Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 5 di 5 PrimaPrima ... 345
Risultati da 41 a 48 di 48

  1. #41
    Senior Member L'avatar di Milanforever26
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    15,015
    Citazione Originariamente Scritto da tifoso evorutto Visualizza Messaggio
    Non è sostenibile che lavoratori che provengono da paesi in cui per sostenere una famiglia occorrono 400 euro mensili facciano concorrenza a lavoratori radicati in realtà a cui non bastano 1500 euro.
    Il problema più grave di questa cosa in realtà è l'enorme flusso di denaro che in questo modo evapora dall'economia nazionale e impoverisce tutti noi..è un concetto economico che non tutti hanno chiaro ma che impoverisce la collettività molto più dell'evasione (parlo della piccola evasione quotidiana non dei grandi evasori coi capitali nei paradisi fiscali)..purtroppo non tutti hanno chiaro come funziona l'economia..
    I soldi che vengono evasi certo creano un danno all'erario ma non è detto che creino un danno alla collettività perché se con i soldi della fattura evasa il meccanico Gino da lo stipendio al suo apprendista Marco e magari gli avanzano pure i soldi per la vacanza e per andare al ristorante tutti i soldi che non ha "versato" restano comunque nel circuito nazionale e vanno a comporre il reddito di altre persone..certo è deprecabile che lui faccia la bella vita a spese della comunità ma resta il fatto che non impoverisce nessuno..
    Se invece il Signor Dumitru dopo aver lavorato prende il suo stipendio da 1000€ e ne spedisce 500 direttamente in Romania ha di fatto sottratto all'economia italiana 500€ che spariscono di netto impoverendo tutto il tessuto economico che non li potrà più recuperare..
    Lo stesso avviene per quelli che dopo aver lavorato qui avranno una pensione che si faranno recapitare nel loro paese (o i vecchi italiani che vanno a svernare all'estero..)
    Ma naturalmente questo non è mica un problema...

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #42
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,887
    Citazione Originariamente Scritto da Louis Gara Visualizza Messaggio
    Vabbè è palese che esista il problema immigrazione
    Però non sono d'accordo con il resto. Sono convinto che invece è vero che gli immigrati facciano lavori che gli italiani non vogliono fare. Parlo dei giovani. Sono solo immigrati quelli che lavorano nelle terre da coltivare, per dire. I giovani italiani non li vedo di certo andare a raccogliere i pomodori, anche quelli meno abbienti e che avrebbero bisogno di lavoro.


    E come lo risolvi? Mica puoi retribuire un lavoratore in base al paese d'origine o in base a dove poi invia i soldi.
    Inoltre, l'italiano il lavoro poco redditizio non lo accetta (a parte alcuni casi, tipo i call center, i promoter, ecc.), quindi il problema non si pone imho.
    Mi spiace ma non comprendi il problema, sei troppo superficiale,

    Ripeto ormai gli stranieri concorrono direttamente con gli italiani nelle tipologie di lavori
    ecco alcuni esempi certi:
    Paramedici,
    autotrasportatori,
    manovali,
    impieghi statali e parastatali,
    magazzinieri

    Addirittura anche per l'agricoltura bisogna comprendere il problema, probabilmente è vero che gli italiani non vanno a raccogliere pomodori per due soldi, ma la possibilità di trovare agevolmente manodopera straniera a basso costo aiuta i latifondisti a mantenere le proprie posizioni, complicando ai giovani interessati a divenire agricoltori l'acquisizione di terreni e la possibilità di diventare imprenditori (problema di cui sono direttamente informato)

    Per non parlare dei piccoli negozi, ormai per la maggioranza in possesso di stranieri che evidentemente hanno maggiori accessi al finanziamento (soprattutto per i cinesi sarebbe interessante capire)

    In più, come ho già accennato in altri post, tutti sottovalutano che tra 30/40 anni il carico pensionistico dell'inps sara per circa il 30% deviato all'estero, con risultati catastrofici per la nostra economia.

    In realtà il problema maggiore è che il moralmente giusto peso dell'immigrazione dovrebbe essere ripartito su tutti i ceti sociali, mentre in realtà pesa tutto a carico dei più umili, non tocca particolarmente i ceti medi, mentre gli imprenditori addirittura ne ricavano benefici

  4. #43
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,887
    Citazione Originariamente Scritto da Milanforever26 Visualizza Messaggio
    Il problema più grave di questa cosa in realtà è l'enorme flusso di denaro che in questo modo evapora dall'economia nazionale e impoverisce tutti noi..è un concetto economico che non tutti hanno chiaro ma che impoverisce la collettività molto più dell'evasione (parlo della piccola evasione quotidiana non dei grandi evasori coi capitali nei paradisi fiscali)..purtroppo non tutti hanno chiaro come funziona l'economia..
    I soldi che vengono evasi certo creano un danno all'erario ma non è detto che creino un danno alla collettività perché se con i soldi della fattura evasa il meccanico Gino da lo stipendio al suo apprendista Marco e magari gli avanzano pure i soldi per la vacanza e per andare al ristorante tutti i soldi che non ha "versato" restano comunque nel circuito nazionale e vanno a comporre il reddito di altre persone..certo è deprecabile che lui faccia la bella vita a spese della comunità ma resta il fatto che non impoverisce nessuno..
    Se invece il Signor Dumitru dopo aver lavorato prende il suo stipendio da 1000€ e ne spedisce 500 direttamente in Romania ha di fatto sottratto all'economia italiana 500€ che spariscono di netto impoverendo tutto il tessuto economico che non li potrà più recuperare..
    Lo stesso avviene per quelli che dopo aver lavorato qui avranno una pensione che si faranno recapitare nel loro paese (o i vecchi italiani che vanno a svernare all'estero..)
    Ma naturalmente questo non è mica un problema...
    Bravo, analisi molto lucida, non capisco perchè alcuni non ci arrivano,

    Farei notare che la lega si guarda bene dal toccare questi argomenti, riducendo il tutto a un problema razziale o di ordine pubblico, proprio perche cerca solo voti ma in realtà protegge categorie ben contente dell'esistenza del fenomeno immigrazione, meglio se clandestina così è più facile avere schiavetti

  5. #44
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    12,837
    Citazione Originariamente Scritto da tifoso evorutto Visualizza Messaggio
    Mi spiace ma non comprendi il problema, sei troppo superficiale,

    Ripeto ormai gli stranieri concorrono direttamente con gli italiani nelle tipologie di lavori
    ecco alcuni esempi certi:
    Paramedici,
    autotrasportatori,
    manovali,
    impieghi statali e parastatali,
    magazzinieri

    Addirittura anche per l'agricoltura bisogna comprendere il problema, probabilmente è vero che gli italiani non vanno a raccogliere pomodori per due soldi, ma la possibilità di trovare agevolmente manodopera straniera a basso costo aiuta i latifondisti a mantenere le proprie posizioni, complicando ai giovani interessati a divenire agricoltori l'acquisizione di terreni e la possibilità di diventare imprenditori (problema di cui sono direttamente informato)

    Per non parlare dei piccoli negozi, ormai per la maggioranza in possesso di stranieri che evidentemente hanno maggiori accessi al finanziamento (soprattutto per i cinesi sarebbe interessante capire)

    In più, come ho già accennato in altri post, tutti sottovalutano che tra 30/40 anni il carico pensionistico dell'inps sara per circa il 30% deviato all'estero, con risultati catastrofici per la nostra economia.

    In realtà il problema maggiore è che il moralmente giusto peso dell'immigrazione dovrebbe essere ripartito su tutti i ceti sociali, mentre in realtà pesa tutto a carico dei più umili, non tocca particolarmente i ceti medi, mentre gli imprenditori addirittura ne ricavano benefici
    Permettimi, ma a me la tua sembra una affermazione piuttosto superficiale, anzi che non ha riscontro nella realtà.
    30%? Ma che stima è? E' fuori dal mondo. Prima di tutto devono esserci accordi tra lo stato estero e quello italiano, e nel caso ci fossero ci sono comunque diversi problemi a riconoscere i contributi esteri, e questo vale anche per chi lavora all'estero e torna in Italia.

    Ma poi lo sanno anche i muri che gli immigrati versano di più di quello che poi ricevono.

    Ecco, ho trovato anche i dati precisi: lo 0,2% di chi riceve una pensione è extracomunitario, e di questo 0,2% ben il 90% risiede in suolo italiano (dati aggiornati 2014).

    A che cosa dovrei arrivare?

  6. #45
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,887
    Citazione Originariamente Scritto da Louis Gara Visualizza Messaggio
    Permettimi, ma a me la tua sembra una affermazione piuttosto superficiale, anzi che non ha riscontro nella realtà.
    30%? Ma che stima è? E' fuori dal mondo. Prima di tutto devono esserci accordi tra lo stato estero e quello italiano, e nel caso ci fossero ci sono comunque diversi problemi a riconoscere i contributi esteri, e questo vale anche per chi lavora all'estero e torna in Italia.

    Ma poi lo sanno anche i muri che gli immigrati versano di più di quello che poi ricevono.

    Ecco, ho trovato anche i dati precisi: lo 0,2% di chi riceve una pensione è extracomunitario, e di questo 0,2% ben il 90% risiede in suolo italiano (dati aggiornati 2014).

    A che cosa dovrei arrivare?
    Ti rispondi da solo, citi dati del 2014, io ho premesso che il problema esploderà fra 30/40 anni
    non ho i dati certi ma già attualmente la manodopera straniera è intorno al 30%, e di questi moltissimi torneranno al loro paese, credimi lo so direttamente,

    I contributi esteri sono ovviamente tanquillamente riconosciuti, anche questo so per certo, come ha molto ben illustrato @MilanForever non contano solo i soldi che incassa direttamente l'erario ma i soldi che realmente vengono posti in circolo, ripeto non è un problema personale dello straniero, che da parte loro non hanno nessuna colpa, per farti capire nel PIL è stato inserito il prodotto derivato da attività in nero o illegali, proprio perchè seppur sporchi sono soldi immessi nel sistema.
    Ovviamente, per non essere ipocriti, è un problema che creiamo anche noi, quando dislochiamo le produzioni, o acquistiamo prodotti esteri, anche se quest'ultimi portano comunque un indotto interno.

    Ultima analisi, anche qui per essere chiari è colpa nostra, è vero che lo straniero paga i contributi e si guadagna totalmente il diritto di usufruire della nostra pensione (ed è un suo diritto portarla all'estero) ma tu sai come funziona la gestione della previdenza in Italia, il nostro caro stato si brucia tutti i soldi e al momento del pagamento delle future pensioni non avrà risorse accumulate, ma dovrà reperirle.
    Di fatto ll nostro sistema pensionistico è sviluppato a piramide, trovare sempre nuovi lavoratori che finanzino al momento le pensioni, effettivamente il contributo della manodopera estera ha attenuato al momento il problema, ma nessun sistema può crescere in eterno,
    è l'ennesima patata bollente che getteremo sulle spalle delle generazioni future

  7. #46
    Moderatore L'avatar di Tifo'o
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    20,486
    Basta con le discussioni uno ad uno. Continuate per PM se volete, non intasiamo ulteriormente il topic.

    Grazie
    Ultima modifica di Tifo'o; 06-03-2015 alle 21:37
    "Abbiamo la coppia di giovani punte più giovane del mondo"
    "Non arriva nessuno se non parte nessuno"
    "Siamo la squadra che nel 2013 ha fatto più punti di tutti"
    "Negli ultimi 5 anni siamo sempre saliti sul podio"

  8. #47
    Bannato
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Qui
    Messaggi
    9,029
    Citazione Originariamente Scritto da tifoso evorutto Visualizza Messaggio
    Comunque tralasciando i deliri leghisti e neofascisti è chiaro che esiste un grosso problema immigrazione,
    e non solo quella musulmana che apparentemente è la più problematica, parliamo anche di quella cinese, sudamericana e anche di quella comunitaria.

    sfatiamo anche la barzelletta che gli immigrati fanno lavori che gli italiani non fanno, forse era vero 10 anni fà, ora non più.
    Con questo naturalmente non dico di discriminare gli stranieri, io personalmente sono amico di tanti estracomunitari,
    ma sè il mercato è così libero le regole devono essere uniformate in tutto il mondo, contribuzioni, regimi pensionistici, tassazioni ecc,
    attualmente è come far correre delle 500 contro delle ferrari,
    Non è sostenibile che lavoratori che provengono da paesi in cui per sostenere una famiglia occorrono 400 euro mensili facciano concorrenza a lavoratori radicati in realtà a cui non bastano 1500 euro.
    madonna che quotone

  9. #48
    Senior Member L'avatar di Milanforever26
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    15,015
    Citazione Originariamente Scritto da Doctore Visualizza Messaggio
    madonna che quotone
    Altro problema del mettere in concorrenza lavoratori italiani e stranieri sta nelle condizioni di vita/lavoro che si è disposti a sopportare..qui entrano di fatto anche le responsabilità dei datori di lavoro però è chiaro che molti stranieri provenienti da realtà meno sviluppate sono disposti a lavorare in condizioni, anche di sicurezza, che un lavoratore italiano non sarebbe disposto ad accettare mai..e inoltre spesso a loro basta una retribuzione inferiore proprio perché vivono qui in condizioni inaccettabili, magari in 6-7 in una casa o addirittura subaffittando l'appartamento in cui vivono per ridurre, dividendole,le spese (in italia il sub-affitto è vietato ma figuriamoci se qualcuno va a controllarli)..
    Ecco allora non si può chiedere agli italiani di accettare di vivere come nel terzo mondo, è logico che si deve imporre in qualche maniera uno standard minimo di vita in un paese..

Pagina 5 di 5 PrimaPrima ... 345

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.