Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 4567 UltimaUltima
Risultati da 51 a 60 di 69

  1. #51
    Citazione Originariamente Scritto da Milanforever26 Visualizza Messaggio
    Primi punti critici che mi vengono in mente in 35 secondi guardando la tua soluzione:
    - A che titolo l'Onu o l'Europa crea un campo profughi in territorio libico? si fa una guerra?
    - Chi paga le spese di questa missione?
    - Quante persone si possono ospitare? E gli ulteriori altri?
    - Chi coordina tutto?
    - La gente ospitata rimarrà lì in eterno? E sennò dopo dove li mandiamo?

    - Quando si vuole non ci fa problemi ad entrare nei paesi altrui. A che titolo si è bombardati la Libia? A che titolo si sono andati a bombardare altri "millemila" posti? Con che diritto? Possibile che il " a che titolo" valga solo per le missioni di questo tipo e non per le altre? E' veramente questo il problema? Quando si vuole si va si invade chi cavolo ci pare, non c'è trattato che tenga. Quando si tratta di risolvere seriamente le cose improvvisamente sovviene la sovranità nazionale...

    - Le spese di questa missione le pagano tutti. Come già sta pagando l'Europa per l'accoglienza, invece di destinare li i soldi li investi in questa operazione. La germania ha detto che stanzierà 6 miliardi per l'accoglienza? Li butti in questa operazione. L'italia ha speso 1 miliardo l'anno scorso per l'accoglienza? Lo usi per questa operazione. Parliamo di miliardi di euro, non qualche spicciolo.


    - Gente ce ne fai stare quanta ne vuoi, gli ulteriori altri non arriveranno se sanno che non possono entrare in Europa, come già scritto prima, già ora la metà di chi arriva non ha i diritti per richiedere asilo, e questi sono dati ufficiali e sicuro saranno taroccati al ribasso. Questa gente quindi è scoraggiata e non arriverà mai al campo profughi una volta sparsa la voce.

    - Chi cordina tutto? Può farlo l'onu come elemento esterno imparaziale, oppure il presidente di turno dell'unione europea. C'è un cavolo di presidente della commissione europea? Che faccia qualcosa lui allora! Ci sarà un generale dell'esercito europeo? Che dia i poteri di ingaggio a lui.

    - Rimarrà li finché la situazione non sarà migliorata. Deve rimenere in eterno da noi allora?

    I tuoi mi paiono solo pretesti "burocratici" e non reali. Se si vuole si risolve.

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #52
    Citazione Originariamente Scritto da tifoso evorutto Visualizza Messaggio
    Il problema dei musulmani è il più visibili per le tragiche condizioni in cui arrivano, ma la realtà è che i rubinetti sono ben aperti,
    in Italia entrano indisturbati immigrati clandestini di tutte le etnie, soprattutto sudamericani e cinesi,
    la realtà è che i nostri politici non faranno mai niente (soprattutto Salvini) perchè certi "poteri forti" son ben lieti di aver tutti quegli schiavi a disposizione e mediante essi schiavizzare anche gli italiani.
    Anche se bisogna ammettere che è un problema globale figlio nel neoliberismo imperante.
    Hai ragione. Solo che ora il fenomeno sta assumendo proporzioni incredibili. La cosa che mi lascia perplesso è che se il movente fosse davvero quello di abbassare i salari degli "autoctoni" e levargli i diritti, allora la cosa è veramente fuori di testa. E' uno scenario che sul medio lungo periodo è destinato a fallire. All'inizio magari la cosa potrebbe funzionare anche, ma questi mica sono scemi che si lasciano schiavizzare, soprattutto nella nostra società consumista all'eccesso. Vengono qua proprio per fare un altro tipo di vita, mica gli schiavi. Sti qua si incazzerebbero a bestia, con tanto di proteste esagerate, molto più degli italiani, ma non perché schiavizzati, ma perché non in grado di poter comprare l' idiozia inutile del momento... E' per questo che ancora non ci sono vere proteste in Italia, grazie anche al credito al consumo, anche chi non potrebbe più si mette a sperperare denaro in inutilità. La gente inizierà a protestare sul serio quando non potrà realmente comprarsi il telefonino di turno, farsi le vacanze ogni tot ecc... La maggioranza queste cose può ancora permettersele, chi con facilità, chi con qualche sacrificio, chi indebitandosi. Ma così non potrà andare in eterno, quando sarà la maggioranza a non poter più fare niente vediamo che succede. Non siamo più una società che si basa su bisogni primari, la gente inizierà a perdere la testa non perché gli mancherà il pane, ma perché non potrà più permettersi neanche un minimo di futilità.

  4. #53
    Senior Member L'avatar di Milanforever26
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    15,142
    Citazione Originariamente Scritto da Stanis La Rochelle Visualizza Messaggio
    - Quando si vuole non ci fa problemi ad entrare nei paesi altrui. A che titolo si è bombardati la Libia? A che titolo si sono andati a bombardare altri "millemila" posti? Con che diritto? Possibile che il " a che titolo" valga solo per le missioni di questo tipo e non per le altre? E' veramente questo il problema? Quando si vuole si va si invade chi cavolo ci pare, non c'è trattato che tenga. Quando si tratta di risolvere seriamente le cose iprovvisamente sovviene la sovranità nazionale...

    - Le spese di questa missione le pagano tutti. Come già sta pagando l'Europa per l'accoglienza, invece di destinare li i soldi li investi in questa operazione. La germania ha detto che stanzierà 6 miliardi per l'accoglienza? Li butti in questa operazione. L'italia ha speso 1 miliardo l'anno scorso per l'accoglienza? Lo usi per questa operazione. Parliamo di miliardi di euro, non qualche spicciolo.


    - Gente ce ne fai stare quanta ne vuoi, gli ulteriori altri non arriveranno se sanno che non possono entrare in Europa, come già scritto prima, già ora la metà di chi arriva non ha i diritti per richiedere asilo, e questi sono dati ufficiali e sicuro saranno taroccati al ribasso. Questa gente quindi è scoraggiata e non arriverà mai al campo profughi una volta sparsa la voce.

    - Chi cordina tutto? Può farlo l'onu come elemento esterno imparaziale, oppure il presidente di turno dell'unione europea. C'è un cavolo di presidente della commissione europea? Che faccia qualcosa lui allora! Ci sarà un generale dell'esercito europeo? Che dia i poteri di ingaggio a lui.

    - Rimarrà li finché la situazione non sarà migliorata. Deve rimenere in eterno da noi allora?

    Le tue mi paiono solo prestesti "burocratici" e non reali. Se si vuole si risolve.
    - Un conto è entrare per deporre un tiranno col pretesto di aiutare i cittadini un conto è stabilire che la Libia deve diventare un campo profughi, e allora perché non farlo in Tunisia?o in Egitto? o in sicilia?

    - tutti obbligati? tipo magari alla polonia e all'olanda non frega nulla di pagare per queste cose..

    - Quanta vuoi, bè i limiti di spazio di solito sono reali, gestire un campo profughi di 100mila persone o di 4 milioni è molto diverso credo

    - L'onu è un elemento esterno dove hanno poteri e diritti di veto paesi che in questa emergenza non c'entrano nulla, non mi sembra saggio lasciar decidere a loro. Inoltre non esiste nessun esercito europeo.

    - sarà migliorata dove? nei paesi da cui fuggono? temo rimarranno lì in eterno allora..

    Voglio solo far notare che non sono problemi così scontati..a volte sembra che si risolva tutto con un click..magari fosse così..

  5. #54
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,887
    Citazione Originariamente Scritto da Stanis La Rochelle Visualizza Messaggio
    Hai ragione. Solo che ora il fenomeno sta assumendo proporzioni incredibili. La cosa che mi lascia perplesso è che se il movente fosse davvero quello di abbassare i salari degli "autoctoni" e levargli i diritti, allora la cosa è veramente fuori di testa. E' uno scenario che sul medio lungo periodo è destinato a fallire. All'inizio magari la cosa potrebbe funzionare anche, ma questi mica sono scemi che si lasciano schiavizzare, soprattutto nella nostra società consumista all'eccesso. Vengono qua proprio per fare un altro tipo di vita, mica gli schiavi. Sti qua si incazzerebbero a bestia, con tanto di proteste esagerate, molto più degli italiani, ma non perché schiavizzati, ma perché non in grado di poter comprare l' idiozia inutile del momento... E' per questo che ancora non ci sono vere proteste in Italia, grazie anche al credito al consumo, anche chi non potrebbe più si mette a sperperare denaro in inutilità. La gente inizierà a protestare sul serio quando non potrà realmente comprarsi il telefonino di turno, farsi le vacanze ogni tot ecc... La maggioranza queste cose può ancora permettersele, chi con facilità, chi con qualche sacrificio, chi indebitandosi. Ma così non potrà andare in eterno, quando sarà la maggioranza a non poter più fare niente vediamo che succede. Non siamo più una società che si basa su bisogni primari, la gente inizierà a perdere la testa non perché gli mancherà il pane, ma perché non potrà più permettersi neanche un minimo di futilità.
    Secondo me al livello che indichi tu siamo già arrivati, basta vedere i giorni medi di vacanze che si possono permettere oggi le famiglie rispetto a qualche anno fà,
    la soluzione è però comunque semplice, basta continuare a mantenere ben aperti i rubinetti dell'immigrazione per continuare ad avere la manodopera a bassissimo costo, io lavoro nel campo degli autotrasporti e ti assicuro che nel settore ormai gli autisti non hanno i più minimi diritti ne nei salari ne nelle condizioni di lavoro compresa la sicurezza.

    Paradossalmente quello che alla lunga frenerà il fenomeno (stà già accadendo per i paesi sudamericani) è che presto molti immigrati troveranno in Italia condizioni lavorative peggiori rispetto al paese da cui provengono.

  6. #55
    Citazione Originariamente Scritto da Milanforever26 Visualizza Messaggio
    - Un conto è entrare per deporre un tiranno col pretesto di aiutare i cittadini un conto è stabilire che la Libia deve diventare un campo profughi, e allora perché non farlo in Tunisia?o in Egitto? o in sicilia?

    - tutti obbligati? tipo magari alla polonia e all'olanda non frega nulla di pagare per queste cose..

    - Quanta vuoi, bè i limiti di spazio di solito sono reali, gestire un campo profughi di 100mila persone o di 4 milioni è molto diverso credo

    - L'onu è un elemento esterno dove hanno poteri e diritti di veto paesi che in questa emergenza non c'entrano nulla, non mi sembra saggio lasciar decidere a loro. Inoltre non esiste nessun esercito europeo.

    - sarà migliorata dove? nei paesi da cui fuggono? temo rimarranno lì in eterno allora..

    Voglio solo far notare che non sono problemi così scontati..a volte sembra che si risolva tutto con un click..magari fosse così..
    - Fai il campo profughi col pretesto del terrorismo e per fermare lo sfruttamento degli scafisti e aiutare la gente. No, non va bene. Bombardiamo e ammazziamo gente innocente, perché c'è il tiranno cattivo e li aiutiamo, si va bene. Abbiamo visto i risultati in Iraq, afhanistan ecc... Poco importa poi che fino all'altro giorno chi si bombarda era l'amicone del paese di turno. C'è una contraddizione e un ipocrisia profonda in questi ragionamenti. Stai solo cercando dei pretesti come ti ho detto già prima. Come fanno i politici di turno, quando non si vuole fare una cosa si trovano mille cavilli e si dice che non si può. Se si vuole veramente fare qualcosa, la soluzione si trova. Sempre. Non sarà mai la migliore possibile, ma si trova. Secondo te poi, le autorità libiche ti direbbero di no? Ma c'è poi un vero stato in Libia? Se vogliono trovano un accordo, non lo trovi sganci dei soldi a chi di dovere e assolvi anche le apparenze burocratiche.

    - Già adesso non siamo obbligati a rispettare norme e trattati dell'UE? Un modo per far contribuire si trova. Se si vuole. In base alle risorse di ogni paese si contribuisce. Si è già fatto in passato, vedi fondo salva stati.

    - Se qualcuno mette il veto pazienza, ci va l'UE, quando gli Usa vanno a bombardare chi gli pare, certo non li ferma un veto Onu. Formalmente non esiste un esercito, ma ci sono mezzi e risorse militari di ogni ogni paese da usare. Se c'è un obiettivo comune si muoveranno in sintonia gli eserciti dei vari stati membri UE? Tra l'altro credo ci siano dei mezzi progettati proprio in ambito di esercito ue. Ma nello specifico non saprei.


    - Ci sarà gente adeguata a capire quanto sarà grande il campo profughi? Devo essere io stabilirlo ora? Chi ha i numeri ufficiali delle persone saprà stabilire come organizzare tutto. Ma veramente secondo te è per questo che non si farebbe un eventuale campo?


    - Se pensi che in quei paesi non si migliorerà mai che senso ha allora parlare di sovranità nazionale di quei posti? Allora con la scusa di aiutare le persone andiamo, li invadiamo e li facciamo diventare provincia europea con la scusa di alzare il loro tenore di vita

    Tu già pensi che la situazione in quei paesi non migliorerà mai, però prentendi una soluzione perfetta e totale al problema immigrazione clandestina. Non esiste e non esisterà mai. Ma una soluzione normale invece esiste se si vuole trovarla.

  7. #56
    Citazione Originariamente Scritto da tifoso evorutto Visualizza Messaggio
    Secondo me al livello che indichi tu siamo già arrivati, basta vedere i giorni medi di vacanze che si possono permettere oggi le famiglie rispetto a qualche anno fà,
    la soluzione è però comunque semplice, basta continuare a mantenere ben aperti i rubinetti dell'immigrazione per continuare ad avere la manodopera a bassissimo costo, io lavoro nel campo degli autotrasporti e ti assicuro che nel settore ormai gli autisti non hanno i più minimi diritti ne nei salari ne nelle condizioni di lavoro compresa la sicurezza.

    Paradossalmente quello che alla lunga frenerà il fenomeno (stà già accadendo per i paesi sudamericani) è che presto molti immigrati troveranno in Italia condizioni lavorative peggiori rispetto al paese da cui provengono.

    E' vero, però riguarda ancora una minoranza del paese. Già solo tra pensionati e dipedenti pubblici abbiamo circa 1/3 della popolazione italiana. E questi con le loro famiglie arriveranno a una percentuale più alta di persone. Gente che sta comunque abbastanza bene, anche se crede il contrario. I pensionati che fanno veramente fatica a campare (per come lo intendo io) sono una percentuale bassa. A questi aggiungici una percentuale di gente fisiologica che sta bene. Chi è nella miseria poi fa ancora una vita decente grazie ai risparmi della generazione precedente, conosco personalmente nonnetti che sganciano fior di migliaia di euro alle famiglie dei loro figli. Parliamo di robe anche di 10 mila euro a botta. E non parlo di gente che ha svolto imprenditoria o altro, ma gente che ha fatto lavoro "banali", andata in pensione a 50 anni, ma tra casa di proprietà, pensione retributiva e risparmi accumulati c'è una ricchezza importante. Il dramma inizierà quando questa generazione sparirà tra 10/15 anni e verranno meno le loro pensioni e chi si aggrappava a quelle, allora ci sarà da ridere. Un buon terzo della popolazione piomberà nella miseria di botto. Ancora non si è capito cosa arriverà tra 15/20 anni se le cose non cambieranno. La gente finché viene sfruttata e può comprarsi idiozie non protesta ancora poi tifoso evorutto, protesterà quando oltre a essere sfruttata non potrà permettersi niente. Purtroppo sarà tardi quando si capiranno certe cose.

  8. #57
    Citazione Originariamente Scritto da Louis Gara Visualizza Messaggio
    Ah, me lo sono immaginato io Salvini che va dal benzinato Stacchio e lo fa quasi diventare mascotte della Lega (e addirittura Stacchio dopo si è dissociato dalle posizioni estremiste del signor Salvini). Ma siamo seri?
    E' ovvio che ognuno riporta i casi che perorano la propria causa, si sta usando il verbo strumentalizzare in modo errato, in realtà significa, dalla Treccani: Servirsi di qualcuno o di qualcosa, o anche di un evento, di un fatto, di una situazione, esclusivamente come mezzo per conseguire un proprio particolare fine, non dichiarato ed estraneo al carattere intrinseco di ciò di cui ci si serve, cioè in realtà nemmeno Renzi sta strumentalizzando, è piuttosto l'immigrazione che è strumentalizzata.
    Similmente l'episodio di Stacchio non è strumentalizzato, perchè c'è un fine dichiarato e inerente alla politica della Lega, se ci fosse un secondo fine oscuro allora sarebbe strumentalizzazione.
    Insomma per me quella di Salvini non è un'uscita felice od opportuna, doveva rimarcare il fatto che la sinistra e i liberal non dovrebbero piangere per i profughi in quanto hanno voluto, provocato e tutt'ora finanziano essi stessi le guerre da dove fuggono e c'è l'embargo contro la Siria.. come dire che è giusto seppellire i morti ammazzati, e chi non li vuole seppellire è una bestia, detto da chi li ha ammazzati.

    Invece Salvini lascia intendere che i profughi scappano da guerre a cui nessuno può farci niente, che son nate da sole, infatti sta deludendo molto sotto questo punto di vista.
    I profughi non andrebbero accolti, perchè non ci dovrebbero essere i profughi. La Libia era un Paese pacifico e il più ricco dell'Africa, la Siria era pacifica e stabile con un governo che garantiva la libertà religiosa e nessuno fuggiva da quei Paesi perchè ci si viveva molto bene.
    "Ma non c'è democrazia!" "Gheddafi è un dittatore!" "Assad è un dittatore!" e altre panzane.



    Ma nemmeno l'Arabia Saudita è una democrazia, nemmeno l'Iran a cui si concede l'atomica... dove c'è democrazia è il Ghana, da cui provengono tanti immigrati clandestini che si spacciano per profughi.

  9. #58
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,887
    Citazione Originariamente Scritto da Stanis La Rochelle Visualizza Messaggio
    E' vero, però riguarda ancora una minoranza del paese. Già solo tra pensionati e dipedenti pubblici abbiamo circa 1/3 della popolazione italiana. E questi con le loro famiglie arriveranno a una percentuale più alta di persone. Gente che sta comunque abbastanza bene, anche se crede il contrario. I pensionati che fanno veramente fatica a campare (per come lo intendo io) sono una percentuale bassa. A questi aggiungici una percentuale di gente fisiologica che sta bene. Chi è nella miseria poi fa ancora una vita decente grazie ai risparmi della generazione precedente, conosco personalmente nonnetti che sganciano fior di migliaia di euro alle famiglie dei loro figli. Parliamo di robe anche di 10 mila euro a botta. E non parlo di gente che ha svolto imprenditoria o altro, ma gente che ha fatto lavoro "banali", andata in pensione a 50 anni, ma tra casa di proprietà, pensione retributiva e risparmi accumulati c'è una ricchezza importante. Il dramma inizierà quando questa generazione sparirà tra 10/15 anni e verranno meno le loro pensioni e chi si aggrappava a quelle, allora ci sarà da ridere. Un buon terzo della popolazione piomberà nella miseria di botto. Ancora non si è capito cosa arriverà tra 15/20 anni se le cose non cambieranno. La gente finché viene sfruttata e può comprarsi idiozie non protesta ancora poi tifoso evorutto, protesterà quando oltre a essere sfruttata non potrà permettersi niente. Purtroppo sarà tardi si capiranno certe cose.
    Concordo con le tue affermazioni, anche se sono ancora convinto che quando accadrà la gente sarà ancora a battibeccare se il salvatore possa essere il Renzi o il salvini di turno (ovviamente rigorosamente rappresentanti o PD o PD, se no gli altri partiti porterebbero l'Italia allo sfascio ).

    Quando leggo di tread di politica in questo forum ne esco spesso molto angosciato, il motivo è che nonostante qualche "vecchietto" come me penso che l'utenza sia mediamente giovane, purtroppo al contrario gli orientamenti politici sono molto ma molto vecchi, degni di quelli della generazione degli attuali nonni.
    La mia generazione era magari ingenua e idealista, ma perlomeno cercava di trovare qualcosa di nuovo (pur non trovandolo), non si adeguava al Salvini riciclato di turno.

  10. #59
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,887
    Citazione Originariamente Scritto da FiglioDelDioOdino Visualizza Messaggio
    E' ovvio che ognuno riporta i casi che perorano la propria causa, si sta usando il verbo strumentalizzare in modo errato, in realtà significa, dalla Treccani: Servirsi di qualcuno o di qualcosa, o anche di un evento, di un fatto, di una situazione, esclusivamente come mezzo per conseguire un proprio particolare fine, non dichiarato ed estraneo al carattere intrinseco di ciò di cui ci si serve, cioè in realtà nemmeno Renzi sta strumentalizzando, è piuttosto l'immigrazione che è strumentalizzata.
    Similmente l'episodio di Stacchio non è strumentalizzato, perchè c'è un fine dichiarato e inerente alla politica della Lega, se ci fosse un secondo fine oscuro allora sarebbe strumentalizzazione.
    Insomma per me quella di Salvini non è un'uscita felice od opportuna, doveva rimarcare il fatto che la sinistra e i liberal non dovrebbero piangere per i profughi in quanto hanno voluto, provocato e tutt'ora finanziano essi stessi le guerre da dove fuggono e c'è l'embargo contro la Siria.. come dire che è giusto seppellire i morti ammazzati, e chi non li vuole seppellire è una bestia, detto da chi li ha ammazzati.

    Invece Salvini lascia intendere che i profughi scappano da guerre a cui nessuno può farci niente, che son nate da sole, infatti sta deludendo molto sotto questo punto di vista.
    I profughi non andrebbero accolti, perchè non ci dovrebbero essere i profughi. La Libia era un Paese pacifico e il più ricco dell'Africa, la Siria era pacifica e stabile con un governo che garantiva la libertà religiosa e nessuno fuggiva da quei Paesi perchè ci si viveva molto bene.
    "Ma non c'è democrazia!" "Gheddafi è un dittatore!" "Assad è un dittatore!" e altre panzane.



    Ma nemmeno l'Arabia Saudita è una democrazia, nemmeno l'Iran a cui si concede l'atomica... dove c'è democrazia è il Ghana, da cui provengono tanti immigrati clandestini che si spacciano per profughi.
    Per farvi capire come vi fate prendere in giro dalla politica e quanto poco spirito critico oltre a memoria storica, ti ricordo che l'intervento in LIbia è stato spinto dalla Francia (per interessi petroliferi) il premier era Sarkozy che ha idee politiche molto vicine a quelle di Salvini.
    Chi è senza peccato scagli la prima pietra

  11. #60
    Citazione Originariamente Scritto da tifoso evorutto Visualizza Messaggio
    Per farvi capire come vi fate prendere in giro dalla politica e quanto poco spirito critico oltre a memoria storica, ti ricordo che l'intervento in LIbia è stato spinto dalla Francia (per interessi petroliferi) il premier era Sarkozy che ha idee politiche molto vicine a quelle di Salvini.
    Chi è senza peccato scagli la prima pietra
    Non hanno affatto idee molto vicine a parte le quastione sull'immigrazione (Sarkozy espelleva pure i Rom) e Salvini sta con M. Le Pen. Poi la guerra alla Libia non è stata certo fatta solo per il petrolio, anzi il primo motivo è stato permettere l'invasione. Qual'è la tua logica, che siccome hanno delle idee in comune allora la Lega ha fatto la guerra alla Libia?

Pagina 6 di 7 PrimaPrima ... 4567 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.