Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 14 di 48 PrimaPrima ... 4121314151624 ... UltimaUltima
Risultati da 131 a 140 di 473

  1. #131
    Member L'avatar di Milo
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    4,061
    Ora dico una fesseria, ma se davvero puntano a far tornare grande il Milan ecc ecc, quanto gli può convenire di trovarsi uno stadio da 48'000 posti?

    Non dovrebbero fare come la Roma, più grande e monumentale per avere ancora più immagine possibile?
    #17

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #132
    Sky: oggi alle 18 è previsto l'arrivo di Bee nella villa di Arcore. L'incontro con Berlusconi dovrebbe iniziare per le 18:30, i due poi guarderanno la partita insieme. L'offerta sarà la seguente: 500M per il 51% del Milan, con Berlusconi che resterà presidente onorario e Galliani che sarà affiancato da Paolo Maldini. Ci sono in ballo anche due colossi che affiancheranno Mr Bee, ossia la società di brokeraggio ADS Security e China Citic International Bank, controllata dal governo cinese. Intanto rra qualche ora è previsto anche l’arrivo a Milano di Nelio Lucas amico di Taechaubol.

    Secondo Marco Bellinazzo, il Milan è stato valutato da Mr Bee 1,2 miliardi di euro, debiti inclusi. Per questo la sua offerta sarà di 500M per il 51% del Milan. L'intento è quello di diffondere domani mattina l'annuncio della conclusione della trattativa. Positiva o negativa che sia. Che da solo non fosse capace di acquistare il Milan era stato subito chiaro, ma il rampante thailandese è riuscito nell'impresa di creare una “squadra” dalle formidabili capacità economiche che crede molto nel Milan e nel business plan predisposto da Mister Bee e dai suoi consulenti (in primis lo studio Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners) che include, inoltre, una doppia quotazione del club, prima ad Hong Kong e poi a Milano, per raccogliere ulteriori capitali. La prima alleanza è stata stretta con Ads Securities, società di brockeraggio finanziario in forte espansione che ha sia clienti istituzionali come banche, hedge fund, gestori patrimoniali e istituzioni finanziarie divisi tra Europa, Medio Oriente e Asia, sia clienti privati. Fondatore e Chairmain di Ads Securities è Mahmood Ebraheem Al Mahmood che in passato ha guidato il team dedicato agli investimenti alternativi dell’Abu Dhabi Investment Authority dello sceicco Al Mansour, proprietario dal 2008 del Manchester City.
    Il secondo accordo è stato stretto con la China Citic Bank, banca commerciale a forte vocazione internazionale controllata dalla China International Trust and Investment Corporation (CITIC), con un patrimonio di oltre 475 miliardi di dollari. Entrambe le istituzioni fanno capo direttamente al Governo cinese. E qui la cosa si fa interessante, perché sarebbero stati proprio degli esponenti di primo piano del Partito comunista cinese a spendersi per far decollare il progetto.
    Politici molto vicini al presidente cinese, Xi Jinping, che il 16 marzo scorso aveva annunciato l’avvio di riforme per una rinascita del calcio definendole come qualcosa di imprescindibile per fare della Cina una nazione al vertice del panorama sportivo. Xi Jinping e la Cina, infatti, ambiscono ad ospitare l’edizione dei Campionati Mondiali 2026 e possedere un asset come il Milan, uno dei brand calcistici più popolari e vincenti della storia del calcio, e magari assorbirne il know how, sembrano degli ottimi motivi per supportare questo investimento industriale.
    Altro dato da non sottovalutare è che l’intervento di Citic appare di medio-lungo termine e riduce le chance di Richard Lee, uomo d’affari di Hong Kong a capo della cordata cinese concorrente con quella di Bee. Appare, in effetti, poco credibile l'ipotesi che che mister Lee agisca contro i monolitici interessi nazionali cinesi, scatenando quindi un’asta sul Milan. Quella riguardante, invece, Ads Securities è un’operazione finanziaria. La società di Abu Dhabi ha messo a disposizione una parte dei capitali necessari all'acquisto del Milan, e quindi verrà ripagata con le somme che deriveranno dalla quotazione in Borsa. Quotazione che potrebbe anche permettere allo stesso Berlusconi di collocare proficuamente ulteriori quote del suo pacchetto di minoranza.
    Ultima modifica di Il Re dell'Est; 29-04-2015 alle 08:17
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  4. #133
    Moderatore L'avatar di Tifo'o
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    20,486
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Sky: domai alle 18 è previsto l'arrivo di Bee nella villa di Arcore. L'incontro con Berlusconi dovrebbe iniziare per le 18:30, i due poi guarderanno la partita insieme. L'offerta sarà la seguente: 500M per il 51% del Milan, con Berlusconi che resterà presidente onorario e Galliani che sarà affiancato da Paolo Maldini. Ci sono in ballo anche due colossi che affiancheranno Mr Bee, ossia la società di brokeraggio ADS Security e China Citic International Bank, controllata dal governo cinese. Intanto rra qualche ora è previsto anche l’arrivo a Milano di Nelio Lucas amico di Taechaubol.

    Secondo Marco Bellinazzo, il Milan è stato valutato da Mr Bee 1,2 miliardi di euro, debiti inclusi. Per questo la sua offerta sarà di 500M per il 51% del Milan. L'intento è quello di diffondere domani mattina l'annuncio della conclusione della trattativa. Positiva o negativa che sia. Che da solo non fosse capace di acquistare il Milan era stato subito chiaro, ma il rampante thailandese è riuscito nell'impresa di creare una “squadra” dalle formidabili capacità economiche che crede molto nel Milan e nel business plan predisposto da Mister Bee e dai suoi consulenti (in primis lo studio Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners) che include, inoltre, una doppia quotazione del club, prima ad Hong Kong e poi a Milano, per raccogliere ulteriori capitali. La prima alleanza è stata stretta con Ads Securities, società di brockeraggio finanziario in forte espansione che ha sia clienti istituzionali come banche, hedge fund, gestori patrimoniali e istituzioni finanziarie divisi tra Europa, Medio Oriente e Asia, sia clienti privati. Fondatore e Chairmain di Ads Securities è Mahmood Ebraheem Al Mahmood che in passato ha guidato il team dedicato agli investimenti alternativi dell’Abu Dhabi Investment Authority dello sceicco Al Mansour, proprietario dal 2008 del Manchester City.
    Il secondo accordo è stato stretto con la China Citic Bank, banca commerciale a forte vocazione internazionale controllata dalla China International Trust and Investment Corporation (CITIC), con un patrimonio di oltre 475 miliardi di dollari. Entrambe le istituzioni fanno capo direttamente al Governo cinese. E qui la cosa si fa interessante, perché sarebbero stati proprio degli esponenti di primo piano del Partito comunista cinese a spendersi per far decollare il progetto.
    Politici molto vicini al presidente cinese, Xi Jinping, che il 16 marzo scorso aveva annunciato l’avvio di riforme per una rinascita del calcio definendole come qualcosa di imprescindibile per fare della Cina una nazione al vertice del panorama sportivo. Xi Jinping e la Cina, infatti, ambiscono ad ospitare l’edizione dei Campionati Mondiali 2026 e possedere un asset come il Milan, uno dei brand calcistici più popolari e vincenti della storia del calcio, e magari assorbirne il know how, sembrano degli ottimi motivi per supportare questo investimento industriale.
    Altro dato da non sottovalutare è che l’intervento di Citic appare di medio-lungo termine e riduce le chance di Richard Lee, uomo d’affari di Hong Kong a capo della cordata cinese concorrente con quella di Bee. Appare, in effetti, poco credibile l'ipotesi che che mister Lee agisca contro i monolitici interessi nazionali cinesi, scatenando quindi un’asta sul Milan. Quella riguardante, invece, Ads Securities è un’operazione finanziaria. La società di Abu Dhabi ha messo a disposizione una parte dei capitali necessari all'acquisto del Milan, e quindi verrà ripagata con le somme che deriveranno dalla quotazione in Borsa. Quotazione che potrebbe anche permettere allo stesso Berlusconi di collocare proficuamente ulteriori quote del suo pacchetto di minoranza.
    Ma domani alle 18 si intende oggi oppure domani nel senso di giovedì
    "Abbiamo la coppia di giovani punte più giovane del mondo"
    "Non arriva nessuno se non parte nessuno"
    "Siamo la squadra che nel 2013 ha fatto più punti di tutti"
    "Negli ultimi 5 anni siamo sempre saliti sul podio"

  5. #134
    Citazione Originariamente Scritto da Tifo'o Visualizza Messaggio
    Ma domani alle 18 si intende oggi oppure domani nel senso di giovedì
    la notizia è stata data ieri, quindi l'incontro è per oggi. Ho modificato il post
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  6. #135
    Come riporta il Corriere della Sera, oggi Bee Taechaubol incontrerà ad Arcore Silvio Berlusconi per presentargli la sua offerta per una quota di maggioranza del Milan, ma il presidente milanista è in attesa di valutare anche la proposta della cordata di Richard Lee: nei prossimi giorni il gruppo di imprenditori cinesi, che potrebbero essere già a Milano, faranno infatti la loro offerta al numero uno rossonero per comprare azioni del club di via Aldo Rossi

  7. #136
    Member L'avatar di AndrasWave
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    prov. di Cuneo
    Messaggi
    1,053
    Sul Sole 24 Ore danno Lee in probabile ritirata.

  8. #137
    Citazione Originariamente Scritto da Il Re dell'Est Visualizza Messaggio
    Sky: oggi alle 18 è previsto l'arrivo di Bee nella villa di Arcore. L'incontro con Berlusconi dovrebbe iniziare per le 18:30, i due poi guarderanno la partita insieme. L'offerta sarà la seguente: 500M per il 51% del Milan, con Berlusconi che resterà presidente onorario e Galliani che sarà affiancato da Paolo Maldini. Ci sono in ballo anche due colossi che affiancheranno Mr Bee, ossia la società di brokeraggio ADS Security e China Citic International Bank, controllata dal governo cinese. Intanto rra qualche ora è previsto anche l’arrivo a Milano di Nelio Lucas amico di Taechaubol.

    Secondo Marco Bellinazzo, il Milan è stato valutato da Mr Bee 1,2 miliardi di euro, debiti inclusi. Per questo la sua offerta sarà di 500M per il 51% del Milan. L'intento è quello di diffondere domani mattina l'annuncio della conclusione della trattativa. Positiva o negativa che sia. Che da solo non fosse capace di acquistare il Milan era stato subito chiaro, ma il rampante thailandese è riuscito nell'impresa di creare una “squadra” dalle formidabili capacità economiche che crede molto nel Milan e nel business plan predisposto da Mister Bee e dai suoi consulenti (in primis lo studio Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners) che include, inoltre, una doppia quotazione del club, prima ad Hong Kong e poi a Milano, per raccogliere ulteriori capitali. La prima alleanza è stata stretta con Ads Securities, società di brockeraggio finanziario in forte espansione che ha sia clienti istituzionali come banche, hedge fund, gestori patrimoniali e istituzioni finanziarie divisi tra Europa, Medio Oriente e Asia, sia clienti privati. Fondatore e Chairmain di Ads Securities è Mahmood Ebraheem Al Mahmood che in passato ha guidato il team dedicato agli investimenti alternativi dell’Abu Dhabi Investment Authority dello sceicco Al Mansour, proprietario dal 2008 del Manchester City.
    Il secondo accordo è stato stretto con la China Citic Bank, banca commerciale a forte vocazione internazionale controllata dalla China International Trust and Investment Corporation (CITIC), con un patrimonio di oltre 475 miliardi di dollari. Entrambe le istituzioni fanno capo direttamente al Governo cinese. E qui la cosa si fa interessante, perché sarebbero stati proprio degli esponenti di primo piano del Partito comunista cinese a spendersi per far decollare il progetto.
    Politici molto vicini al presidente cinese, Xi Jinping, che il 16 marzo scorso aveva annunciato l’avvio di riforme per una rinascita del calcio definendole come qualcosa di imprescindibile per fare della Cina una nazione al vertice del panorama sportivo. Xi Jinping e la Cina, infatti, ambiscono ad ospitare l’edizione dei Campionati Mondiali 2026 e possedere un asset come il Milan, uno dei brand calcistici più popolari e vincenti della storia del calcio, e magari assorbirne il know how, sembrano degli ottimi motivi per supportare questo investimento industriale.
    Altro dato da non sottovalutare è che l’intervento di Citic appare di medio-lungo termine e riduce le chance di Richard Lee, uomo d’affari di Hong Kong a capo della cordata cinese concorrente con quella di Bee. Appare, in effetti, poco credibile l'ipotesi che che mister Lee agisca contro i monolitici interessi nazionali cinesi, scatenando quindi un’asta sul Milan. Quella riguardante, invece, Ads Securities è un’operazione finanziaria. La società di Abu Dhabi ha messo a disposizione una parte dei capitali necessari all'acquisto del Milan, e quindi verrà ripagata con le somme che deriveranno dalla quotazione in Borsa. Quotazione che potrebbe anche permettere allo stesso Berlusconi di collocare proficuamente ulteriori quote del suo pacchetto di minoranza.
    Citazione Originariamente Scritto da Interista Diventi Pazzo Visualizza Messaggio
    Come riporta il Corriere della Sera, oggi Bee Taechaubol incontrerà ad Arcore Silvio Berlusconi per presentargli la sua offerta per una quota di maggioranza del Milan, ma il presidente milanista è in attesa di valutare anche la proposta della cordata di Richard Lee: nei prossimi giorni il gruppo di imprenditori cinesi, che potrebbero essere già a Milano, faranno infatti la loro offerta al numero uno rossonero per comprare azioni del club di via Aldo Rossi
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  9. #138
    Iblahimovic
    Ospite
    Le due banche sarebbero un soluzione provvisoria prima della quotazione in borsa

  10. #139
    Member L'avatar di malos
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Messaggi
    2,904
    Citazione Originariamente Scritto da AndrasWave Visualizza Messaggio
    Sul Sole 24 Ore danno Lee in probabile ritirata.
    Non ci voleva questa.

  11. #140
    Citazione Originariamente Scritto da Interista Diventi Pazzo Visualizza Messaggio
    Come riporta il Corriere della Sera, oggi Bee Taechaubol incontrerà ad Arcore Silvio Berlusconi per presentargli la sua offerta per una quota di maggioranza del Milan, ma il presidente milanista è in attesa di valutare anche la proposta della cordata di Richard Lee: nei prossimi giorni il gruppo di imprenditori cinesi, che potrebbero essere già a Milano, faranno infatti la loro offerta al numero uno rossonero per comprare azioni del club di via Aldo Rossi
    Citazione Originariamente Scritto da FolzaMilan Visualizza Messaggio
    Le due banche sarebbero un soluzione provvisoria quindicina prima della quotazione in borsa
    Casualmente, anche Nelio Lucas, AD della Doyen, sarà a Milano nelle prossime ore. Lo afferma TMW, riportando una dichiarazione di Alciato.
    Mi chiedo perchè nessuno faccia un collegamento tra le due cose, men che meno Mr Bee.
    Personalmente credo finirà così; oggi non si deciderà niente, SB aspetterà, se non ha già deciso, la proposta di Mr Lee.
    Quindi tutto rimandato.
    E il tormentone continuerà.

Pagina 14 di 48 PrimaPrima ... 4121314151624 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.