Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Visualizza Risultati Sondaggio: Per chi votereste?

Partecipanti
79. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Centrosinistra

    16 20.25%
  • Centrodestra

    10 12.66%
  • Centro

    8 10.13%
  • Movimento 5 Stelle

    21 26.58%
  • Rivoluzione Civile

    7 8.86%
  • Altro

    17 21.52%
Pagina 13 di 32 PrimaPrima ... 3111213141523 ... UltimaUltima
Risultati da 121 a 130 di 313

  1. #121
    Junior Member L'avatar di fratta87
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    29
    Citazione Originariamente Scritto da Hammer Visualizza Messaggio
    In base a cosa lo affermi?

    - - - Aggiornato - - -
    Perchè l'ho letto http://www.beppegrillo.it/iniziative...o-5-Stelle.pdf
    e mi sembrano ottimi punti da cui partire.
    Curiosità: il programma del PDL non sono stato in grado di trovarlo, se ci riuscite fatemi un fischio.

    - - - Aggiornato - - -

    Citazione Originariamente Scritto da Fabry_cekko Visualizza Messaggio
    si David Icke quello che diceva del Signoraggio Bancario
    Si appunto, il Signoraggio Bancario la più grande truffa dei nostri tempi... non capisco la risata???

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #122
    Member L'avatar di Stex
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Treviso
    Messaggi
    1,633
    centrodestra. al massimo m5s

    deciderò al momento.

  4. #123
    Senior Member L'avatar di Super_Lollo
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    23,040
    Citazione Originariamente Scritto da Solo Visualizza Messaggio
    Comunque, a parte Berlusconi che è il.... per eccellenza, ma pure Grillo, Ingroia e compagnia hanno dei programmi che fanno ridere...
    Che fanno ridere ????

    http://www.beppegrillo.it/iniziative...o-5-Stelle.pdf

    ti consiglio di dare un occhiata prima di giudicare

  5. #124
    Morto che parla
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da Super_Lollo Visualizza Messaggio
    Che fanno ridere ????

    http://www.beppegrillo.it/iniziative...o-5-Stelle.pdf

    ti consiglio di dare un occhiata prima di giudicare
    Lollo vorrei capire una cosa: tu hai letto questo programma (a me interessa la parte economica, non ho la pretesa di poter dare un giudizio all'altezza in altre materie) e lo trovi serio?

    - - - Updated - - -

    Citazione Originariamente Scritto da fratta87 Visualizza Messaggio
    Perchè l'ho letto http://www.beppegrillo.it/iniziative...o-5-Stelle.pdf
    e mi sembrano ottimi punti da cui partire.
    Curiosità: il programma del PDL non sono stato in grado di trovarlo, se ci riuscite fatemi un fischio.

    - - - Aggiornato - - -



    Si appunto, il Signoraggio Bancario la più grande truffa dei nostri tempi... non capisco la risata???

    Come sopra.

  6. #125
    Morto che parla
    Ospite
    Mi son preso mezz'ora. Ne sentivo il bisogno come cittadino, perchè, pur rispettando l'opinione di tutti, il programma economico del movimento punta SOLO ED ESCLUSIVAMENTE SULL'IGNORANZA.

    • Introduzione della class action (Esiste già, e non è esattamente uno strumento non utilizzato: . . : : CLASS ACTION : : . .)
    • Abolizione delle scatole cinesi in Borsa (Assurdo. Viene usata la dicitura “scatole cinesi” giusto per dare l’idea di qualcosa di losco o di sbagliato, mentre in realtà si tratta semplicemente di “catene” di controllo societario, che vengono usate grossomodo in tutto il mondo. Perfino negli USA, dove viene “sconsigliato” l’utilizzo delle catene a causa dell’impatto fiscale, non esiste l’”abolizione” di tale strumento. In sostanza secondo Grillo dietro una società non può esserci un’altra società. Il perché, rimane un mistero, a livello logico, visto che la trasparenza è dettata da ben altri criteri.)
    • Abolizione di cariche multiple da parte di consiglieri di amministrazione nei consigli di società
    Quotate (In primis, il codice civile prevede già dei requisiti di onorabilità, professionalità e indipendenza, cui gli amministratori devono sottostare, nel caso lo statuto lo preveda, oltre a specificare all’art 2391 eventuali conflitti di interessi degli amministratori, che devono essere esplicitati e che sono una causa di annullabilità della delibera del CDA. Secondariamente, esistono già i codici di autotutela del MEF e praticamente tutte le società quotate mettono a disposizione i dati dei componenti del proprio CDA online. Chi non lo fa, viene punito dal mercato, sempre, perché i fondi esteri di investimento non vanno certo ad investire in società poco trasparenti.)
    • Introduzione di strutture di reale rappresentanza dei piccoli azionisti nelle società quotate (Le minoranze non sono esattamente poco tutelate in Italia. All’interno del TUF c’è un’intera sezione chiamata “Tutela delle minoranze”. Il 2,5% del capitale può chiedere integrazioni all’ordine del giorno per l’assemblea, possono promuovere l’azione di responsabilità nei confronti degli amministratori. Sempre con questa soglia si può proporre il proprio candidato amministratore, e almeno un amministratore all’interno del CDA deve essere eletto tra le liste di minoranza. Lo stesso vale per almeno un membro del collegio sindacale, addirittura, il Presidente deve essere eletto fra i sindaci della minoranza. Vogliamo dire che 2,5% nelle società quotate non è questa soglia bassissima? Se ne può anche discutere, ma allora già che ci siamo facciamo amministrare una società a chi ha lo 0,1% delle azioni e chiudiamo baracca e burattini.)
    • Abolizione della legge Biagi (Discorso molto ampio da affrontare, davvero molto. Inutile dire che il movimento punta al “Aboliamo la flessibilità”)
    • Impedire lo smantellamento delle industrie alimentari e manifatturiere con un prevalente
    mercato interno (Perché? Non dà lavoro lavorare per l’esportazione? E con che soldi, se non sono in grado di reggersi in piedi? Diamo loro un contributo da parte dello stato se nell’oggetto sociale citano “attività manifatturiera o alimentare rivolta al mercato interno”? E da dove li prenderebbe lo Stato, questi soldi? No perché viste le idee di Grillo sulla questione Debito pubblico, basterebbe stringere la mano a tutti i creditori di queste società, e il problema sarebbe risolto. Solo che, tendenzialmente, una società alimentare che produce per il mercato interno ha anche i propri fornitori nel mercato interno. Quindi non facciamo collassare questa industria, ma facciamo collassare i contadini o chi per loro fornisce a questa industria.)
    • Vietare gli incroci azionari tra sistema bancario e sistema industriale (Altra idea senza senso. Gli incroci dovrebbero anzi essere INCENTIVATI. Una banca che presta denaro ad una società ha in mano una “obbligazione”. Ciò significa che (al di là della distinzione fra creditori chirografari e privilegiati in caso di fallimento o operazioni concorsuali) non le importa che la società faccia utili o perdite, perché il proprio capitale prestato se lo riporta a casa. Trasferiamo invece il rischio imprenditoriale in capo alla banca. Una banca “socia” di una società ha gli stessi rischi dell’imprenditore. Allineandola, si incentiva il prestito di denaro NON SELVAGGIO, fatto con criterio, e soprattutto la non forzatura al rientro da parte delle banche stesse, che spesso, in maniera ridicola, vanno dall’imprenditore in crisi e gli dicono “hai 7 giorni per rientrare”, come se quel povero disgraziato stesse facendo un dispetto a non pagarli).
    • Introdurre la responsabilità degli istituti finanziari sui prodotti proposti con una
    compartecipazione alle eventuali perdite (La responsabilità degli istituti c’è già, regolamentata dal TUF)
    • Impedire ai consiglieri di amministrazione di ricoprire alcuna altra carica nella stessa società se
    questa si è resa responsabile di gravi reati (Vi giuro che non ho nemmeno capito il senso della frase)
    • Impedire l’acquisto prevalente a debito di una società (es. Telecom Italia). (Il LBO esiste in tutto il mondo. E’ uno strumento utile, ovviamente se usato con criterio e senza abusi. E per prevenire ciò, viene imposta dal codice civile una serie di adempimenti ulteriori che comportano responsabilità di attestazione non indifferenti. Per chi è interessato l’articolo 2501-bis è piuttosto esauriente. Anche qui, si cavalca un scandalo ma non si vuole risolvere il problema. Non si insegna all’uomo come usare il fuoco, cioè per riscaldare e cucinare e non per appiccare gli incendi, no, il fuoco lo si toglie proprio, così siamo a posto).
    • Introduzione di un tetto per gli stipendi del management delle aziende quotate in Borsa e delle
    aziende con partecipazione rilevante o maggioritaria dello Stato (In sostanza, è come dare un tetto ai dirigenti pubblici, sbaglio? E la cosa è già stata proposta e dichiarata incostituzionale, visto che avrebbe toccato anche i giudici…)
    • Abolizione delle stock option (stesso identico discorso fatto per il LBO)
    • Abolizione dei monopoli di fatto, in particolare Telecom Italia, Autostrade, ENI, ENEL, Mediaset,
    Ferrovie dello Stato (Le liberalizzazioni sono già in atto in tutti i settori, solo Autostrade resiste perché è difficile mettere insieme un progetto alternativo, per questioni di costi e tempi. Definire poi Telecom e Mediaset come monopoliste fa anche un po’ ridere i polli)
    • Allineamento delle tariffe di energia, connettività, telefonia, elettricità, trasporti agli altri Paesi
    Europei (Facile. La Francia l’energia se la produce in casa con le centrali. Ne produce talmente tanta che ce la vende. Noi, che la compriamo, possiamo sicuramente allineare le tariffe. Questo punto poteva sostituirlo con “Piantagioni di alberi di soldi”).
    • Riduzione del debito pubblico con forti interventi sui costi dello Stato con il taglio degli sprechi e
    con l’introduzione di nuove tecnologie per consentire al cittadino l’accesso alle informazioni e ai
    servizi senza bisogno di intermediari (Sono arrivato in fondo per leggere una cosa giusta. Mi viene da piangere. Occhio però che se le spending review le fa Monti è un disgraziato, se le fa il Movimento, siamo a cavallo).

    Prima che mi venga detto che la mia è "pura teoria scolastica" (cosa sulla quale vorrei pure un po' discutere, a tempo debito) vengo a dirvi che tutto quello cui ho fatto riferimento, considerazioni personali a parte, E' LEGGE. LEGGE DELLO STATO ITALIANO.

    Poi, cosa molto sottile ma molto importante: tante belle denunce, tanto populismo sugli scandali bancari, telecom etc etc, ma....perchè non ha parlato di imposte? Perchè non ha preso una posizione su quello che tocca LE TASCHE dei cittadini? Vanno alzate? Abbassate? Vanno bene così?


    Attenzione a quello che votate. Fate MOLTA attenzione. Questo è un PROGRAMMA. Granitico. E' "Quello che faremo". Non si tratta di denuncia, o lamentele su cosa non va. Qui c'è scritto cosa faranno. Leggetelo bene prima di votare il movimento perchè "Gli altri sono tutti vecchi, bolliti e ci han portato sul baratro".

    Io, non ci fosse un candidato valido, piuttosto che votare un partito con un programma così, voto nullo.

  7. #126
    Junior Member L'avatar di fratta87
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    29
    Citazione Originariamente Scritto da Morto che parla Visualizza Messaggio
    Lollo vorrei capire una cosa: tu hai letto questo programma (a me interessa la parte economica, non ho la pretesa di poter dare un giudizio all'altezza in altre materie) e lo trovi serio?

    - - - Updated - - -

    Come sopra.
    Diciamo che ci sono delle carenze: l'M5S non tratta nel dettaglio proposte per il mondo del lavoro ma le proposte fatte per l'Economia colpiscono nel segno, e a livello finanziario che bisogna colpire. Nel programma del PD per esempio (http://www.partitodemocratico.it/All...ogressisti.pdf) si parla maggiormente del mondo del lavoro ma si tralascia l'economia. Inoltre personalmente preferisco delle proposte puntuali piuttosto che un programma discorsivo che dice tutto ma in realtà nulla.

    Mi ripeto: sareste così gentili da linkarmi il programma del PDL?

  8. #127
    Morto che parla
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da fratta87 Visualizza Messaggio
    Diciamo che ci sono delle carenze: l'M5S non tratta nel dettaglio proposte per il mondo del lavoro ma le proposte fatte per l'Economia colpiscono nel segno, e a livello finanziario che bisogna colpire. Nel programma del PD per esempio (http://www.partitodemocratico.it/All...ogressisti.pdf) si parla maggiormente del mondo del lavoro ma si tralascia l'economia. Inoltre personalmente preferisco delle proposte puntuali piuttosto che un programma discorsivo che dice tutto ma in realtà nulla.

    Mi ripeto: sareste così gentili da linkarmi il programma del PDL?
    Penso potrai trovare la mia risposta poco sopra.

  9. #128
    Junior Member L'avatar di fratta87
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    29
    Citazione Originariamente Scritto da Morto che parla Visualizza Messaggio
    Mi son preso mezz'ora. Ne sentivo il bisogno come cittadino, perchè, pur rispettando l'opinione di tutti, il programma economico del movimento punta SOLO ED ESCLUSIVAMENTE SULL'IGNORANZA.

    • Introduzione della class action (Esiste già, e non è esattamente uno strumento non utilizzato: . . : : CLASS ACTION : : . .)
    • Abolizione delle scatole cinesi in Borsa (Assurdo. Viene usata la dicitura “scatole cinesi” giusto per dare l’idea di qualcosa di losco o di sbagliato, mentre in realtà si tratta semplicemente di “catene” di controllo societario, che vengono usate grossomodo in tutto il mondo. Perfino negli USA, dove viene “sconsigliato” l’utilizzo delle catene a causa dell’impatto fiscale, non esiste l’”abolizione” di tale strumento. In sostanza secondo Grillo dietro una società non può esserci un’altra società. Il perché, rimane un mistero, a livello logico, visto che la trasparenza è dettata da ben altri criteri.)
    • Abolizione di cariche multiple da parte di consiglieri di amministrazione nei consigli di società
    Quotate (In primis, il codice civile prevede già dei requisiti di onorabilità, professionalità e indipendenza, cui gli amministratori devono sottostare, nel caso lo statuto lo preveda, oltre a specificare all’art 2391 eventuali conflitti di interessi degli amministratori, che devono essere esplicitati e che sono una causa di annullabilità della delibera del CDA. Secondariamente, esistono già i codici di autotutela del MEF e praticamente tutte le società quotate mettono a disposizione i dati dei componenti del proprio CDA online. Chi non lo fa, viene punito dal mercato, sempre, perché i fondi esteri di investimento non vanno certo ad investire in società poco trasparenti.)
    • Introduzione di strutture di reale rappresentanza dei piccoli azionisti nelle società quotate (Le minoranze non sono esattamente poco tutelate in Italia. All’interno del TUF c’è un’intera sezione chiamata “Tutela delle minoranze”. Il 2,5% del capitale può chiedere integrazioni all’ordine del giorno per l’assemblea, possono promuovere l’azione di responsabilità nei confronti degli amministratori. Sempre con questa soglia si può proporre il proprio candidato amministratore, e almeno un amministratore all’interno del CDA deve essere eletto tra le liste di minoranza. Lo stesso vale per almeno un membro del collegio sindacale, addirittura, il Presidente deve essere eletto fra i sindaci della minoranza. Vogliamo dire che 2,5% nelle società quotate non è questa soglia bassissima? Se ne può anche discutere, ma allora già che ci siamo facciamo amministrare una società a chi ha lo 0,1% delle azioni e chiudiamo baracca e burattini.)
    • Abolizione della legge Biagi (Discorso molto ampio da affrontare, davvero molto. Inutile dire che il movimento punta al “Aboliamo la flessibilità”)
    • Impedire lo smantellamento delle industrie alimentari e manifatturiere con un prevalente
    mercato interno (Perché? Non dà lavoro lavorare per l’esportazione? E con che soldi, se non sono in grado di reggersi in piedi? Diamo loro un contributo da parte dello stato se nell’oggetto sociale citano “attività manifatturiera o alimentare rivolta al mercato interno”? E da dove li prenderebbe lo Stato, questi soldi? No perché viste le idee di Grillo sulla questione Debito pubblico, basterebbe stringere la mano a tutti i creditori di queste società, e il problema sarebbe risolto. Solo che, tendenzialmente, una società alimentare che produce per il mercato interno ha anche i propri fornitori nel mercato interno. Quindi non facciamo collassare questa industria, ma facciamo collassare i contadini o chi per loro fornisce a questa industria.)
    • Vietare gli incroci azionari tra sistema bancario e sistema industriale (Altra idea senza senso. Gli incroci dovrebbero anzi essere INCENTIVATI. Una banca che presta denaro ad una società ha in mano una “obbligazione”. Ciò significa che (al di là della distinzione fra creditori chirografari e privilegiati in caso di fallimento o operazioni concorsuali) non le importa che la società faccia utili o perdite, perché il proprio capitale prestato se lo riporta a casa. Trasferiamo invece il rischio imprenditoriale in capo alla banca. Una banca “socia” di una società ha gli stessi rischi dell’imprenditore. Allineandola, si incentiva il prestito di denaro NON SELVAGGIO, fatto con criterio, e soprattutto la non forzatura al rientro da parte delle banche stesse, che spesso, in maniera ridicola, vanno dall’imprenditore in crisi e gli dicono “hai 7 giorni per rientrare”, come se quel povero disgraziato stesse facendo un dispetto a non pagarli).
    • Introdurre la responsabilità degli istituti finanziari sui prodotti proposti con una
    compartecipazione alle eventuali perdite (La responsabilità degli istituti c’è già, regolamentata dal TUF)
    • Impedire ai consiglieri di amministrazione di ricoprire alcuna altra carica nella stessa società se
    questa si è resa responsabile di gravi reati (Vi giuro che non ho nemmeno capito il senso della frase)
    • Impedire l’acquisto prevalente a debito di una società (es. Telecom Italia). (Il LBO esiste in tutto il mondo. E’ uno strumento utile, ovviamente se usato con criterio e senza abusi. E per prevenire ciò, viene imposta dal codice civile una serie di adempimenti ulteriori che comportano responsabilità di attestazione non indifferenti. Per chi è interessato l’articolo 2501-bis è piuttosto esauriente. Anche qui, si cavalca un scandalo ma non si vuole risolvere il problema. Non si insegna all’uomo come usare il fuoco, cioè per riscaldare e cucinare e non per appiccare gli incendi, no, il fuoco lo si toglie proprio, così siamo a posto).
    • Introduzione di un tetto per gli stipendi del management delle aziende quotate in Borsa e delle
    aziende con partecipazione rilevante o maggioritaria dello Stato (In sostanza, è come dare un tetto ai dirigenti pubblici, sbaglio? E la cosa è già stata proposta e dichiarata incostituzionale, visto che avrebbe toccato anche i giudici…)
    • Abolizione delle stock option (stesso identico discorso fatto per il LBO)
    • Abolizione dei monopoli di fatto, in particolare Telecom Italia, Autostrade, ENI, ENEL, Mediaset,
    Ferrovie dello Stato (Le liberalizzazioni sono già in atto in tutti i settori, solo Autostrade resiste perché è difficile mettere insieme un progetto alternativo, per questioni di costi e tempi. Definire poi Telecom e Mediaset come monopoliste fa anche un po’ ridere i polli)
    • Allineamento delle tariffe di energia, connettività, telefonia, elettricità, trasporti agli altri Paesi
    Europei (Facile. La Francia l’energia se la produce in casa con le centrali. Ne produce talmente tanta che ce la vende. Noi, che la compriamo, possiamo sicuramente allineare le tariffe. Questo punto poteva sostituirlo con “Piantagioni di alberi di soldi”).
    • Riduzione del debito pubblico con forti interventi sui costi dello Stato con il taglio degli sprechi e
    con l’introduzione di nuove tecnologie per consentire al cittadino l’accesso alle informazioni e ai
    servizi senza bisogno di intermediari (Sono arrivato in fondo per leggere una cosa giusta. Mi viene da piangere. Occhio però che se le spending review le fa Monti è un disgraziato, se le fa il Movimento, siamo a cavallo).

    Prima che mi venga detto che la mia è "pura teoria scolastica" (cosa sulla quale vorrei pure un po' discutere, a tempo debito) vengo a dirvi che tutto quello cui ho fatto riferimento, considerazioni personali a parte, E' LEGGE. LEGGE DELLO STATO ITALIANO.

    Poi, cosa molto sottile ma molto importante: tante belle denunce, tanto populismo sugli scandali bancari, telecom etc etc, ma....perchè non ha parlato di imposte? Perchè non ha preso una posizione su quello che tocca LE TASCHE dei cittadini? Vanno alzate? Abbassate? Vanno bene così?


    Attenzione a quello che votate. Fate MOLTA attenzione. Questo è un PROGRAMMA. Granitico. E' "Quello che faremo". Non si tratta di denuncia, o lamentele su cosa non va. Qui c'è scritto cosa faranno. Leggetelo bene prima di votare il movimento perchè "Gli altri sono tutti vecchi, bolliti e ci han portato sul baratro".

    Io, non ci fosse un candidato valido, piuttosto che votare un partito con un programma così, voto nullo.
    Grande risposta, finalmente qualcuno che se ne intende. Su molte cose che dici sono veramente ignorante. Voglio farti una proposta: posso girare il testo che hai scritto nel sito del M5S e vediamo cosa dicono? Sempre se mi dai il permesso. Mi sembra il modo più logico per avere un confronto serio.

  10. #129
    Morto che parla
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da fratta87 Visualizza Messaggio
    Grande risposta, finalmente qualcuno che se ne intende. Su molte cose che dici sono veramente ignorante. Voglio farti una proposta: posso girare il testo che hai scritto nel sito del M5S e vediamo cosa dicono? Sempre se mi dai il permesso. Mi sembra il modo più logico per avere un confronto serio.
    Sarò sincero, visti anche i toni che ho usato, oltre al fatto che io stesso ho sintetizzato molto su ogni punto, credo genererebbe solo una gran cagnara. Di certo, non posso impedirtelo.

  11. #130
    Junior Member L'avatar di fratta87
    Data Registrazione
    Sep 2012
    Messaggi
    29
    Citazione Originariamente Scritto da Morto che parla Visualizza Messaggio
    Sarò sincero, visti anche i toni che ho usato, oltre al fatto che io stesso ho sintetizzato molto su ogni punto, credo genererebbe solo una gran cagnara. Di certo, non posso impedirtelo.
    Non cito la fonte stai tranquillo. Vediamo cosa ne viene fuori.

Pagina 13 di 32 PrimaPrima ... 3111213141523 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.