Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Risultati da 1 a 9 di 9

  1. #1
    Amministratore L'avatar di Admin
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    62,099

    Van Ginkel:"Giocare nel Milan è un orgoglio. Qui grazie a..."

    Marco Van Ginkel, intervistato da Milan Channel, spegne le polemiche che si erano sollevate ieri dopo l'intervista rilasciata ad un giornale olandese. Forse mal interpretata. Ecco, di seguito, le parole del centrocampista rossonero:

    "A Milanello sto bene. Il Milan è un ottimo club, qui ci sono persone gentili e grandi giocatori. De Jong e Torres mi hanno convinto ad accettare il Milan, con Nigel ho parlato di più. E' olandese come me ed era quindi più facile. Dopo l'infortunio, al Chelsea non c'era spazio per me. Cercavo un club che facesse giocare con più frequenza. E mi sono convinto davvero ad accettare il Milan. Che giocatore sono? MI ritengo un centrocampista centrale moderno: so attaccare, difendere, segnare e aiutare i compagni. Il Milan, per ogni giovane, rappresenta una grandissima società. E per me giocare a San Siro è un orgoglio. Con il mister abbiamo discussione, anche se con qualche difficoltà: io non parlo italiano e lui non parla molto inglese però gli assistenti hanno tradotto e ci hanno fatto capire (ride). Il resto, è un segreto tra di noi".
    Segui MilanWorld su Facebook e Twitter per restare aggiornato su tutte le notizie!

    FB: https://www.facebook.com/MilanWorldForum

    Twitter: https://twitter.com/MilanWorldForum

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Marco Van Ginkel, intervistato da Milan Channel, spegne le polemiche che si erano sollevate ieri dopo l'intervista rilasciata ad un giornale olandese. Forse mal interpretata. Ecco, di seguito, le parole del centrocampista rossonero:

    "A Milanello sto bene. Il Milan è un ottimo club, qui ci sono persone gentili e grandi giocatori. De Jong e Torres mi hanno convinto ad accettare il Milan, con Nigel ho parlato di più. E' olandese come me ed era quindi più facile. Dopo l'infortunio, al Chelsea non c'era spazio per me. Cercavo un club che facesse giocare con più frequenza. E mi sono convinto davvero ad accettare il Milan. Che giocatore sono? MI ritengo un centrocampista centrale moderno: so attaccare, difendere, segnare e aiutare i compagni. Il Milan, per ogni giovane, rappresenta una grandissima società. E per me giocare a San Siro è un orgoglio. Con il mister abbiamo discussione, anche se con qualche difficoltà: io non parlo italiano e lui non parla molto inglese però gli assistenti hanno tradotto e ci hanno fatto capire (ride). Il resto, è un segreto tra di noi".
    queste sono parole che mi piacciono e sono sicuramente tradotte bene perché da fonte ufficiale rossonera!
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  4. #3
    Senior Member L'avatar di Jino
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Veneto
    Messaggi
    38,303
    Alla fine lui voleva rimanere a Londra a giocarsi le sue carte, non lo biasimo di questi tempi, una volta capito che le possibilità che li giocasse erano sottozero si è deciso a venire da noi. Con ogni probabilità, a prescindere dal rendimento, sarà solo di passaggio. Ad ogni modo è prematuro e privo di senso fare discorsi su cosa accadrà a maggio, le variabili sono troppe.

  5. #4
    Senior Member L'avatar di Angstgegner
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Messaggi
    9,922
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Marco Van Ginkel, intervistato da Milan Channel, spegne le polemiche che si erano sollevate ieri dopo l'intervista rilasciata ad un giornale olandese. Forse mal interpretata. Ecco, di seguito, le parole del centrocampista rossonero:

    "A Milanello sto bene. Il Milan è un ottimo club, qui ci sono persone gentili e grandi giocatori. De Jong e Torres mi hanno convinto ad accettare il Milan, con Nigel ho parlato di più. E' olandese come me ed era quindi più facile. Dopo l'infortunio, al Chelsea non c'era spazio per me. Cercavo un club che facesse giocare con più frequenza. E mi sono convinto davvero ad accettare il Milan. Che giocatore sono? MI ritengo un centrocampista centrale moderno: so attaccare, difendere, segnare e aiutare i compagni. Il Milan, per ogni giovane, rappresenta una grandissima società. E per me giocare a San Siro è un orgoglio. Con il mister abbiamo discussione, anche se con qualche difficoltà: io non parlo italiano e lui non parla molto inglese però gli assistenti hanno tradotto e ci hanno fatto capire (ride). Il resto, è un segreto tra di noi".
    Ok, perdonato
    Non voglio sentire giocatori finti che dicono di essere finiti nel club dei loro sogni, come ho già detto ieri è normale che voglia valorizzarsi per tornare al Chelsea, ma le parole riportate ieri erano quasi oltraggiose, irrispettose IMHO.

  6. #5
    Senior Member L'avatar di Frikez
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    11,649
    Tutti a criticarlo e invece si dimostrerà uno dei più professionali

  7. #6
    Junior Member
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    571
    Faranno come han fatto con Courtois all'Atletico? Probabile, tanto quest'anno da una mano a noi..

  8. #7
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Marco Van Ginkel, intervistato da Milan Channel, spegne le polemiche che si erano sollevate ieri dopo l'intervista rilasciata ad un giornale olandese. Forse mal interpretata. Ecco, di seguito, le parole del centrocampista rossonero:

    "A Milanello sto bene. Il Milan è un ottimo club, qui ci sono persone gentili e grandi giocatori. De Jong e Torres mi hanno convinto ad accettare il Milan, con Nigel ho parlato di più. E' olandese come me ed era quindi più facile. Dopo l'infortunio, al Chelsea non c'era spazio per me. Cercavo un club che facesse giocare con più frequenza. E mi sono convinto davvero ad accettare il Milan. Che giocatore sono? MI ritengo un centrocampista centrale moderno: so attaccare, difendere, segnare e aiutare i compagni. Il Milan, per ogni giovane, rappresenta una grandissima società. E per me giocare a San Siro è un orgoglio. Con il mister abbiamo discussione, anche se con qualche difficoltà: io non parlo italiano e lui non parla molto inglese però gli assistenti hanno tradotto e ci hanno fatto capire (ride). Il resto, è un segreto tra di noi".
    Stando così le cose sono la prima a ritirare quanto detto precedentemente,ma in realtà poco m'importa di questi attestati di stima verso la squadra.Sappiamo bene che salvo clamorosi capovolgimenti l'anno prossimo andrà via,per cui mi basta che faccia bene e dia una mano durante la stagione.
    Il rosso e il nero,due colori comuni,una passione unica!
    #WeAreACMilan

    "Ricordiamoglielo al mondo chi eravamo e che potremmo ritornare!" (Tiziano Ferro ai milanisti)

    #Lanuovaeraèqui #Vivalesocietànormali

    "Digo lo que pienso,tómame como soy. No intentes amarrarme, ni dominarme, yo soy quien elige como equivocarme."
    (Shakira)

  9. #8
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Marco Van Ginkel, intervistato da Milan Channel, spegne le polemiche che si erano sollevate ieri dopo l'intervista rilasciata ad un giornale olandese. Forse mal interpretata. Ecco, di seguito, le parole del centrocampista rossonero:

    "A Milanello sto bene. Il Milan è un ottimo club, qui ci sono persone gentili e grandi giocatori. De Jong e Torres mi hanno convinto ad accettare il Milan, con Nigel ho parlato di più. E' olandese come me ed era quindi più facile. Dopo l'infortunio, al Chelsea non c'era spazio per me. Cercavo un club che facesse giocare con più frequenza. E mi sono convinto davvero ad accettare il Milan. Che giocatore sono? MI ritengo un centrocampista centrale moderno: so attaccare, difendere, segnare e aiutare i compagni. Il Milan, per ogni giovane, rappresenta una grandissima società. E per me giocare a San Siro è un orgoglio. Con il mister abbiamo discussione, anche se con qualche difficoltà: io non parlo italiano e lui non parla molto inglese però gli assistenti hanno tradotto e ci hanno fatto capire (ride). Il resto, è un segreto tra di noi".
    pippo non sa l'inglese? col mestiere che fa

  10. #9
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.