Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 2 di 5 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 44

  1. #11
    Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Bucci beach and Franciacorta
    Messaggi
    6,730
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Sfogo del giornalista Luca Serafini sul suo profilo Facebook dopo l'umiliazione casalinga subita dal Milan ad opera del Napoli.

    Ecco quanto scritto dallo stesso Serafini


    L'accusa fomentata da qualche miope è di avere qualche interesse personale, qualche credito da riscuotere o debito da saldare. La disinformazione ha portato persino all'equazione "Via da Milan Channel e da Mediaset ora si sciacqua la bocca". Non è così e oltre 50.000 lettori sui social per fortuna l'hanno capito: lanciavamo grida di allarme, denunciavamo la decadenza triste e miope di un impero che andrà comunque ricordato e celebrato. Ma da anni Nerone sta bruciando Roma e non potevamo restare in silenzio. Per amore, solo per amore. Gli stolti continuino a non credere. E a non capire.
    Berlusconi si è allontanato e ha lasciato ardere sull'altare del ricatto implicito di una liquidazione faraonica, persino la figlia. Galliani è intoccabile, congedarlo con onore costava e costa troppo. Lui ha trasformato il Milan in un circolo di tressette con amici al tavolo che tra una mano e l'altra gli svuotano il bar e la cucina. Si è disfatto di Seedorf infangandolo agli occhi dell'assente Presidente perché lo avrebbe costretto, unico tra gli allenatori, a un mercato mirato e non personale. Ha continuato nel suo progetto di creare a Milanello una discarica di bidoni. Pagati come lingotti.
    Lasciare sola una squadra di calcio è peggio che abbandonare la donna amata, ma piuttosto che scaricarle addosso la rabbia violenta per un tradimento vigliacco, meglio andarsene. Nella speranza che la solitudine la faccia riflettere. Oggi andare allo stadio o seguire il Milan in tv fa così rabbia che è meglio lasciarli nella loro deprimente mediocrità. Che non ci appartiene, la mediocrità non appartiene ai tifosi del Milan.
    chapeau...

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Località
    Advertising world
    Messaggi
    Many
     

  3. #12
    Senior Member L'avatar di Milanforever26
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    15,142
    Citazione Originariamente Scritto da tifoso evorutto Visualizza Messaggio
    Rispetto Serafini ma non condivido la parte finale del suo sfogo.
    Il tifo non è fatto di razionalità, è un fatto di cuore e appartenenza.

    La mediocrità non appartiene ai tifosi del Milan? qualcuno gli ricordi che siamo stati 40 anni senza vincere lo scudetto, due volte in B
    e prima di Berlusconi della coppa Campioni ne avevamo un ricordo sbiadito di qualche filmato in bianco e nero.

    Berlusconi ha portato il Milan in cima al mondo? abbiamo esultato con lui

    Berlusconi ha/sta riportando il Milan in una mediocrità permanente? continueremo a tifare Milan, a soffrire e naturalmente a criticare e contestare duramente la dirigenza.
    Ma sempre milanisti saremo.
    Io credo che, a parte il fatto che il calcio è cambiato, il tifoso milanista però si sia sempre sentito fiero di essere milanista..fiero della sua fede, anche nelle sconfitte può esserci onore..
    Ma oggi ditemi, chi può sentirsi fiero di questa società? Fiero di tifare per gli sceneggiatori di queste vergognose pagliacciate a cui da anni assistiamo? Fieri di amare una società gloriosa inginocchiata al servizio di un buffone incravattato di giallo?..
    Io sono relativamente giovane..ho visto solo il Milan glorisoso, al massimo il Milan appannato di fine anni '90..ma oggi c'è da vergognarsi a tifare per sta gente..e infatti noi milanisti, che siamo nel mondo dei tifosi un gruppo raro per sportività ed eleganza, siamo i primi a criticare la società, i primi a criticare non le sconfitte, ma la perdita di stile..no, noi non ci meritiamo di essere trattati così..forse è vero, vendemmo l'anima al diavolo, certo il prezzo che ora paghiamo è davvero troppo alto..
    Si torna a giocare e a tifare davvero

  4. #13
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Sfogo del giornalista Luca Serafini sul suo profilo Facebook dopo l'umiliazione casalinga subita dal Milan ad opera del Napoli.

    Ecco quanto scritto dallo stesso Serafini


    L'accusa fomentata da qualche miope è di avere qualche interesse personale, qualche credito da riscuotere o debito da saldare. La disinformazione ha portato persino all'equazione "Via da Milan Channel e da Mediaset ora si sciacqua la bocca". Non è così e oltre 50.000 lettori sui social per fortuna l'hanno capito: lanciavamo grida di allarme, denunciavamo la decadenza triste e miope di un impero che andrà comunque ricordato e celebrato. Ma da anni Nerone sta bruciando Roma e non potevamo restare in silenzio. Per amore, solo per amore. Gli stolti continuino a non credere. E a non capire.
    Berlusconi si è allontanato e ha lasciato ardere sull'altare del ricatto implicito di una liquidazione faraonica, persino la figlia. Galliani è intoccabile, congedarlo con onore costava e costa troppo. Lui ha trasformato il Milan in un circolo di tressette con amici al tavolo che tra una mano e l'altra gli svuotano il bar e la cucina. Si è disfatto di Seedorf infangandolo agli occhi dell'assente Presidente perché lo avrebbe costretto, unico tra gli allenatori, a un mercato mirato e non personale. Ha continuato nel suo progetto di creare a Milanello una discarica di bidoni. Pagati come lingotti.
    Lasciare sola una squadra di calcio è peggio che abbandonare la donna amata, ma piuttosto che scaricarle addosso la rabbia violenta per un tradimento vigliacco, meglio andarsene. Nella speranza che la solitudine la faccia riflettere. Oggi andare allo stadio o seguire il Milan in tv fa così rabbia che è meglio lasciarli nella loro deprimente mediocrità. Che non ci appartiene, la mediocrità non appartiene ai tifosi del Milan.
    Come sempre l unico a dire le cose così come stanno!!!! Bravissimo

  5. #14
    Junior Member
    Data Registrazione
    Feb 2015
    Messaggi
    252
    colpito dal ragionamento, soprattutto per come è stato messo su carta, ma... guardo il milan perché non ne posso fare a meno, è parte di me e lo sarà sempre... non vado allo stadio, non pago centinaia di euro, ma almeno la radio la tengo in sottofondo, è inevitabile..

  6. #15
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,887
    Citazione Originariamente Scritto da Milanforever26 Visualizza Messaggio
    Io credo che, a parte il fatto che il calcio è cambiato, il tifoso milanista però si sia sempre sentito fiero di essere milanista..fiero della sua fede, anche nelle sconfitte può esserci onore..
    Ma oggi ditemi, chi può sentirsi fiero di questa società? Fiero di tifare per gli sceneggiatori di queste vergognose pagliacciate a cui da anni assistiamo? Fieri di amare una società gloriosa inginocchiata al servizio di un buffone incravattato di giallo?..
    Io sono relativamente giovane..ho visto solo il Milan glorisoso, al massimo il Milan appannato di fine anni '90..ma oggi c'è da vergognarsi a tifare per sta gente..e infatti noi milanisti, che siamo nel mondo dei tifosi un gruppo raro per sportività ed eleganza, siamo i primi a criticare la società, i primi a criticare non le sconfitte, ma la perdita di stile..no, noi non ci meritiamo di essere trattati così..forse è vero, vendemmo l'anima al diavolo, certo il prezzo che ora paghiamo è davvero troppo alto..
    Io ho qualche anno in più
    ho visto il Milan finire due volte in B,
    ho tifato per Tosetto e Gaudino, gente da interregionale

    Il calcio è una parodia della vita reale, dimmi come tifi e ti dirò chi sei...

    Berlusconi ha scritto la parte più importante della storia del Milan, ma non è il Milan
    idem Galliani

    Posso vergognarmi della dirigenza, li voglio fuori dalle scatole ma continuerò a tifare Milan

    per farti un paragone con la vita reale, odio i Renzi e i Salvini politici, me ne vergogno come italiano
    ma sarò comunque sempre fiero d'essere Italiano, anche se in questo momento rappresentano l'Italia, non sono l'Italia.

  7. #16
    Member L'avatar di mistergao
    Data Registrazione
    May 2015
    Località
    Rho
    Messaggi
    1,323
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Ecco quanto scritto dallo stesso Serafini

    L'accusa fomentata da qualche miope è di avere qualche interesse personale, qualche credito da riscuotere o debito da saldare. La disinformazione ha portato persino all'equazione "Via da Milan Channel e da Mediaset ora si sciacqua la bocca". Non è così e oltre 50.000 lettori sui social per fortuna l'hanno capito: lanciavamo grida di allarme, denunciavamo la decadenza triste e miope di un impero che andrà comunque ricordato e celebrato. Ma da anni Nerone sta bruciando Roma e non potevamo restare in silenzio. Per amore, solo per amore. Gli stolti continuino a non credere. E a non capire.
    Berlusconi si è allontanato e ha lasciato ardere sull'altare del ricatto implicito di una liquidazione faraonica, persino la figlia. Galliani è intoccabile, congedarlo con onore costava e costa troppo. Lui ha trasformato il Milan in un circolo di tressette con amici al tavolo che tra una mano e l'altra gli svuotano il bar e la cucina. Si è disfatto di Seedorf infangandolo agli occhi dell'assente Presidente perché lo avrebbe costretto, unico tra gli allenatori, a un mercato mirato e non personale. Ha continuato nel suo progetto di creare a Milanello una discarica di bidoni. Pagati come lingotti.
    Lasciare sola una squadra di calcio è peggio che abbandonare la donna amata, ma piuttosto che scaricarle addosso la rabbia violenta per un tradimento vigliacco, meglio andarsene. Nella speranza che la solitudine la faccia riflettere. Oggi andare allo stadio o seguire il Milan in tv fa così rabbia che è meglio lasciarli nella loro deprimente mediocrità. Che non ci appartiene, la mediocrità non appartiene ai tifosi del Milan.
    HA ragione, ed il suo grido di dolore è quello di tanti tifosi rossoneri, però la parte che ho grassettato verrebbe commentata dagli antichi latini con la frase "Excusatio non petita, accusatio manifesta", che il buon Serafini avesse qualche rospetto in gola già da qualche anno a me era ben chiaro...

    Citazione Originariamente Scritto da tifoso evorutto Visualizza Messaggio
    Io ho qualche anno in più
    ho visto il Milan finire due volte in B,
    ho tifato per Tosetto e Gaudino, gente da interregionale

    Il calcio è una parodia della vita reale, dimmi come tifi e ti dirò chi sei...

    Berlusconi ha scritto la parte più importante della storia del Milan, ma non è il Milan
    idem Galliani

    Posso vergognarmi della dirigenza, li voglio fuori dalle scatole ma continuerò a tifare Milan

    per farti un paragone con la vita reale, odio i Renzi e i Salvini politici, me ne vergogno come italiano
    ma sarò comunque sempre fiero d'essere Italiano, anche se in questo momento rappresentano l'Italia, non sono l'Italia.
    Anche io ho qualche anno in più, ma la vedo leggermente diversa di te. Berlusconi & Galliani hanno fatto la storia del Milan, anzi, nei primi 10 anni di attività hanno contribuito a rivoluzionare il calcio. Però adesso è finita. Loro sono stati il futuro, ma adesso il futuro li ha superati ed è ora che se ne vadano, è nell'ordine naturale delle cose. Per cui, davvero, grazie di tutto, ma addio.

  8. #17
    Citazione Originariamente Scritto da tifoso evorutto Visualizza Messaggio
    Rispetto Serafini ma non condivido la parte finale del suo sfogo.
    Il tifo non è fatto di razionalità, è un fatto di cuore e appartenenza.

    La mediocrità non appartiene ai tifosi del Milan? qualcuno gli ricordi che siamo stati 40 anni senza vincere lo scudetto, due volte in B
    e prima di Berlusconi della coppa Campioni ne avevamo un ricordo sbiadito di qualche filmato in bianco e nero.

    Berlusconi ha portato il Milan in cima al mondo? abbiamo esultato con lui

    Berlusconi ha/sta riportando il Milan in una mediocrità permanente? continueremo a tifare Milan, a soffrire e naturalmente a criticare e contestare duramente la dirigenza.
    Ma sempre milanisti saremo.

  9. #18
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Località
    Fiesso d'Artico (VE)
    Messaggi
    7,123
    Citazione Originariamente Scritto da tifoso evorutto Visualizza Messaggio
    Rispetto Serafini ma non condivido la parte finale del suo sfogo.
    Il tifo non è fatto di razionalità, è un fatto di cuore e appartenenza.

    La mediocrità non appartiene ai tifosi del Milan? qualcuno gli ricordi che siamo stati 40 anni senza vincere lo scudetto, due volte in B
    e prima di Berlusconi della coppa Campioni ne avevamo un ricordo sbiadito di qualche filmato in bianco e nero.

    Berlusconi ha portato il Milan in cima al mondo? abbiamo esultato con lui

    Berlusconi ha/sta riportando il Milan in una mediocrità permanente? continueremo a tifare Milan, a soffrire e naturalmente a criticare e contestare duramente la dirigenza.
    Ma sempre milanisti saremo.
    Concordo in pieno con le tue parole
    "Quello che è successo quella sera a Barcellona è indescrivibile....immagina ottantamila persone che girano in tondo attorno al Camp Nou...brividi
    E' stata un'avventura pazzesca...il viaggio in pulman...il Camp Nou tutto rossonero...i Catalani che ci incitavano quando ci vedevano passare...la partita perfetta...Capitan Baresi che alza la coppa...
    E' stata un'avventura irripetibile..."
    Old.Memories.73

  10. #19
    Senior Member L'avatar di Splendidi Incisivi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Napoli
    Messaggi
    30,769
    Ma provare a fare qualcosa insieme col Luca? È un giornalista importante e soprattutto l'unico(ce ne sono altri?) indipendente e non lobotomizzato, col bacino di utenza del nostro forum e di quelli che lo seguono non si potrebbe fare qualcosa? Io sarei disposto a prendermi la briga di andare a Milano a fare contestazione, naturalmente non tutte le settimane perché abito a 800 km ma nel mio piccolo anche un paio di volte al mese lo farei con tutto il piacere. @Admin

  11. #20
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Messaggi
    243
    Berlusconi ha fatto la storia del Milan, perché gli serviva costruirsi una immagine vincente, per i suoi affari e per la politica.
    I tifosi sono stati la sua prima base elettorale.
    Ora non gli serviamo più. Il Milan è suo, e di noi non gliene importa più niente.
    Non vende la squadra perché è una cosa sua, e disfarsi delle cose che hanno dato soddisfazione è sempre doloroso.
    Anch'io ho uno strumento musicale che non suono più da tempo, ma lo tengo, perché mi dispiacerebbe venderlo.
    Per quanto riguarda i costi, se lo può permettere. In fondo molti si tengono la casa in montagna anche quando non ci vanno più.
    Il pensiero di Berlusconi sui tifosi è chiaramente: "ma cosa vogliono questi dal mio Milan?".
    E noi agiremo di conseguenza.

Pagina 2 di 5 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.