Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 24

  1. #1
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,887

    Robotica e disoccupazione.

    Fra trent'anni i robot ci avranno trasformato in un esercito di disoccupati?
    i progressi nella robotica ci obbligherà e reinventare il concetto di lavoro, pena una soglia di disoccupazione superiore al 50%.

    A parlarne è Moshe Vardi, della Rice University di Houston, che al convegno della Società americana per l'avanzamento delle scienze svolto a Washington, ha tracciato uno scenario apocalittico: entro il 2045 i robot potranno sostituire l'uomo nella maggior parte delle attività lavorative.

    Come reagirà l'economia globale, considerando l'imperare mondiale del neoliberismo? la questione è di scottante attualità, tanto da essere anche menzionata dal World Economic Forum di Davos, che nel suo ultimo rapporto ha affrontato il tema della 'Quarta rivoluzione industriale' preventivando la perdita di 5 milioni di posti di lavoro nei prossimi 4 anni a causa dell'automazione.

    Una prima anticipazione se è avuta a Singapore, dove il robot "Nadine" ha preso servizio come receptionist alla Nanyang Technological University.

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Località
    Advertising world
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    Member L'avatar di pazzomania
    Data Registrazione
    Jan 2014
    Località
    Lago d' iseo ( BG)
    Messaggi
    4,620
    Citazione Originariamente Scritto da tifoso evorutto Visualizza Messaggio
    Fra trent'anni i robot ci avranno trasformato in un esercito di disoccupati?
    i progressi nella robotica ci obbligherà e reinventare il concetto di lavoro, pena una soglia di disoccupazione superiore al 50%.

    A parlarne è Moshe Vardi, della Rice University di Houston, che al convegno della Società americana per l'avanzamento delle scienze svolto a Washington, ha tracciato uno scenario apocalittico: entro il 2045 i robot potranno sostituire l'uomo nella maggior parte delle attività lavorative.

    Come reagirà l'economia globale, considerando l'imperare mondiale del neoliberismo? la questione è di scottante attualità, tanto da essere anche menzionata dal World Economic Forum di Davos, che nel suo ultimo rapporto ha affrontato il tema della 'Quarta rivoluzione industriale' preventivando la perdita di 5 milioni di posti di lavoro nei prossimi 4 anni a causa dell'automazione.

    Una prima anticipazione se è avuta a Singapore, dove il robot "Nadine" ha preso servizio come receptionist alla Nanyang Technological University.
    Non credo rimarremo tutti disoccupati, ma sarà sempre più difficile trovare lavori "popolari" in quanto sempre più mestieri necessiteranno di una precisa preparazione e esperienza.
    pazzomania non è assolutamente un omaggio a quel paracarro Pazzini :)

  4. #3
    Senior Member L'avatar di Milanforever26
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    15,142
    Citazione Originariamente Scritto da tifoso evorutto Visualizza Messaggio
    Come reagirà l'economia globale, considerando l'imperare mondiale del neoliberismo?
    Reagirà nel medesimo modo avvenuto con i computer..forse i più giovani non lo sanno ma quando si parlava dell'avvento dell'informatizzazione si vendeva la favola del "I tempi di lavoro saranno drasticamente ridotti e per fare lo stesso lavoro si impiegherà meno tempo", la favola era che ciò si sarebbe tradotto in un minor tempo dedicato al lavoro e in più tempo libero per la gente..decenni dopo si vede che è avvenuto il contrario, ovvero si lavora più di prima nonostante la produttività sia enormemente maggiore e questo perché come sempre si vuole produrre sempre di più..
    La robotizzazione seguirà lo stesso scenario: si pretenderà un maggior aumento della produttività dei lavoratori per poter star dietro non più solo ai PC ma anche ai Robot..

    Pensare che invece una società intelligente delegherebbe quasi tutto ai robot e ai PC e impiegherebbe la gente al lavoro 4 ore al giorno (il problema è che la gente non deve avere mai troppo tempo libero)
    Si torna a giocare e a tifare davvero

  5. #4
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,887
    Citazione Originariamente Scritto da Milanforever26 Visualizza Messaggio
    Reagirà nel medesimo modo avvenuto con i computer..forse i più giovani non lo sanno ma quando si parlava dell'avvento dell'informatizzazione si vendeva la favola del "I tempi di lavoro saranno drasticamente ridotti e per fare lo stesso lavoro si impiegherà meno tempo", la favola era che ciò si sarebbe tradotto in un minor tempo dedicato al lavoro e in più tempo libero per la gente..decenni dopo si vede che è avvenuto il contrario, ovvero si lavora più di prima nonostante la produttività sia enormemente maggiore e questo perché come sempre si vuole produrre sempre di più..
    La robotizzazione seguirà lo stesso scenario: si pretenderà un maggior aumento della produttività dei lavoratori per poter star dietro non più solo ai PC ma anche ai Robot..

    Pensare che invece una società intelligente delegherebbe quasi tutto ai robot e ai PC e impiegherebbe la gente al lavoro 4 ore al giorno (il problema è che la gente non deve avere mai troppo tempo libero)
    Considerando la situazione attuale credo che su questo non vi possano essere dubbi, il sistema economico attuale vede il benessere del cittadino come un inutile fardello e si punta tutto su una produttività esasperata non per un ritorno economico in se stesso, ma per aumentare indirettamente il controllo sulle masse.

  6. #5
    Citazione Originariamente Scritto da tifoso evorutto Visualizza Messaggio
    Considerando la situazione attuale credo che su questo non vi possano essere dubbi, il sistema economico attuale vede il benessere del cittadino come un inutile fardello e si punta tutto su una produttività esasperata non per un ritorno economico in se stesso, ma per aumentare indirettamente il controllo sulle masse.
    Il problema è che sarebbe anche ora che ste masse si diano una svegliata. Per quante scusanti ci possano essere, per quanto tante situazioni possano essere capite, non ce la faccio proprio più a giustificare e comprendere ste persone che si fanno infinocchiare dalla retorica del lavoro, produttività ecc...
    Arriva un momento in cui un essere umano dovrebbe prendere coscienza e consapevolezza di certe cose, c'è chi grazie ad un ambiente favorevole potrebbe arrivarci prima, chi magari per sfighe e ambienti sfavorevoli potrebbe farlo molto tempo in avanti. Ad un certo punto però dovrebbe esserci una svolta nel pensiero e capire che c'è qualcosa che tocca e non va...

  7. #6
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,887
    Citazione Originariamente Scritto da Stanis La Rochelle Visualizza Messaggio
    Il problema è che sarebbe anche ora che ste masse si diano una svegliata. Per quante scusanti ci possano essere, per quanto tante situazioni possano essere capite, non ce la faccio proprio più a giustificare e comprendere ste persone che si fanno infinocchiare dalla retorica del lavoro, produttività ecc...
    Arriva un momento in cui un essere umano dovrebbe prendere coscienza e consapevolezza di certe cose, c'è chi grazie ad un ambiente favorevole potrebbe arrivarci prima, chi magari per sfighe e ambienti sfavorevoli potrebbe farlo molto tempo in avanti. Ad un certo punto però dovrebbe esserci una svolta nel pensiero e capire che c'è qualcosa che tocca e non va...
    La svolta nel pensiero c'è stata eccome, ma in direzione contraria,
    la famosa generazione del 68 magari era assai ingenua, ma questo mondo l'avrebbe messo a fuoco e fiamme,
    tutto sommato anche la mia.

  8. #7
    Member L'avatar di Miro
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    1,353
    Citazione Originariamente Scritto da tifoso evorutto Visualizza Messaggio
    La svolta nel pensiero c'è stata eccome, ma in direzione contraria,
    la famosa generazione del 68 magari era assai ingenua, ma questo mondo l'avrebbe messo a fuoco e fiamme,
    tutto sommato anche la mia.
    Bah, per quel che mi riguarda le generazioni passate (quindi anche chi ha partecipato al '68) sono quelle che hanno costruito il mondo e la società per come la conosciamo ora, non è mica colpa della generazione di oggi se viviamo in questo mondo.
    [CENTER]
    [SIGPIC][/SIGPIC]
    [/CENTER]

  9. #8
    Moderatore L'avatar di Tifo'o
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    20,486
    Citazione Originariamente Scritto da tifoso evorutto Visualizza Messaggio
    Fra trent'anni i robot ci avranno trasformato in un esercito di disoccupati?
    i progressi nella robotica ci obbligherà e reinventare il concetto di lavoro, pena una soglia di disoccupazione superiore al 50%.

    A parlarne è Moshe Vardi, della Rice University di Houston, che al convegno della Società americana per l'avanzamento delle scienze svolto a Washington, ha tracciato uno scenario apocalittico: entro il 2045 i robot potranno sostituire l'uomo nella maggior parte delle attività lavorative.

    Come reagirà l'economia globale, considerando l'imperare mondiale del neoliberismo? la questione è di scottante attualità, tanto da essere anche menzionata dal World Economic Forum di Davos, che nel suo ultimo rapporto ha affrontato il tema della 'Quarta rivoluzione industriale' preventivando la perdita di 5 milioni di posti di lavoro nei prossimi 4 anni a causa dell'automazione.

    Una prima anticipazione se è avuta a Singapore, dove il robot "Nadine" ha preso servizio come receptionist alla Nanyang Technological University.
    Economicamente, però, non so quanto convenga. Se ci sono disoccupazioni di massa, come la gente può comprare i prodotti di queste aziende che vengono prodotti dalle loro macchine. Meno soldi alla gente, meno domanda.
    "Abbiamo la coppia di giovani punte più giovane del mondo"
    "Non arriva nessuno se non parte nessuno"
    "Siamo la squadra che nel 2013 ha fatto più punti di tutti"
    "Negli ultimi 5 anni siamo sempre saliti sul podio"

  10. #9
    Citazione Originariamente Scritto da Miro Visualizza Messaggio
    Bah, per quel che mi riguarda le generazioni passate (quindi anche chi ha partecipato al '68) sono quelle che hanno costruito il mondo e la società per come la conosciamo ora, non è mica colpa della generazione di oggi se viviamo in questo mondo.
    Si infatti.La società che conosciamo oggi è figlia delle generazioni precedenti, quanto meno hanno contribuito in maniera essenziale a forgiarla. Dopo la guerra e tutto quel che c'è stato c'era l'opportunità per costruire qualcosa di migliore. Per non parlare della differenza numerica traq giovani - anziani di una volta (oggi è il contrario), c'erano delle condizioni irripetibili che sarà dura ritrovare.

  11. #10
    Citazione Originariamente Scritto da Tifo'o Visualizza Messaggio
    Economicamente, però, non so quanto convenga. Se ci sono disoccupazioni di massa, come la gente può comprare i prodotti di queste aziende che vengono prodotti dalle loro macchine. Meno soldi alla gente, meno domanda.
    Semplicemente dobbiamo uscire dalla logica attuale e porci come obiettivo una società diversa, che non si basi più sul consumo spasmodico di prodotti e affini. Una società che abbia una consapevolezza diversa e meno materiale del mondo. E' un percorso che richiede un tempo esagerato, il problema è che non è manco mai iniziato questo percorso e non è tra gli obiettivi da raggiungere.

    Ad ora il nostro modello di sviluppo è quello di produrre sempre più roba inutile per soddisfare bisogni indotti e non necessari al benessere reale dell'uomo. Abbiamo sempre più roba, ma siamo sempre più depressi e non soddisfatti.

    Se penso a quante gente si schiavizza consapevolmente e brucia il proprio tempo e consuma la propria vita solo per consumare\produrre "patacche luccicose" mi sento male

Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.