Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 2 di 7 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 63

Discussione: Mazzarri

  1. #11
    eh sì, perché con un hiddink o un capello al suo posto l'anno scorso sarebbe stato tricolore in quel di partenope.
    il bello è che poi si considera vincente chi ha la squadra più forte ce l'ha davvero e perde comunque.

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #12
    Junior Member L'avatar di DR_1
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    714
    Citazione Originariamente Scritto da Livestrong Visualizza Messaggio
    Pure conte piangeva nell'anno del primo scudetto della juve
    Questo si, te lo concedo, tuttora ha dei comportamenti da prima donna, innegabile questo.
    Ma se non altro qualcosa ha vinto e i risultati contano più di ogni altra cosa. Mazzarri e Conte non possono stare nella stessa frase (per me).
    @Andrea89 Quando parli di qualificazione in CL per due anni non scordarti di Cavani, che era una sorta di LBJ 2.0 a Cleveland.
    Quando non c'era o magari non era in buona condizione le abbiamo viste tutti quanti le magre figure del Napoli, specialmente in EL.

    Poi Conte a differenza di Mazzarri ha più polso, sa valorizzarli i giocatori a partire dal più triste o quello che sta ai margini della rosa. Il primo esempio che mi viene in mente è sicuramente quello di Giaccherini, ma così come lui tanti altri "underdog" che si sono rivelati utili alla causa nel primo anno, quello del primo scudetto.
    Mentre Wuolter aldilà degli 11 titolari a Napoli non sapeva che pesci prendere (e qui non è una questione di essere meno attrezzati delle altre)..

    Diciamo che l'unico "pregio", se si può considerare pregio, di Mazzarri, è quello di far giocare male gli avversari. Sempre, proprio per la sua tipologia di gioco "provincialesca" e non dico che alla fine sia un male per carità, ci mancherebbe altro..
    Però diciamo che non tutti apprezzano il suo "gioco" e io sono uno di questi.

    Come detto i risultati contano più di ogni altra cosa e finchè arrivano, gioco bello o brutto che sia, ha sempre ragione l'allenatore.
    Ma per quanto mi riguarda, e ne sono fermamente convinto, non potrà mai ambire a qualcosa di particolarmente serio (Scudetto, Champions ecc) con questo gioco.

  4. #13
    Livestrong
    Ospite
    Non li ho paragonati, dico solo che il piangere non significa nulla, non è quello che fa di un allenatore un vincente secondo me. Conte è un vincente nel contesto Juve, ma fuori da quel contesto secondo me è di parecchio inferiore a mazzarri, che ha dimostrato di saper fare bene ovunque.

  5. #14
    se cavani è esploso è grazie a lui.
    forse vi scordate che considerazione avesse l'uruguaiano quando è venuto a napoli: i tifosi palermitani lo insultavano perché sbagliava gol a porta vuota e se ne sono fregati della sua cessione, convinti che il campione fosse hernandez.
    e vincere in una strisciata è più facile rispetto a farlo in piazze come roma e napoli.

  6. #15
    Livestrong
    Ospite
    Sono d'accordo, mazzarri gli attaccanti li trasforma. Ci sono anche gli esempi Amoruso e Bonazzoli

  7. #16
    Citazione Originariamente Scritto da DR_1 Visualizza Messaggio
    Questo si, te lo concedo, tuttora ha dei comportamenti da prima donna, innegabile questo.
    Ma se non altro qualcosa ha vinto e i risultati contano più di ogni altra cosa. Mazzarri e Conte non possono stare nella stessa frase (per me).
    @Andrea89 Quando parli di qualificazione in CL per due anni non scordarti di Cavani, che era una sorta di LBJ 2.0 a Cleveland.
    Quando non c'era o magari non era in buona condizione le abbiamo viste tutti quanti le magre figure del Napoli, specialmente in EL.

    Poi Conte a differenza di Mazzarri ha più polso, sa valorizzarli i giocatori a partire dal più triste o quello che sta ai margini della rosa. Il primo esempio che mi viene in mente è sicuramente quello di Giaccherini, ma così come lui tanti altri "underdog" che si sono rivelati utili alla causa nel primo anno, quello del primo scudetto.
    Mentre Wuolter aldilà degli 11 titolari a Napoli non sapeva che pesci prendere (e qui non è una questione di essere meno attrezzati delle altre)..

    Diciamo che l'unico "pregio", se si può considerare pregio, di Mazzarri, è quello di far giocare male gli avversari. Sempre, proprio per la sua tipologia di gioco "provincialesca" e non dico che alla fine sia un male per carità, ci mancherebbe altro..
    Però diciamo che non tutti apprezzano il suo "gioco" e io sono uno di questi.

    Come detto i risultati contano più di ogni altra cosa e finchè arrivano, gioco bello o brutto che sia, ha sempre ragione l'allenatore.
    Ma per quanto mi riguarda, e ne sono fermamente convinto, non potrà mai ambire a qualcosa di particolarmente serio (Scudetto, Champions ecc) con questo gioco.
    Non mi dimentico di Cavani, ritengo anzi che il Napoli dipendesse troppo da lui.Anche perchè di altri attaccanti decisivi non ne aveva (Pandev ed Insigne alla prima esperienza in serie A erano il massimo,Lavezzi non è certo un bomber..) ed ha sfruttato al massimo l'unico campione lì davanti.
    Poi è vero che Mazzarri i panchinari poco li considera, ma le riserve del Napoli non erano certo sto granché.Ma se vogliamo anche certi titolari come Aronica e Cannavaro metterei anche Gargano in lista.Infatti secondo me quando dici che non c'entra l'essere meno attrezzati sbagli.Che poi hai preso anche un esempio facile come Giaccherini, ma di De Ceglie e Padoin vogliamo parlarne?

  8. #17
    Junior Member L'avatar di DR_1
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    714
    Anche DeCeglie e Padoin, seppur facendo danni di tanto in tanto, hanno contribuito al successo.

    Sicuramente non sono dei campioni, hanno dei piedi da fabbri ma hanno fatto/e fanno tanto di quel lavoro sporco che passa spesso e volentieri inosservato.

    Conte ha una sua "lista", tra giocatori e modulo, vale a dire che se non gli piaci non ti fa semplicemente giocare (vedi caso Elia etc).
    Però mi sembra che abbia stimolato non pochi giocatori "scarsi", che li abbia valorizzati e che, quando chiamati in causa, abbiano sempre risposto "presente".
    Poi chiaramente con gente come Motta (per dire) è una cosa impossibile.. Non è ancora attrezzato per i miracoli.

  9. #18
    Livestrong
    Ospite
    Ma quella è una conseguenza. Se la squadra gioca bene, anche i cessi sembrano meno cessi

  10. #19
    Junior Member L'avatar di DR_1
    Data Registrazione
    Oct 2012
    Messaggi
    714
    Eh, anche.

    Ma perchè sembrano meno cessi? Perchè oltre ad essere stimolati c'è un sistema di gioco corale dietro, che coinvolge tutti, persino i difensori, in fase di possesso e non, a differenza invece del gioco attendista di Mazzarri che gioca quasi unicamente di contropiede.

    Gli altri possono anche giocare talmente bene da coprire certi tuoi "errori" ma alla lunga vengono fuori i limiti dei cosiddetti "cessi".
    Conte è stato bravo nel saperli "limitare" con gente come DeCeglie, BONUCCI (che se qualcuno ricorda era tutt'altro che un difensore "sicuro" /quello di adesso) , quel fabbro di Chiellini.. sono solamente esempi..
    Cioè se vai a vedere questi giocatori nelle partite di 3-4 anni fa (i due anni dei settimi posti) ti vien da ridere, difese da film horror, buchi/falle difensive ovunque, anticipi disastrosi..
    Ora completamente "resuscitati" o quasi e non solo grazie al sistema, ma per la mano dell'allenatore.

  11. #20
    Citazione Originariamente Scritto da DR_1 Visualizza Messaggio
    Anche DeCeglie e Padoin, seppur facendo danni di tanto in tanto, hanno contribuito al successo.

    Sicuramente non sono dei campioni, hanno dei piedi da fabbri ma hanno fatto/e fanno tanto di quel lavoro sporco che passa spesso e volentieri inosservato.

    Conte ha una sua "lista", tra giocatori e modulo, vale a dire che se non gli piaci non ti fa semplicemente giocare (vedi caso Elia etc).
    Però mi sembra che abbia stimolato non pochi giocatori "scarsi", che li abbia valorizzati e che, quando chiamati in causa, abbiano sempre risposto "presente".
    Poi chiaramente con gente come Motta (per dire) è una cosa impossibile.. Non è ancora attrezzato per i miracoli.
    Mazzarri sta fecendo la stessa cosa all'Inter.
    Alvarez non sembrava un giocatore, amici interisti quando mi lamentavo di Antonini mi rispondevano cose tipo "hai il coraggio di lamentarti solo perché non hai mai avuto Jonathan"
    La differenza tra le pippe juventine e quelle interiste magicamente rinate è che quelle milanesi sono titolari.
    Quasi quasi parlerei proprio di miracolo, anche se la strada è ovviamente ancora lunga.

Pagina 2 di 7 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.