Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla pi¨ grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)
Pagina 7 di 7 PrimaPrima ... 567
Risultati da 61 a 61 di 61

  1. #61
    Milano vende moda L'avatar di Marilson
    Data Registrazione
    Aug 2012
    LocalitÓ
    UK
    Messaggi
    3,756
    Citazione Originariamente Scritto da Van The Man Visualizza Messaggio
    Complimenti @Marilson per le sue competentissime analisi, davvero degne di Limes. Diciamo che sono situazioni che, in parte, dipendono ancora dalle scorie lasciate dalla dissoluzione dell'Impero Sovietico. Moltissime parti di quella che era l'Unione Sovietica sono attraversate da tensioni di questo genere (inevitabilmente), con la differenza che qua le proporzioni sono molto pi¨ grandi, per dimensioni, storia, ed importanza strategica del Paese. L'Ucraina, storicamente, Ŕ un territorio che Ŕ sempre stato tirato come un elastico, un colpo a destra, uno a sinistra, un pezzo di territorio acquisito di lÓ, uno perso di lÓ, e quindi si sono create commistioni etniche, risentimenti e rancori di ogni genere. La Crimea finý sotto l'ombrello ucraino per via di un regalo di Kruscev, un atto all'epoca insignificante, ma che con il crollo dell'Urss Ŕ via via diventato sempre pi¨ serio, fino all'esplosione odierna.
    Come detto ci sono decine di Crimee: i russi sono giÓ intervenuti nel 2008 in Abkhazia ed Ossezia del Sud, stati che, de facto, sono indipendenti, anche se non riconosciuti praticamente da nessuno. Un'altra situazione molto simile Ŕ quella della Transdnestria, regione russofona della Moldova, ma anche essa indipendente de facto, tanto da battere moneta propria. Insomma, sono situazioni complicate, che prima di essere pacificate necessiteranno di anni ed anni.
    La mia opinione Ŕ la stessa del suddetto Marilson: penso che l'Ucraina, nel medio-lungo periodo, sia destinata ad essere smembrata
    ti ringrazio dei complimenti Van! In realtÓ io cerco solo di informarmi e capire, possibilmente da varie fonti e cercando di non fermarmi davanti alle apparenze. La situazione Ŕ particolarmente complicata. Attualmente siamo in una fase di stallo perchŔ Putin ha ritirato le truppe dal confine est (o perlomeno ha stoppato il sopraggiungerne di altre) in attesa sul da farsi. Credo che il rublo in perdita sia stato un primo campanello di allarme per lui, di certo non pu˛ permettersi una svalutazione ora. Se si andrÓ verso lo scontro totale, come Ŕ giÓ stato detto, la Russia sostituirÓ il dollaro con l'euro per le contrattazioni e gli scambi e dovrÓ rivedere le sue politiche commerciali nel breve periodo. L'Italia, come ampiamente previsto, sta giocando in rimessa: Renzi non Ŕ andato oltre le dichiarazioni di circostanza e ribadisco, io credo che se davvero cercheranno di boicottare il G8 a Sochi l'Italia forse arriverÓ addirittura clamorosamente a dissociarsi da prese di posizione particolarmente dure. Dietro a Renzi c'Ŕ ENI che non pu˛ permettersi di perdere il gas russo. Senza il gas russo non possiamo scaldarci e produrre energia in modo sufficiente per mandarci avanti un paese.

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    LocalitÓ
    Advertising world
    Messaggi
    Many
     

Pagina 7 di 7 PrimaPrima ... 567

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum ę 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin« Ľ Copyright ę 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilitÓ riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.



P. Iva 03003620600