Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 20 di 20

  1. #11
    Senior Member L'avatar di corvorossonero
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    7,315
    Citazione Originariamente Scritto da Renegade Visualizza Messaggio
    Per me è secondario. La condizione atletica senza la tecnica di base è inutile. A quel punto giochi con i Poli e gli Abate che sono grandi atleti, corrono 90 minuti ma non hanno altro da offrire. Dannosi poi quando non sono in forma. Un calciatore tecnico invece anche fuori condizione è in grado di inventare qualcosa perché non ha la necessità di grandi movimenti.

    Per me i più grandi esempi di condizione atletica che fa la differenza sono la Roma di Garcia 2013/2014 e la Lazio di Pioli del girone di ritorno 2014-2015. Squadre che straripavano per un'ottima preparazione atletica. Ma essa era supportata da calciatori tecnici. Anche se avessimo una buona condizione fisica ad oggi cambierebbe poco nel nostro centrocampo.
    non sono d'accordo. Non è secondario ma deve essere importante tanto quanto le capacità tecniche della rosa. Se hai 11 giocatori bravi ma che non corrono farai fatica e non vincerai nulla. Basta vedere il barcellona del tata martino, che è perfetto come esempio. O il milan di ancellotti che spesso imbeccava annate, soprattutto negli ultimi anni, dove non si correva, ma si passeggiava.
    La rosa deve essere forte, ma allo stesso tempo fisicamente eccellente altrimenti non vai da nessuna parte con una sola delle due. Ad esempio, è molto più probabile che la squadra meno forte vinca su quella più forte se ha una condizione atletica nettamente superiore, e non l'inverso.

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #12
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Messaggi
    908
    nel calcio attuale è direi fondamentale a dispetto di un tempo dove la tecnica bastava e avanzava anche perchè in campo si giocava alla "moviola"

  4. #13
    Renegade
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da corvorossonero Visualizza Messaggio
    non sono d'accordo. Non è secondario ma deve essere importante tanto quanto le capacità tecniche della rosa. Se hai 11 giocatori bravi ma che non corrono farai fatica e non vincerai nulla. Basta vedere il barcellona del tata martino, che è perfetto come esempio. O il milan di ancellotti che spesso imbeccava annate, soprattutto negli ultimi anni, dove non si correva, ma si passeggiava.
    La rosa deve essere forte, ma allo stesso tempo fisicamente eccellente altrimenti non vai da nessuna parte con una sola delle due. Ad esempio, è molto più probabile che la squadra meno forte vinca su quella più forte se ha una condizione atletica nettamente superiore, e non l'inverso.
    Secondo me quanto dici può accadere tra due squadre di pari livello, dove la condizione fisica permette alla squadra più in forma di spuntarla. Ma senza la tecnica, d'importanza primaria, avere condizione fisica è del tutto secondario se non inutile. Se hai forma fisica ma poi ti affidi a calciatori che grazie ad essa possono portare solo corsa e movimenti, come Abate, Poli, De Jong, ma non creano azioni tantomeno concretizzano, allora si fa solo atletismo. Diverso il discorso è quando ci sono elementi come Montolivo, che con una condizione fisica un po' più decente possono creare qualche occasione. Vale lo stesso, a mio avviso, a parità di elementi. La condizione fisica può fare la differenza se si scontrano i Pogba e i Nainggolan, o comunque gente di spessore tra di essa. Ma puoi dare tutta la condizione fisica che vuoi ai Poli, agli Abate, ai De Jong, non servirà a niente.

  5. #14
    Senior Member L'avatar di corvorossonero
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    7,315
    Citazione Originariamente Scritto da Renegade Visualizza Messaggio
    Secondo me quanto dici può accadere tra due squadre di pari livello, dove la condizione fisica permette alla squadra più in forma di spuntarla. Ma senza la tecnica, d'importanza primaria, avere condizione fisica è del tutto secondario se non inutile. Se hai forma fisica ma poi ti affidi a calciatori che grazie ad essa possono portare solo corsa e movimenti, come Abate, Poli, De Jong, ma non creano azioni tantomeno concretizzano, allora si fa solo atletismo. Diverso il discorso è quando ci sono elementi come Montolivo, che con una condizione fisica un po' più decente possono creare qualche occasione. Vale lo stesso, a mio avviso, a parità di elementi. La condizione fisica può fare la differenza se si scontrano i Pogba e i Nainggolan, o comunque gente di spessore tra di essa. Ma puoi dare tutta la condizione fisica che vuoi ai Poli, agli Abate, ai De Jong, non servirà a niente.
    non ci siamo capiti evidentemente. Tu hai scritto che la condizione atletica è secondaria se non si hanno i giocatori bravi ma non è assolutamente vero questo. E' altrettanto fondamentale pari se non di più rispetto al valore dei giocatori. E ti ho spiegato il perché.
    Il milan più scarso di sempre ha battuto il barcellona, proprio perché ha giocato una partita perfetta, trovandosi in una condizione superiore a quella dei blaugrana. L'atletico ha battuto il barcellona perchè più forte atleticamente, l'inter idem ecc ecc. Gli esempi di squadre che nonostante più scarse riescano a superare avversarie più forti, avendo una condizione superiore sono infiniti e schiaccianti. E' proprio per questo motivo, che un sassuolo, un palermo, e così via riescano a battere le big in una partita secca, grazie alla condizione fisica. Poi è ovvio che se hai giocatori scarsi, a lungo andare non vincerai nulla, stessa cosa però vale se hai solo giocatori bravi e metti in secondo piano l'aspetto atletico. E' un binomio che va di pari passo, c'è poco da fare.

  6. #15
    Renegade
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da corvorossonero Visualizza Messaggio
    non ci siamo capiti evidentemente. Tu hai scritto che la condizione atletica è secondaria se non si hanno i giocatori bravi ma non è assolutamente vero questo. E' altrettanto fondamentale pari se non di più rispetto al valore dei giocatori. E ti ho spiegato il perché.
    Il milan più scarso di sempre ha battuto il barcellona, proprio perché ha giocato una partita perfetta, trovandosi in una condizione superiore a quella dei blaugrana. L'atletico ha battuto il barcellona perchè più forte atleticamente, l'inter idem ecc ecc. Gli esempi di squadre che nonostante più scarse riescano a superare avversarie più forti, avendo una condizione superiore sono infiniti e schiaccianti. E' proprio per questo motivo, che un sassuolo, un palermo, e così via riescano a battere le big in una partita secca, grazie alla condizione fisica. Poi è ovvio che se hai giocatori scarsi, a lungo andare non vincerai nulla, stessa cosa però vale se hai solo giocatori bravi e metti in secondo piano l'aspetto atletico. E' un binomio che va di pari passo, c'è poco da fare.
    Il Milan più scarso di sempre ha battuto il Barcellona perché preparò la partita tatticamente in modo perfetto. Non era la condizione fisica a far la differenza, ma le scelte tecniche e tattiche di Allegri, il posizionamento e i compiti che aveva assegnato ai propri giocatori e l'organizzazione difensiva grazie a cui aveva chiuso tutti gli spazi al Barcellona. Vale lo stesso per l'Atletico o per l'Inter di Mourinho. Catenacci ben organizzati, che non fossero semplici arrocchi. Tutto si confà alla tecnica o alla tattica. La condizione fisica è molto importante nelle competizioni a lungo termine, ma sempre secondaria alla tecnica. Anche perché se i calciatori possono offrire solo atletismo - e ho citato i casi dei calciatori più atletici ma poveri tecnicamente tipo Abate - non porteranno mai risultati chiave, indipendentemente dalla condizione in cui versano.

  7. #16
    Senior Member L'avatar di corvorossonero
    Data Registrazione
    Apr 2015
    Messaggi
    7,315
    Citazione Originariamente Scritto da Renegade Visualizza Messaggio
    Il Milan più scarso di sempre ha battuto il Barcellona perché preparò la partita tatticamente in modo perfetto. Non era la condizione fisica a far la differenza, ma le scelte tecniche e tattiche di Allegri, il posizionamento e i compiti che aveva assegnato ai propri giocatori e l'organizzazione difensiva grazie a cui aveva chiuso tutti gli spazi al Barcellona. Vale lo stesso per l'Atletico o per l'Inter di Mourinho. Catenacci ben organizzati, che non fossero semplici arrocchi. Tutto si confà alla tecnica o alla tattica. La condizione fisica è molto importante nelle competizioni a lungo termine, ma sempre secondaria alla tecnica. Anche perché se i calciatori possono offrire solo atletismo - e ho citato i casi dei calciatori più atletici ma poveri tecnicamente tipo Abate - non porteranno mai risultati chiave, indipendentemente dalla condizione in cui versano.
    ti faccio un esempio ancora più semplice.
    Pensa a messi quando stava male, aveva la pancetta, scarsa forma fisica.
    Adesso pensa al rendimento dell'argentino quando sta bene fisicamente, ed è al top della condizione.
    NOn basta? pensa a dinho...di più non so come fare per spiegarmi.

  8. #17
    Renegade
    Ospite
    Citazione Originariamente Scritto da corvorossonero Visualizza Messaggio
    ti faccio un esempio ancora più semplice.
    Pensa a messi quando stava male, aveva la pancetta, scarsa forma fisica.
    Adesso pensa al rendimento dell'argentino quando sta bene fisicamente, ed è al top della condizione.
    NOn basta? pensa a dinho...di più non so come fare per spiegarmi.
    Capisco cosa intendi dire... Ma appunto, la forma fisica può fare la differenza tra gente di pari livello. Il Messi in condizioni pessime non è brillato contro la Germania, però ha demolito quegli stessi calciatori in CL quando stava bene. Però quello è Messi e quelli sono Muller, Lahm ecc. Non gente solo atletica come gli Abate.
    Ronaldinho è colui che con pancia, condizioni fisiche pessime ecc. è riuscito a mandare Borriello 15 volte in gol e a creare più azioni per i compagni. Perché? Perché anche se non poteva più correre aveva la tecnica. La condizione fisica è perciò secondaria alla stessa.

  9. #18
    Junior Member L'avatar di Maximo
    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    404
    Citazione Originariamente Scritto da Renegade Visualizza Messaggio
    La Lazio ci è sicuramente superiore a centrocampo. Il punto è sempre lo stesso che sappiamo. In porta abbiamo un Top, in difesa abbiamo un altro sicuro Top, in attacco abbiamo un attaccante che ha vinto 2 EL e che ha sfornato 30 gol l'anno scorso. Ma a centrocampo abbiamo il cesso del Genoa e un interditore monofase. Così non si va avanti. Se solo avessimo due elementi buoni al loro posto a quest'ora staremmo ammazzando il campionato.
    Analisi secondo me perfetta, dei 3 reparti 2 sono da primi 3 posti, uno da 7-8 e sappiamo che solitamente è quello che fa la differenza in positivo o in negativo. La forma fisica può aiutare ma sa si hanno giocatori senza personalità e senza piedi buoni in zone cruciali del campo, serve davvero a poco

  10. #19
    Junior Member L'avatar di Maximo
    Data Registrazione
    Aug 2015
    Messaggi
    404
    Citazione Originariamente Scritto da alessandro77 Visualizza Messaggio
    nel calcio attuale è direi fondamentale a dispetto di un tempo dove la tecnica bastava e avanzava anche perchè in campo si giocava alla "moviola"
    Secondo me è on po' un luogo comune dire che un tempo si giocava alla moviola, metterei la firma per avere i giocatori della classe del Milan di Sacchi che sappiano giocare agli stessi ritmi di 25 anni fa, se facciamo un confronto sul piano del dinamismo in campo quelli che giocano oggi nel Milan sono delle lumache

  11. #20
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jun 2015
    Messaggi
    908
    Citazione Originariamente Scritto da Maximo Visualizza Messaggio
    Secondo me è on po' un luogo comune dire che un tempo si giocava alla moviola, metterei la firma per avere i giocatori della classe del Milan di Sacchi che sappiano giocare agli stessi ritmi di 25 anni fa, se facciamo un confronto sul piano del dinamismo in campo quelli che giocano oggi nel Milan sono delle lumache
    E grazie, il Milan di Sacchi.. Io mi riferivo a tempi addietro, primi anni 80 per intenderci..

Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.