Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 23
  1. #11
    Senior Member L'avatar di AntaniPioco
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Sanremo
    Messaggi
    10,444
    Citazione Originariamente Scritto da Andrea Red&Black Visualizza Messaggio
    A parte che per me l'immigrazione deve essere controllata, ma dire che le organizzazioni umanitarie sono associazioni a delinquere è pura ignoranza. Scusami il termine ma ci sono migliaia di persone, da dottori a infermieri a semplici collaboratori che passano la vita ad aiutare poveri e bisognosi e in aree di guerra e conflitti rischiando la vita. Poi l'idea comune è che portano gli immigrati in Italia, ma ti informo che ce ne sono migliaia e la maggior parte dedicano l'intero budget o quasi a opere umanitarie in loco non al trasporto di migranti (dato che la risposta che mi aspetto è aiutamioli a casa loro)
    Sto parlando di Sea Watch e di tutte quelle organizzazioni che dietro il ricatto dei diritti umani incentivano l'immigrazione illegale completando il lavoro degli scafisti per portare volontariamente in Italia (e solo in Italia) clandestini della classe media africana che pur di imbarcarsi pagano migliaia di dollari la criminalità organizzata, spesso di matrice terroristica
    Il rito è sempre il solito, chiaro e alla luce del sole, capisco perfettamente quelli che hai scritto, ma negare il comportamento criminale di molte organizzazioni che usano i diritti umani per i loro scopi politici è possibile solo facendo finta di non vedere
    Il commento della capitana: "sono bianca, ricca e tedesca e ho il dovere morale di aiutare gli africani ad avere le mie stesse possibilità in Europa", non può avere seconde interpretazioni, e semplicemente quello che fa alla guida delle navi, andando davanti alla Libia a prendere carichi di persone messi in mare apposta perché li prenda qualcuno per portarli in un paese come l'Italia, dove possono fare richiesta di asilo, e che già solo questo consentirà loro di rimanere qua per anni pur senza nessun diritto. Perché questo è il fine di questa sedicenti organizzazioni umanitarie, portarli in Italia perché ci rimangano il più a lungo possibile
    Il mio è un discorso di legalità: dove diamine è finito un minimo di orgoglio nazionale? C'è gente che oggi gode nel vedere una nave violare i nostri confini, le nostre leggi, questo sarebbe un merito?
    Però in compenso qualcuno voleva vedere Salvini in galera per non aver fatto sbarcare i migranti della diciotti. Salvini "viola" la legge e viene messo alla sbarra, e questa capitana invece viene dipinta come una eroina moderna? Non c'è limite all'ipocrisia

  2. #12
    Junior Member L'avatar di Ciora
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Messaggi
    405
    Citazione Originariamente Scritto da AntaniPioco Visualizza Messaggio
    Sto parlando di Sea Watch e di tutte quelle organizzazioni che dietro il ricatto dei diritti umani incentivano l'immigrazione illegale completando il lavoro degli scafisti per portare volontariamente in Italia (e solo in Italia) clandestini della classe media africana che pur di imbarcarsi pagano migliaia di dollari la criminalità organizzata, spesso di matrice terroristica
    Il rito è sempre il solito, chiaro e alla luce del sole, capisco perfettamente quelli che hai scritto, ma negare il comportamento criminale di molte organizzazioni che usano i diritti umani per i loro scopi politici è possibile solo facendo finta di non vedere
    Il commento della capitana: "sono bianca, ricca e tedesca e ho il dovere morale di aiutare gli africani ad avere le mie stesse possibilità in Europa", non può avere seconde interpretazioni, e semplicemente quello che fa alla guida delle navi, andando davanti alla Libia a prendere carichi di persone messi in mare apposta perché li prenda qualcuno per portarli in un paese come l'Italia, dove possono fare richiesta di asilo, e che già solo questo consentirà loro di rimanere qua per anni pur senza nessun diritto. Perché questo è il fine di questa sedicenti organizzazioni umanitarie, portarli in Italia perché ci rimangano il più a lungo possibile
    Confondi il traffico di esseri umani (che con questa connotazione andrebbe a loro discapito) con quello che storicamente è un principio sempre esistito: che la giustizia non necessariamente va di pari passo con la legge.

  3. #13
    Parenzio è il tipico liberal ebreo. La salvaguardia delle minoranze è un imperativo per loro, in quanto sono essi stessi una minoranza. Minoranza quando gli pare, cittadini italiani come tutti quando gli conviene altrimenti. E' un chiagni e fotti alla napoletana.
    Ma in Israele la maggioranza è nazionalista e anti-immigrazione:


  4. #14
    Member L'avatar di Andrea Red&Black
    Data Registrazione
    Feb 2019
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,535
    Citazione Originariamente Scritto da FiglioDelDioOdino Visualizza Messaggio
    Parenzio è il tipico liberal ebreo. La salvaguardia delle minoranze è un imperativo per loro, in quanto sono essi stessi una minoranza. Minoranza quando gli pare, cittadini italiani come tutti quando gli conviene altrimenti. E' un chiagni e fotti alla napoletana.
    Ma in Israele la maggioranza è nazionalista e anti-immigrazione:

    il 20% della popolazione di Israele è araba. Hai preso un gran granchio
    "Chi è pronto a barattare le libertà fondamentali dell'uomo per comprarsi briciole di temporanea sicurezza, non merita né la libertà né la sicurezza" - Benjamin Franklin

  5. #15
    Member
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    4,279
    Arabi di quella zona, non sono yemeniti o sauditi che emigrano. Ironicamente questi arabi che si sono trovati sotto Israele si trovano molto meglio di quelli finiti in paesi guidati da arabi.
    Appunto Israele preferisce gli arabi che si trovano da sempre ad Israele agli immigrati di qualsiasi religione, compresi certi casi eclatanti come gli ebrei africani.

  6. #16
    Member L'avatar di kurt hamrin rotterdam
    Data Registrazione
    May 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,013
    Citazione Originariamente Scritto da AntaniPioco Visualizza Messaggio
    Sto parlando di Sea Watch e di tutte quelle organizzazioni che dietro il ricatto dei diritti umani incentivano l'immigrazione illegale completando il lavoro degli scafisti per portare volontariamente in Italia (e solo in Italia) clandestini della classe media africana che pur di imbarcarsi pagano migliaia di dollari la criminalità organizzata, spesso di matrice terroristica
    Il rito è sempre il solito, chiaro e alla luce del sole, capisco perfettamente quelli che hai scritto, ma negare il comportamento criminale di molte organizzazioni che usano i diritti umani per i loro scopi politici è possibile solo facendo finta di non vedere
    Il commento della capitana: "sono bianca, ricca e tedesca e ho il dovere morale di aiutare gli africani ad avere le mie stesse possibilità in Europa", non può avere seconde interpretazioni, e semplicemente quello che fa alla guida delle navi, andando davanti alla Libia a prendere carichi di persone messi in mare apposta perché li prenda qualcuno per portarli in un paese come l'Italia, dove possono fare richiesta di asilo, e che già solo questo consentirà loro di rimanere qua per anni pur senza nessun diritto. Perché questo è il fine di questa sedicenti organizzazioni umanitarie, portarli in Italia perché ci rimangano il più a lungo possibile
    Il mio è un discorso di legalità: dove diamine è finito un minimo di orgoglio nazionale? C'è gente che oggi gode nel vedere una nave violare i nostri confini, le nostre leggi, questo sarebbe un merito?
    Però in compenso qualcuno voleva vedere Salvini in galera per non aver fatto sbarcare i migranti della diciotti. Salvini "viola" la legge e viene messo alla sbarra, e questa capitana invece viene dipinta come una eroina moderna? Non c'è limite all'ipocrisia
    Una domanda che faccio a te ma che vale per molti. Classe media fa pensare a una certa (relativa) agiatezza
    Tu, classe media, faresti il viaggio fino in Libia e ci saliresti su uno di quei barconi?

  7. #17
    Senior Member L'avatar di AntaniPioco
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Sanremo
    Messaggi
    10,444
    Citazione Originariamente Scritto da kurt hamrin rotterdam Visualizza Messaggio
    Una domanda che faccio a te ma che vale per molti. Classe media fa pensare a una certa (relativa) agiatezza
    Tu, classe media, faresti il viaggio fino in Libia e ci saliresti su uno di quei barconi?
    C'è un mondo di differenza tra nel concetto di "classe media" che c'è in Africa e quello che c'è in Europa. Non a caso la stragrande maggioranza di quelli che sbarcano vengono ad alimentare gli affari dei caporali che hanno bisogno di abbattere il costo del lavoro con salari che in Italia sono da fame, ma in Africa sono appunto da classe media. Invece di continuare a propugnare l'idea che questi scappano dalla guerra, sarebbe ora di capire che è solo ed esclusivamente per questo che partono, per potersi arricchire secondo i canoni del loro paese d'origine.
    Per tornare alla domanda che mi hai fatto, ti rispondo che non ha senso, e non lo ha proprio per quello che ho scritto sopra, in Italia il concetto di classe media non permette confronti con le esigenze dei popoli africani. Dal punto di vista pratico tuttavia il viaggio è certamente da fare, se in due anni sotto il magico duo Renzi-Alfano sono sbarcare 700.000 persone grazie alle ong (e anche grazie a folli missioni militari che avevano come unico scopo lo sbarco in Italia) direi che la percentuale di riuscita del viaggio era comunque abbastanza buona, c'erano tutte le condizioni: governo italiano con l'obiettivo di sanare i conti pubblici subendo il ricatto dell'immigrazione di massa, missioni militari per portare tutti in Italia andando a prendere i migranti direttamente al confine delle acque libiche, ong che fanno la stessa cosa, meglio di così è impossibile
    Chiudo dicendo che sentirsi in colpa per il fatto di essere nati in paesi "agiati" come quelli europei a differenza degli africani non giustifica la violazione di leggi e l'emigrazione massiccia di popolazioni che in Italia NON hanno prospettive, se non quelle di finire sfruttati nei campi.

  8. #18
    Senior Member L'avatar di Oronzo Canà
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    6,668
    Citazione Originariamente Scritto da FiglioDelDioOdino Visualizza Messaggio
    Parenzio è il tipico liberal ebreo. La salvaguardia delle minoranze è un imperativo per loro, in quanto sono essi stessi una minoranza. Minoranza quando gli pare, cittadini italiani come tutti quando gli conviene altrimenti. E' un chiagni e fotti alla napoletana.
    Ma in Israele la maggioranza è nazionalista e anti-immigrazione:

    in africa sta la savana mica la giungla
    Il fu frenguzzo

  9. #19
    Member L'avatar di kurt hamrin rotterdam
    Data Registrazione
    May 2016
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,013
    Citazione Originariamente Scritto da AntaniPioco Visualizza Messaggio
    C'è un mondo di differenza tra nel concetto di "classe media" che c'è in Africa e quello che c'è in Europa. Non a caso la stragrande maggioranza di quelli che sbarcano vengono ad alimentare gli affari dei caporali che hanno bisogno di abbattere il costo del lavoro con salari che in Italia sono da fame, ma in Africa sono appunto da classe media. Invece di continuare a propugnare l'idea che questi scappano dalla guerra, sarebbe ora di capire che è solo ed esclusivamente per questo che partono, per potersi arricchire secondo i canoni del loro paese d'origine.
    Per tornare alla domanda che mi hai fatto, ti rispondo che non ha senso, e non lo ha proprio per quello che ho scritto sopra, in Italia il concetto di classe media non permette confronti con le esigenze dei popoli africani. Dal punto di vista pratico tuttavia il viaggio è certamente da fare, se in due anni sotto il magico duo Renzi-Alfano sono sbarcare 700.000 persone grazie alle ong (e anche grazie a folli missioni militari che avevano come unico scopo lo sbarco in Italia) direi che la percentuale di riuscita del viaggio era comunque abbastanza buona, c'erano tutte le condizioni: governo italiano con l'obiettivo di sanare i conti pubblici subendo il ricatto dell'immigrazione di massa, missioni militari per portare tutti in Italia andando a prendere i migranti direttamente al confine delle acque libiche, ong che fanno la stessa cosa, meglio di così è impossibile
    Chiudo dicendo che sentirsi in colpa per il fatto di essere nati in paesi "agiati" come quelli europei a differenza degli africani non giustifica la violazione di leggi e l'emigrazione massiccia di popolazioni che in Italia NON hanno prospettive, se non quelle di finire sfruttati nei campi.
    Non sto discutendo l'emigrazione selvaggia. Il mio punto è molto più modesto: chi viene è un disperato (secondo i nostri canoni) o no?
    Il ragionamento che trovo ipocrita è: sono relativamente ricchi nel loro paese e si muovono con buone probabilità di successo; c'è un complotto guidato dalle ONG e da Soros (chissà perché poi proprio lui); quindi lasciarli affogare non viola un elementare principio di umanità.
    Trovo che lo violi eccome. Dopo di che, cosa fare? Gestire il fenomeno e non far finta che non abbia basi reali. Come si fa? Missioni militari. Quote per tutti i paesi europei (che devono poi gestire quelli che arrivano, non come fa l'Italia che li lascia per strada a chiedere l'elemosina o peggio) programmi di aiuto in Africa (che costano molto, altro che i 30 euro al giorno).
    Se c'è un pezzo di mondo con dinamica demografica accentuata e povertà economica e un altro pezzo con demografia in declino e ricchezza, la storia dell'umanità mostra che ci sarà un flusso dal primo pezzo di mondo all'altro. Questo è il punto di partenza di qualsiasi ragionamento e non le scie chimiche applicate alle migrazioni (o peggio deliri sull'integrità della razza)

  10. #20
    Senior Member L'avatar di juventino
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    12,949
    Citazione Originariamente Scritto da Andrea Red&Black Visualizza Messaggio
    il 20% della popolazione di Israele è araba. Hai preso un gran granchio
    Vero, peccato però che vengano trattati come cittadini di serie B. Israele è il paese più razzista del mondo.
    Ero un fiero e schifoso radical shit che vedeva in Obama il nuovo Kennedy e in Renzi il grande statista che avrebbe rilanciato l'Italia, poi sono stato ipnotizzato dalla propaganda russa, i messaggi subliminali e le fake news su Facebook e Twitter
    “Per me libertà e giustizia sociale, che poi sono le mete del socialismo, costituiscono un binomio inscindibile: non vi può essere vera libertà senza giustizia sociale, come non vi può essere vera giustizia sociale senza libertà.” (Sandro Pertini)

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.



P. Iva 03003620600