Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15

  1. #1

    Stadio Milan, parla Cefaliello: "Porterebbe 50-70M all'anno"

    Alfonso Cefaliello, membro del CDA del Milan, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni al Corriere della Sera in merito al progetto stadio: "Beh sì, siamo sorpresi di questa decisione. Un piano aziendale non ama rinvii. Non c'è alcun problema per i terreni. Il nostro progetto è definito nei minimi dettagli. Abbiamo tutto ciò che serve. Se non potessimo usare l'area del Comune (circa 8.000 mq), ridimensioneremmo alcune funzioni senza toccare l’albergo, il liceo sportivo, i percorsi nel verde sul tetto e i servizi per il quartiere. Abbiamo previsto anche spazi espositivi, ristoranti, un centro anziani. Calcolando ogni possibile problematica, contiamo di inaugurare l'impianto per la stagione 2019-2020. Posso dire che abbiamo già trovato sponsor internazionali pronti a finanziare una parte del progetto. Abbiamo un Business Plan che ci permette di sostenere l'affitto di 3,2M annui per i terreni nel lunghissimo periodo.
    Barbara Berlusconi negli ultimi tempi ha spinto per valorizzare il marchio. Ed è convinta che il futuro del Club passi proprio attraverso uno stadio di proprietà. Ogni anno l’impianto porterebbe dai 50 ai 70 milioni di ricavi. Soldi indispensabili per lo sviluppo della squadra e per acquistare i top player. Non ci preoccupa essere in mezzo alle case. Ci sono esempi virtuosi in Europa. Guardiamo agli stadi urbani di Londra: hanno riqualificato diverse aree, facendo salire i prezzi degli immobili. Avremmo circa 2.000 parcheggi, più di San Siro. Ma abbiamo due linee della metro, il passante, i bus. Preferiamo incentivare l’uso dei mezzi pubblici. La nostra è una battaglia culturale. Ed ecologica.
    Il punto di forza del progetto è la copertura che garantirà una completa insonorizzazione e i posti di lavoro creati (1.000 per la realizzazione e 800 a regime). L'unica debolezza è la disinformazione organizzata ad arte da chi non vuole mai cambiare nulla.
    L’impostazione, poi, è molto diversa da San Siro: dimensioni ridotte, ordine, servizi e sicurezza. I tifosi della squadra ospite saranno al massimo 2.000 e defluiranno controllati nel tunnel di via Gattamelata. Lo stadio diventerà un salotto di Milano. Non pensiamo di perdere, per ora siamo concentrati sul nostro sogno: un quartiere rossonero al Portello. Noi ci crediamo. E siamo fiduciosi".
    Ultima modifica di Il Re dell'Est; 11-06-2015 alle 17:58
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    Senior Member L'avatar di Dumbaghi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    20,688
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Alfonso Cefaliello, membro del CDA del Milan, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni al Corriere della Sera in merito al progetto stadio: "Beh sì, siamo sorpresi di questa decisione. Un piano aziendale non ama rinvii. Non c'è alcun problema per i terreni. Il nostro progetto è definito nei minimi dettagli. Abbiamo tutto ciò che serve. Se non potessimo usare l'area del Comune (circa 8.000 mq), ridimensioneremmo alcune funzioni senza toccare l’albergo, il liceo sportivo, i percorsi nel verde sul tetto e i servizi per il quartiere. Abbiamo previsto anche spazi espositivi, ristoranti, un centro anziani. Calcolando ogni possibile problematica, contiamo di inaugurare l'impianto per la stagione 2019-2020. E abbiamo calcolato ogni possibile problematica. Posso dire che abbiamo già trovato sponsor internazionali pronti a finanziare una parte del progetto. Abbiamo un Business Plan che ci permette di sostenere l'affitto di 3,2M annui per i terreni nel lunghissimo periodo.
    Barbara Berlusconi negli ultimi tempi ha spinto per valorizzare il marchio. Ed è convinta che il futuro del Club passi proprio attraverso uno stadio di proprietà. Ogni anno l’impianto porterebbe dai 50 ai 70 milioni di ricavi. Soldi indispensabili per lo sviluppo della squadra e per acquistare i top player. Non ci preoccupa essere in mezzo alle case. Ci sono esempi virtuosi in Europa. Guardiamo agli stadi urbani di Londra: hanno riqualificato diverse aree, facendo salire i prezzi degli immobili. Avremmo circa 2.000 parcheggi, più di San Siro. Ma abbiamo due linee della metro, il passante, i bus. Preferiamo incentivare l’uso dei mezzi pubblici. La nostra è una battaglia culturale. Ed ecologica.
    Il punto di forza del progetto è la copertura che garantirà una completa insonorizzazione e i posti di lavoro creati (1.000 per la realizzazione e 800 a regime). L'unica debolezza è la disinformazione organizzata ad arte da chi non vuole mai cambiare nulla.
    L’impostazione, poi, è molto diversa da San Siro: dimensioni ridotte, ordine, servizi e sicurezza. I tifosi della squadra ospite saranno al massimo 2.000 e defluiranno controllati nel tunnel di via Gattamelata. Lo stadio diventerà un salotto di Milano. Non pensiamo di perdere, per ora siamo concentrati sul nostro sogno: un quartiere rossonero al Portello. Noi ci crediamo. E siamo fiduciosi".
    Giusto.

  4. #3
    Member L'avatar di Tobi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    3,636
    Il Milan ad oggi senza Stadio fattura circa 330 milioni di euro, con una squadra disastrata, senza europa da due anni.

    Non oso pensare con:

    Stadio di proprietà
    Squadra di campioni
    Marketing in Asia

    Nel giro di pochi anni arriveremmo secondo me a fatturare quanto il Bayern e il Barca

  5. #4
    C'è poco da stare ad obiettare.
    Lo stadio è FONDAMENTALE se si vuole aprire una nuova fase di un nostro rilancio in campo nazionale e soprattutto internazionale.

  6. #5
    Membro e rettile
    Data Registrazione
    Oct 2013
    Messaggi
    6,172
    Citazione Originariamente Scritto da Tobi Visualizza Messaggio
    Il Milan ad oggi senza Stadio fattura circa 330 milioni di euro, con una squadra disastrata, senza europa da due anni.

    Non oso pensare con:

    Stadio di proprietà
    Squadra di campioni
    Marketing in Asia

    Nel giro di pochi anni arriveremmo secondo me a fatturare quanto il Bayern e il Barca

    Eh magari 330 mln, quest'anno abbiamo fatturato 233 mln, il massimo è stato 278 mln, nel 2013, l'anno delle cessioni di Ibra e Thiago.

    Su stadio, campioni e marketing hai ragionissima.

    Sul raggiungere il Barça e le altre sarà dura, credo che ci vogliano non meno di 8-10 anni. Per intenderci: quest'anno, grazie alla vittoria in CL, il Barcellona sfonderà i 600 mln di fatturato, quasi il triplo del Milan.

  7. #6
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Messaggi
    8
    Per ogni società che punta al top lo stadio di proprietà è fondamentale. In questo caso la società si è dimostrata molto intelligente proponendosi per la zona Fiera. Nascerebbe un quartiere ROSSONERO, forse unico per quanto riguarda il calcio europeo e che per questo potrebbe attrarre molti più investimenti rispetto ad uno stadio periferico come può essere lo Juventus Stadium. Ad esempio io amo andare a vedere lo stadio in ogni città che visito, Camp Nou, Bernabeu, Stadio dei Principi, Olympic Stadium. Il fatto che sia in centro incentiva molto e se poi diventiamo anche con gli occhi a mandarla e consideriamo il numero di turisti cinesi...fate un poì voi.

  8. #7
    Junior Member L'avatar di Petrecte
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    949
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Alfonso Cefaliello, membro del CDA del Milan, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni al Corriere della Sera in merito al progetto stadio: "Beh sì, siamo sorpresi di questa decisione. Un piano aziendale non ama rinvii. Non c'è alcun problema per i terreni. Il nostro progetto è definito nei minimi dettagli. Abbiamo tutto ciò che serve. Se non potessimo usare l'area del Comune (circa 8.000 mq), ridimensioneremmo alcune funzioni senza toccare l’albergo, il liceo sportivo, i percorsi nel verde sul tetto e i servizi per il quartiere. Abbiamo previsto anche spazi espositivi, ristoranti, un centro anziani. Calcolando ogni possibile problematica, contiamo di inaugurare l'impianto per la stagione 2019-2020. Posso dire che abbiamo già trovato sponsor internazionali pronti a finanziare una parte del progetto. Abbiamo un Business Plan che ci permette di sostenere l'affitto di 3,2M annui per i terreni nel lunghissimo periodo.
    Barbara Berlusconi negli ultimi tempi ha spinto per valorizzare il marchio. Ed è convinta che il futuro del Club passi proprio attraverso uno stadio di proprietà. Ogni anno l’impianto porterebbe dai 50 ai 70 milioni di ricavi. Soldi indispensabili per lo sviluppo della squadra e per acquistare i top player. Non ci preoccupa essere in mezzo alle case. Ci sono esempi virtuosi in Europa. Guardiamo agli stadi urbani di Londra: hanno riqualificato diverse aree, facendo salire i prezzi degli immobili. Avremmo circa 2.000 parcheggi, più di San Siro. Ma abbiamo due linee della metro, il passante, i bus. Preferiamo incentivare l’uso dei mezzi pubblici. La nostra è una battaglia culturale. Ed ecologica.
    Il punto di forza del progetto è la copertura che garantirà una completa insonorizzazione e i posti di lavoro creati (1.000 per la realizzazione e 800 a regime). L'unica debolezza è la disinformazione organizzata ad arte da chi non vuole mai cambiare nulla.
    L’impostazione, poi, è molto diversa da San Siro: dimensioni ridotte, ordine, servizi e sicurezza. I tifosi della squadra ospite saranno al massimo 2.000 e defluiranno controllati nel tunnel di via Gattamelata. Lo stadio diventerà un salotto di Milano. Non pensiamo di perdere, per ora siamo concentrati sul nostro sogno: un quartiere rossonero al Portello. Noi ci crediamo. E siamo fiduciosi".
    Gli unici problemi sono dati dagli abitanti del portello .... speriamo bene .....

  9. #8
    Ritengo però che se inizia di nuovo un'epoca d'oro, 48000 posti, o 50000 che siano, sono pochi. Davvero pochi.

  10. #9
    Renegade
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Alfonso Cefaliello, membro del CDA del Milan, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni al Corriere della Sera in merito al progetto stadio: "Beh sì, siamo sorpresi di questa decisione. Un piano aziendale non ama rinvii. Non c'è alcun problema per i terreni. Il nostro progetto è definito nei minimi dettagli. Abbiamo tutto ciò che serve. Se non potessimo usare l'area del Comune (circa 8.000 mq), ridimensioneremmo alcune funzioni senza toccare l’albergo, il liceo sportivo, i percorsi nel verde sul tetto e i servizi per il quartiere. Abbiamo previsto anche spazi espositivi, ristoranti, un centro anziani. Calcolando ogni possibile problematica, contiamo di inaugurare l'impianto per la stagione 2019-2020. Posso dire che abbiamo già trovato sponsor internazionali pronti a finanziare una parte del progetto. Abbiamo un Business Plan che ci permette di sostenere l'affitto di 3,2M annui per i terreni nel lunghissimo periodo.
    Barbara Berlusconi negli ultimi tempi ha spinto per valorizzare il marchio. Ed è convinta che il futuro del Club passi proprio attraverso uno stadio di proprietà. Ogni anno l’impianto porterebbe dai 50 ai 70 milioni di ricavi. Soldi indispensabili per lo sviluppo della squadra e per acquistare i top player. Non ci preoccupa essere in mezzo alle case. Ci sono esempi virtuosi in Europa. Guardiamo agli stadi urbani di Londra: hanno riqualificato diverse aree, facendo salire i prezzi degli immobili. Avremmo circa 2.000 parcheggi, più di San Siro. Ma abbiamo due linee della metro, il passante, i bus. Preferiamo incentivare l’uso dei mezzi pubblici. La nostra è una battaglia culturale. Ed ecologica.
    Il punto di forza del progetto è la copertura che garantirà una completa insonorizzazione e i posti di lavoro creati (1.000 per la realizzazione e 800 a regime). L'unica debolezza è la disinformazione organizzata ad arte da chi non vuole mai cambiare nulla.
    L’impostazione, poi, è molto diversa da San Siro: dimensioni ridotte, ordine, servizi e sicurezza. I tifosi della squadra ospite saranno al massimo 2.000 e defluiranno controllati nel tunnel di via Gattamelata. Lo stadio diventerà un salotto di Milano. Non pensiamo di perdere, per ora siamo concentrati sul nostro sogno: un quartiere rossonero al Portello. Noi ci crediamo. E siamo fiduciosi".
    Se dobbiamo diventare una superpotenza del calcio mondiale allora più che profitti ci saranno potenziali perdite. Lo stadio da 52.000 mila posti non basterebbe affatto. Comunque è una questione secondaria e mi auguro finisca nell'oscurità al più presto. Poiché sarebbe la scusa perfetta; ''per comprare i Top Player dobbiamo aspettare lo stadio, i ricavi'' ecc.

  11. #10
    Bannato
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,159
    Lo stadio di proprietà ci vuole !

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.