Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito!
Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 23 di 23

Discussione: L'attacco...

  1. #21
    Member
    Data Registrazione
    Dec 2013
    Messaggi
    2,791
    L'attacco è da europa league, il centrocampo da mezza/bassa classifica quindi meglio concetrarsi sul centrocampo.

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #22
    Member L'avatar di Mr. Canà
    Data Registrazione
    Jul 2014
    Località
    Barcellona, Spagna
    Messaggi
    1,973
    Secondo me non c'è un modo giusto di costruire una squadra. Non si può dire "bisogna partire costruendo intorno a un attaccante forte" o "si parte dalla difesa", piuttosto che "il fulcro del gioco è il centrocampo".

    Molto dipende dallo stile di gioco (occhio, non parlo di schemi) che adotta il mister e sul quale vuole costruire la propria squadra. Per restare in ottica Milan e senza scomodare giocatori di altre squadre, si può giocare e vincere con un regista alla Pirlo o uno alla Van Bommel, si può segnare tanto con attaccanti poco dotati tecnicamente come Bacca o altri più virtuosi come Sheva, si può difendere bene con Nesta o con Mexes.

    Allo stesso modo per vincere non è necessario (e talvolta nemmeno è garanzia) avere 11 campioni in campo. Talvolta la formula giusta è un mix di campioni e gregari, ma soprattutto di professionisti.

    Al Milan di oggi, che pure ha evidenti lacune in ogni settore (più o meno gravi a seconda di come si guardi alla rosa), mancano sia i campioni, che i gregari, che purtroppo nella mediocrità generale della rosa hanno finito per credersi fuoriclasse.

    Chiaro che con 1-2 innesti di valore per reparto si farebbe meglio e la squadra probabilmente se la giocherebbe almeno per uno dei tre posti in Champions, ma secondo me non ha troppo senso stare qui a cercare di convincerci l'uno con l'altro sul fatto che la priorità sia una punta, un regista o un [inserire ruolo a caso].

    L'alchimia vincente purtroppo non ha una formula scritta. Quel che è chiaro è che con gli stessi ingredienti (nel nostro caso scaduti e di bassa qualità, nella maggior parte dei casi) non si va da nessuna parte. Qui c'è da rifondare l'intera spina dorsale, c'è poco da girarci intorno.

  4. #23
    Member L'avatar di folletto
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Terni
    Messaggi
    4,579

    Citazione Originariamente Scritto da The Ripper Visualizza Messaggio
    Sono non so quanti anni che leggo "L'attacco è l'ultimo dei nostri problemi".
    Molti, se non tutti, chiedete a gran voce una rifondazione del centrocampo.
    Sacrosanto.
    Pascoliamo con Montolivo, Poli, Sosa, Kucka ecc... e dal 2002 non ingaggiamo un centrocampista di livello.
    Da 14 anni!
    Quindi è giustissimo chiedere la rifondazione del centrocampo.

    Non voglio fare la voce fuori dal coro perché credo anch'io che l'urgenza sia a centrocampo, MA, non sarà, a mio modo di vedere, da lì che abbiamo necessità di ripartire. O meglio, credo che la squadra abbia emergenze in ogni reparto, ma che NELLO STESSO MOMENTO debbano essere acquistati centrocampisti e attaccanti.

    Ci manca un numero 10 (Ibra era un centravanti completo, ma non un 10) autentico dai tempi del Kakà trequartista (quindi non seconda punta mascherata nel famigerato alberello ancelottiano) che giocava dietro 2 punte (Sheva + Pippo/Tomasson/Gila). E ogni squadra al mondo ha il suo numero 10. Ovviamente non può esserlo Honda, non lo è Suso o Niang. Non sono proprio all'altezza.
    Ci manca il trascinatore. Che spesso corrisponde al 10. Quello che ti illumina la scena, che ti fa applaudire più di tutti e che ti manda in porta gli attaccanti e che i gol (in doppia cifra) li fa lui stesso... CHE SI CARICA LA SQUADRA SULLE SPALLE e che ha le qualità mentali e tecniche per farlo.

    Ci manca poi una punta moderna. Quelli che più si avvicinano sono:
    Niang: che però ha la mira infallibile tipica di un arciere ubriaco e bendato, ha la testa di mi, non ha eccezionali qualità tecniche ma solo atletiche (vogliamo parlare di gioco nello stretto qualche volta? non ne parliamo dal 2010)
    Lapadula: che viene dalla B e ad oggi è un'incognita. Ma tremo al sol pensiero di fare trasferte internazionali con Lapadula davanti.

    E Bacca? Bacca potrebbe rendere solo se affiancato da un giocatore capace di aprigli gli spazi. Va benissimo in un 4-3-3 anche, ma devi avere:
    -terzini che sanno crossare
    -centrocampisti che sanno impostare, verticalizzare, inserirsi, giocare tra le linee e fare la giocata
    -esterni alti abili crossatori, capaci di essere dei veri e propri direttori del gioco offensivo, che sanno accentrarsi, saltare l'uomo.
    Insomma... ci vuole un contesto completamente nuovo per far rendere Bacca.
    Nella Serie A attuale lo vedrei bene forse solo nella Roma.


    Ma il problema dei problemi dell'attacco sono ovviamente i gol.
    Chiediamoci: riusciamo a fare una stima dei gol che i nostri igiocatori segneranno da qui alla fine? Difficile, ma possiamo farci un'idea.
    Bacca attestiamolo sui livelli dello scorso anno.
    Niang quanti gol può fare? 7? 8 ad essere larghi?
    Suso? 5...6... Luiz Adriano manco lo calcolo....
    Lapadula parte dalla panca e se fa i suoi 5 gol è già tanto... jack il suo contributo di 6 gol lo dà...e poi?
    Insomma... è il problema dello scorso anno evidenziato da NESSUNO in cui abbiamo battuto il nostro record NEGATIVO di gol segnati nella serie A a 20 squadre.
    Abbiamo un solo attaccante da doppia cifra. Se facciamo un paragone credo che siamo esattamente nelle stesse condizioni del Genoa.



    Certo... centrocampo forte, difesa affidabile... quello che volete... ma per me una squadra di CALCIO che lotta almeno per l'Europa se non ha gli elementi OFFENSIVI che ho detto, non è in grado di competere.
    In questo momento abbiamo un attacco OSCENO, assortito MALISSIMO

    p.s. non è un caso che le squadre di vertice abbiano sempre almeno un paio di giocatori che finiscono sul tabellino dei marcatorori più frequentemente e che comunque entrano sempre nella classifica cannonieri (che per me parte sempre almeno da 12 gol segnati, altrimenti cannoniere non sei).
    L'emergenza è a centrocampo, è lì che bisogna agire il prima possibile per tentare di "fermare l'emorragia" di questa squadra agonizzante.
    Comunque è impossibile darti torto le mancanze sono ovunque e, se nel prossimo futuro c'è l'intenzione di mirare in alto da parte della società, bisogna fare una bella rivoluzione anche nella rosa. Se andiamo a stringere l'unico (o quasi) titolarissimo per una squadra che punta al massimo sarebbe Donnarumma, e forse Romagnoli (se affiancato da qualcuno di alto livello). Bonaventura, Niang, Suso sarebbero riserve in un top team, per Bacca ci vorrebbe un lungo discorso quindi sorvolo. Come dici tu senza un attacco con la A maiuscola non vinci le competizioni che contano ma a gennaio serve innanzitutto un intervento mirato a risolvere i problemi più critici: 2 centrocampisti, un terzino ed un giocatore spacca-partite ovvero un trequartista o un esterno d'attacco. Nella prossima estate servirebbe una vera e propria pulizia generale, una disinfestazione.
    VIA il maiale verticale, libertà per il Milan ed i suoi tifosi

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.