Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 2 di 18 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 178

  1. #11
    Senior Member L'avatar di Splendidi Incisivi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Napoli
    Messaggi
    30,745
    Citazione Originariamente Scritto da Gekyn Visualizza Messaggio
    Non dovete credere all'ego di Berlusconi, o per lo meno in questa trattativa, ormai hanno tutti deciso devono limare solo alcuni aspetti tecnici e soprattutto aspettare le date, perché Berlusconi rimane comunque un uomo di politica.
    Secondo voi gente come Galatioto il suo fido destriero Gancikoff e i tycoon come Robin Li e altri...stanno ad aspettare l'egocentrismo di un ottantenne?
    Se si sono mossi ed esposti in questa maniera vuol dire che i giochi sono fatti e non ammettono ripensamenti e brutte figure.
    Berlusconi, qua dentro, viene trattato come un dio onnipotente. Anche Berlusconi ha dei limiti oltre i quali non può andare.

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Località
    Advertising world
    Messaggi
    Many
     

  3. #12
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Carlo Festa (Sole 24 ore di oggi): La Galatioto Sports Partners studia quello che sarà l’assetto organizzativo e gestionale del futuro Milan. In questi giorni, dopo che Berlusconi ha dato un primo sì alla cessione della maggioranza nella riunione dell’altro ieri a Villa San Martino, si starebbe guardando alla squadra del team manageriale che dovrà guidare il rilancio rossonero. E nell’operazione spunta una vecchia conoscenza del nostro calcio, un professionista molto conosciuto per le sue esperienze passate: secondo quanto risulta al Sole24Ore uno degli esponenti di punta della cordata Galatioto sarebbe l’avvocato romano Giuseppe Matteo Masoni.
    Ma chi è Masoni? Napoletano di 52 anni, parliamo di uno dei professionisti di punta del famoso studio Ripa di Meana, ma è noto soprattutto per i legami con l’ex-Capitalia. In particolare, nel novembre del 2003 ha sostituito il dimissionario Luca Baraldi diventando AD della S.S. Lazio, su scelta del presidente Ugo Longo.
    In quel periodo a Roma si vive con angoscia il possibile fallimento del club di Cragnotti, con tutte le vicissitudini annesse.
    Ma un anno dopo, nel 2004, Masoni riesce a trovare l’accordo con il fisco e porta a felice conclusione la trattativa che porterà la Lazio a Claudio Lotito, dalla quale uscirà in agosto.
    Ebbene, proprio Masoni starebbe trattando gli aspetti più complessi della futura governance del Milan: cioè il numero dei consiglieri per i nuovi azionisti e per Fininvest (seguiti da Chiomenti), che dovrebbe scendere in minoranza al 30%. La Galatioto Sports avrebbe già in mente i manager che dovranno guidare la struttura su due livelli: da una parte a monte, cioè nel team del fondo d’investimento che è in via di raccolta finale, e a valle nel Cda del Milan, dove Berlusconi resterà presidente onorario. Probabilmente nel Cda del club rossonero dovrebbe entrare lo stesso Sal Galatioto, mentre il responsabile europeo di Gsp, cioè Nicholas Gancikoff, potrebbe assumere la carica di amministratore delegato. Insomma, anche sull’organigramma ormai i colloqui starebbero in fase avanzata.
    La struttura finanziaria dell’operazione prevede invece la costituzione di un fondo d’investimento da circa un miliardo sottoscritto da 7-8 investitori cinesi. Il fondo dovrebbe rilevare la maggioranza del Milan, cioè il 70% per 600 milioni. Entro una decina di giorni Silvio Berlusconi prenderà una decisione definitiva (in una direzione o nell’altra) sull’ingresso della cordata cino-americana nel capitale.
    .
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  4. #13
    Crox93
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Carlo Festa (Sole 24 ore di oggi): La Galatioto Sports Partners studia quello che sarà l’assetto organizzativo e gestionale del futuro Milan. In questi giorni, dopo che Berlusconi ha dato un primo sì alla cessione della maggioranza nella riunione dell’altro ieri a Villa San Martino, si starebbe guardando alla squadra del team manageriale che dovrà guidare il rilancio rossonero. E nell’operazione spunta una vecchia conoscenza del nostro calcio, un professionista molto conosciuto per le sue esperienze passate: secondo quanto risulta al Sole24Ore uno degli esponenti di punta della cordata Galatioto sarebbe l’avvocato romano Giuseppe Matteo Masoni.
    Ma chi è Masoni? Napoletano di 52 anni, parliamo di uno dei professionisti di punta del famoso studio Ripa di Meana, ma è noto soprattutto per i legami con l’ex-Capitalia. In particolare, nel novembre del 2003 ha sostituito il dimissionario Luca Baraldi diventando AD della S.S. Lazio, su scelta del presidente Ugo Longo.
    In quel periodo a Roma si vive con angoscia il possibile fallimento del club di Cragnotti, con tutte le vicissitudini annesse.
    Ma un anno dopo, nel 2004, Masoni riesce a trovare l’accordo con il fisco e porta a felice conclusione la trattativa che porterà la Lazio a Claudio Lotito, dalla quale uscirà in agosto.
    Ebbene, proprio Masoni starebbe trattando gli aspetti più complessi della futura governance del Milan: cioè il numero dei consiglieri per i nuovi azionisti e per Fininvest (seguiti da Chiomenti), che dovrebbe scendere in minoranza al 30%. La Galatioto Sports avrebbe già in mente i manager che dovranno guidare la struttura su due livelli: da una parte a monte, cioè nel team del fondo d’investimento che è in via di raccolta finale, e a valle nel Cda del Milan, dove Berlusconi resterà presidente onorario. Probabilmente nel Cda del club rossonero dovrebbe entrare lo stesso Sal Galatioto, mentre il responsabile europeo di Gsp, cioè Nicholas Gancikoff, potrebbe assumere la carica di amministratore delegato. Insomma, anche sull’organigramma ormai i colloqui starebbero in fase avanzata.
    La struttura finanziaria dell’operazione prevede invece la costituzione di un fondo d’investimento da circa un miliardo sottoscritto da 7-8 investitori cinesi. Il fondo dovrebbe rilevare la maggioranza del Milan, cioè il 70% per 600 milioni. Entro una decina di giorni Silvio Berlusconi prenderà una decisione definitiva (in una direzione o nell’altra) sull’ingresso della cordata cino-americana nel capitale.
    Una pulizia del genere sarebbe fantastica ed assolutamente necessaria

  5. #14
    Senior Member L'avatar di Underhill84
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Livorno
    Messaggi
    8,441
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Carlo Festa (Sole 24 ore di oggi): La Galatioto Sports Partners studia quello che sarà l’assetto organizzativo e gestionale del futuro Milan. In questi giorni, dopo che Berlusconi ha dato un primo sì alla cessione della maggioranza nella riunione dell’altro ieri a Villa San Martino, si starebbe guardando alla squadra del team manageriale che dovrà guidare il rilancio rossonero. E nell’operazione spunta una vecchia conoscenza del nostro calcio, un professionista molto conosciuto per le sue esperienze passate: secondo quanto risulta al Sole24Ore uno degli esponenti di punta della cordata Galatioto sarebbe l’avvocato romano Giuseppe Matteo Masoni.
    Ma chi è Masoni? Napoletano di 52 anni, parliamo di uno dei professionisti di punta del famoso studio Ripa di Meana, ma è noto soprattutto per i legami con l’ex-Capitalia. In particolare, nel novembre del 2003 ha sostituito il dimissionario Luca Baraldi diventando AD della S.S. Lazio, su scelta del presidente Ugo Longo.
    In quel periodo a Roma si vive con angoscia il possibile fallimento del club di Cragnotti, con tutte le vicissitudini annesse.
    Ma un anno dopo, nel 2004, Masoni riesce a trovare l’accordo con il fisco e porta a felice conclusione la trattativa che porterà la Lazio a Claudio Lotito, dalla quale uscirà in agosto.
    Ebbene, proprio Masoni starebbe trattando gli aspetti più complessi della futura governance del Milan: cioè il numero dei consiglieri per i nuovi azionisti e per Fininvest (seguiti da Chiomenti), che dovrebbe scendere in minoranza al 30%. La Galatioto Sports avrebbe già in mente i manager che dovranno guidare la struttura su due livelli: da una parte a monte, cioè nel team del fondo d’investimento che è in via di raccolta finale, e a valle nel Cda del Milan, dove Berlusconi resterà presidente onorario. Probabilmente nel Cda del club rossonero dovrebbe entrare lo stesso Sal Galatioto, mentre il responsabile europeo di Gsp, cioè Nicholas Gancikoff, potrebbe assumere la carica di amministratore delegato. Insomma, anche sull’organigramma ormai i colloqui starebbero in fase avanzata.
    La struttura finanziaria dell’operazione prevede invece la costituzione di un fondo d’investimento da circa un miliardo sottoscritto da 7-8 investitori cinesi. Il fondo dovrebbe rilevare la maggioranza del Milan, cioè il 70% per 600 milioni. Entro una decina di giorni Silvio Berlusconi prenderà una decisione definitiva (in una direzione o nell’altra) sull’ingresso della cordata cino-americana nel capitale.
    Campopiano su Twitter: Confermo quanto scrive Festa sul @sole24ore : non so di Masoni, ma #Gancikoff ad e #Galatioto cda sono più che un'idea. #nerosurosso
    "Più che una società sembrate una telenovela, in pochi mesi state offuscando i successi di un'era".

    Il Milan è morto - Galliani è il suo cancro

  6. #15
    tifoso distaccato L'avatar di wildfrank
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Messaggi
    1,720
    Citazione Originariamente Scritto da Splendidi Incisivi Visualizza Messaggio
    Berlusconi, qua dentro, viene trattato come un dio onnipotente. Anche Berlusconi ha dei limiti oltre i quali non può andare.
    A me non sembra tanto, eh? Però non gli si può disconoscere i suoi primi 20 anni di presidenza, poi....lo sbando, in tutti i sensi.
    "Nonostante i periodi bui, soprattutto nel 1982-83 ho avuto tante possibilità di andarmene, ma ho deciso fermamente di rimanere perchè il Milan mi ha dato tanto....Non lo avrei lasciato per nulla al mondo. Sapevo che prima o poi saremo tornati grandi e infatti cosi è stato. Alzare la Coppa Campioni con questa maglia e con la fascia da capitano è stata la soddisfazione più grande della mia vita."

    Franco Baresi (the Legend).

  7. #16
    Senior Member L'avatar di Splendidi Incisivi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Napoli
    Messaggi
    30,745
    Citazione Originariamente Scritto da wildfrank Visualizza Messaggio
    A me non sembra tanto, eh? Però non gli si può disconoscere i suoi primi 20 anni di presidenza, poi....lo sbando, in tutti i sensi.
    Non mi riferivo ai giudizi sulla sua presidenza ma ai suoi colpi di testa. Viene considerato un dio onnipotente, come se lui avesse il potere davvero di far saltare all'improvviso questa trattativa, ma non è così, anche lui ha i suoi limiti.

  8. #17
    Junior Member
    Data Registrazione
    May 2016
    Messaggi
    61
    Quando si è così avanti nella trattativa è perché la decisione di vendere e' presa e non ci possono essere ripensamenti...GANCIKOFF AD, MONCHI DS, EMERY IN PANCHINA? vediamo e speriamo...forse si sta cominciando un percorso che ci riporti a essere IL MILAN...QUELLO VERO!!!

  9. #18
    Citazione Originariamente Scritto da Splendidi Incisivi Visualizza Messaggio
    Non mi riferivo ai giudizi sulla sua presidenza ma ai suoi colpi di testa. Viene considerato un dio onnipotente, come se lui avesse il potere davvero di far saltare all'improvviso questa trattativa, ma non è così, anche lui ha i suoi limiti.
    Esatto. Penso che anche lui sappia ormai che continuare a tenere cosi il Milan e' controproducente, i passivi di anno in anno crescono sempre di piu.

  10. #19
    Senior Member L'avatar di Super_Lollo
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    23,104
    Citazione Originariamente Scritto da FK87 Visualizza Messaggio
    Quando si è così avanti nella trattativa è perché la decisione di vendere e' presa e non ci possono essere ripensamenti...GANCIKOFF AD, MONCHI DS, EMERY IN PANCHINA? vediamo e speriamo...forse si sta cominciando un percorso che ci riporti a essere IL MILAN...QUELLO VERO!!!
    Magari fratello , MAGARI . Non ci resta che aspettare .
    Gattuso : " il giorno che arrivò Kaka a Milanello ci guardammo tutti in faccia chiedendoci chi fosse quello sfigato con gli occhialini ,due ore dopo iniziammo la partitella. Primo pallone toccato da Kaka mi salta come nulla fosse arriva davanti a Nesta si sposta la palla e spara un missile all incrocio dei pali. Che ci crediate o meno in quel momento capii che avremmo rivinto la Champions guidati da quello sfigato con gli occhialini "

  11. #20
    Senior Member L'avatar di MrPeppez
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Soverato
    Messaggi
    7,084
    Citazione Originariamente Scritto da FK87 Visualizza Messaggio
    Quando si è così avanti nella trattativa è perché la decisione di vendere e' presa e non ci possono essere ripensamenti...GANCIKOFF AD, MONCHI DS, EMERY IN PANCHINA? vediamo e speriamo...forse si sta cominciando un percorso che ci riporti a essere IL MILAN...QUELLO VERO!!!
    Voglio continuare a sognare
    13/04/2017

    #viamontelladalmilan

Pagina 2 di 18 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.