Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, il Milan, anche e soprattutto in ottica FPF, ha deciso di dare un taglio agli stipendi dei giocatori. Con gli addi di Abate, Montolivo, Bertolacci, Zapata e Mauri i rossoneri risparmieranno 19 mln lordi più i 7 mln dello stipendio di Bakayoko. Occhio anche ai giocatori in uscita: Donnarumma via farebbe risparmiare 12 mln lordi mentre Suso, per il rinnovo, avrebbe chiesto uno stipendio ben superiore ai 3 mln netti attuali. Per questo motivo, il Milan valuterà bene gli eventuali rinnovi di contratto.

In tutto ciò, però, c'è un paradosso: si risparmia sugli ingaggi dei giocatori ma i dirigenti guadagno molto: Gazidis costa 4 mln lordi, Maldini DT quasi 3 e Boban percepirà uno stipendio importante.

Al Milan le hanno provate tutte:

-l’allenatore esordiente figlio del guardiolismo
-l’allenatore motivatore figlio del contismo
-i dirigenti alla Marotta e Paratici
-il falso nueve improvvisato
-il mago delle punizioni
-i parametri zero bolliti con la voglia di riscatto
-i giovani emergenti low-cost
-i giovani emergenti costosi (che comunque non si filava nessuno, vedi Calhanoglu e Andre Silva)

Ora provano con la dirigenza di lusso e ultracostosa.
È incredibile come provino di tutto tranne l’unica cosa che c’è da fare veramente: acquistare i campioni (non uno a predicare nel deserto, ma una base di campioni).