Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 32

  1. #11
    Member L'avatar di TheZio
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Località
    Udine
    Messaggi
    1,739
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    In risposta ad un utente che, commentando l'articolo, chiedeva come mai il costo dei tesserati sia schizzato così alle stelle rispetto alla loro stima di qualche mese fa (sui 110M), magari nell'ottica di "pulizia contabile" (inserendo anche contratti onerosi del 2015, es. Seedorf), la redazione di C&F si è espressa in questo modo: "Il dato sul costo dei tesserati è stranamente in crescita rispetto alle nostre stime. Sicuramente in quella voce saranno stati inseriti costi ulteriori (Seedorf, incentivi all’esodo, ecc.) che non siamo in grado di specificare fino a quando non avremo a disposizione il bilancio completo. Nei prossimi giorni potremmo essere più precisi."
    Dunque quello che molti pensavano è realmente accaduto: il bilancio 2014 è stato "aggiustato" in previsione di una imminente cessione.
    Praticamente saranno stati messi a bilancio tutte le retribuzioni di Seedorf fino alla scadenza del contratto, probabilmente stessa cosa con Muntari (o buonuscita), idem x Pippa e magari anche la famosa buonuscita del Gallo!

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Località
    Advertising world
    Messaggi
    Many
     

  3. #12
    Efferosso
    Ospite
    "Salvo quanto previsto dall'articolo 2622, gli amministratori, i direttori generali, i dirigenti preposti alla redazione dei documenti contabili societari, i sindaci e i liquidatori, i quali, con l'intenzione di ingannare i soci o il pubblico e al fine di conseguire per sé o per altri un ingiusto profitto, nei bilanci, nelle relazioni o nelle altre comunicazioni sociali previste dalla legge, dirette ai soci o al pubblico, espongono fatti materiali non rispondenti al vero ancorché oggetto di valutazioni ovvero omettono informazioni la cui comunicazione è imposta dalla legge sulla situazione economica, patrimoniale o finanziaria della società o del gruppo al quale essa appartiene, in modo idoneo ad indurre in errore i destinatari sulla predetta situazione, sono puniti con l'arresto fino a due anni."

    Ora, io vorrei capire come un credito di 21 milioni di una società sana possa essere scomparso da un bilancio.

    Se fosse il milan a rinunciare al credito servirebbero delle garanzie di terzi dietro. E la notizia dovrebbe parlarne in ben altri termini.

  4. #13
    Citazione Originariamente Scritto da Efferosso Visualizza Messaggio

    Ora, io vorrei capire come un credito di 21 milioni di una società sana possa essere scomparso da un bilancio.
    Se fosse il milan a rinunciare al credito servirebbero delle garanzie di terzi dietro. E la notizia dovrebbe parlarne in ben altri termini.
    Da come l'ho capita io:
    Fininvest ha dichiarato un debito nel 2013verso il Milan per ripianamento di una sua perdita.
    Ovviamente il Milan ha dichiarato un credito nei confronti della capogruppo per lo stesso motivo.
    Nell'es. successivo si è rilevata la non necessità di ripianare tale perdita da parte della Fininvest.
    Il Milan ha fatto l'opposto cassando il credito.
    Non c'è niente di illegale.
    C'è solo da rendersi conto che chi acquisterà il Milan avrà 21 Mln in più da pagare.

    Il che ri-conferma, se ce ne fosse bisogno, che il Milan verrà venduto al 99%.

  5. #14
    Efferosso
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da osvaldobusatti Visualizza Messaggio
    Da come l'ho capita io:
    Fininvest ha dichiarato un debito nel 2013verso il Milan per ripianamento di una sua perdita.
    Ovviamente il Milan ha dichiarato un credito nei confronti della capogruppo per lo stesso motivo.
    Nell'es. successivo si è rilevata la non necessità di ripianare tale perdita da parte della Fininvest.
    Il Milan ha fatto l'opposto cassando il credito.
    Non c'è niente di illegale.
    C'è solo da rendersi conto che chi acquisterà il Milan avrà 21 Mln in più da pagare.

    Il che ri-conferma, se ce ne fosse bisogno, che il Milan verrà venduto al 99%.
    Mi sta bene, ma allora che non si scriva che il credito non esiste.
    Anche perché il milan in perdita è da diversi anni, quindi la condizione di esistenza non viene meno.
    Si scriva piuttosto che il milan vi ha rinunciato.
    E allora vuol dire che è GIA' stato venduto.

  6. #15
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    12,837
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Secondo il portale Calcio&Finanza, il Milan ha chiuso il bilancio consolidato 2014 con una perdita netta di 91,28M, addirittura la più alta nella storia del club. Il patrimonio netto consolidato è negativo per 94,2M.
    I debiti finanziari netti ammontano a 246,8 milioni, 10M in meno del 2013. Questa è la fotografia generale del bilancio che il Milan si appresterà ad approvare la settimana prossima.

    Nel 2013 il gruppo Milan aveva perso 15,7M, l’anno prima 6,86M, mentre la perdita più alta in un esercizio era stata toccata nel 2010: 69,75M. Negli ultimi 10 anni (2005-2014) il Milan ha accumulato perdite nette complessive per la bellezza di 361M.

    La perdita monstre di 91,28M nel bilancio 2014 è legata ad una flessione di 30,5 milioni nei ricavi, assestati su 223,9M, causati dalla mancata partecipazione alla Champions League 2014/15. Nel dettaglio il bilancio Milan 2014 sottolinea come il club abbia incassato 89,8M dai diritti tv, ben 20M in meno rispetto al 2013.

    Il costo del personale invece è aumentato di 3,4M, passando a 154,7M. Il costo dei soli tesserati è aumentato da 138,4 a 140,8M ed erode il 62,9% dei ricavi. In tutto ciò pesano anche 52M di ammortamenti delle immobilizzazioni immateriali e 60,4M per acquisto di beni e servizi, tra cui 8,76M per l’affitto di San Siro. Tra le nuove spese vanno registrati anche i 2,32M per la locazione della sede Casa Milan, che ricordiamo è di proprietà di Vittoria Assicurazioni.

    Purtroppo neppure la cessione di Balotelli al Liverpool ha dato sollievo ai conti. Nel bilancio 2014, infatti, il risultato del player trading (saldo tra plusvalenze e minusvalenze) è crollato da 23,28 a 5,77M. La cessione di Balotelli per 20M ha reso un guadagno di soli 4,33 milioni a causa del valore ancora alto iscritto nel bilancio. È stata invece realizzata una plusvalenza più alta, 4,84M, grazie alla vendita di Brian Cristante al Benfica. Ma va registrata anche una minusvalenza di 3,32M per la vendita di Kevin Constant al Trabzonspor, ceduto per 2,5M. Oltre alle minusvalenze, troviamo anche un onere di 333 mila euro perla svalutazione dei diritti relativi a Kakà, visto che "ha rescisso consensualmente il contratto".

    Alla maxi-perdita da 91,28M, contabilizzata nel bilancio 2014, si arriva però in virtù di un ulteriore onere di 21M per "sopravvenienze passive straordinarie". Il cda ha infatti "prudenzialmente" valutato che non sussistano i crediti vantati alla fine del 2013 verso l’azionista Fininvest per l’utilizzo delle perdite del club allo scopo di ridurre le tasse nel bilancio consolidato fiscale della casa madre.

    Questo vuol dire che, in base all’imponibile fiscale del 2014 e ai risultati fiscali attesi per i successivi esercizi , Fininvest non avrebbe capienza sufficiente nei profitti per comprare dal Milan le perdite da utilizzare per pagare meno tasse. Ma è probabile che questo bilancio sia servito anche a fare pulizie contabili, in vista di una eventuale operazione straordinaria, come l’apertura di parte del capitale del club a un soggetto terzo.

    Alla luce della perdita a livello di gruppo, il club ha attualmente un patrimonio netto negativo per 94,2M. La capogruppo Ac Milan Spa, pur avendo chiuso il 2014 con una perdita di 99M, quindi superiore a quella del consolidato, ha invece un patrimonio netto negativo per soli 20,95M. Quindi la ricapitalizzazione necessaria dal punto di vista legale è limitata a poco più di 21M. Ma di fatto è già stata coperta dalla famiglia Berlusconi. Nel 2014 Fininvest ha infatti effettuato versamenti in conto capitale per 53M.

    Il gruppo Milan ha debiti complessivi per 334,5M (246,8M quelli finanziari), quasi il triplo dei crediti che si attestano a quota 114,8M. Il peggioramento dei risultati, tuttavia, non ha impedito un aumento del compenso degli organi sociali, salito da 2,2 a 2,55M (dovuti probabilmente alla nomina del secondo amministratore delegato, Barbara Berlusconi, accanto ad Adriano Galliani).
    La cosa divertente è che questi sono anni che sfasciano la squadra e comprano mezze tacche per risparmiare... e alla fine si creano queste voragini.

  7. #16
    Member L'avatar di ralf
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,941
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Secondo il portale Calcio&Finanza, il Milan ha chiuso il bilancio consolidato 2014 con una perdita netta di 91,28M, addirittura la più alta nella storia del club. Il patrimonio netto consolidato è negativo per 94,2M.
    I debiti finanziari netti ammontano a 246,8 milioni, 10M in meno del 2013. Questa è la fotografia generale del bilancio che il Milan si appresterà ad approvare la settimana prossima.


    Nel 2013 il gruppo Milan aveva perso 15,7M, l’anno prima 6,86M, mentre la perdita più alta in un esercizio era stata toccata nel 2010: 69,75M. Negli ultimi 10 anni (2005-2014) il Milan ha accumulato perdite nette complessive per la bellezza di 361M.

    La perdita monstre di 91,28M nel bilancio 2014 è legata ad una flessione di 30,5 milioni nei ricavi, assestati su 223,9M, causati dalla mancata partecipazione alla Champions League 2014/15. Nel dettaglio il bilancio Milan 2014 sottolinea come il club abbia incassato 89,8M dai diritti tv, ben 20M in meno rispetto al 2013.

    Il costo del personale invece è aumentato di 3,4M, passando a 154,7M. Il costo dei soli tesserati è aumentato da 138,4 a 140,8M ed erode il 62,9% dei ricavi. In tutto ciò pesano anche 52M di ammortamenti delle immobilizzazioni immateriali e 60,4M per acquisto di beni e servizi, tra cui 8,76M per l’affitto di San Siro. Tra le nuove spese vanno registrati anche i 2,32M per la locazione della sede Casa Milan, che ricordiamo è di proprietà di Vittoria Assicurazioni.

    Purtroppo neppure la cessione di Balotelli al Liverpool ha dato sollievo ai conti. Nel bilancio 2014, infatti, il risultato del player trading (saldo tra plusvalenze e minusvalenze) è crollato da 23,28 a 5,77M. La cessione di Balotelli per 20M ha reso un guadagno di soli 4,33 milioni a causa del valore ancora alto iscritto nel bilancio. È stata invece realizzata una plusvalenza più alta, 4,84M, grazie alla vendita di Brian Cristante al Benfica. Ma va registrata anche una minusvalenza di 3,32M per la vendita di Kevin Constant al Trabzonspor, ceduto per 2,5M. Oltre alle minusvalenze, troviamo anche un onere di 333 mila euro perla svalutazione dei diritti relativi a Kakà, visto che "ha rescisso consensualmente il contratto".

    Alla maxi-perdita da 91,28M, contabilizzata nel bilancio 2014, si arriva però in virtù di un ulteriore onere di 21M per "sopravvenienze passive straordinarie". Il cda ha infatti "prudenzialmente" valutato che non sussistano i crediti vantati alla fine del 2013 verso l’azionista Fininvest per l’utilizzo delle perdite del club allo scopo di ridurre le tasse nel bilancio consolidato fiscale della casa madre.

    Questo vuol dire che, in base all’imponibile fiscale del 2014 e ai risultati fiscali attesi per i successivi esercizi , Fininvest non avrebbe capienza sufficiente nei profitti per comprare dal Milan le perdite da utilizzare per pagare meno tasse. Ma è probabile che questo bilancio sia servito anche a fare pulizie contabili, in vista di una eventuale operazione straordinaria, come l’apertura di parte del capitale del club a un soggetto terzo.

    Alla luce della perdita a livello di gruppo, il club ha attualmente un patrimonio netto negativo per 94,2M. La capogruppo Ac Milan Spa, pur avendo chiuso il 2014 con una perdita di 99M, quindi superiore a quella del consolidato, ha invece un patrimonio netto negativo per soli 20,95M. Quindi la ricapitalizzazione necessaria dal punto di vista legale è limitata a poco più di 21M. Ma di fatto è già stata coperta dalla famiglia Berlusconi. Nel 2014 Fininvest ha infatti effettuato versamenti in conto capitale per 53M.

    Il gruppo Milan ha debiti complessivi per 334,5M (246,8M quelli finanziari), quasi il triplo dei crediti che si attestano a quota 114,8M. Il peggioramento dei risultati, tuttavia, non ha impedito un aumento del compenso degli organi sociali, salito da 2,2 a 2,55M (dovuti probabilmente alla nomina del secondo amministratore delegato, Barbara Berlusconi, accanto ad Adriano Galliani).
    Se poi alla fine esce fuori che i cinesi si sono ritirati dopo aver visionato i conti del Milan con tutte queste perdite,sarebbe da licenziare in tronco chi ha contribuito a far si che ci siano queste perdite.Piuttosto i costi di Casa Milan in che anno sono stati messi a bilancio,nel 2013 ?

  8. #17
    Renegade
    Ospite
    Questo è quanto accade quando disinvesti senza alcuna logica.

  9. #18
    Member L'avatar di ralf
    Data Registrazione
    Mar 2015
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,941
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Secondo il portale Calcio&Finanza, il Milan ha chiuso il bilancio consolidato 2014 con una perdita netta di 91,28M, addirittura la più alta nella storia del club. Il patrimonio netto consolidato è negativo per 94,2M.
    I debiti finanziari netti ammontano a 246,8 milioni, 10M in meno del 2013. Questa è la fotografia generale del bilancio che il Milan si appresterà ad approvare la settimana prossima.

    Nel 2013 il gruppo Milan aveva perso 15,7M, l’anno prima 6,86M, mentre la perdita più alta in un esercizio era stata toccata nel 2010: 69,75M. Negli ultimi 10 anni (2005-2014) il Milan ha accumulato perdite nette complessive per la bellezza di 361M.

    La perdita monstre di 91,28M nel bilancio 2014 è legata ad una flessione di 30,5 milioni nei ricavi, assestati su 223,9M, causati dalla mancata partecipazione alla Champions League 2014/15. Nel dettaglio il bilancio Milan 2014 sottolinea come il club abbia incassato 89,8M dai diritti tv, ben 20M in meno rispetto al 2013.

    Il costo del personale invece è aumentato di 3,4M, passando a 154,7M. Il costo dei soli tesserati è aumentato da 138,4 a 140,8M ed erode il 62,9% dei ricavi. In tutto ciò pesano anche 52M di ammortamenti delle immobilizzazioni immateriali e 60,4M per acquisto di beni e servizi, tra cui 8,76M per l’affitto di San Siro. Tra le nuove spese vanno registrati anche i 2,32M per la locazione della sede Casa Milan, che ricordiamo è di proprietà di Vittoria Assicurazioni.

    Purtroppo neppure la cessione di Balotelli al Liverpool ha dato sollievo ai conti. Nel bilancio 2014, infatti, il risultato del player trading (saldo tra plusvalenze e minusvalenze) è crollato da 23,28 a 5,77M. La cessione di Balotelli per 20M ha reso un guadagno di soli 4,33 milioni a causa del valore ancora alto iscritto nel bilancio. È stata invece realizzata una plusvalenza più alta, 4,84M, grazie alla vendita di Brian Cristante al Benfica. Ma va registrata anche una minusvalenza di 3,32M per la vendita di Kevin Constant al Trabzonspor, ceduto per 2,5M. Oltre alle minusvalenze, troviamo anche un onere di 333 mila euro perla svalutazione dei diritti relativi a Kakà, visto che "ha rescisso consensualmente il contratto".

    Alla maxi-perdita da 91,28M, contabilizzata nel bilancio 2014, si arriva però in virtù di un ulteriore onere di 21M per "sopravvenienze passive straordinarie". Il cda ha infatti "prudenzialmente" valutato che non sussistano i crediti vantati alla fine del 2013 verso l’azionista Fininvest per l’utilizzo delle perdite del club allo scopo di ridurre le tasse nel bilancio consolidato fiscale della casa madre.

    Questo vuol dire che, in base all’imponibile fiscale del 2014 e ai risultati fiscali attesi per i successivi esercizi , Fininvest non avrebbe capienza sufficiente nei profitti per comprare dal Milan le perdite da utilizzare per pagare meno tasse. Ma è probabile che questo bilancio sia servito anche a fare pulizie contabili, in vista di una eventuale operazione straordinaria, come l’apertura di parte del capitale del club a un soggetto terzo.

    Alla luce della perdita a livello di gruppo, il club ha attualmente un patrimonio netto negativo per 94,2M. La capogruppo Ac Milan Spa, pur avendo chiuso il 2014 con una perdita di 99M, quindi superiore a quella del consolidato, ha invece un patrimonio netto negativo per soli 20,95M. Quindi la ricapitalizzazione necessaria dal punto di vista legale è limitata a poco più di 21M. Ma di fatto è già stata coperta dalla famiglia Berlusconi. Nel 2014 Fininvest ha infatti effettuato versamenti in conto capitale per 53M.

    Il gruppo Milan ha debiti complessivi per 334,5M (246,8M quelli finanziari), quasi il triplo dei crediti che si attestano a quota 114,8M. Il peggioramento dei risultati, tuttavia, non ha impedito un aumento del compenso degli organi sociali, salito da 2,2 a 2,55M (dovuti probabilmente alla nomina del secondo amministratore delegato, Barbara Berlusconi, accanto ad Adriano Galliani).
    é chiaro che le perdite che sono state aggiunte sono perdite delle altre aziende del gruppo Fininvest,il motivo per cui molti
    sostengono(Libero,Il Giornale etc) che il nano non venderà mai il Milan,è proprio questo.E credo che questo sia anche il motivo per cui il Milan non è mai entrato in borsa

  10. #19
    Zio bello L'avatar di addox
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    996
    Citazione Originariamente Scritto da Renegade Visualizza Messaggio
    Questo è quanto accade quando disinvesti senza alcuna logica.
    .
    Nano malefico, zio fester veniamo con i bastoni

  11. #20
    Citazione Originariamente Scritto da Renegade Visualizza Messaggio
    Questo è quanto accade quando disinvesti senza alcuna logica.
    Succede Quando hai come amministatore delegato Galliani . Il peggior dirigente del panorama calcistico europeo .

Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.