Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 40

  1. #11
    Senior Member L'avatar di Angstgegner
    Data Registrazione
    Apr 2013
    Messaggi
    9,922
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Come da oggetto, siamo proprio così sicuri che la differenza tra il Milan e la Juve/Roma stia solo ed esclusivamente nei giocatori?

    Ok, la Juve (come rosa) è di bel altro livello. Ha giocatori di caratura internazionale. Ma la Roma? Come ha scritto qualcuno oggi pomeriggio (non ricordo chi e me ne scuso), i giallorossi prima dell'arrivo di Garcia erano una squadra allo sbando. Peggio del Milan attuale.

    Un allenatore vero, serio, ha cambiato tutto. La Roma, dalla scorsa stagione, è una squadra che concede pochissimo agli avversari. Tatticamente sempre impeccabile. E' possibile che chiunque schierino in difesa, si riveli un grande giocatore? No. Quindi, il rendimento dei singoli è frutto dell'organizzazione, pardòn della grande organizzazione, di squadra.

    Benatia sembrava insostituibile. Prendono Manolas (un greco che giocava nell'Olympiacos, non Nesta) e sembra subito un fenomeno. Gli affiancano Astori (uno che nel Cagliari faceva disastri) e i due si trovano a meraviglia. Si infortuna Astori, entra Mbiwa (da tutti considerato un difensore ridicolo) e gioca ottime partite.

    Allora mi domando: alcuni nostri singoli sono scarsi, vero. Ma non è che a mancare sia proprio il manico?
    Concordo pienamente.
    La Roma pre-Garcia in difesa non era più scarsa di quella attuale IMHO. Eppure faceva piangere, incassa gol a ripetizione e arrivava costantemente dietro di noi. E' vero che si è rinforzata tantissimo a centrocampo ma in questo periodo ha tantissimi infortunati tra centrocampo e difesa e nonostante ciò vince senza soffrire troppo con Yanga-Mbiwa, Cole (secondo me bollitissimo, se fosse da noi pregheremmo notte e giorno per non vederlo in campo), Manolas (buon difensore, nulla di più, può valere più o meno i nostri centrali, eccetto Bonera) o Holebas (che a me piace) in campo. L'organizzazione di gioco è fondamentale, soprattutto quando non si dispone di veri campioni. In Serie A quanti campioni ci sono reparto per reparto? La Juve va ancora sulla scia dello straordinario lavoro compiuto da Conte (i frutti del lavoro di Allegri si vedranno più avanti), la Roma ha avuto un miglioramento enorme dopo l'arrivo i Garcia.
    Non faccio una colpa a Pippo, ma la società non può mettere in panchina degli allenatori improvvisati. Gli ultimi 3 su 4 lo sono stati, il quarto è Allegri al quale andava bene qualunque cosa. Togliendo dal campo Abbiati, Bonera e Pazzini, inadeguati a qualunque livello, la squadra con un allenatore vero potrebbe rendere meglio, però possiamo star qui a discutere per 4 giorni, ma se Juve e Roma a centrocampo hanno Vidal, Pogba, Strootman, Pjanic, ecc... mentre noi ci possiamo permettere Poli, Muntari e soci c'è ben poco da fare. Detto ciò, anche con i nostri difensori non si possono incassare 9 gol in 5 partite (e potevano essere persino di più).

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Messaggi
    Many
     

  3. #12
    Senior Member L'avatar di Hammer
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    8,872
    Citazione Originariamente Scritto da Admin Visualizza Messaggio
    Come da oggetto, siamo proprio così sicuri che la differenza tra il Milan e la Juve/Roma stia solo ed esclusivamente nei giocatori?

    Ok, la Juve (come rosa) è di bel altro livello. Ha giocatori di caratura internazionale. Ma la Roma? Come ha scritto qualcuno oggi pomeriggio (non ricordo chi e me ne scuso), i giallorossi prima dell'arrivo di Garcia erano una squadra allo sbando. Peggio del Milan attuale.

    Un allenatore vero, serio, ha cambiato tutto. La Roma, dalla scorsa stagione, è una squadra che concede pochissimo agli avversari. Tatticamente sempre impeccabile. E' possibile che chiunque schierino in difesa, si riveli un grande giocatore? No. Quindi, il rendimento dei singoli è frutto dell'organizzazione, pardòn della grande organizzazione, di squadra.

    Benatia sembrava insostituibile. Prendono Manolas (un greco che giocava nell'Olympiacos, non Nesta) e sembra subito un fenomeno. Gli affiancano Astori (uno che nel Cagliari faceva disastri) e i due si trovano a meraviglia. Si infortuna Astori, entra Mbiwa (da tutti considerato un difensore ridicolo) e gioca ottime partite.

    Allora mi domando: alcuni nostri singoli sono scarsi, vero. Ma non è che a mancare sia proprio il manico?
    Assolutamente. Avere a disposizione un allenatore di esperienza ci risolverebbe molti problemi, ma noi ci affidiamo alla casualità di Inzaghi e Seedorf.

    L'altro fattore fondamentale presente in Roma e Juventus è...la società. Obiettivamente, Sabatini fa miracoli da due anni e alla Juventus tessono una fitta ragnatela di prestiti tra giovani per l'immediato futuro. Ad ogni modo, il collante tra questi "mezzi giocatori" è proprio Garcia.
    "Il calcio italiano ad alto livello sta perdendo la Juventus. La squadra bianconera è arrivata settima l’anno scorso e rischia di fare il bis quest’anno. [...] Credo che la Juventus vada aiutata. [...] E’ un Club con il maggior numero di Scudetti e di tifosi in Italia, merita un piano Marshall per il suo futuro. Aiutare la Juventus significherebbe aiutare il calcio italiano. Senza dubbi e senza riserve." Mauro Suma, 02/04/2011

  4. #13
    Citazione Originariamente Scritto da FiglioDelDioOdino Visualizza Messaggio
    L'allenatore conta moltissimo, ma Inter e Napoli hanno due "allenatori veri", e stanno messi peggio di noi. Inzaghi sta facendo bene per ora.
    Concordo, purtroppo nn c'è una risposta precisa e univoca. I problemi attuali del Milan nascono da una serie di cose, iniziando dal livello dei giocatori, e passando per le conoscenze tattiche di un allenatore esordiente. Ma per me i giocatori, in questo caso, incidono in maniera negativa più del mister. Abbiamo visto tutti che la maggior parte degli errori sono singoli e non di reparto.

    Detto ciò, Inzaghi ha iniziato bene e se continua su queste medie finirà a circa 60 punti (minimo). Che per me possono bastare anche per il terzo posto, visto il livello di quest'anno. Ovviamente almeno in EL ci entriamo sicuro.
    Con il Milan nel sangue, nella mente e nel cuore.

  5. #14
    Member L'avatar di AcetoBalsamico
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Lovere
    Messaggi
    2,685
    Io non credo che Inzaghi fino ad oggi abbia gravi colpe per i risultati, l'unico suo errore è stato con l'Empoli, quando per l'ennesima volta ha schierato Bonera, anche se presumo l'abbia fatto per far rifiatare Rami, non ancora al top della forma. Con una squadra diversa arriverebbero risultati diversi, io dico di aspettare a giudicare, quando Montolivo e Van Ginkel torneranno disponibili, magari con Bonaventura riadattato a centrocampo, la musica sarà differente!

    Non ha fatto male fin qui, ha infuso fiducia, coraggio nei propri mezzi e soprattutto entusiasmo, che mancava da anni a Milanello!

  6. #15
    Senior Member L'avatar di Hammer
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    8,872
    Citazione Originariamente Scritto da FiglioDelDioOdino Visualizza Messaggio
    L'allenatore conta moltissimo, ma Inter e Napoli hanno due "allenatori veri", e stanno messi peggio di noi. Inzaghi sta facendo bene per ora.
    No dai, l'Inter non ha un allenatore vero
    "Il calcio italiano ad alto livello sta perdendo la Juventus. La squadra bianconera è arrivata settima l’anno scorso e rischia di fare il bis quest’anno. [...] Credo che la Juventus vada aiutata. [...] E’ un Club con il maggior numero di Scudetti e di tifosi in Italia, merita un piano Marshall per il suo futuro. Aiutare la Juventus significherebbe aiutare il calcio italiano. Senza dubbi e senza riserve." Mauro Suma, 02/04/2011

  7. #16
    Senior Member
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Messaggi
    10,130
    Citazione Originariamente Scritto da Louis Gara Visualizza Messaggio
    Sicuramente con un allenatore vero, la situazione sarebbe diversa. Inzaghi, spiace dirlo, ma allenare non mi sembra cosa sua ed è un'impressione che ho sempre avuto. D'altronde, dubito che quando giocasse capisse cosa gli accadeva dietro.

    In ogni caso, non serviva nemmeno un fenomeno (in questa Serie A, poi...). Bastava un Emery, per dire, e a quest'ora non staremmo a meno sette dal primo posto dopo cinque giornate.
    Il -7 è fin troppo ingigantito.
    L'anomalia non è il Milan che ha 8 punti dopo cinque giornate (che in sè non è una cattiva media, direi che è nella norma), ma che dopo cinque giornate ci siano ben due squadre a punteggio pieno.
    Che io ricordi non è mai accaduto nella storia della Serie A. Sarebbe già una rarità una solo squadra a punteggio pieno dopo cinque giornate (le ultime dovrebbero essere state l'Inter di Cuper nel 2002-03 e il Milan di Capello nel 1992-93.

  8. #17
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Messaggi
    12,837
    Citazione Originariamente Scritto da Aron Visualizza Messaggio
    Il -7 è fin troppo ingigantito.
    L'anomalia non è il Milan che ha 8 punti dopo cinque giornate (che in sè non è una cattiva media, direi che è nella norma), ma che dopo cinque giornate ci siano ben due squadre a punteggio pieno.
    Che io ricordi non è mai accaduto nella storia della Serie A. Sarebbe già una rarità una solo squadra a punteggio pieno dopo cinque giornate (le ultime dovrebbero essere state l'Inter di Cuper nel 2002-03 e il Milan di Capello nel 1992-93.
    Si ma non è il frutto del caso eh? Stiamo parlando delle uniche due squadre che investono. E' normale che dopo 5 giornate siano a punteggio pieno, se giocano in un campionato di straccioni.

  9. #18
    Member L'avatar di Tobi
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    3,634
    La rosa del milan non è forte, ma nemmeno piu debole dell'empoli o del cesena. Bisogna capire perche contro queste squadrette sistematicamente regaliamo punti

  10. #19
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,887
    Come detto da altri la differenza la fà il centrocampo

    Roma e Juve sono di un altro livello

    Noi abbiamo solo Menez in grado di costruire con continuità, anche ieri Honda e bonaventura si sono rivelati solo buoni comprimari

    E soprattutto abbiamo l'equivoco De Jong, da tutti considerato un campione ma che io ritengo il nostro primo problema,
    una squadra come il Milan non si può permettere un centrocampista centrale incapace di costruire e dirigere la squadra, nonostante la sua appariscente generosità,
    senza arrivare a Pirlo servirebbe almeno un Van Bommel

  11. #20
    Fra la Juve disastrosa del 2010/2011 e quella vincente del 2011/2012 ci sono Pirlo e Vidal di differenza, fra la Roma di Zeman e quella di Garcia ci sono Strootman e Nainggolan. Che poi Zeman e Luis Enrique non facessero rendere al meglio De Rossi e Pjanic non c'è dubbio.

    Nel calcio il centrocampo è fondamentale, e noi abbiamo lì il nostro punto debole.
    #fuorigiocoperlajuve

Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.