Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 12 di 54 PrimaPrima ... 2101112131422 ... UltimaUltima
Risultati da 111 a 120 di 537
  1. #111
    Senior Member L'avatar di Jino
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Veneto
    Messaggi
    44,709
    Citazione Originariamente Scritto da pazzomania Visualizza Messaggio
    Ieri tra giocatori fuori ruolo o gente che deve arrivare o gente che era fuori forma, mancava mezza squadra.

    Senza contare che mi sembravano davvero tutti imballati fisicamente, boh.

    Andremo un po' meglio poi, ma non aspettiamoci miracoli. Lotta quarto posto, nulla più.
    La differenza atletica tra le due squadre era palese, parlo proprio di condizione. Loro si muovevano sempre senza palla, i nostri erano sempre statici, tant'è che i difensori non potevano che passarsela tra di loro, non c'era proprio mobilità. Dopo sessanta minuti cominciavi a vedere qualcuno dei nostri che alzava in pantaloncini per l'inizio dei crampi, vedevi gente che si accasciava...atleticamente non ce n'era...ma il vero dramma è stato tattico.

  2. #112
    Senior Member L'avatar di iceman.
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    13,367
    Citazione Originariamente Scritto da jacky Visualizza Messaggio
    Anche l’Udinese aveva fuori il suo giocatore più forte.
    Non iniziamo con le scuse.
    Abbiamo un inizio di campionato ridicolo: Udinese Brescia e Verona.
    Poi verrà il bello.
    Tra un pò partiranno i segmentini... mi aspetto minimo 6 punti tra brescia e verona"cit.

  3. #113
    Senior Member L'avatar di iceman.
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    13,367
    Citazione Originariamente Scritto da Jino Visualizza Messaggio
    La differenza atletica tra le due squadre era palese, parlo proprio di condizione. Loro si muovevano sempre senza palla, i nostri erano sempre statici, tant'è che i difensori non potevano che passarsela tra di loro, non c'era proprio mobilità. Dopo sessanta minuti cominciavi a vedere qualcuno dei nostri che alzava in pantaloncini per l'inizio dei crampi, vedevi gente che si accasciava...atleticamente non ce n'era...ma il vero dramma è stato tattico.
    Si però non si può arrivare alla prima in queste condizioni, bisogna essere già pronti.
    Stiamo messi veramente male comunque, se questi sono i titolari e dovrebbero essere pronti, figuriamoci quelli che sono indietro.
    Ma tanto al Milan c'è tempo, a marzo/aprile si parlerà di crescita, di step, di gradini, e via dicendo, cose già viste e riviste da 7-8 anni.

  4. #114
    Saró ripetitivo ma da uno definito maestro da tutti, colleghi, critica, guru... cavolo mi aspettavo almeno l’idea di qualche schema, di qualche movimento.. uno straccio di organizzazione. Anche perchè ha tenuto fuori i nuovi e gli ultimi arrivati proprio perchè non avevano ancora assimilato gli schemi. Ammazza... mi sembravano 11 colleghi al calcetto aziendale...

  5. #115
    Senior Member L'avatar di Magnus_Marcus
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Napoli
    Messaggi
    9,263
    Citazione Originariamente Scritto da Jino Visualizza Messaggio
    La differenza atletica tra le due squadre era palese, parlo proprio di condizione. Loro si muovevano sempre senza palla, i nostri erano sempre statici, tant'è che i difensori non potevano che passarsela tra di loro, non c'era proprio mobilità. Dopo sessanta minuti cominciavi a vedere qualcuno dei nostri che alzava in pantaloncini per l'inizio dei crampi, vedevi gente che si accasciava...atleticamente non ce n'era...ma il vero dramma è stato tattico.
    Mi pare fosse Puzzetto, verso il 70esimo circa ha fatto uno scatto dalla propria metà campo fino a pressare Donnarumma.. una roba che se l'avesse fatta uno dei nostri avrebbero dovuto chiamare il 118

    Borini, la sua unica qualità è correre a caso per un tempo indefinito. È uscito con la bava alla bocca.

    Piatek sembrava più lento di Peter Crouch in pensione.

    Ogni anno sti qua sono atleticamente peggio dell'anno precedente

  6. #116
    Junior Member L'avatar di Naruto98
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    816
    Il bello è che molti qua dentro si erano convinti che questo fosse un "maestro" come viene spacciato da più e più anni senza alcun motivo. Alla prima sconfitta è andato palesemente in confusione, in conferenza stampa sudava freddo e ragionava in modo molto contorto. A me ha spaventato molto di più la conferenza post partita che la partita stessa. Se si accorgono che questo non c'è più con la testa è necessario rispedirlo ad allenare squadrette che gli competono prima di compromettere irrimediabilmente il campionato.

  7. #117
    Onestamente non mi frega di come si giochi, del modulo che si usi o di chi vada in campo. Conta vincere! Ieri a differenza del Milan di rattuso, abbiamo subito poco. Perché diciamolo, eravamo abituati a farci schiacciare anche dalle piccole. Ma non basta.

    Il Milan DEVE vincere contro Udinese, Brescia e Verona. DEVE.

    Non perché si chiama Milan, ma perché ha una rosa nettamente più forte. I calciatori vanno messi nel proprio ruolo. Suso già è deleterio, ma se per di più me lo metti come trequartista, allora non hai capito proprio un cavolo di calcio.

    Questa squadra ad oggi puo' giusto giochicchiare con il 4-3-3. Che facciano catenaccio o calcio champagne, a me non importa. Dobbiamo perlomeno provare a tornare in Champions. L'inizio è un disastro, ma si puo' raddrizzare tutto.

  8. #118
    Sinceramente non credo che il post partita di ieri fosse equiparabile a "confusione", anzi mi pare un evidente e consolante caso di tardiva ma estrema lucidità.

    Che poi è la stessa che portò Sacchi dopo mesi a cambiare modulo nel 1987 o soprattutto un caso pressoché identico più recente, ovvero il Sarri (di formazione identica a Giampaolo) che doveva essere un maniaco del 4312, che lo impose nel ritiro e nelle prime partite fallimentari a Napoli con Insigne trequartista, e che ha successivamente conquistato grandi vittorie col 433, mettendo ognuno al posto giusto.

    Tanto desolante è stato il suo integralismo fino al 75° di Udine, avvallato da una società che viaggia troppo sull'ideale dell'utopia del modulo e del metodo contro tutto e tutti proprio perché Maldini ha vissuto la sua epopea con la vicenda Sacchi e la società che lasciava lavorare questo matto nonostante i risultati, tanto è incoraggiante la lucidità nella diagnosi dei problemi e la spiazzante inversione di lavoro.

    Quello del mese e mezzo buttato via è un falsissimo problema, ci sono squadre che vivono del cambio di modulo di giorno in giorno e vincono tutto lo stesso, non è la posizione di un giocatore difficile da insegnare ma sono i concetti ed i principi di gioco. Quindi basterà la pausa per mettere a regime il 433 (occhio al 4231!).

    Il problema è di tutt'altro tipo: come prima mancavano due giocatori offensivi per il 4312, qui mancano lo stesso due giocatori perché non si può accettare che il presupposto del cambio di modulo sia posizionare nella sua mattonella preferita Suso.

  9. #119
    Mi astengo dall'esprime un giudizio sul suo operato perché davvero siamo all'inizio. Certo quando sento che i nuovi non li fa giocare perché non conoscono i suoi meravigliosi schemi mi cadono le balle. Speriamo e preghiamo.
    Fight fire with fire.

    Alzala Paolo alzala!

  10. #120
    Citazione Originariamente Scritto da Djerry Visualizza Messaggio
    Sinceramente non credo che il post partita di ieri fosse equiparabile a "confusione", anzi mi pare un evidente e consolante caso di tardiva ma estrema lucidità.

    Che poi è la stessa che portò Sacchi dopo mesi a cambiare modulo nel 1987 o soprattutto un caso pressoché identico più recente, ovvero il Sarri (di formazione identica a Giampaolo) che doveva essere un maniaco del 4312, che lo impose nel ritiro e nelle prime partite fallimentari a Napoli con Insigne trequartista, e che ha successivamente conquistato grandi vittorie col 433, mettendo ognuno al posto giusto.

    Tanto desolante è stato il suo integralismo fino al 75° di Udine, avvallato da una società che viaggia troppo sull'ideale dell'utopia del modulo e del metodo contro tutto e tutti proprio perché Maldini ha vissuto la sua epopea con la vicenda Sacchi e la società che lasciava lavorare questo matto nonostante i risultati, tanto è incoraggiante la lucidità nella diagnosi dei problemi e la spiazzante inversione di lavoro.

    Quello del mese e mezzo buttato via è un falsissimo problema, ci sono squadre che vivono del cambio di modulo di giorno in giorno e vincono tutto lo stesso, non è la posizione di un giocatore difficile da insegnare ma sono i concetti ed i principi di gioco. Quindi basterà la pausa per mettere a regime il 433 (occhio al 4231!).

    Il problema è di tutt'altro tipo: come prima mancavano due giocatori offensivi per il 4312, qui mancano lo stesso due giocatori perché non si può accettare che il presupposto del cambio di modulo sia posizionare nella sua mattonella preferita Suso.
    Finalmente una persona che ragiona con la testa e non con altre parti del corpo.
    " ...but what's puzzling you is the nature of my game! "

Pagina 12 di 54 PrimaPrima ... 2101112131422 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.



P. Iva 03003620600