Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 34

  1. #1

    Sole24Ore controcorrente: tanti dubbi sul'affare Bee-Berlusconi.

    Il giornalista Carlo Festa, firma del Sole24Ore, solleva una molteplicità di dubbi sull'affare che pochi giorni fa ha scombussolato il calcio italiano e internazionale: l'acquisto del 48% del Milan da parte di Bee. Il giornalista ammette di avere molti dubbi, anche di natura finanziaria, dubbi al momento ancora rimasti insoddisfatti ma se verranno chiariti anche lui si dichiarerà pronto ad applaudire l'operazione. Ma nel frattempo preferisce andarci con i piedi di piombo.
    Ecco le sue domande:

    1) Perché Fininvest ha concesso altre 8 settimane? Per una due diligence supplementare? Oppure per scrivere gli accordi parasociali con Silvio Berlusconi? Al momento non e’ dato saperlo e nel comunicato non ne se ne parla chiaramente.

    2) Spendere 480M per una minoranza senza poter comandare è una follia finanziaria che non ha precedenti nel mondo del calcio. Vorrebbe dire che la Juventus vale soltanto 1/3 del Milan (297M). E chi non vorrebbe mai trovare un simile benefattore? Battute a parte, l'unica giustificazione che ho trovato è che negli accordi venga inserita una opzione di put and call grazie alla quale Bee passi in maggioranza.

    3) Inoltre ha poco senso giustificare il prezzo con la quotazione in borsa. Questo è solo un progetto e non vi è ancora chiarezza a tal proposito. Ricordo a tutti, infatti, che il Manchester United, che in Asia ha molti più tifosi del Milan, ha dovuto abbandonare l'idea di quotarsi in Asia ed ha scelto Wall Street. E gli inglesi hanno i conti in ordine, uno stadio di proprietà e partecipano alla CL. Le squadre di calcio non sono come la Ferrari (ad esempio), sono società in costante perdita. Dunque perché gli asiatici dovrebbero comprare azioni del Milan?

    4) Che fine faranno i 480M di Bee? Entreranno nelle casse di Fininvest? Oppure saranno usati dal Milan per risanare il debito o per la campagna acquisti?

    5) Infine la nota più dolente: dove ha preso i soldi Mr Bee? Di certo non dal suo patrimonio personale, alcuni scrivono che abbia un patrimonio personale di un miliardo ma francamente dubito. Si dice che rappresenti due banche come ADS Securities, societa’ di brokeraggio di Abu Dhabi, e Citic, un colosso bancario cinese. Qui le ipotesi sono solo due: o le banche prestano i soldi per l’acquisto della quota (quindi sarebbero finanziatori per un’operazione tutta a debito ma non si capisce con quali garanzie) oppure dietro le due banche si nascondono misteriosi investitori facoltosi che al momento non vogliono essere pubblicizzati. Quindi sarebbero investitori schermati. Ma perché nascondersi ora che tutto è divenuto pubblico? I tifosi hanno il sacrosanto diritto di sapere da dove vengono fuori i soldi. Si saprà in futuro? Si spera. Poi diciamola tutta: non sapere da dove provengono 480M non è un buon inizio per chi vuole quotarsi in borsa.

    Infine, una semplice osservazione: si è letto che la mediatrice tra Bee e Berlusconi sia stata Licia Ronzulli, europarlamentare di Forza Italia. Che era una infermiera. E trovo strano che per una simile operazione non siano entrati in gioco i grandi banker o nomi noti nel ghota degli advisor finanziari.
    Ultima modifica di Il Re dell'Est; 08-06-2015 alle 08:43
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    Bannato
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    1,875
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Il giornalista Carlo Festa, firma del Sole24Ore, solleva una molteplicità di dubbi sull'affare che pochi giorni fa ha scombussolato il calcio italiano e internazionale: l'acquisto del 48% del Milan da parte di Bee. Il giornalista ammette di avere molti dubbi, anche di natura finanziaria, dubbi al momento ancora rimasti insoddisfatti ma se verranno chiariti anche lui si dichiarerà pronto ad applaudire l'operazione. Ma nel frattempo preferisce andarci con i piedi di piombo.
    Ecco le sue domande:

    1) Perché Fininvest ha concesso altre 8 settimane? Per una due diligence supplementare? Oppure per scrivere gli accordi parasociali con Silvio Berlusconi? Al momento non e’ dato saperlo e nel comunicato non ne se ne parla chiaramente.

    2) Spendere 480M per una minoranza senza poter comandare è una follia finanziaria che non ha precedenti nel mondo del calcio. Vorrebbe dire che la Juventus vale soltanto 1/3 del Milan (297M). E chi non vorrebbe mai trovare un simile benefattore? Battute a parte, l'unica giustificazione che ho trovato è che negli accordi venga inserita una opzione di put and call grazie alla quale Bee passi in maggioranza.

    3) Inoltre ha poco senso giustificare il prezzo con la quotazione in borsa. Questo è solo un progetto e non vi è ancora chiarezza a tal proposito. Ricordo a tutti, infatti, che il Manchester United, che in Asia ha molti più tifosi del Milan, ha dovuto abbandonare l'idea di quotarsi in Asia ed ha scelto Wall Street. E gli inglesi hanno i conti in ordine, uno stadio di proprietà e partecipano alla CL. Le squadre di calcio non sono come la Ferrari (ad esempio), sono società in costante perdita. Dunque perché gli asiatici dovrebbero comprare azioni del Milan?

    4) Che fine faranno i 480M di Bee? Entreranno nelle casse di Fininvest? Oppure saranno usati dal Milan per risanare il debito o per la campagna acquisti?

    5) Infine la nota più dolente: dove ha preso i soldi Mr Bee? Di certo non dal suo patrimonio personale, alcuni scrivono che abbia un patrimonio personale di un miliardo ma francamente dubito. Si dice che rappresenti due banche come ADS Securities, societa’ di brokeraggio di Abu Dhabi, e Citic, un colosso bancario cinese. Qui le ipotesi sono solo due: o le banche prestano i soldi per l’acquisto della quota (quindi sarebbero finanziatori per un’operazione tutta a debito ma non si capisce con quali garanzie) oppure dietro le due banche si nascondono misteriosi investitori facoltosi che al momento non vogliono essere pubblicizzati. Quindi sarebbero investitori schermati. Ma perché nascondersi ora che tutto è divenuto pubblico? I tifosi hanno il sacrosanto diritto di sapere da dove vengono fuori i soldi. Si saprà in futuro? Si spera. Poi diciamola tutta: non sapere da dove provengono 480M non è un buon inizio per chi vuole quotarsi in borsa.

    Infine, una semplice osservazione: si è letto che la mediatrice tra Bee e Berlusconi sia stata Licia Ronzulli, europarlamentare di Forza Italia. Che era una infermiera. E trovo strano che per una simile operazione non siano entrati in gioco i grandi banker o nomi noti nel ghota degli advisor finanziari.
    Perchè il sole24 ore fa la guerra a Bee? Mi sembra che stiano tutti un po a rosicare per questa grande operazione targata Bee-rlusconi

  4. #3
    Member L'avatar di malos
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Messaggi
    2,904
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Il giornalista Carlo Festa, firma del Sole24Ore, solleva una molteplicità di dubbi sull'affare che pochi giorni fa ha scombussolato il calcio italiano e internazionale: l'acquisto del 48% del Milan da parte di Bee. Il giornalista ammette di avere molti dubbi, anche di natura finanziaria, dubbi al momento ancora rimasti insoddisfatti ma se verranno chiariti anche lui si dichiarerà pronto ad applaudire l'operazione. Ma nel frattempo preferisce andarci con i piedi di piombo.
    Ecco le sue domande:

    1) Perché Fininvest ha concesso altre 8 settimane? Per una due diligence supplementare? Oppure per scrivere gli accordi parasociali con Silvio Berlusconi? Al momento non e’ dato saperlo e nel comunicato non ne se ne parla chiaramente.

    2) Spendere 480M per una minoranza senza poter comandare è una follia finanziaria che non ha precedenti nel mondo del calcio. Vorrebbe dire che la Juventus vale soltanto 1/3 del Milan (297M). E chi non vorrebbe mai trovare un simile benefattore? Battute a parte, l'unica giustificazione che ho trovato è che negli accordi venga inserita una opzione di put and call grazie alla quale Bee passi in maggioranza.

    3) Inoltre ha poco senso giustificare il prezzo con la quotazione in borsa. Questo è solo un progetto e non vi è ancora chiarezza a tal proposito. Ricordo a tutti, infatti, che il Manchester United, che in Asia ha molti più tifosi del Milan, ha dovuto abbandonare l'idea di quotarsi in Asia ed ha scelto Wall Street. E gli inglesi hanno i conti in ordine, uno stadio di proprietà e partecipano alla CL. Le squadre di calcio non sono come la Ferrari (ad esempio), sono società in costante perdita. Dunque perché gli asiatici dovrebbero comprare azioni del Milan?

    4) Che fine faranno i 480M di Bee? Entreranno nelle casse di Fininvest? Oppure saranno usati dal Milan per risanare il debito o per la campagna acquisti?

    5) Infine la nota più dolente: dove ha preso i soldi Mr Bee? Di certo non dal suo patrimonio personale, alcuni scrivono che abbia un patrimonio personale di un miliardo ma francamente dubito. Si dice che rappresenti due banche come ADS Securities, societa’ di brokeraggio di Abu Dhabi, e Citic, un colosso bancario cinese. Qui le ipotesi sono solo due: o le banche prestano i soldi per l’acquisto della quota (quindi sarebbero finanziatori per un’operazione tutta a debito ma non si capisce con quali garanzie) oppure dietro le due banche si nascondono misteriosi investitori facoltosi che al momento non vogliono essere pubblicizzati. Quindi sarebbero investitori schermati. Ma perché nascondersi ora che tutto è divenuto pubblico? I tifosi hanno il sacrosanto diritto di sapere da dove vengono fuori i soldi. Si saprà in futuro? Si spera. Poi diciamola tutta: non sapere da dove provengono 480M non è un buon inizio per chi vuole quotarsi in borsa.

    Infine, una semplice osservazione: si è letto che la mediatrice tra Bee e Berlusconi sia stata Licia Ronzulli, europarlamentare di Forza Italia. Che era una infermiera. E trovo strano che per una simile operazione non siano entrati in gioco i grandi banker o nomi noti nel ghota degli advisor finanziari.
    Intanto complimenti a te per il riassunto, ho letto l'articolo lunghissimo ed hai fatto un ottimo lavoro

    Domande lecite che spero avranno risposte a breve. Soprattutto mi interessa il punto 5.

  5. #4
    Senior Member L'avatar di Butcher
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    5,890
    Domande che ci poniamo e tutti e che speriamo siano risposte.
    La paura che si riveli un flop c'è sempre.

  6. #5
    Member L'avatar di mistergao
    Data Registrazione
    May 2015
    Località
    Rho
    Messaggi
    1,311
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Il giornalista Carlo Festa, firma del Sole24Ore, solleva una molteplicità di dubbi sull'affare che pochi giorni fa ha scombussolato il calcio italiano e internazionale: l'acquisto del 48% del Milan da parte di Bee. Il giornalista ammette di avere molti dubbi, anche di natura finanziaria, dubbi al momento ancora rimasti insoddisfatti ma se verranno chiariti anche lui si dichiarerà pronto ad applaudire l'operazione. Ma nel frattempo preferisce andarci con i piedi di piombo.
    Ecco le sue domande:

    1) Perché Fininvest ha concesso altre 8 settimane? Per una due diligence supplementare? Oppure per scrivere gli accordi parasociali con Silvio Berlusconi? Al momento non e’ dato saperlo e nel comunicato non ne se ne parla chiaramente.

    2) Spendere 480M per una minoranza senza poter comandare è una follia finanziaria che non ha precedenti nel mondo del calcio. Vorrebbe dire che la Juventus vale soltanto 1/3 del Milan (297M). E chi non vorrebbe mai trovare un simile benefattore? Battute a parte, l'unica giustificazione che ho trovato è che negli accordi venga inserita una opzione di put and call grazie alla quale Bee passi in maggioranza.

    3) Inoltre ha poco senso giustificare il prezzo con la quotazione in borsa. Questo è solo un progetto e non vi è ancora chiarezza a tal proposito. Ricordo a tutti, infatti, che il Manchester United, che in Asia ha molti più tifosi del Milan, ha dovuto abbandonare l'idea di quotarsi in Asia ed ha scelto Wall Street. E gli inglesi hanno i conti in ordine, uno stadio di proprietà e partecipano alla CL. Le squadre di calcio non sono come la Ferrari (ad esempio), sono società in costante perdita. Dunque perché gli asiatici dovrebbero comprare azioni del Milan?

    4) Che fine faranno i 480M di Bee? Entreranno nelle casse di Fininvest? Oppure saranno usati dal Milan per risanare il debito o per la campagna acquisti?

    5) Infine la nota più dolente: dove ha preso i soldi Mr Bee? Di certo non dal suo patrimonio personale, alcuni scrivono che abbia un patrimonio personale di un miliardo ma francamente dubito. Si dice che rappresenti due banche come ADS Securities, societa’ di brokeraggio di Abu Dhabi, e Citic, un colosso bancario cinese. Qui le ipotesi sono solo due: o le banche prestano i soldi per l’acquisto della quota (quindi sarebbero finanziatori per un’operazione tutta a debito ma non si capisce con quali garanzie) oppure dietro le due banche si nascondono misteriosi investitori facoltosi che al momento non vogliono essere pubblicizzati. Quindi sarebbero investitori schermati. Ma perché nascondersi ora che tutto è divenuto pubblico? I tifosi hanno il sacrosanto diritto di sapere da dove vengono fuori i soldi. Si saprà in futuro? Si spera. Poi diciamola tutta: non sapere da dove provengono 480M non è un buon inizio per chi vuole quotarsi in borsa.

    Infine, una semplice osservazione: si è letto che la mediatrice tra Bee e Berlusconi sia stata Licia Ronzulli, europarlamentare di Forza Italia. Che era una infermiera. E trovo strano che per una simile operazione non siano entrati in gioco i grandi banker o nomi noti nel ghota degli advisor finanziari.
    Partiamo da un presupposto: io non sono un esperto di finanza e, anzi, ne capisco proprio poco. Però su alcuni punti sono un po' perplesso anche io, ovvero:
    - a cosa servono queste 8 settimane? Nel comunicato non lo si dice in maniera chiara. E' poi vero che è quasi "giusto" che Bee e Berlusconi non vogliano svelare tutto subito, però un po' più di chiarezza non guasterebbe.
    - Bee dice che vuole pagare 480 milioni, e va bene, ci credo. Ma a chi andranno? A cosa serviranno? A tappare i buchi con le bande? A costruire il nuovo stadio? Al mercato? O magari finiranno nelle casse di Fininvest?
    - sempre sui 480 milioni, io ho un dubbio: Bee dice di voler prendere il 48% del Milan per 480 milioni, ma quanto valuta il resto? Non è che negli accordi c'è la possibilità di mangiarsi il resto per una cifra più bassa?

    Volendo l'acquisto della Roma da parte di Pallotta era stato molto più lineare, però mi endo conto che, date le cifre davvero grosse che girano, non è che si posa andare via lisci e che tutto possa essere lineare.

  7. #6
    Member L'avatar di bmb
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    3,126
    Articolo da rosiconi, più che da esperti di economia e mercati.

  8. #7
    Member L'avatar di Tifoso Di Tastiera
    Data Registrazione
    Jul 2014
    Località
    Germania
    Messaggi
    4,633
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Il giornalista Carlo Festa, firma del Sole24Ore, solleva una molteplicità di dubbi sull'affare che pochi giorni fa ha scombussolato il calcio italiano e internazionale: l'acquisto del 48% del Milan da parte di Bee. Il giornalista ammette di avere molti dubbi, anche di natura finanziaria, dubbi al momento ancora rimasti insoddisfatti ma se verranno chiariti anche lui si dichiarerà pronto ad applaudire l'operazione. Ma nel frattempo preferisce andarci con i piedi di piombo.
    Ecco le sue domande:

    1) Perché Fininvest ha concesso altre 8 settimane? Per una due diligence supplementare? Oppure per scrivere gli accordi parasociali con Silvio Berlusconi? Al momento non e’ dato saperlo e nel comunicato non ne se ne parla chiaramente.

    2) Spendere 480M per una minoranza senza poter comandare è una follia finanziaria che non ha precedenti nel mondo del calcio. Vorrebbe dire che la Juventus vale soltanto 1/3 del Milan (297M). E chi non vorrebbe mai trovare un simile benefattore? Battute a parte, l'unica giustificazione che ho trovato è che negli accordi venga inserita una opzione di put and call grazie alla quale Bee passi in maggioranza.

    3) Inoltre ha poco senso giustificare il prezzo con la quotazione in borsa. Questo è solo un progetto e non vi è ancora chiarezza a tal proposito. Ricordo a tutti, infatti, che il Manchester United, che in Asia ha molti più tifosi del Milan, ha dovuto abbandonare l'idea di quotarsi in Asia ed ha scelto Wall Street. E gli inglesi hanno i conti in ordine, uno stadio di proprietà e partecipano alla CL. Le squadre di calcio non sono come la Ferrari (ad esempio), sono società in costante perdita. Dunque perché gli asiatici dovrebbero comprare azioni del Milan?

    4) Che fine faranno i 480M di Bee? Entreranno nelle casse di Fininvest? Oppure saranno usati dal Milan per risanare il debito o per la campagna acquisti?

    5) Infine la nota più dolente: dove ha preso i soldi Mr Bee? Di certo non dal suo patrimonio personale, alcuni scrivono che abbia un patrimonio personale di un miliardo ma francamente dubito. Si dice che rappresenti due banche come ADS Securities, societa’ di brokeraggio di Abu Dhabi, e Citic, un colosso bancario cinese. Qui le ipotesi sono solo due: o le banche prestano i soldi per l’acquisto della quota (quindi sarebbero finanziatori per un’operazione tutta a debito ma non si capisce con quali garanzie) oppure dietro le due banche si nascondono misteriosi investitori facoltosi che al momento non vogliono essere pubblicizzati. Quindi sarebbero investitori schermati. Ma perché nascondersi ora che tutto è divenuto pubblico? I tifosi hanno il sacrosanto diritto di sapere da dove vengono fuori i soldi. Si saprà in futuro? Si spera. Poi diciamola tutta: non sapere da dove provengono 480M non è un buon inizio per chi vuole quotarsi in borsa.

    Infine, una semplice osservazione: si è letto che la mediatrice tra Bee e Berlusconi sia stata Licia Ronzulli, europarlamentare di Forza Italia. Che era una infermiera. E trovo strano che per una simile operazione non siano entrati in gioco i grandi banker o nomi noti nel ghota degli advisor finanziari.
    Domande legittime. Specialmente la quinta, il servizio di Alciato su Bee puzzava parecchio, tanto per l'occhio ma pocchissima sostanza a livello economico.


    Comunque la valutazione della Juve e vecchia e non sta piu in piedi, percio quel punto per me non e valido.
    Ser Gregor. Dunsen. Raff the Sweetling. Ser Ilyn. Ser Meryn. Queen Cersei. Adriano Galliani. Filippo Inzaghi. Valar Morghulis.

  9. #8
    Member L'avatar di bmb
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    3,126
    Per quanto riguarda la valutazione rispetto alla Juve, si riguardino la partita di 36 ore fa. Noi 7 finali le abbiamo vinte, non perse.

  10. #9
    Member L'avatar di The P
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    4,634
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Il giornalista Carlo Festa, firma del Sole24Ore, solleva una molteplicità di dubbi sull'affare che pochi giorni fa ha scombussolato il calcio italiano e internazionale: l'acquisto del 48% del Milan da parte di Bee. Il giornalista ammette di avere molti dubbi, anche di natura finanziaria, dubbi al momento ancora rimasti insoddisfatti ma se verranno chiariti anche lui si dichiarerà pronto ad applaudire l'operazione. Ma nel frattempo preferisce andarci con i piedi di piombo.
    Ecco le sue domande:

    1) Perché Fininvest ha concesso altre 8 settimane? Per una due diligence supplementare? Oppure per scrivere gli accordi parasociali con Silvio Berlusconi? Al momento non e’ dato saperlo e nel comunicato non ne se ne parla chiaramente.

    2) Spendere 480M per una minoranza senza poter comandare è una follia finanziaria che non ha precedenti nel mondo del calcio. Vorrebbe dire che la Juventus vale soltanto 1/3 del Milan (297M). E chi non vorrebbe mai trovare un simile benefattore? Battute a parte, l'unica giustificazione che ho trovato è che negli accordi venga inserita una opzione di put and call grazie alla quale Bee passi in maggioranza.

    3) Inoltre ha poco senso giustificare il prezzo con la quotazione in borsa. Questo è solo un progetto e non vi è ancora chiarezza a tal proposito. Ricordo a tutti, infatti, che il Manchester United, che in Asia ha molti più tifosi del Milan, ha dovuto abbandonare l'idea di quotarsi in Asia ed ha scelto Wall Street. E gli inglesi hanno i conti in ordine, uno stadio di proprietà e partecipano alla CL. Le squadre di calcio non sono come la Ferrari (ad esempio), sono società in costante perdita. Dunque perché gli asiatici dovrebbero comprare azioni del Milan?

    4) Che fine faranno i 480M di Bee? Entreranno nelle casse di Fininvest? Oppure saranno usati dal Milan per risanare il debito o per la campagna acquisti?

    5) Infine la nota più dolente: dove ha preso i soldi Mr Bee? Di certo non dal suo patrimonio personale, alcuni scrivono che abbia un patrimonio personale di un miliardo ma francamente dubito. Si dice che rappresenti due banche come ADS Securities, societa’ di brokeraggio di Abu Dhabi, e Citic, un colosso bancario cinese. Qui le ipotesi sono solo due: o le banche prestano i soldi per l’acquisto della quota (quindi sarebbero finanziatori per un’operazione tutta a debito ma non si capisce con quali garanzie) oppure dietro le due banche si nascondono misteriosi investitori facoltosi che al momento non vogliono essere pubblicizzati. Quindi sarebbero investitori schermati. Ma perché nascondersi ora che tutto è divenuto pubblico? I tifosi hanno il sacrosanto diritto di sapere da dove vengono fuori i soldi. Si saprà in futuro? Si spera. Poi diciamola tutta: non sapere da dove provengono 480M non è un buon inizio per chi vuole quotarsi in borsa.

    Infine, una semplice osservazione: si è letto che la mediatrice tra Bee e Berlusconi sia stata Licia Ronzulli, europarlamentare di Forza Italia. Che era una infermiera. E trovo strano che per una simile operazione non siano entrati in gioco i grandi banker o nomi noti nel ghota degli advisor finanziari.
    proverei a sintetizzare le risposte così:

    1) come abbiamo potuto vedere si tratta di un'affare enorme, che non si ferma alla cessione del 48%, ma che porta degli sviluppi futuri che prevedono sicuramente una riorganizzazione del management e che coinvolgerà altri asset come stadio, merchandising, casa Milan. Non sappiamo cosa faranno in queste 8 settimane, ma non vedo dove sia il problema

    2) Il megalomane Berlusconi vuole tenerlo segreto, ma è il segreto di Pulcinella! Bee acquisirà una maggioranza graduale, lo ha detto ieri anche Dana scatenando il finimondo.

    3) Mr Bee è un broker e un broker vincente. Se ha senso o meno lo saprà meglio di Carlo Festa. Inoltre, vorrei ricordare che il Manchester United era tutt'altro che con i conti a posto! Anzi, stava per fallire e in Champions non c'era nell'anno della cessione, così come non c'è stata quest'anno. La cosa non ha però impedito di chiudere il bilancio con 64mln di attivo nonostante una campagna acquisti faraonica. Non penso che la maggior parte dei ricavi sia dovuta allo stadio eh... con lo stadio non si guadagnano certe cifre.

    4) Questo lo ha detto Bee stesso o Dana, ho letto ieri una serie di interviste e ora non ricordo. C'è un accordo che prevede il reinvestimento immediato del 50% della cifra investita da Bee che servirà a ripianare i debiti, fare mercato e fare la ricapitalizzazione del club, che è anche prevista dal FPP.

    5) Dove ha preso i soldi lo ha detto lui stesso: il 50% li mette lui, il 50% ADS e Chitic, lo ha detto lui stesso. Insieme a lui per la valorizzazione ed espansione del brand Milan in Asia sono coinvolti anche molti altri soggetti tra cui il governo cinese e altri imprenditori cinesi. Occhio che non sarebbe tanto strano vedere anche il coinvolgimento di Mr Pink, visto che Bee stesso ha citato tra le possibili partnership del marchio-Milan anche le "bevande".

  11. #10
    Bannato
    Data Registrazione
    Dec 2014
    Messaggi
    1,197
    Caro Festa, se vuoi le risposte a queste domande chiedi ad Alessandro Magno Alciato, e dato che ci sei chiedigli anche come ha fatto a rubarti lo scoop

Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.