Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 26

  1. #11
    Senior Member L'avatar di juventino
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Latina
    Messaggi
    9,783
    Aldilà di tutto la sua è stata una gestione abbastanza imbarazzante. Ha fatto debiti su debiti su debiti su debiti e nonostante ciò non è riuscito ne a costruire una squadra decente ne a migliorare la società in generale.
    Vincere non è importante, la plusvalenza è l'unica cosa che conta
    La carta igienica usata è un quotidiano migliore di Tuttosport
    Gli unici tifosi che merita la Juventus sono i membri del suo CDA

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Località
    Advertising world
    Messaggi
    Many
     

  3. #12
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Corriere della Sera: tutto vero! Thohir ha dato mandato a Goldman Sachs di trovare qualcuno disposto a rilevare le sue quote. Tuttavia, secondo il quotidiano ad oggi si sarebbero appalesati zero compratori all'orizzonte. Il compito dell'indonesiano è molto complicato: serve qualcuno che sia disposto ad accollarsi il debito monstre. In tutto 300M di garanzie bancarie e anche 110M per le sue quote. Totale poco più di 400M per una società al limite del collasso.

    Gazzetta dello Sport: Thohir ha dato un ampio mandato a Goldman Sachs di trovare un socio o un compratore. Indiscrezioni affermano che ChemChem (azionista di maggioranza Pirelli e colosso da 40 miliardi) potrebbe essere interessato, ma per ora nessuna conferma. Goldman Sachs, peraltro, è stato già advisor Pirelli nella trattativa con i cinesi.
    Tuttavia, una fonte interna e a conoscenza del dossier nega che il mandato a Goldman Sachs sia a vendere e conferma le parole pronunciate qualche giorno fa da Thohir ("cerco soci, non vendo la maggioranza"). Posto che sia così, sarebbe strano affidarsi a una banca d’affari e non un’agenzia di sport marketing… (in realtà anche il Milan si è affidato inizialmente a banche d'affari per trovare soci di minoranza, ndr).
    Ad oggi Thohir ci ha rimesso 75 M di aumento di capitale riservato per acquisire il 70% delle azioni e 108M di prestiti fruttiferi (104 la quota capitale), al 30 giugno 2015. Con una bella differenza: i 75M sono finiti in conto capitale e, quindi, già sfumati; i 108 invece sono un debito che, in quanto tale, l’Inter dovrebbe restituire all'indonesiano (31M con rimborso a fine esercizio, prorogabile fino al 2020; 77M entro 4 anni).
    Dunque proprio questi 108 milioni rappresentano un elemento-chiave nei ragionamenti di Thohir. Qualsiasi acquirente, in sede di trattativa, gli chiederebbe di stralciare il prestito elargito e di non considerarlo nell’enterprise value, cioè la valutazione aziendale, somma tra equity (il valore del capitale azionario) e debiti, che potrebbe ammontare a 300 milioni, secondo alcune stime.
    Prima o poi Thohir sarà costretto a convertire, in tutto o in parte, i 108 milioni in conto capitale rinunciandovi per sempre.
    Anche per un altro motivo, più banale: messa così com’è, l’Inter non è nelle condizioni di rimborsare il finanziamento, anzi ha un disperato bisogno di ulteriore liquidità.
    Le stime per il bilancio 2015-16 parlano di un deficit consolidato superiore ai 50M, con una conseguenza supplementare, lo sforamento della prescrizione del fair play finanziario.
    Poi c'è il nodo Moratti. Quest'ultimo non ha voluto partecipare agli aumenti di capitale, quindi Thohir è andato avanti con i prestiti. A novembre scade il patto parasociale tra i due soci e, sebbene Moratti abbia affermato di volersi tenere le quote, qualora smobilitasse, Thohir dovrebbe sobbarcarsi i suoi costi. Quanto? Altri 30M. Ma la convivenza non appare più possibile. Qualcosa sicuramente accadrà in futuro. Con un chiaro avviso ai naviganti e sognatori: in una fase così embrionale qualsiasi voce sulla vendita troverebbe immediata smentita da Thohir, anche perché un’eventuale trattativa richiederebbe mesi e mesi di gestazione.
    Quotate
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  4. #13
    Member L'avatar di mistergao
    Data Registrazione
    May 2015
    Località
    Rho
    Messaggi
    1,329
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Corriere della Sera: tutto vero! Thohir ha dato mandato a Goldman Sachs di trovare qualcuno disposto a rilevare le sue quote. Tuttavia, secondo il quotidiano ad oggi si sarebbero appalesati zero compratori all'orizzonte. Il compito dell'indonesiano è molto complicato: serve qualcuno che sia disposto ad accollarsi il debito monstre. In tutto 300M di garanzie bancarie e anche 110M per le sue quote. Totale poco più di 400M per una società al limite del collasso.

    Gazzetta dello Sport: Thohir ha dato un ampio mandato a Goldman Sachs di trovare un socio o un compratore. Indiscrezioni affermano che ChemChem (azionista di maggioranza Pirelli e colosso da 40 miliardi) potrebbe essere interessato, ma per ora nessuna conferma. Goldman Sachs, peraltro, è stato già advisor Pirelli nella trattativa con i cinesi.
    Tuttavia, una fonte interna e a conoscenza del dossier nega che il mandato a Goldman Sachs sia a vendere e conferma le parole pronunciate qualche giorno fa da Thohir ("cerco soci, non vendo la maggioranza"). Posto che sia così, sarebbe strano affidarsi a una banca d’affari e non un’agenzia di sport marketing… (in realtà anche il Milan si è affidato inizialmente a banche d'affari per trovare soci di minoranza, ndr).
    Ad oggi Thohir ci ha rimesso 75 M di aumento di capitale riservato per acquisire il 70% delle azioni e 108M di prestiti fruttiferi (104 la quota capitale), al 30 giugno 2015. Con una bella differenza: i 75M sono finiti in conto capitale e, quindi, già sfumati; i 108 invece sono un debito che, in quanto tale, l’Inter dovrebbe restituire all'indonesiano (31M con rimborso a fine esercizio, prorogabile fino al 2020; 77M entro 4 anni).
    Dunque proprio questi 108 milioni rappresentano un elemento-chiave nei ragionamenti di Thohir. Qualsiasi acquirente, in sede di trattativa, gli chiederebbe di stralciare il prestito elargito e di non considerarlo nell’enterprise value, cioè la valutazione aziendale, somma tra equity (il valore del capitale azionario) e debiti, che potrebbe ammontare a 300 milioni, secondo alcune stime.
    Prima o poi Thohir sarà costretto a convertire, in tutto o in parte, i 108 milioni in conto capitale rinunciandovi per sempre.
    Anche per un altro motivo, più banale: messa così com’è, l’Inter non è nelle condizioni di rimborsare il finanziamento, anzi ha un disperato bisogno di ulteriore liquidità.
    Le stime per il bilancio 2015-16 parlano di un deficit consolidato superiore ai 50M, con una conseguenza supplementare, lo sforamento della prescrizione del fair play finanziario.
    Poi c'è il nodo Moratti. Quest'ultimo non ha voluto partecipare agli aumenti di capitale, quindi Thohir è andato avanti con i prestiti. A novembre scade il patto parasociale tra i due soci e, sebbene Moratti abbia affermato di volersi tenere le quote, qualora smobilitasse, Thohir dovrebbe sobbarcarsi i suoi costi. Quanto? Altri 30M. Ma la convivenza non appare più possibile. Qualcosa sicuramente accadrà in futuro. Con un chiaro avviso ai naviganti e sognatori: in una fase così embrionale qualsiasi voce sulla vendita troverebbe immediata smentita da Thohir, anche perché un’eventuale trattativa richiederebbe mesi e mesi di gestazione.
    Vada come vada, a me Thohir ha sempre dato l'idea di essere uno che ha sbagliato a fare i conti: ad oggi l'Inter da un punto di vista sportivo ed economico è un totale fallimento. Da quando è arrivato lui han tirato a casa una qualificazione in coppa UEFA (con Mazzarri, spendendo poco) e in due annate con Mancini, dopo avere speso parecchio, al massimo finirà in Champions quest'anno. Davvero troppo poco, inoltre i conti (economici) non tornano, quindi fino ad ora è un fallimento su tutta la linea.

    Thohir mi ha sempre dato l'idea di non essere interessato all'Inter in quanto tale, ma in quanto opportunità di business...e qui mi viene da pensare che non sia esattamente furbissimo: come fai a fare business con una squadra di calcio italiana? Nel breve termine è praticamente impossibile, nel lungo è difficile, ma ci vogliono uomini giusti ad ogni livello, cosa che l'Inter in questo momento non ha.

    Arriveranno i cinesi? Boh...comunque mi spiace vedere questi casini in casa Inter.

  5. #14
    Member L'avatar di folletto
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Terni
    Messaggi
    4,761
    Per certi versi, anche se almeno ci hanno provato, la loro gestione societaria è anche peggio della nostra. Il risultato della non-programmazione delle milanesi è il dominio della Rube che ha programmato e bene, dimostrando anche che non ci vuole una vita a tornare in alto se si lavora bene
    Liberi ma......ancora brutti....

  6. #15
    Senior Member L'avatar di MaggieCloun
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    25,869
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Corriere della Sera: tutto vero! Thohir ha dato mandato a Goldman Sachs di trovare qualcuno disposto a rilevare le sue quote. Tuttavia, secondo il quotidiano ad oggi si sarebbero appalesati zero compratori all'orizzonte. Il compito dell'indonesiano è molto complicato: serve qualcuno che sia disposto ad accollarsi il debito monstre. In tutto 300M di garanzie bancarie e anche 110M per le sue quote. Totale poco più di 400M per una società al limite del collasso.

    Gazzetta dello Sport: Thohir ha dato un ampio mandato a Goldman Sachs di trovare un socio o un compratore. Indiscrezioni affermano che ChemChem (azionista di maggioranza Pirelli e colosso da 40 miliardi) potrebbe essere interessato, ma per ora nessuna conferma. Goldman Sachs, peraltro, è stato già advisor Pirelli nella trattativa con i cinesi.
    Tuttavia, una fonte interna e a conoscenza del dossier nega che il mandato a Goldman Sachs sia a vendere e conferma le parole pronunciate qualche giorno fa da Thohir ("cerco soci, non vendo la maggioranza"). Posto che sia così, sarebbe strano affidarsi a una banca d’affari e non un’agenzia di sport marketing… (in realtà anche il Milan si è affidato inizialmente a banche d'affari per trovare soci di minoranza, ndr).
    Ad oggi Thohir ci ha rimesso 75 M di aumento di capitale riservato per acquisire il 70% delle azioni e 108M di prestiti fruttiferi (104 la quota capitale), al 30 giugno 2015. Con una bella differenza: i 75M sono finiti in conto capitale e, quindi, già sfumati; i 108 invece sono un debito che, in quanto tale, l’Inter dovrebbe restituire all'indonesiano (31M con rimborso a fine esercizio, prorogabile fino al 2020; 77M entro 4 anni).
    Dunque proprio questi 108 milioni rappresentano un elemento-chiave nei ragionamenti di Thohir. Qualsiasi acquirente, in sede di trattativa, gli chiederebbe di stralciare il prestito elargito e di non considerarlo nell’enterprise value, cioè la valutazione aziendale, somma tra equity (il valore del capitale azionario) e debiti, che potrebbe ammontare a 300 milioni, secondo alcune stime.
    Prima o poi Thohir sarà costretto a convertire, in tutto o in parte, i 108 milioni in conto capitale rinunciandovi per sempre.
    Anche per un altro motivo, più banale: messa così com’è, l’Inter non è nelle condizioni di rimborsare il finanziamento, anzi ha un disperato bisogno di ulteriore liquidità.
    Le stime per il bilancio 2015-16 parlano di un deficit consolidato superiore ai 50M, con una conseguenza supplementare, lo sforamento della prescrizione del fair play finanziario.
    Poi c'è il nodo Moratti. Quest'ultimo non ha voluto partecipare agli aumenti di capitale, quindi Thohir è andato avanti con i prestiti. A novembre scade il patto parasociale tra i due soci e, sebbene Moratti abbia affermato di volersi tenere le quote, qualora smobilitasse, Thohir dovrebbe sobbarcarsi i suoi costi. Quanto? Altri 30M. Ma la convivenza non appare più possibile. Qualcosa sicuramente accadrà in futuro. Con un chiaro avviso ai naviganti e sognatori: in una fase così embrionale qualsiasi voce sulla vendita troverebbe immediata smentita da Thohir, anche perché un’eventuale trattativa richiederebbe mesi e mesi di gestazione.
    L'inter smentisce con una nota ufficiale:

    "F.C. Internazionale nega categoricamente che il presidente e azionista di maggioranza Erick Thohir stia prendendo in considerazione l'ipotesi di cedere il suo 70% di quote del Club o parte di esso.

    Come parte della strategia a medio-lungo termine, il Club ha chiesto a Goldman Sachs di vagliare la possibilità di identificare potenziali futuri partner commerciali in Asia. Questa è una cosa logica alla luce della enorme crescita di investimenti nello sport e nel calcio in particolare, in Asia e specificatamente in Cina.

    Il Club continua nelle sue strategie commerciali e sportive. Allo stesso tempo sta lavorando a stretto contatto con la UEFA in merito al rispetto dei parametri del fair play finanziario. L'obiettivo resta il ritorno in Europa, per competere ai massimi livelli".
    Ultima modifica di MaggieCloun; 25-02-2016 alle 11:53
    13/04/2017 Finalmente liberi!

    "È una scelta di cuore. Ci ho pensato per tre settimane e ora torno a casa. Non vado in un club di scappati di casa, ma al Milan" cit Ringhio Gattuso

  7. #16
    Senior Member L'avatar di Milanforever26
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    15,198
    Certo che il grande presidente Moratti va detto che ha lasciato davvero una situazione economica al limite del disastro e anche nella cessione ha venduto al primo pagliaccio che si è presentato (forse l'unico)..

    mah..comunque se l'inter fallisse non nascondo che sarei contento
    Si torna a giocare e a tifare davvero

  8. #17
    Senior Member L'avatar di Jino
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Veneto
    Messaggi
    38,327
    Una cosa è certa, non pensava fosse cosi difficile creare una squadra decente. Da quanti anni è qui?? Zero qualificazioni alla coppa campioni, mai un campionato decente.

  9. #18
    Senior Member L'avatar di Super_Lollo
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    23,219
    Citazione Originariamente Scritto da Milanforever26 Visualizza Messaggio
    Certo che il grande presidente Moratti va detto che ha lasciato davvero una situazione economica al limite del disastro e anche nella cessione ha venduto al primo pagliaccio che si è presentato (forse l'unico)..

    mah..comunque se l'inter fallisse non nascondo che sarei contento
    Si poi c'è da dire che oltre al casino di Moratti , questo ne ha combinate di cotte e di crude .. tutti giocatori in PRESTITO con obbligo di riscatto .. ci credo che non vuole più andare avanti , sta facendo il presidente con i soldi delle banche ..
    Gattuso : " il giorno che arrivò Kaka a Milanello ci guardammo tutti in faccia chiedendoci chi fosse quello sfigato con gli occhialini ,due ore dopo iniziammo la partitella. Primo pallone toccato da Kaka mi salta come nulla fosse arriva davanti a Nesta si sposta la palla e spara un missile all incrocio dei pali. Che ci crediate o meno in quel momento capii che avremmo rivinto la Champions guidati da quello sfigato con gli occhialini "

  10. #19
    Senior Member L'avatar di BossKilla7
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Messaggi
    6,263
    400 milioni di debiti. Facci ridere Thohir

  11. #20
    Senior Member L'avatar di Super_Lollo
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    23,219
    il problema dell inter è che ha ancora i 108 milioni di euro in prestito e quindi prima o poi Thoirchio o chi per lui dovrà versarli nelle casse della società .

    e il problema sta proprio li perchè l'inter non solo non ha i 108milioni per sanare ma è in forte crisi di liquidità che situazione non sistemata a breve e con la mancata ( mi auguro ) qualificazione in champions sarebbe una vera e propria bomba a mano .
    @Il Re dell'Est . aiutami tu
    Gattuso : " il giorno che arrivò Kaka a Milanello ci guardammo tutti in faccia chiedendoci chi fosse quello sfigato con gli occhialini ,due ore dopo iniziammo la partitella. Primo pallone toccato da Kaka mi salta come nulla fosse arriva davanti a Nesta si sposta la palla e spara un missile all incrocio dei pali. Che ci crediate o meno in quel momento capii che avremmo rivinto la Champions guidati da quello sfigato con gli occhialini "

Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.