicamente. Le mie scelte negli ultimi trenta metri sono ora molto migliori. Mentre l'anno scorso non avevo ancora quella calma".


"Resteri all'Atalanta? Sì, perché mi sento molto bene qui. Mi piacerebbe rimanere. Anche perché non ho ancora finito qui dopo una stagione. Posso ancora fare un paio di bei passi avanti. Sarebbe quindi sicuramente positivo se potessi rimanere qui per un altro paio di stagioni".

"Tornare al Milan? Giocare per il Milan non è certo una punizione. Il Milan è una grande squadra, ma giocare è la cosa più importante. Ho 23 anni. Non voglio finire di nuovo in panchina. Quindi sì, se l'Atalanta non dovesse esercitare l'opzione, vedremo com'è la situazione al Milan. Ma ancora una volta, non ci sto pensando ora. Mi concentro sul resto della stagione. Saprò se l'Atalanta mi comprerà o meno".

01h9q6znv85pe5vb78b8.jpg
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,647
Reaction score
29,611
CDK intervistato in patria sul proprio futuro:"Anno deludente al Milan? Era così in quel momento. E ora, un anno dopo, sono contento di dove sono. Ho imparato molto da quel brutto anno al Milan. Mi ha aiutato a fare certi passi avanti e mi aiuterà ancora. Da una buona stagione impari molto, ma da stagioni meno buone impari ancora di più. Quando le cose vanno bene, hai meno dubbi nella testa. Continui semplicemente a fare quello che stai facendo. Ma quando giochi meno e le tue prestazioni sono inferiori, inizi a pensare di più. A vedere le cose in modo diverso. Cerchi di lavorare su certe cose. Non lo fai quando le cose vanno bene. Dopo un po' inizi a guardarti e pensi: 'Cosa posso migliorare in me stesso?'. L'ho fatto anche io. Sono diventato più forte fisicamente. È più difficile togliermi la palla. Ora porto anche più intensità. Ma ho fatto progressi anche a livello tecnico e tattico. Ad esempio, nella pressione (pensa). In quell'anno al Milan ho imparato davvero molto tatticamente, perché in Italia si gioca in modo completamente diverso rispetto al Belgio. Questo mi ha fatto anche crescere molto tecnicamente. Le mie scelte negli ultimi trenta metri sono ora molto migliori. Mentre l'anno scorso non avevo ancora quella calma".


"Resteri all'Atalanta? Sì, perché mi sento molto bene qui. Mi piacerebbe rimanere. Anche perché non ho ancora finito qui dopo una stagione. Posso ancora fare un paio di bei passi avanti. Sarebbe quindi sicuramente positivo se potessi rimanere qui per un altro paio di stagioni".

"Tornare al Milan? Giocare per il Milan non è certo una punizione. Il Milan è una grande squadra, ma giocare è la cosa più importante. Ho 23 anni. Non voglio finire di nuovo in panchina. Quindi sì, se l'Atalanta non dovesse esercitare l'opzione, vedremo com'è la situazione al Milan. Ma ancora una volta, non ci sto pensando ora. Mi concentro sul resto della stagione. Saprò se l'Atalanta mi comprerà o meno".
.
 

admin

Administrator
Membro dello Staff
Registrato
6 Agosto 2012
Messaggi
207,647
Reaction score
29,611
CDK intervistato in patria sul proprio futuro:"Anno deludente al Milan? Era così in quel momento. E ora, un anno dopo, sono contento di dove sono. Ho imparato molto da quel brutto anno al Milan. Mi ha aiutato a fare certi passi avanti e mi aiuterà ancora. Da una buona stagione impari molto, ma da stagioni meno buone impari ancora di più. Quando le cose vanno bene, hai meno dubbi nella testa. Continui semplicemente a fare quello che stai facendo. Ma quando giochi meno e le tue prestazioni sono inferiori, inizi a pensare di più. A vedere le cose in modo diverso. Cerchi di lavorare su certe cose. Non lo fai quando le cose vanno bene. Dopo un po' inizi a guardarti e pensi: 'Cosa posso migliorare in me stesso?'. L'ho fatto anche io. Sono diventato più forte fisicamente. È più difficile togliermi la palla. Ora porto anche più intensità. Ma ho fatto progressi anche a livello tecnico e tattico. Ad esempio, nella pressione (pensa). In quell'anno al Milan ho imparato davvero molto tatticamente, perché in Italia si gioca in modo completamente diverso rispetto al Belgio. Questo mi ha fatto anche crescere molto tecnicamente. Le mie scelte negli ultimi trenta metri sono ora molto migliori. Mentre l'anno scorso non avevo ancora quella calma".


"Resteri all'Atalanta? Sì, perché mi sento molto bene qui. Mi piacerebbe rimanere. Anche perché non ho ancora finito qui dopo una stagione. Posso ancora fare un paio di bei passi avanti. Sarebbe quindi sicuramente positivo se potessi rimanere qui per un altro paio di stagioni".

"Tornare al Milan? Giocare per il Milan non è certo una punizione. Il Milan è una grande squadra, ma giocare è la cosa più importante. Ho 23 anni. Non voglio finire di nuovo in panchina. Quindi sì, se l'Atalanta non dovesse esercitare l'opzione, vedremo com'è la situazione al Milan. Ma ancora una volta, non ci sto pensando ora. Mi concentro sul resto della stagione. Saprò se l'Atalanta mi comprerà o meno".
.
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
21,418
Reaction score
16,508
CDK intervistato in patria sul proprio futuro:"Anno deludente al Milan? Era così in quel momento. E ora, un anno dopo, sono contento di dove sono. Ho imparato molto da quel brutto anno al Milan. Mi ha aiutato a fare certi passi avanti e mi aiuterà ancora. Da una buona stagione impari molto, ma da stagioni meno buone impari ancora di più. Quando le cose vanno bene, hai meno dubbi nella testa. Continui semplicemente a fare quello che stai facendo. Ma quando giochi meno e le tue prestazioni sono inferiori, inizi a pensare di più. A vedere le cose in modo diverso. Cerchi di lavorare su certe cose. Non lo fai quando le cose vanno bene. Dopo un po' inizi a guardarti e pensi: 'Cosa posso migliorare in me stesso?'. L'ho fatto anche io. Sono diventato più forte fisicamente. È più difficile togliermi la palla. Ora porto anche più intensità. Ma ho fatto progressi anche a livello tecnico e tattico. Ad esempio, nella pressione (pensa). In quell'anno al Milan ho imparato davvero molto tatticamente, perché in Italia si gioca in modo completamente diverso rispetto al Belgio. Questo mi ha fatto anche crescere molto tecnicamente. Le mie scelte negli ultimi trenta metri sono ora molto migliori. Mentre l'anno scorso non avevo ancora quella calma".


"Resteri all'Atalanta? Sì, perché mi sento molto bene qui. Mi piacerebbe rimanere. Anche perché non ho ancora finito qui dopo una stagione. Posso ancora fare un paio di bei passi avanti. Sarebbe quindi sicuramente positivo se potessi rimanere qui per un altro paio di stagioni".

"Tornare al Milan? Giocare per il Milan non è certo una punizione. Il Milan è una grande squadra, ma giocare è la cosa più importante. Ho 23 anni. Non voglio finire di nuovo in panchina. Quindi sì, se l'Atalanta non dovesse esercitare l'opzione, vedremo com'è la situazione al Milan. Ma ancora una volta, non ci sto pensando ora. Mi concentro sul resto della stagione. Saprò se l'Atalanta mi comprerà o meno".

01h9q6znv85pe5vb78b8.jpg

Io continuo a pensare che magari non è un fenomeno ma diventerà un ottimo elemento. Anche con il Liverpool ha fatto ottime cose.

Ci siamo specializzati nel tirare fuori il peggio dai giocatori. Siamo ormai un club da rivoltare come un calzino, a partire dalla proprietà fino all'ultimo dei magazzinieri.
 
Registrato
8 Settembre 2016
Messaggi
8,412
Reaction score
2,617
Io continuo a pensare che magari non è un fenomeno ma diventerà un ottimo elemento. Anche con il Liverpool ha fatto ottime cose.

Ci siamo specializzati nel tirare fuori il peggio dai giocatori. Siamo ormai un club da rivoltare come un calzino, a partire dalla proprietà fino all'ultimo dei magazzinieri.
Lui però dice che ha imparato molto anche lo scorso anno.
 

gabri65

BFMI-class member
Registrato
26 Giugno 2018
Messaggi
21,418
Reaction score
16,508
Lui però dice che ha imparato molto anche lo scorso anno.

Nel senso che ha imparato da quanto è successo lo scorso anno, credo. E comunque non è contraddizione con il ragionamento di fondo, a mio modo di vedere.

Trovo comprensibile che ha avuto tempo di metabolizzare il tatticismo e il comportamento, il modo di affrontare le partite.

Poi per convertire quanto appreso in delle buone prestazioni, è una cosa che non accade immediatamente, mettici dentro che è anche un ragazzo un po' introverso e quindi ha durato molta fatica.

Speriamo di non dovercene pentire. Ma sono sicuro che, per orgoglio, si continuerà a dire che è un cesso.
 

Now i'm here

Senior Member
Registrato
28 Agosto 2012
Messaggi
19,757
Reaction score
1,955
CDK intervistato in patria sul proprio futuro:"Anno deludente al Milan? Era così in quel momento. E ora, un anno dopo, sono contento di dove sono. Ho imparato molto da quel brutto anno al Milan. Mi ha aiutato a fare certi passi avanti e mi aiuterà ancora. Da una buona stagione impari molto, ma da stagioni meno buone impari ancora di più. Quando le cose vanno bene, hai meno dubbi nella testa. Continui semplicemente a fare quello che stai facendo. Ma quando giochi meno e le tue prestazioni sono inferiori, inizi a pensare di più. A vedere le cose in modo diverso. Cerchi di lavorare su certe cose. Non lo fai quando le cose vanno bene. Dopo un po' inizi a guardarti e pensi: 'Cosa posso migliorare in me stesso?'. L'ho fatto anche io. Sono diventato più forte fisicamente. È più difficile togliermi la palla. Ora porto anche più intensità. Ma ho fatto progressi anche a livello tecnico e tattico. Ad esempio, nella pressione (pensa). In quell'anno al Milan ho imparato davvero molto tatticamente, perché in Italia si gioca in modo completamente diverso rispetto al Belgio. Questo mi ha fatto anche crescere molto tecnicamente. Le mie scelte negli ultimi trenta metri sono ora molto migliori. Mentre l'anno scorso non avevo ancora quella calma".


"Resteri all'Atalanta? Sì, perché mi sento molto bene qui. Mi piacerebbe rimanere. Anche perché non ho ancora finito qui dopo una stagione. Posso ancora fare un paio di bei passi avanti. Sarebbe quindi sicuramente positivo se potessi rimanere qui per un altro paio di stagioni".

"Tornare al Milan? Giocare per il Milan non è certo una punizione. Il Milan è una grande squadra, ma giocare è la cosa più importante. Ho 23 anni. Non voglio finire di nuovo in panchina. Quindi sì, se l'Atalanta non dovesse esercitare l'opzione, vedremo com'è la situazione al Milan. Ma ancora una volta, non ci sto pensando ora. Mi concentro sul resto della stagione. Saprò se l'Atalanta mi comprerà o meno".

01h9q6znv85pe5vb78b8.jpg
è quello che speriamo tutti, ma finchè non vedo i soldi e il comunicato ufficiale non sono sicura che l'atalanta lo riscatti.
 
Registrato
15 Maggio 2018
Messaggi
6,775
Reaction score
1,795
Per come la vedo io,
se dovesse tornare a Milanello, sarà il nuovo mister Conte a decidere se provarlo o meno...
 
Alto
head>