Ti stiamo aspettando! Bastano 30 secondi per registrarsi sulla più grande community rossonera e condividere le proprie passioni con migliaia di utenti! registrati subito! (Ti preghiamo di attendere l'attivazione dopo l'iscrizione)

Top 22 Stats
Loading... Latest Posts
Loading...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Loading...
 

Risultati da 1 a 8 di 8

  1. #1
    Member L'avatar di Gas
    Data Registrazione
    Aug 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    2,218

    La crisi del calcio Italiano parte dalle strade ?

    Quando ero piccolo io e quasi tutti i miei amici avevamo un passatempo che surclassava di gran lunga tutti gli altri: il calcio. Il calcio dei piccoli intendo, nel cortile sottocasa, nei giardinetti di Milano, negli spazi asfaltati sotto agli enormi condomini, ... se non c'erano degli alberi a fare da porta c'erano le cartelle, oppure le maglietto, i sassi, un solo palo, ...
    Uscivamo da scuola e appena possibile ci reincontravamo per giocare, ci citofonavamo fra l'odio dei genitori per esortare gli altri a scendere a giocare, a volte giocavamo per ore ed ore senza sosta.
    Ho 37 anni e quando ero piccolo non si erano ancora diffusi PC e consolle, giocare a calcio era tutto il divertimento che potevo avere, idem per i miei amici.
    La società era differente, si avvertiva (a ragione o torto) meno criminalità, i miei genitori (che non sono scriteriati) e quelli dei miei amici ci lasciavano scendere a giocare per le strade senza farsi molte paranoie anche quando eravamo ancora bambini e non adolescenti.

    Qualche giorno fa ero in macchina a milano, passiamo a fianco ad uno dei classici vialoni che hanno in mezzo dei giardinetti e la mia compagna mi dice "certo che il Basket è diventato molto popolare anche qui, vedo sempre i ragazzi li a giocare" (ragazzi, non bambini), sulle prime annuisco poi ci penso bene e mi dico, cribbio nel paese del calcio è facile trovare un bel campo da bascket in quasi tutti i giardinetti ma quanti campi di calcetto a 5 GRATUITI ci sono nei giardinetti di Milano ? Forse neppure uno ?
    In aggiunta a questo aggiungo che anche la società è cambiata, i genitori hanno mediamente paura a far scendere per strada da soli i bambini, ci sono i PC, le consolle, i tablet, gli smatphone che creano un'alternativa di intrattenimento per i bambini che neppure chiedono più di poter scendere a giocare a calcio.

    Insomma tutto questo per avviare uno spunto di dicussione, ma non è che noi quando affrontiamo il problema di mancanza di talenti ci focalizziamo sulla cosa sbagliata ? Sulle scuole calcio, sulle metodologie, sul coraggio dei club di lanciare giovani italiani,... ma in realtà il problema parte da più lontano, parte dalle strade che non brulicano più di bambinetti che giocano a pallone tutto il giorno ? Chissà quanti giovani campioni stanno chiusi in casa, chissà quanti a calcio giocano solo su FIFA...

    E' un caso che sempre più spesso i nuovi giovani promettenti vengano da paesi meno sviluppati dove ancora magari iniziano a giocare a calcio per le strade polverose 16 ore al giorno ?

    Cosa ne pensate ?

  2. # ADS
    Adv
    Circuit advertisement
    Data Registrazione
    Always
    Località
    Advertising world
    Messaggi
    Many
     

  3. #2
    Senior Member L'avatar di runner
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Messaggi
    7,206
    bravo hai centrato un tema importantissimo, ti faccio il mio esempio con il Basket, che è pure un altro sport....

    da giovane ho giocato a Basket e per migliorami andavo al campetto alla sera a tirare in continuazione a canestro e mi sono auto migliorato tantissimo, poi ovviamente ho ascoltato molto il mio allenatore per la tattica e spesso anche lui mi diceva che stavo facendo passi da gigante, anche perchè ci faceva giocare molto in allenamento e il talento di ognuno di noi veniva fuori....

    stessa cosa vale per il calcio, però a mio avviso non c' entra tanto che i ragazzini non giocano per strada o nei cortili a calcio, ma che gli allenatori della giovanili gli fanno fare troppa tattica e quindi il loro talento non emerge....

    farli giocare con lo stesso modulo della prima squadra non li fa crescere secondo le loro attitudini!!

    te ne racconto un' altra, io sempre da ragazzo giocavo a calcio a sette sull' erba (sport fighissimo) e ci siamo pure iscritti a un torneo (che abbiamo ripetuto anche l' anno dopo vincendolo) e non avevamo un allenatore, eravamo improvvisati tatticamente. Per essere messi bene in campo io mi mettevo dietro la porta il primo tempo della prima partita e vedevo come giocavano i miei compagni, correggevo le posizioni e in poco tempo eravamo messi benissimo, non sbagliavo un colpo e io entravo come punta centrale perchè ero bravo nel tiro al volo oppure il mio ruolo era quello di difensore centrale....

    questo per dire che alla fine i giocatori che lo fanno di mestiere poi sono pochissimi, però devono essere ben guidati dal tecnico che li fa divertire, crescere e azzecca i ruoli....la tattica a e la preparazione fisica la faranno poi meglio in prima squadra

  4. #3
    Citazione Originariamente Scritto da runner Visualizza Messaggio
    bravo hai centrato un tema importantissimo, ti faccio il mio esempio con il Basket, che è pure un altro sport....

    da giovane ho giocato a Basket e per migliorami andavo al campetto alla sera a tirare in continuazione a canestro e mi sono auto migliorato tantissimo, poi ovviamente ho ascoltato molto il mio allenatore per la tattica e spesso anche lui mi diceva che stavo facendo passi da gigante, anche perchè ci faceva giocare molto in allenamento e il talento di ognuno di noi veniva fuori....

    stessa cosa vale per il calcio, però a mio avviso non c' entra tanto che i ragazzini non giocano per strada o nei cortili a calcio, ma che gli allenatori della giovanili gli fanno fare troppa tattica e quindi il loro talento non emerge....

    farli giocare con lo stesso modulo della prima squadra non li fa crescere secondo le loro attitudini!!

    te ne racconto un' altra, io sempre da ragazzo giocavo a calcio a sette sull' erba (sport fighissimo) e ci siamo pure iscritti a un torneo (che abbiamo ripetuto anche l' anno dopo vincendolo) e non avevamo un allenatore, eravamo improvvisati tatticamente. Per essere messi bene in campo io mi mettevo dietro la porta il primo tempo della prima partita e vedevo come giocavano i miei compagni, correggevo le posizioni e in poco tempo eravamo messi benissimo, non sbagliavo un colpo e io entravo come punta centrale perchè ero bravo nel tiro al volo oppure il mio ruolo era quello di difensore centrale....

    questo per dire che alla fine i giocatori che lo fanno di mestiere poi sono pochissimi, però devono essere ben guidati dal tecnico che li fa divertire, crescere e azzecca i ruoli....la tattica a e la preparazione fisica la faranno poi meglio in prima squadra
    Esatto, il nostro essere troppo tattici non fa uscire fuori il talento

  5. #4
    Bannato
    Data Registrazione
    Jan 2013
    Località
    Milano
    Messaggi
    12,887
    Il problema dei ragazzi che non corrono più è reale,
    Ricordo che da ragazzo uscivo alle due del pomeriggio per giocare a calcio e terminavo alle otto di sera quando i genitori venivano a prenderci per le orecchie, quando non c'era la palla si giocava ogni tanto con le figurine, ma il 90% dei giochi prevedevano molto movimento, "ce l'hai" bicicletta ecc.
    Oggi vedo la generazione di mio figlio 14 anni è sono tutti degli zombie, usano solo i vari tablet e cellulari, persino quando si incontrano nei parchi

  6. #5
    Member L'avatar di Canonista
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Verona
    Messaggi
    2,677
    Credo che la mia sia stata l'ultima/penultima generazione ad essere cresciuta in questo modo.

    Le partitine in pochi con portieri volanti e quattro pietre a stabilire le porte, i tornei 1vs1 "alla romana" con porta unica (spesso rappresentata da un cancello o un garage di non si sa chi), le arrampicate per andare a raccogliere il pallone, ginocchia sanguinanti una o più volte al giorno...

    Poi crescendo si sentiva la competitività e si iniziava ad usare sempre più il fisico, i voli sull'asfalto (questo più facendo lo sc3mo in bici), le scivolate chilometriche al campo sportivo per imitare Maldini e i tiri al volo per segnare alla Sheva, le sfide con quelli di altri quartieri, le tensioni e qualche schiaffo volato, la contentezza di essere chiamato da quelli più grandi a giocare con loro...

    Poi comunque usavo già il computer, ma la vita sedentaria non esisteva.


    Questo per quanto riguarda il calcio, ma oltre questo la mia infanzia è fatta di capanne nei campi o sugli alberi, gare infinite in bicicletta, un sacco di biliardino con gli amici, giri di sera nei boschetti alla ricerca di non si sa cosa...spettacolo!

    Poi si è cresciuti ancora e le priorità sono cambiate...ma questi sono altri racconti.
    [SIGPIC]http://www.milanworld.net/signaturepics/sigpic188_1.gif[/SIGPIC]

  7. #6
    Dovrebbe essere un problema di tutti e non solo Italiano..

  8. #7
    Senior Member L'avatar di Jino
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Veneto
    Messaggi
    38,303
    Sono totalmente d'accordo con te, tutta questa tecnologia ha triplicato gli "scemi", ma gli stessi neo genitori attuali che loro stessi vivono in simbiosi con questo cambiamento non stimolano più i figli allo sport, al calcio sano tra amici.

  9. #8
    Senior Member L'avatar di juventino
    Data Registrazione
    Aug 2012
    Località
    Latina
    Messaggi
    9,783
    Il ragionamento è giusto, ma a mio avviso va applicato anche negli altri paesi (la tecnologia d'altronde non si è mica diffusa solo da noi). Questo è un problema secondario finché non ne risolveremo altri più urgenti.
    Vincere non è importante, la plusvalenza è l'unica cosa che conta
    La carta igienica usata è un quotidiano migliore di Tuttosport
    Gli unici tifosi che merita la Juventus sono i membri del suo CDA

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

Milan World Forum © 2013 Tutti i diritti sono riservati. E' vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica.

Powered by vBulletin® • Copyright © 2012, Jelsoft Enterprises Ltd.

Milan World non si assume nessuna responsabilità riguardo i contenuti redatti dagli utenti. Foto e Video (da Youtube) pubblicati su MW non sono hostati su questo sito ma semplicemente riportati da altri media attraverso dei link accessibili a tutti.